Logo


Prefettura - Ufficio Territoriale del Governo di Imperia

NOTIZIE

 

 Esame delle situazioni di rischio idro-geologico in provincia di Imperia

Obiettivo della riunione di Conferenza Permanente, tenutasi nella mattinata del 24 ottobre 2012  presso la Prefettura, è stato l’aggiornamento delle verifiche – da tempo avviate sull’intero territorio - sullo stato dei corsi d’acqua dei versanti stradali e ferroviari e sui connessi rischi idrogeologici. All’incontro, presieduto dal Prefetto di Imperia Fiamma Spena, hanno partecipato i responsabili provinciali del Corpo Nazionale dei Vigili del Fuoco, della Capitaneria di Porto, delle Forze dell’Ordine, del Corpo Forestale dello Stato, rappresentanti dell’Amministrazione Provinciale, della Società Autostrada dei Fiori, dell’ANAS, di Rete Ferroviaria Italiana e dei Comuni della provincia.
Nel corso dell’incontro lo stato dei corsi d’acqua nei tratti alla foce, nei centri urbani e nelle zone a monte è stato illustrato, sotto il profilo tecnico,   rispettivamente da Capitaneria di Porto, Comando Provinciale dei Vigili del Fuoco e Corpo Forestale dello Stato
Molti amministratori locali hanno rappresentato delicate situazioni di criticità, alcune delle quali si erano già evidenziate nel corso della riunione tenutasi lo scorso anno, che nonostante siano state - e siano - costantemente monitorate, necessitano di indifferibili interventi strutturali e che saranno rappresentate alla Regione Liguria per l’inserimento, ove possibile, in appositi programmi di finanziamento.
In relazione alla manutenzione ordinaria e straordinaria delle oasi faunistiche, le cui problematiche sono state segnalate da alcuni Sindaci, verrà convocato apposito tavolo tecnico volto a delineare competenze e limiti di intervento al fine di conciliare la necessità di protezione delle specie protette con i rischi per la pubblica incolumità connessi a eventuali mancati interventi negli alvei dei fiumi.
I Sindaci sono stati sensibilizzati ad effettuare tutti gli adempimenti di competenza, finalizzati alla messa in sicurezza delle aree segnalate potenzialmente a rischio, anche alla luce delle dettagliate relazioni tecniche illustrate.
In particolare, il Prefetto, nel richiamare l’attenzione sulle novità introdotte dalla nuova legge di riordino della protezione civile (legge 100/2012), il cui testo sarà inviato ai Sindaci, con particolare riferimento all’introduzione dei commi 3 bis e 3 ter all’art. 15 della L. 225/1992, relativi alla predisposizione ed aggiornamento, da parte dei Comuni, del piano di emergenza comunale di protezione civile, ha assicurato la disponibilità degli uffici della Prefettura ad offrire, unitamente a Regione e Provincia, un supporto nella redazione del documento.
 
Pubblicato il :

 Accesso ai cantieri impegnati nella realizzazione del porto turistico di Ventimiglia

Nella mattinata del 23 ottobre 2012, nell’ambito della speciale task force costituita presso la Prefettura di Imperia, personale del Centro Operativo della Direzione Investigativa Antimafia di Genova, della Questura, del Comando Provinciale dei Carabinieri, della Guardia di Finanza nonché della Direzione Territoriale del Lavoro di Imperia, ha effettuato un accesso ispettivo presso i cantieri relativi alla realizzazione del “Porto Turistico” di Ventimiglia, per i controlli preventivi nelle attività a rischio di infiltrazione da parte della criminalità organizzata nonché sulla verifica del rispetto della normativa in materia di lavoro e delle misure relative alla sicurezza dei lavoratori.
Durante l’attività ispettiva, disposta dal Prefetto di Imperia Fiamma SPENA , in attuazione delle direttive del Ministro dell’Interno sui controlli preventivi in attività a rischio di infiltrazioni da parte della criminalità organizzata, sono state impiegate complessivamente 20 unità che hanno proceduto all’identificazione ed al controllo di:
  • n. 24 persone addette ai lavori;
  • n. 10 persone giuridiche;
  • n. 17 automezzi.        
Nell’ambito dell’attuazione del dispositivo di contrasto finalizzato ad impedire infiltrazioni della criminalità organizzata nell’economia legale dei lavori pubblici, il Gruppo Interforze – coordinato dalla Prefettura e composto dalla Direzione Investigativa Antimafia, dalla Polizia di Stato, dai Carabinieri, dalla Guardia di Finanza, dal Provveditorato alle Opere Pubbliche e dalla Direzione Territoriale del Lavoro - opera un continuo monitoraggio, oltre che sui cantieri aperti e sulle ditte aggiudicatrici degli appalti pubblici, anche delle infrastrutture e degli insediamenti industriali per la prevenzione e la repressione dei tentativi di infiltrazione mafiosa.
Pubblicato il :

 
Torna su