Logo


Prefettura - Ufficio Territoriale del Governo di Imperia

NOTIZIE

 

 P.E.E. art. 6 D. Lgs. 334/99 - Autogas Riviera di Taggia - Esercitazione di protezione civile

Nella mattinata del 26 settembre 2018, alle ore 9.30, si e' svolta un'esercitazione per testare la capacità di intervento in emergenza presso lo stabilimento Autogas Riviera di Taggia. L'esercitazione è stata coordinata da questa Prefettura con il coinvolgimento di personale dei Vigili del Fuco di Imperia, del Servizio 118, della Regione Liguria, del Comune di Taggia, della Protezione Civile, dell'ARPAL e delle Forze dell'Ordine. Le relative modalita' di svolgimento sono state definite nel corso di più riunioni, alla presenza dei rappresentanti di tutti gli enti interessati, al fine di prevedere scenari di rischio aderenti alla realtà ed efficaci sotto il profilo esercitativo.

Nella circostanza è stato simulato un principio di incendio presso l'impianto AUTOGAS RIVIERA (Deposito di gas combustibile liquefatto), in Regione Licheo a Taggia. L'evento è iniziato a seguito di una chiamata da parte di un cittadino.

I servizi di pronto  intervento (VVF, Servizio Imperia Soccorso 118, Polizia di Stato, Carabinieri e Polizia Stradale) hanno inviato sul posto   operatori e mezzi, nel rispetto delle procedure, ai fini del soccorso urgente alle persone coinvolte ed al successivo confinamento dell'evento, in modo da evitare la propagazione del fuoco nelle aree circostanti lo stabilimento.

Sul posto sono stati impiegati tre mezzi dei Vigili del Fuoco (un mezzo P.S., una Autovettura e una Autobotte) e un' auto medica e due ambulanze del servizio 118 per soccorrere un ferito coinvolto nello scoppio e un cardiopatico.

Alle ore 10.00 la simulazione si è conclusa e l'esercitazione è terminata nel rispetto di tutte le procedure di protezione per la popolazione e relative operative operazioni conseguenti.
 
esercitazione Autogas Riviera   esercitazione Autogas Riviera
Pubblicato il :

 Scuole sicure - Prevenzione e contrasto allo spaccio di sostanze stupefacenti nei pressi degli Istituti scolastici

In attuazione delle Direttive del Ministro dell'Interno, "Scuole sicure", diramate nell'imminenza dell'inizio dell'anno scolastico, in sede di Riunione Tecnica con le Forze dell'Ordine, il Prefetto Silvana Tizzano, nei giorni scorsi, ha focalizzato l'attenzione sull'attività di prevenzione e contrasto allo spaccio di sostanze stupefacenti nei pressi degli Istituti scolastici. Alla riunione, in Prefettura, hanno partecipato i vertici delle Forze dell'Ordine, nelle persone del Questore, Cesare Capocasa, del Comandante Provinciale dei Carabinieri, Ten.Col. Andrea Mommo, del Comandante Provinciale della Guardia di Finanza, Col. Alfonso Ghiraldini , nonché il Dirigente Scolastico Provinciale, dr. Luca Maria Lenti. Nel corso dell'incontro, d'intesa col Dirigente Scolastico Provinciale, è stata svolta l'analisi delle singole realtà scolastiche al fine di calendarizzare mirati servizi di controllo da parte delle Forze dell'Ordine, anche con il concorso delle Polizie locali, nei luoghi ritenuti a rischio e potenzialmente sensibili. A tal fine, con apposita nota inviata ai Sindaci, prima dell'inizio dell'anno scolastico, il Prefetto ha sottolineato l'importanza del contributo che gli stessi, in tale ottica, possono fornire operando su molteplici piani d'intervento, quali la messa in sicurezza delle scuole, la riqualificazione delle aree limitrofe agli istituti scolastici, la realizzazione di impianti di video sorveglianza e, segnatamente, il coinvolgimento più massiccio della Polizia locale nelle attività di controllo del territorio, nonché, sul piano preventivo, la possibilità, rimessa ai Regolamenti comunali, di inserire le aree urbane su cui insistono le scuole e i plessi scolastici tra i siti sui quali è consentita l'applicazione del "DASPO urbano" (Divieto di accedere alle manifestazioni sportive); misure, tutte, che potrebbero rivelarsi di indubbia efficacia sul piano operativo, dando il senso di una forte e comune volontà di elevare la cornice di sicurezza intorno alle scuole.
Pubblicato il :

