Logo


Prefettura - Ufficio Territoriale del Governo di Gorizia

NOTIZIE

 

 Il Prefetto e il Sindaco di Gorizia firmano il patto per la sicurezza

Anche il Comune di Gorizia firma il Patto per la sicurezza e si prepara a sviluppare l'impianto di videosorveglianza in città con 14 nuove videocamere.

Questa mattina, in Prefettura, il Prefetto Massimo Marchesiello e il Sindaco Rodolfo Ziberna hanno sottoscritto l'accordo previsto dalle disposizioni normative in materia di salvaguardia della sicurezza urbana che consentirà al comune di partecipare all'assegnazione di un finanziamento statale per la messa in funzione di nuove telecamere.

I fondi verranno utilizzati per la videosorveglianza degli edifici scolastici, alcuni dei quali interessati recentemente da gravi atti vandalici.

La scelta è stata condivisa dal Comitato provinciale per l'ordine e la sicurezza pubblica che si è riunito stamattina, subito dopo la firma, con la partecipazione dei vertici delle Forze dell'Ordine, del Vice Sindaco Stefano Ceretta e del Comandante della Polizia Locale Marco Muzzatti. La riunione ha permesso di conoscere gli aspetti tecnici della scelta fatta da Palazzo Attems che si avvarrà di soluzioni innovative con un impianto molto avanzato tecnologicamente.

Il Comitato, presieduto dal Prefetto, ha approvato il progetto in quanto pienamente corrispondente alle esigenze di sicurezza, sia riguardo agli aspetti investigativi che per il controllo del territorio più in generale.

Gorizia, 28 giugno 2018
Pubblicato il :

 Patti territoriali sulla "sicurezza" anche a Ronchi dei Legionari, San Canzian d'Isonzo, San Pier d'Isonzo, Mossa, Dolegna del Collio

Il Prefetto di Gorizia ha incontrato i Sindaci dei Comuni Cormons, di Ronchi dei Legionari, San Canzian d'Isonzo, San Pier d'Isonzo, Mossa, Dolegna del Collio per sottoscrivere con ciascuno di loro i "Patti territoriali per la Sicurezza" diretti a rafforzare gli sforzi congiunti dell'Amministrazione Statale e di quelle Comunali in materia di sicurezza e prevenzione.

Con la sottoscrizione del Patto i Comuni potranno fare domanda di finanziamento al Ministero dell'Interno per nuovi impianti di sorveglianza.

Gorizia, 29 giugno 2018

Pubblicato il :

 Uffici della Prefettura di Gorizia - chiusura pomeridiana periodo estivo

Si comunica che nei mesi di luglio e agosto gli Uffici della Prefettura aperti al pubblico resteranno chiusi nella programmata giornata di mercoledì pomeriggio.

Eventuali esigenze potranno comunque essere rappresentate presso l'Ufficio di Gabinetto di questa Prefettura durante la giornata dalle ore 9.00 alle ore 13.00.

Gorizia, 27 giugno 2018

Pubblicato il :

 Scampato pericolo. Disinnescato un ordigno bellico rinvenuto nel Porto di Monfalcone (GO).

Sono durate tutta la giornata le operazioni di disinnesco di una granata da 75 mm della Prima Guerra Mondiale che era stata rinvenuta durante i lavori nei fondali del Porto di Monfalcone.

L’operazione si è rivelata molto complessa perché dopo il ritrovamento era stato appurato che l’ordigno aveva ancora il detonatore attivo e, quindi, potenzialmente in grado di far esplodere la bomba. Inoltre si trattava di un tipo particolare di innesco composto da un gas micidiale, talmente letale che al termine della Grande Guerra è stato bandito dagli armamenti di tutto il mondo.

Sono stati complessivamente ben cinque gli ordigni, di vario calibro, ripescati durante i lavori che hanno interessato lo specchio d’acqua antistante la banchina del Porto di Monfalcone, ma fortunatamente solo uno presentava tali caratteristiche di pericolosità. Nei giorni scorsi, le bombe erano state recuperate dai sommozzatori della Marina Militare venuti da Ancona e occultate dal Genio Militare in un luogo segreto della “cassa di colmata”. Oggi, a tempo di record, è stato possibile anche provvedere alla loro eliminazione. Una bomba è stata disinnescata facendo saltare la pericolosa carica esplosiva a base di gas tossici, mentre le altre sono state prese in carico dagli artificieri per il loro trasferimento a Civitavecchia dove verranno inertizzate in migliori condizioni di sicurezza.

