Logo


Prefettura - Ufficio Territoriale del Governo di Imperia

NOTIZIE

 

 Giornata formativa organizzata dalla Prefettura-U.T.G. di Imperia e dal Comando Sezione Polizia Stradale – Implementazione controlli nel settore dell’autotrasporti merci.

Nell’ambito delle iniziative promosse in materia di controlli nel settore dell’autotrasporto ed a seguito di quanto emerso in sede di riunione Comitato Provinciale per l’Ordine e la Sicurezza Pubblica del 10 aprile scorso, si è svolto, nella giornata di ieri, presso la Prefettura- U.T.G. di Imperia, con la collaborazione della locale Sezione di Polizia Stradale, un modulo formativo finalizzato ad approfondire gli aspetti normativi ed operativi di specifico interesse.
Durante il corso, al quale hanno partecipato gli operatori designati dalla Polizia di Stato, dalla Polizia Stradale, dai Carabinieri, dalla Guardia di Finanza, dal Comando della Polizia Provinciale, dai Comandi di Polizia Municipale dei Comuni di Bordighera, Imperia, Sanremo, Taggia e Ventimiglia, dalla Direzione Provinciale dell’I.N.A.I.L. e dalla Direzione Territoriale del Lavoro, sono stati affrontati i principali temi inerenti l’autotrasporto delle merci, le metodologie dei controlli su strada, il trasporto comunitario ed internazionale, anche in adesione alle indicazioni derivanti dal protocollo d’intesa stipulato tra il Ministero dell’Interno e il Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti il 14 luglio 2009.
L’attività di autotrasporto rappresenta per il nostro Paese un settore economico essenziale e strategico, nel quale risulta di fondamentale importanza la tutela della correttezza degli operatori e della libera concorrenza. La presenza di trasportatori abusivi costituisce un fattore di turbamento con ricadute negative sia sulla sicurezza della circolazione, sia sullo sviluppo corretto di questo delicato settore economico. Di qui l’importanza di incrementare, sotto il profilo qualitativo e quantitativo, i controlli su strada, con una mirata pianificazione dei servizi in ambito provinciale. Tale tematica, inoltre, assume particolare rilievo in ragione della collocazione frontaliera della provincia di Imperia , che è costantemente interessata da un notevole flusso veicolare di mezzi pesanti.
 
 
 
                                                    L'addetto stampa
 
                                                                      
Pubblicato il :

 Esercitazione di protezione civile nel Comune di Sanremo

Nella mattinata del 18 maggio 2013, nell’antico quartiere della Pigna, nel Comune di Sanremo, è stata simulata una scossa di terremoto di tipo “b” (scala Richter 3.5).
All’esercitazione, organizzata dal Comune di Sanremo con il contributo del CESPIM e coordinata dalla Prefettura, hanno partecipato i Vigili del Fuoco, il Servizio 118 con le Pubbliche Assistenze, la Regione Liguria, l’Amministrazione Provinciale di Imperia, le Associazioni di Volontariato, il Comitato di Quartiere “La Pigna”.
Creare un’occasione di incontro per illustrare l’organizzazione del sistema di protezione civile e per ottimizzare la collaborazione tra operatori del volontariato e componenti istituzionali del soccorso è stato l’obiettivo dell’esercitazione, che ha consentito la verifica delle problematiche di attivazione e gestione del sistema di soccorso locale in occasione di un evento sismico nel comune di Sanremo.
Hanno partecipato all’esercitazione circa 40/50 figuranti che nell’immediatezza dell’evento si sono riversarti dagli edifici nelle strade del borgo .
Complessivamente, si è registrato l’impiego di circa 150 volontari di Protezione Civile, l’intervento di personale proveniente da altre regioni, enti e istituzioni con i relativi mezzi di locomozione.
Come previsto dalle disposizioni in materia, sono stati attivati presso il Comune di Sanremo e presso la Prefettura, rispettivamente, il COC (Centro Operativo Comunale e il CCS (Centro Coordinamento Soccorsi).
In una località individuata dal Piano Comunale di Protezione Civile, in Sanremo sono stati allestiti una tendopoli per l’accoglienza degli sfollati e dei feriti e un campo di accoglienza con dormitorio, cucina, servizi e una tenda comando per il censimento dei profughi.
E’ stata utilizzata, inoltre, una stazione per la trasmissione dei dati e fonia via satellitare in supporto al sistema radio convenzionale, tale da consentire, attraverso l’utilizzo di una parabola e di un p.c., rapidi ed efficaci collegamenti con il satellitare e conseguentemente con l’esterno, anche in presenza di temporaneo black out.
Si prevede per le ore 19.00 odierne, l’ultimazione dei servizi essenziali (allestimento cucina da campo, infermeria, servizi igienici, spazi comuni, dormitorio) e il censimento del personale e dei profughi, oltre al rilievo delle principali criticità.
Il campo sarà presidiato dal volontariato e da domani 19 maggio sarà aperto alla popolazione.
A l termine dell’esercitazione sarà realizzato un documento finale di riferimento didattico, una sorta di ‘vademecum’ per il volontariato e la popolazione.
 
 
Pubblicato il :

 
Torna su