Logo


Prefettura - Ufficio Territoriale del Governo di Imperia

NOTIZIE

 

 Firmato in Prefettura il contratto di locazione per la nuova caserma dei carabinieri di Santo Stefano al Mare

In data 29 novembre 2013 presso la Prefettura di Imperia – Ufficio Territoriale del Governo è stato sottoscritto dal Prefetto Fiamma Spena e dal Sindaco del Comune di Santo Stefano al mare Marcello Pallini il contratto di locazione dell’immobile adibito a Caserma per le necessità dell’Arma dei Carabinieri, appositamente costruito dall’Amministrazione comunale.
Il presidio assume particolare importanza in quanto, collocato tra i Comuni di Imperia e Taggia, esercita la sua attività su un’ estensione territoriale di circa 30 Kmq con competenza sui Comuni di Santo Stefano al mare, Riva Ligure, San Lorenzo al mare, Cipressa, Civezza, Terzorio, Pompeiana e Costarainera per una complessiva popolazione superiore a 10.000 abitanti che nel periodo estivo viene implementata da un’alta affluenza turistica.    
La firma è avvenuta alla presenza del Ten. Col. Luciano Zarbano Comandante Provinciale dell’Arma dei Carabinieri.

 
Pubblicato il :

 Prevenzione del rischio corruttivo nella Pubblica Amministrazione - Giornata formativa

La prevenzione e la repressione dell’illegalità nelle pubbliche amministrazioni, con particolare riferimento ai fenomeni di corruzione, sono stati gli argomenti della giornata di approfondimento che si è svolta in data 27 novembre 2013 presso la Sala dei Comuni del Palazzo del Governo.
 
L’incontro, promosso nell’ambito della Conferenza Provinciale Permanente, è stato presieduto dal Prefetto Fiamma Spena che, in apertura dei lavori, ha posto l’attenzione sull’importanza di giungere ad una consapevolezza diffusa delle possibili forme di corruzione che possono insinuarsi nell’attività della pubblica amministrazione e delle iniziative   atte a prevenire e a contrastare siffatto fenomeno, in quanto la sola azione giudiziaria non è sufficiente a sradicare i comportamenti di corruttela ancora troppo diffusi e, spesso, sommersi. È dunque necessario intervenire sul modo di percepire la corruzione e sulla disponibilità a tollerarla, operando un cambiamento sul piano culturale a cominciare dall’interno della stessa pubblica amministrazione, non disgiunto da una sensibilizzazione nei confronti del contesto socio- economico che, spesso, sottovaluta, sotto il profilo percettivo, tale forma di illegalità diffusa.
 
Il Procuratore della Repubblica presso il Tribunale di Imperia Giuseppa Geremia, nel suo intervento, ha fornito un contributo particolarmente significativo sui fenomeni corruttivi, sotto il profilo penale e non soltanto. Ha tratteggiato, infatti, un quadro che, partendo dal livello internazionale, con espresso riferimento alle normative e alle deliberazioni in ambito europeo, è pervenuta ad illustrare le recenti modifiche al nostro codice penale in materia di configurazione dei reati di corruzione e di concussione, introdotte dalla Legge anticorruzione n. 190 del 2012. Nell’esposizione del Procuratore della Repubblica non sono mancati i riferimenti a casi concreti ed alla particolare attenzione che la committenza e l’esecuzione di grandi opere sul territorio richiede, al fine di prevenire e contrastare i fenomeni in argomento.
 
Il Segretario Generale del Comune di Imperia, dott. Materazzo, ha poi illustrato gli adempimenti che la legge 190/2012 prevede in capo agli enti locali, a cominciare dai piani anticorruzione di cui ciascun ente deve dotarsi - programmi operativi che dovranno regolamentare l’attività amministrativa negli ambiti “esposti a rischio” e, pertanto, dovranno essere redatti ed aggiornati nel rispetto della linee guida del piano nazionale che la normativa in questione prevede. La stessa legge contempla che nella formulazione di tali piani sia assicurato un supporto tecnico - informativo da parte del Prefetto
 
Il Viceprefetto Vicario Anna Aida Bruzzese si è, infine, soffermata sulla tematica relativa all’istituzione presso le Prefetture delle c.d White List riguardanti gli operatori economici che non risultano soggetti a tentativo di infiltrazione mafiosa. Con tali elenchi il legislatore ha infatti inteso coniugare la prevenzione dei fenomeni d’illegalità con l’esigenza di snellimento delle procedure della Pubblica amministrazione.
 