L’intervento, coordinato dalla Prefettura di Gorizia, è stato eseguito con successo dal nucleo specializzato degli artificieri dell’Esercito intervenuti, appositamente da Civitavecchia, unitamente al Reggimento Guastatori di Udine. Per assicurare la sicurezza degli operatori e anche per scongiurare il pericolo di contaminazioni ambientali, hanno partecipato i Vigili del Fuoco, la squadra navale della Guardia di Finanza di Trieste, la Capitaneria di Porto oltre a Carabinieri e agenti del Commissariato di Monfalcone. Per il massimo della sicurezza si è provveduto anche a richiedere il divieto di sorvolo dell’area interessata, considerata la vicinanza dell’aeroporto di Ronchi.
 
Gorizia, 27 giugno 2018
Pubblicato il :

 Patti territoriali sulla "sicurezza" anche a Gradisca d'Isonzo, Mossa, Romans d'Isonzo e Staranzano

Il Prefetto di Gorizia ha incontrato i Sindaci dei Comuni di Gradisca d’Isonzo, Mossa, Romans d’Isonzo e Staranzano per sottoscrivere con ciascuno di loro i “Patti territoriali per la Sicurezza” diretti a rafforzare gli sforzi congiunti dell’Amministrazione Statale e di quelle Comunali in materia di sicurezza e prevenzione.

L’anzidetta sottoscrizione fa seguito a quelle già avvenuta nelle scorse settimane con i Sindaci dei Comuni di Monfalcone, Fogliano Redipuglia e Sagrado.

Gorizia, 26 giugno 2018

 

Pubblicato il :

 Festività Ebraiche Anno 2019

Si rende noto che sulla Gazzetta Ufficiale della Repubblica dello scorso 5 giugno 2018, Serie Generale n.128, è stato pubblicato, ai sensi della Legge n.101 del 1989 recante "Norme per la regolazione dei rapporti tra lo Stato e l'Unione delle Comunità ebraiche italiane", il Calendario delle festività ebraiche per l'Anno 2019.

Il Ministero dell'Interno, Dipartimento per le Libertà civili e l'immigrazione, ricorda che la citata normativa si applica al personale dipendente di enti pubblici e privati nonché allo svolgimento di prove di concorso e di esami scolastici.

Festività Ebraiche Anno 2019:

  • tutti i sabati: da mezz'ora prima del tramonto del sole del venerdì ad un'ora dopo il tramonto del sabato
  • venerdì 19 aprile, Vigilia di Pesach (Pasqua);
  • sabato 20 e domenica 21 aprile, Pesach (Pasqua);
  • venerdì 26 e sabato 27 aprile, Pesach (Pasqua);
  • domenica 9 e lunedì 10 giugno, Shavuoth (Pentecoste);
  • domenica 11 agosto, Digiuno del 9 di Av;
  • lunedì 30 settembre e martedì 1 ottobre, Rosh Hashanà (Capodanno);
  • martedì 8 e mercoledì 9 ottobre, Vigilia Kippur (Digiuno di espiazione);
  • lunedì 14 e martedì 15 ottobre, Sukkot (Festa delle Capanne);
  • domenica 20 e lunedì 21 ottobre,  Sukkot (festa delle Capanne);
  • martedì 22 ottobre, Simchàt Torà (Festa delle Torah).
Gorizia, 25 giugno 2018

Pubblicato il :

 Tavolo provinciale dell'accoglienza dei richiedenti la protezione internazionale

Si è riunito in data odierna, nell'ambito del Consiglio Territoriale per l'Immigrazione, il Tavolo provinciale dell'accoglienza per i richiedenti la protezione internazionale.

