Logo


Prefettura - Ufficio Territoriale del Governo di Imperia

NOTIZIE

 

 Innovazioni introdotte dal D.L. 90/2014 alla normativa concernente le white list

Il Decreto Legge 25 giugno 2014, n. 90, recante "Misure urgenti per la semplificazione e la trasparenza amministrativa e per l'efficienza degli Uffici giudiziari", ha introdotto significative innovazioni in tema di documentazione antimafia.
 
In particolare, al fine di snellire le procedure preliminari all'affidamento di una commessa pubblica inerente settori economici ritenuti particolarmente sensibili, l'art. 29 impone ai soggetti pubblici committenti di lavori o forniture l’acquisizione della comunicazione e dell'informazione antimafia liberatoria obbligatoriamente attraverso la consultazione, anche in via telematica, degli elenchi delle aziende operanti nei settori previsti dall'art. 1 comma 53 della legge 190/2012, non soggette al tentativo di infiltrazione mafiosa.
 
Ne consegue che l’iscrizione, pur mantenendo la natura volontaria prevista originariamente dalla norma, costituisce la forma necessitata attraverso la quale viene accertata l'assenza di motivi ostativi a fini antimafia.
 
Al fine di evitare che il prevedibile incremento delle domande di iscrizione possa determinare negative ripercussioni sull'affidamento di commesse pubbliche, la norma prevede che in sede di prima applicazione, e comunque per un periodo non superiore ad un anno, le stazioni appaltanti procedano all'affidamento dei contratti o all'autorizzazione dei subcontratti previo accertamento dell'avvenuta presentazione della domanda di iscrizione.
 
A tal fine l'elenco delle aziende che hanno presentato istanza di iscrizione, la cui istruttoria è allo stato incorso, nonché di quelle già iscritte è pubblicato sul sito di questa Prefettura, nella sezione "Amministrazione trasparente", alla voce "Provvedimenti" - "Provvedimenti dei Dirigenti", nonché alla voce “White Lists”, dove sono visionabili la circolare esplicativa e la relativa modulistica.
Detto regime transitorio trova applicazione in relazione alle procedure di affidamento dei contratti o di autorizzazione dei sub contratti avviate dopo il 25 giugno 2014. Le richieste di rilascio di documentazione antimafia in argomento ricevute dalla Prefettura prima del 25 giugno 2014 saranno, pertanto, definite in via ordinaria secondo le modalità finora adottate.
 
Pubblicato il :

 Pianificate le misure per il controllo del territorio in occasione della settimana di ferragosto e mirati servizi di contrasto all’abusivismo commerciale ed alla contraffazione

L’implementazione delle misure di vigilanza e di controllo del territorio nella settimana di Ferragosto, caratterizzata da una ancor maggiore presenza turistica, e la pianificazione di mirati servizi di contrasto all’abusivismo commerciale ed alla contraffazione sono gli argomenti all’ordine del giorno del Comitato provinciale per l'ordine e la sicurezza pubblica che si è svolto il 13 agosto scorso in Prefettura.
 
Presenti all’incontro, presieduto dal Prefetto Fiamma Spena, il Questore, Dr. Pasquale Zazzaro, il Comandante Provinciale dell’Arma dei Carabinieri, Col. Zarbano, il Comandante Provinciale della Guardia di Finanza, Col. Battaglia, Il Comandante Provinciale del Corpo Forestale dello Stato, Dr. Micillo ed il Comandante della Capitaneria di Porto, Cap. di Fregata Ruffini, insieme ai Sindaci/rappresentanti dei Comuni di Imperia, Bordighera, Diano Marina, Sanremo e Ventimiglia .
 
In esito alla riunione, che muove da una recente, specifica direttiva del Ministro dell’Interno, on. Alfano, è stata disposta in concomitanza del Ferragosto l’intensificazione dei servizi di ordine e sicurezza pubblica - già avviati in questa provincia sin dal giugno scorso - con il potenziamento delle attività di prevenzione generale sul territorio e della collaborazione tra Forze dell'Ordine e Polizie Municipali.
 
Particolare attenzione è stata, inoltre, dedicata al fenomeno alla prevenzione e contrasto dell’abusivismo commerciale e della contraffazione anche in considerazione della recente direttiva emanata in materia dal Signor Ministro dell’Interno.
 
La presenza di venditori ambulanti privi di autorizzazione, che propongono merce contraffatta e non di rado prodotti di bassa qualità e privi dei controlli a garanzia dei consumatori, arreca un grave danno all’economia legale, particolarmente evidente in determinati settori quali quello dell’abbigliamento e della pelletteria. Il fenomeno, che nel corso dell’anno si registra specialmente in occasione dello svolgimento dei principali mercati settimanali, Ventimiglia e Sanremo, in estate assume maggiore evidenza in ragione della considerevole presenta di turisti, specie nelle aree costiere.
 
E’ stata, pertanto disposta l’implementazione dei servizi mirati già programmati con l’inizio della stagione estiva, sensibilizzando le Forze di Polizia, anche locali, al fine di imprimere una maggiore incisività all’attività di contrasto del fenomeno.
A margine della riunione si è tenuto un incontro anche con i rappresentanti provinciali di Confcommercio, Rag. Lupi, e Confesercenti, Dr. Cosentino.
Pubblicato il :

 
Torna su