 Visita del Sottosegretario all'Interno On.le Nicola Molteni

Il Sottosegretario all'Interno On.le Nicola Molteni si è recato oggi in visita in Prefettura dove è stato accolto dal Prefetto Silvana Tizzano. Presso questo Palazzo del Governo ha avuto luogo un incontro - cui ha preso parte anche l'On.le Flavio Di Muro - con i vertici delle Forze dell'Ordine, nelle persone del Questore, Cesare Capocasa, del Comandante Provinciale dei Carabinieri, Ten.Col. Andrea Mommo, del Comandante Provinciale della Guardia di Finanza, Col. Alfonso Ghiraldini e del Dirigente del Settore Polizia di Frontiera, dr. Martino Santacroce. Nel corso della riunione è stato tracciato un quadro della situazione della pubblica sicurezza e dell'ordine pubblico della provincia, nonché dell'attività di controllo del territorio, di prevenzione e di repressione posta in essere dalle Forze di Polizia. L'incontro si è incentrato, poi, sull'analisi del fenomeno migratorio in provincia e sul sistema di accoglienza approntato sul territorio con specifico riferimento alla città di Ventimiglia. Al riguardo, dopo un breve "excursus" delle vicende che hanno interessato tale Comune frontaliero e le alterne soluzioni di ospitalità reperite negli ultimi tre anni di un rilevante numero di migranti ivi concentratosi, ci si è soffermati sui profili che più di recente ha assunto il fenomeno in questione. In particolare, si è dato atto del sensibile decremento, in termini numerici, delle presenze dei migranti in Ventimiglia e, segnatamente, nella struttura cosiddetta del "Parco Roja" all'uopo allestito nel 2016, calo certamente conseguente ai diminuiti arrivi sul territorio nazionale. Si è, altresì, rilevato il netto miglioramento della percezione di sicurezza della comunità intemelia indubbiamente ascrivibile ad una costante ed incisiva azione di controllo del territorio assicurata dalle Forze dell'Ordine. In chiusura di riunione sono state anche illustrate alcune delle più recenti iniziative avviate nel territorio in attuazione delle direttive del Ministro dell'Interno: tra queste le progettualità proposte da numerosi Comuni della provincia in materia di videosorveglianza, nonché quelle rientranti nel programma "Spiagge sicure". Dopo l'incontro in Prefettura, il Sottosegretario, accompagnato dal Prefetto, dalle Forze dell'Ordine e dall'On.le Flavio Di Muro si è recato a Ventimiglia in visita al centro di accoglienza e al posto di Polizia di Frontiera.

Pubblicato il :

 Raduno delle Vele d'Epoca dI Imperia - Imponenti le misure di sicurezza

Dal 5 al 9 settembre Imperia ospiterà il tradizionale Raduno Nautico Internazionale "Vele d'epoca d'Imperia". L'importante evento, che prevede l'arrivo da tutti i continenti di oltre 60 imbarcazioni tra le quali si annoverano prestigiosi velieri e yatch di imponenti dimensioni, vedrà la presenza di numerose personalità e farà registrare un massiccio afflusso di pubblico. Al fine di garantire uno svolgimento pacifico e sereno della manifestazione di respiro internazionale, si sono tenuti, molteplici sedute, allargate ad Assonautica, dei Comitati Provinciali per l'Ordine e la Sicurezza Pubblica e riunioni tecniche di coordinamento presiedute dal Prefetto, Silvana Tizzano e Tavoli tecnici in Questura, nel cui seno sono state individuate apposite misure. In particolare il dispositivo predisposto, significativamente potenziato, vedrà impegnato personale della Polizia di Stato, dell'Arma dei Carabinieri, della Guardia di Finanza e della Capitaneria di Porto nell'espletamento di servizi di filtraggio e di monitoraggio "a terra" , grazie ai due varchi di accesso alla Calata Anselmi opportunamente presidiati da uomini delle Forze dell'ordine dotati di metal detector, alle pattuglie dinamiche ed al potenziamento dei servizi di controllo del territorio estesi alle aree limitrofe di Borgo Marina, resi ancora più efficaci dalla presenza delle Squadre Operative di Supporto (SOS) dell'Arma dei Carabinieri. L'accesso e l'uscita dall'area delle principali manifestazioni, in programma a Calata Anselmi, saranno contraddistinti da una segnaletica chiara e precisa, che guiderà il pubblico in un percorso costantemente vigilato dalle forze di polizia e dallo staff dell'organizzazione che ha predisposto, disseminati nell'area, infopoint ai quali rivolgersi in caso di necessità. L'ordine pubblico e sicurezza in mare saranno rispettivamente garantiti dagli equipaggi della Guardia di Finanza e della Capitaneria di Porto. In considerazione dell'incrementato livello d'attenzione, per la prima volta, ad Imperia vi sarà anche il coinvolgimento delle unità antisabotaggio del Centro Nautico e Sommozzatori della Polizia di Stato. Tale reparto speciale, che ha sede a La Spezia, viene impiegato esclusivamente in occasione di eventi di particolare rilievo. Il suo personale sarà impegnato nei controlli subacquei di sicurezza agli scafi delle prestigiose imbarcazioni, giunte da tutte le parti del mondo ormeggiate nello specchio acqueo della marina di Porto Maurizio.

Pubblicato il :

 
Torna su