All'incontro odierno ha partecipato la dott.ssa Cristina De Luca, che per conto dell'istituto Psicoanalitico della Ricerca Sociale di Roma sta effettuando una serie di incontri presso diverse prefetture italiane al fine di monitorare le dinamiche di collaborazione e le buone prassi che sono state attivate per gestire il complesso fenomeno migratorio che coinvolge il nostro paese.

La riunione che si svolge, di norma, mensilmente, è stata presieduta come di consueto dal prefetto di Gorizia, dott. Massimo Marchesiello, ed ha visto la partecipazione, oltre che del Questore, del Comandante Provinciale dei Carabinieri, del Vice Comandante della Guardia di Finanza, di diversi rappresentanti dei Comuni che ospitano centri di accoglienza per richiedenti asilo, nonché dei vari Enti gestori, del direttore sanitario della locale Azienda per l'Assistenza Sanitaria, di rappresentanti dell'UNHCR, dell'Ufficio scolastico provinciale, nonché del centro provinciale istruzione adulti (CPIA).

Nel corso dell'incontro sono state evidenziate le " best practice " che il territorio ha saputo elaborare per gestire il fenomeno dell'accoglienza e garantire lo sviluppo di progettualità legate all'inserimento socioculturale di coloro che hanno ottenuto la protezione internazionale.

Gorizia, 21 giugno 2018

Pubblicato il :

 Con Fogliano Redipuglia e Sagrado per la sicurezza

Firmati questa mattina in Prefettura altri due Patti territoriali per la Sicurezza. Il Prefetto di Gorizia, Massimo Marchesiello, ha incontrato i sindaci di Fogliano Redipuglia, Cristiana Pisano, e di Sagrado, Marco Vittori, per sottoscrivere con ciascuno un Protocollo per rafforzare gli sforzi congiunti in materia di sicurezza e prevenzione.

Dopo Monfalcone, che ha sottoscritto il Protocollo ai primi del mese di giugno, tocca adesso ai vicini Comuni del Mandamento, a cui altri si aggiungeranno nelle prossime settimane. L'intento è quello di creare una rete di videosorveglianza che operi in maniera coordinata in un ambito più vasto del singolo territorio comunale. Un modo per superare, finalmente, le ristrette logiche di cortile.

Grazie al coordinamento esercitato dalla Prefettura e al fondamentale contributo degli uffici tecnici del Comune di Monfalcone, è stato elaborato un unico disciplinare tecnico per la condivisione delle infrastrutture tecnologiche e delle soluzioni operative che ciascuno dei Comuni potrà utilizzare per elaborare i singoli progetti.

Il coordinamento ha permesso di individuare i punti da presidiare, evitando così inutili duplicazioni, anche seguendo le necessità investigative espresse dalle Forze dell'ordine, secondo una strategia condivisa e partecipata di attività preventiva finalizzata a fronteggiare il diffondersi dei fenomeni di degrado e di illegalità, soprattutto di tipo predatorio.

Dopo la firma del Patto con il Prefetto, i Sindaci potranno fare domanda, tramite la Prefettura, per usufruire di specifici finanziamenti messi a disposizione dal Ministero dell'Interno nell'ambito dei cosiddetti decreti Minniti sulla Sicurezza del 2017.

Gorizia, 14 giugno 2018 

 
Pubblicato il :

 Lutto per la scomparsa del dott. Ettore Romoli, ex Sindaco del Comune di Gorizia

In segno di lutto per la scomparsa del dott. Ettore Romoli, Presidente del Consiglio Regionale del Friuli Venezia Giulia, ex Senatore della Repubblica ed ex Sindaco per dieci anni del Comune di Gorizia, è stata disposta l'esposizione a mezz'asta delle bandiere nazionale ed europea sugli edifici pubblici della provincia di Gorizia da oggi, giovedì 14 giugno 2018, a sabato 16 giugno 2018.

Gorizia, 14.6.2018

Pubblicato il :

 Conferenza stampa del prefetto di Gorizia e del sindaco di Monfalcone.