L’incontro ha visto la folta partecipazione di rappresentanti delle forze dell’Ordine, sindaci e segretari comunali, dirigenti degli uffici statali e rappresentanti delle parti sociali.
 
 
Pubblicato il :

 Abuso di alcol – Attuazione protocollo d’intesa – Prima giornata formativa

Presso la sala multimediale della Camera di Commercio si è svolto nel pomeriggio del 25 novembre 2013 l’incontro formativo rivolto agli esercenti dei locali pubblici organizzato nell’ambito del “ Protocollo d’intesa per la prevenzione dell’abuso di alcool da parte dei giovani ” siglato il 30 agosto scorso presso la Prefettura di Imperia.
Il progetto è stato concordato con i Comuni di Imperia, Bordighera, Diano Marina, Sanremo e Ventimiglia, con la Camera di Commercio, l’Ufficio Scolastico Provinciale, la A.S.L. N.1 Imperiese e con le Associazioni di categoria FIPE e SILB Confcommercio, Confesercenti, Confartigianato, CNA, firmatari del Protocollo.
Fortemente sostenuta dalle associazioni di categoria l’iniziativa - che ha visto l’attenta partecipazione di una trentina di imprenditori provenienti da varie località della provincia – si pone l’obiettivo di fornire strumenti informativi utili ai gestori di locali pubblici allorché si trovano a diretto contatto con un’utenza giovane nell’esercizio dell’attività di vendita o somministrazione di bevande alcooliche.
Il problema dell’uso di alcool da parte della fascia di popolazione giovanile, stante la gravità delle proporzioni assunte dal fenomeno, è stato affrontato in un’ottica di prevenzione/promozione imperniata sull’approccio dei “moltiplicatori dell’azione preventiva”, cioè coinvolgendo insieme a figure istituzionali che per il loro ruolo possono esercitare funzioni significative a livello preventivo anche altri soggetti che professionalmente sono a diretto contatto con assuntori di alcool. L’ottica è anche quella del mantenimento della tranquillità nei locali pubblici e nelle aree esterne attraverso il rigoroso rispetto oltre che delle norme di legge in materia di somministrazione delle bevande alcoliche, anche delle regole di vicinato.
Dopo l’introduzione del referente per la Prefettura, il Viceprefetto Vicario Dr.ssa Anna Aida Bruzzese, ed il saluto del Dr. Lorenzo Guardone per la Camera di Commercio, il programma didattico ha avuto il seguente svolgimento:
Dott. Giancarlo Ardissone – A.S.L. 1 Imperiese
“ Aspetti generali medici, psicologici e sociali dell’abuso di sostanze alcooliche; Primi interventi di soccorso nelle ipotesi di abuso di alcool”;
Dott.ssa Gaetana Isgro’ – Questura di Imperia
“Illeciti penali ed amministrativi in materia di somministrazione di alcool ai minori e relative sanzioni. Altri illeciti correlati all’uso di alcool”;
Vice Comandante Fulvio Asconio – Polizia Municipale di Sanremo
“Art.186 C.d.S. - Regolamentazione comunale in materia di pubblici esercizi per la somministrazione e vendita di bevande alcooliche”;
Dott. Agostino Moriano – ARPAL Imperia
“Disciplina delle emissioni sonore all’interno dei locali e delle emissioni sonore all’esterno degli stessi. Attività di controllo nella materia”.
Il Corso rappresenta la prima concreta azione dell’impegno condiviso con i gestori dei pubblici esercizi, nell’ottica di realizzare incisive attività di sensibilizzazione e favorire modelli di comportamento virtuosi delle fasce di popolazione giovanile.
 
Pubblicato il :

 
Torna su