Logo


Prefettura - Ufficio Territoriale del Governo di Imperia

Ritiro

Il ritiro della patente è previsto per tre tipi di violazioni.
Dirigente Dell'Area:Dott.ssa Donatella CORMACI
Email Dirigente Dell'Area: donatella.cormaci(at)interno.it

Ufficio Patenti

Responsabile del procedimento: Roberta Forte
Addetto: Roberta Forte
Orari di ricevimento:
  • Martedì dalle 09:00 alle 12:00
  • Giovedì dalle 09:00 alle 12:00
Email dell'ufficio:
Telefoni:
Fax:
  • 0183689450 

Dirigente: dott. Maurizio GATTO
Responsabile del procedimento/addetto:  D.ssa Roberta FORTE 
Orario di apertura al pubblico:  martedì e giovedi ore 9.00-12.00
Telefono: 0183-689313
Fax: 0183-689424


RITIRO  PER GUIDA CON PATENTE SCADUTA (ART. 126 C.d.S..)
Chiunque guidi con patente la cui validità sia scaduta è soggetto alla sanzione amministrativa accessoria del ritiro della patente.
La patente scaduta viene inviata dall'organo di polizia alla  Prefettura U.T.G. del luogo della commessa violazione e viene restituita dall'Ufficio Patenti della stessa dietro esibizione del certificato medico che conferma l'idoneità del soggetto a condurre veicoli.
Cosa fare
Il titolare (o altra persona munita di delega in carta semplice, sottoscritta dal titolare) deve recarsi in Prefettura U.T.G. ed esibire una certificazione medica attestante l'idoneità alla guida.
A differenza del passato, non verrà applicato un adesivo con la nuova data di scadenza, ma sarà spedita una nuova patente al domicilio dell'interessato dal Ministero dei Trasporti, entro 7/10 giorni. Nell'attesa di ricevere il nuovo documento di guida, sarà comunque possibile circolare portando con sé il certificato rilasciato al termine della visita medica, il quale ha valenza di 60 giorni dal rilascio. La scadenza del nuovo documento corrisponderà alla data del compleanno del conducente.



RITIRO PER GUIDA CON PATENTE ESTERA DA PARTE DI CONDUCENTI CHE RISIEDONO IN ITALIA DA OLTRE UN ANNO (art. 136 C.d.S.)
I titolari di patente di guida rilasciata da uno Stato estero (extracomunitario) non possono circolare oltre un anno dall'acquisizione della residenza in Italia. In tal caso la patente di guida extracomunitaria viene ritirata.
I titolari devono chiedere pertanto la conversione della patente che consiste nel rilascio di una nuova patente italiana corrispondente a quella estera .


Cosa fare
La patente ritirata, se convertibile, non verrà restituita al suo titolare, ma sarà inviata all'Ufficio Provinciale del Dipartimento Trasporti Terrestri ex M.C.T.C. per la sua conversione in una patente italiana.
Per conoscere l'elenco degli Stati per i quali è possibile ottenere la conversione delle patenti vai al sito
 
 
RITIRO PER POSSESSO DI SOSTANZE STUPEFACENTI E/O PSICOTROPE (art. 75 D.P.R. 309/90)
Il Prefetto è competente a d applicare una o più sanzioni amministrative alle persone che sono state trovate in possesso di sostanze stupefacenti per uso personale.
Se, al momento dell'accertamento, l'interessato ha la diretta ed immediata disponibilità di veicoli a motore, gli organi di polizia procedono all'immediato ritiro della patente di guida e al successivo invio presso la Prefettura-UTG.
Il ritiro della patente di guida ha la durata di trenta giorni.
 
Cosa fare
Il trentunesimo giorno il trasgressore potrà ritirare il documento di guida presso la Prefettura-U.T.G.
 
Riferimenti normativi:
  • Nuovo Codice della Strada (artt.126 e 136)
  • D.P.R. 309/90 (art. 75)

Data pubblicazione il 26/09/2006
Ultima modifica il 17/11/2017 alle 12:39

 
Torna su