Il prefetto di Gorizia Massimo Marchesiello e il sindaco Anna Maria Cisint hanno presentato stamane il piano di interventi decisi nell'apposita riunione del Comitato provinciale per la sicurezza che si è svolta ieri nel palazzo comunale di Piazza della Repubblica e finalizzato a migliorare l'azione rivolta al rafforzamento dell'ordine pubblico a Monfalcone. Il prefetto ha voluto convocare i vertici delle forze dell'ordine a Monfalcone proprio per sottolineare l'attenzione prestata alle particolari tematiche che caratterizzano la Città dei cantieri.

Elemento centrale è quello del potenziamento del presidio sul territorio e del coordinamento fra le diverse forze di polizia e quelle della vigilanza urbana in modo da garantire un monitoraggio costante per contrastare sia i fenomeni di micro-criminalità, sia le situazioni di degrado.

Quest'azione si svilupperà in modo sistematico su due livelli, quello operativo, con un raccordo periodico costante fra gli operatori dei corpi impegnati nella vigilanza e nel contrasto dei comportamenti illeciti e quello a cadenza mensile con funzione di indirizzo, da svolgersi in Prefettura, per le necessarie verifiche e gli adeguamenti che si renderanno necessari. In particolare saranno oggetto di attenzione alcune delle aree più sensibili come via Sant'Ambrogio, il parcheggio di via Resistenza, via Giacich e Marina Julia, in funzione antidegrado e per rimuovere i comportamenti in contrasto con le leggi e con il nuovo regolamento comunale di polizia urbana che determinano situazioni di rischio e di insicurezza.

Gli interventi saranno rafforzati anche dal significativo incremento del numero dei carabinieri presenti nel territorio, che saranno portati per il periodo estivo a 30 unità fra Monfalcone e Grado. Positivo è anche il dato del crollo dei casi di furto nel monfalconese da metà marzo, rispetto ai primi due mesi dell'anno, frutto dell'impegno di prevenzione svolto dalle forze dell'ordine e del deterrente rappresentato dal rafforzamento del sistema di videosorveglianza.

Nel Comitato per la sicurezza si è anche parlato del fenomeno del caporalato legato ai subappalti del cantiere navale. Comune e autorità di sicurezza, ciascuno per la propria competenza, sono impegnati per rimuovere queste forme che generano allarme sociale e sfruttamento della manodopera, con interventi che vanno affrontati nella loro complessità e nei loro risvolti, sia quelli relativi all'esigenza di garantire forme regolari contrattuali e salariali, sia quelli di carattere penale.

Il prefetto Marchesiello ha rivolto ai cittadini un invito a segnalare e denunciare gli episodi di illegalità, anche quelli di minor rilievo, di cui possono essere vittime o testimoni, in quanto ciò consente di promuovere l'azione d'indagine e i relativi interventi. Il sindaco Cisint ha ribadito l'obiettivo di incrementare l'organico dei vigili del fuoco di Monfalcone di altre 12 unità sottolineando di essersi attivata a questo fine anche con il presidente della Regione per un intervento in sede ministeriale, già richiesto anche dalla Prefettura.

Gorizia, 14 giugno 2018

Pubblicato il :

 "Arrestiamo........Furti e Rapine"

Rinnovato questa mattina in Prefettura il "Protocollo d'Intesa per la prevenzione della criminalità nelle rivendite di generi di Monopolio".

Il Prefetto, Massimo Marchesiello, e il Presidente della Federazione provinciale Tabaccai, Andrea Azzalini, hanno condiviso la volontà di proseguire nel rapporto di collaborazione avviato già da alcuni anni, atteso che le iniziative collegate al Protocollo hanno riscosso finora un esito positivo e diffuso una percezione di sicurezza confermando l'importanza, la necessità e l'efficacia di una strategia di attività preventiva condivisa e partecipata per fronteggiare il diffondersi dei fenomeni di illegalità, soprattutto di tipo predatorio, che possono essere perpetrati in danno dei rivenditori di generi di monopolio.

Il nuovo Protocollo, che avrà la durata di due anni, ha lo scopo di rafforzare la prevenzione e repressione dei fenomeni di illegalità che possono interessare la categoria e mira, altresì, a potenziare la collaborazione tra le Forze dell'Ordine e la FIT attraverso le attività di formazione dei Concessionari oltre all'adozione, da parte di questi ultimi, di dispositivi di videosorveglianza e di sicurezza antirapina da collegare direttamente con le sale operative della Polizia di Stato e dell'Arma dei Carabinieri.

Gorizia, 12 giugno 2018
 
Pubblicato il :

 Ministero dell'Interno - Borse di studio Anno Accademico 2017/2018

Si comunica che il Ministero dell'Interno ha emanato il bando relativo al concorso per il conferimento di borse di studio riservate ai figli ed orfani di dipendenti e di ex dipendenti dell'Amministrazione Civile dell'Interno, nonché ai dipendenti in servizio, relative all'Anno Accademico 2017/2018.

Le domande dovranno essere presentate al protocollo della Prefettura-Ufficio Territoriale del Governo di Gorizia e compilate sul modello disponibile presso il citato Ufficio, entro il 2 luglio 2018 .

Gorizia, 8 giugno 2018

Pubblicato il :

 Gorizia, 2 giugno 2018 - Cerimonie celebrative per il 72° Anniversario della Fondazione della Repubblica Italiana

             Sabato 2 giugno 2018, Festa della Repubblica Italiana, il Prefetto di Gorizia Dott. Massimo Marchesiello ha organizzato diversi eventi celebrativi nel Capoluogo isontino.

            Di prima mattina, alle ore 08.00, nella Piazza della Vittoria antistante al Palazzo del Governo, il Prefetto ha partecipato con le massime autorità civili e militari alla cerimonia dell'alzabandiera, con picchetto d'onore e trombettiere a cura del Comando Militare Brigata di Cavalleria "Pozzuolo del Friuli" accompagnato dal "Coro Monte Sabotino" di Gorizia, diretto dal M° Roberto Lizzio.

            In seguito, su delega della Presidenza del Consiglio dei Ministri, in rappresentanza del Governo, ha presieduto la cerimonia regionale, a cura del Comando Militare Esercito "Friuli Venezia Giulia", di deposizione di una corona d'alloro al Sacrario Militare di Redipuglia, alla presenza delle massime autorità civili e militari.

            Ha poi raggiunto il Palazzo del Governo, per partecipare con la cittadinanza all'apertura del Parco e delle Sale di Rappresentanza con la preziosa collaborazione delle guide della Delegazione F.A.I.-Fondo Ambiente Italiano di Gorizia.

            Nel pomeriggio, in co-organizzazione con la Regione Autonoma Friuli Venezia Giulia, il Prefetto ha presieduto, nell'auditorium regionale sito a Gorizia in via Roma, l'apertura ufficiale alla cittadinanza dell'importante ricorrenza con i canti dell'Inno di Mameli e dell'Inno alla Gioia con i giovani coristi dell'Accademia Lirica Santa Croce del Comm. M° Alessandro Svab.

            Con l'impeccabile presentazione della presentatrice Dr.ssa Alessandra Marc, il Prefetto ha salutato e letto alla cittadinanza il messaggio del Signor Presidente della Repubblica ai Signori Prefetti ed ha consegnato tredici diplomi di onorificenze dell'Ordine al Merito della Repubblica Italiana a cittadini benemeriti residenti nella provincia.

           La celebrazione è stata allietata con un programma musicale curato dal direttore artistico cav. prof.ssa Rita De Luca. Concerti di giovani gruppi musicali e lirici sono stati offerti dal Centro Sloveno di Educazione Musicale "Emil Komel" di Gorizia diretto dalla prof.ssa Alessandra Schettino, dalla "Gorizia Guitar Orchestra" diretta dal M° Claudio Pio Liviero, dal mezzosoprano Claudia Mavilia accompagnata dalla pianista M° Alessandra Sagelli Caoduro, per chiudere con l'Accademia Lirica Santa Croce del Comm. M° Alessandro Svab.

         Gli eventi celebrativi nel Capoluogo sono terminati con la cerimonia dell'ammainabandiera, presieduta dal Prefetto nella Piazza della Vittoria alle ore 19.00, con la partecipazione del picchetto d'onore e trombettiere a cura del Comando Militare Brigata di Cavalleria "Pozzuolo del Friuli" e sulle note degli inni nazionale ed europeo dello straordinario coro di voci bianche dell'Accademia Lirica Santa Croce, diretto dal Comm. M° Alessandro Svab.

Gorizia, 4 giugno 2018
 
 
 
 
 
 
Pubblicato il :

 Action day contro i furti di metallo:un'azione coordinata in 12 Stati membri dlel'Unione Europea

Mercoledì 30 maggio 2018 si è svolto anche in Provincia di Gorizia l’ Action Day contro i furti di metallo, durante il quale le Forze di Polizia, le Polizie Locali di Gorizia e Monfalcone, la Capitaneria di Porto e personale dell’Agenzia delle Dogane e dei Monopoli, hanno operato sinergicamente, grazie anche al coordinamento del Prefetto e del Questore, per contrastare in maniera strutturata questo fenomeno criminale.

L’iniziativa, organizzata e coordinata, a livello nazionale, dalla Direzione Centrale della Polizia Criminale, si è svolta contestualmente in Italia e in altri 11 Paesi dell'Unione Europea (Belgio, Bulgaria, Cipro, Francia, Germania, Grecia, Polonia, Portogallo, Romania, Spagna e Regno Unito).

L’attività operativa è un chiaro monito per i criminali dediti al furto di metallo, in particolare del rame, e per quegli operatori del settore che si imbattono, talvolta imprudentemente, in acquisti di metalli di dubbia provenienza.

L’operazione è stata proposta dall’Italia nell’ambito della Piattaforma multidisciplinare europea contro le minacce criminali e ha visto il coinvolgimento dell'Agenzia dell'Unione europea per la cooperazione nell'attività di contrasto (Europol) e dell’Agenzia dell'Unione europea per la formazione delle autorità di contrasto (Cepol).

Le Forze dell'ordine hanno effettuato mirati controlli su tutto il territorio provinciale presso i commercianti di rottami, nei cantieri, lungo le strade di frontiera e le linee ferroviarie. Sono stati controllati anche numerosi soggetti sospettati di ricettazione.

Durante l’ action day sono stati effettuati dalle Forze di Polizia controlli incrociati in tempo reale con le banche dati di Europol. Il riscontro investigativo rileva che il metallo rubato è spesso trasportato attraverso diversi confini e venduto come rottame, lontano dalla scena del crimine.

Nella provincia di Gorizia hanno preso parte all’operazione nel complesso 40 operatori suddivisi tra Polizia di Stato, Arma dei Carabinieri, Guardia di Finanza, Capitaneria di Porto, Agenzia delle Dogane e dei Monopoli oltre alle Polizie Locali di Gorizia e Monfalcone. I controlli hanno permesso di identificare nel complesso 126 persone, 119 veicoli e una trentina tra depositi di materiali ferrosi, attvità di rottamazione e autodemolizioni di veicoli, depositi presso gli scali ferroviari, i porti, le zone di confine e più in generale, tutti quei luoghi dove poteva essere occultato, trasportato o depositato il rame provento da furto.

In tutto il territorio nazionale, hanno complessivamente operato 10.427 agenti (suddivisi in 5.200 pattuglie) della Polizia di Stato, dell’Arma dei Carabinieri e della Guardia di Finanza. Dai risultati, ancora parziali, emerge che sono state controllate più di 25.000 persone e circa 2.000 aziende per lo più operanti nel settore del riciclo dei metalli. Sono stati effettuati, inoltre, rilevanti sequestri di rame e di altri metalli (alluminio, ottone, ferro / acciaio, ecc.) di illecita provenienza e di veicoli utilizzati per trasportare il materiale.

Inoltre, oltre 100 funzionari dell'Agenzia delle Dogane e dei Monopoli hanno eseguito, presso diversi uffici doganali portuali e terrestri, 30 controlli sulle spedizioni internazionali che hanno interessato oltre 1.050.000 Kg. tra rottami e cascame di rame, ferro, acciaio, ottone e zinco.

I risultati complessivamente conseguiti dall’Italia e dagli altri 11 Stati europei saranno comunicati, non appena terminato il vaglio delle singole posizioni, con una successiva nota stampa.

Per maggiori approfondimenti sul fenomeno dei furti di rame in Italia e sull’attività dell’Osservatorio nazionale Furti di Rame, istituito presso il Dipartimento della Pubblica Sicurezza, si rinvia al seguente link:


Gorizia, 5 giugno 2018

Pubblicato il :

 Firma del "Patto Territoriale per la Sicurezza" del Comune di Monfalcone (GO)

Si comunica che mercoledì 6 giugno 2018, alle ore 10.00 , presso la Prefettura-Ufficio Territoriale del Governo di Gorizia in Piazza della Vittoria n. 64-2° p., il Prefetto della provincia Dott. Massimo Marchesiello ed il Sindaco del Comune di Monfalcone Dott.ssa Anna Maria Cisint, firmeranno il “Patto Territoriale per la Sicurezza” previsto dalle recenti disposizioni normative in materia di salvaguardia della sicurezza urbana.

Il “Patto” è condizione per fare domanda di ammissione al contributo che il Ministero dell’Interno mette a disposizione per l’installazione di ulteriori impianti di videosorveglianza.

Il progetto del Comune di Monfalcone verrà esaminato nella stessa mattinata, successivamente alla firma, da parte del Comitato Provinciale per l’Ordine e la Sicurezza Pubblica che lo dovrà approvare come condizione per l’ammissione al finanziamento.

Il nuovo impianto di videosorveglianza potrà dare un contributo notevole al miglioramento delle condizioni di sicurezza nel centro cittadino, costituendo un valido strumento a disposizione delle Forze dell’Ordine.

Gli organi di stampa e di informazione sono pregati di intervenire in Prefettura, mercoledì 6 giugno 2018 alle ore 10.00, in occasione della sottoscrizione del “Patto”.

Gorizia, 4 giugno 2018

 
Pubblicato il :

 Conferenza stampa per illustrare il Progetto di educazione stradale denominato "Stradamica"

Mercoledì 6 giugno 2018 alle ore 11.00 presso questa Prefettura sarà tenuta dal Prefetto, Massimo Marchesiello, la conferenza stampa di presentazione del progetto “Stradamica”, a cui hanno aderito come soggetti compartecipanti il Comune di Gorizia, il Comando Provinciale Carabinieri di Gorizia, la Sezione Polizia Stradale di Gorizia, i Dirigenti degli Uffici Scolastici Provinciali, l’A.C.I., l’A.A.S. n. 2 Bassa Friulana-Isontina e la Fondazione Cassa di Risparmio di Gorizia.

Il progetto vedrà coinvolti, su base volontaria, ragazzi delle classi delle Scuole superiori e si articolerà in una giornata di formazione da tenersi da parte di qualificati relatori nel mese di ottobre-novembre 2018 e in un concorso sul tema trattato, aperto agli studenti partecipanti e che vedrà nel mese di aprile-maggio 2019 una giornata conclusiva con la premiazione, da parte di una apposita Commissione, dei lavori ritenuti più meritevoli.

Inoltre, al termine della presentazione del predetto progetto, una seconda parte della conferenza medesima sarà dedicata alla descrizione di un altro progetto per la realizzazione di percorsi di alternanza scuola-lavoro, portato avanti di comune accordo con la Dirigente del Polo Liceale di Gorizia e i Dirigenti degli Istituti Statali di Istruzione Superiore “G. D’Annunzio-M.Fabiani” e “Dante Alighieri”.

L’iniziativa, elaborata ai sensi della L. n. 107/2015, assume una rilevanza strategica a livello provinciale per la diffusione della cultura del lavoro e per fare acquisire agli allievi una formazione duratura ed efficace che possa contribuire a sviluppare le capacità tecniche e professionali dei giovani.

Si invitano pertanto le testate giornalistiche e televisive a partecipare accedendo presso questa Prefettura dalle ore 10.50 di mercoledì 6 giugno 2018.
 
Gorizia, 4 giugno 2018
Pubblicato il :

 72° Anniversario della Fondazione della Repubblica - 2 giugno 2018

Si rammenta che il giorno 2 giugno 2018, nella ricorrenza del 72° anniversario della Fondazione della Repubblica, si terranno in questa provincia importanti manifestazioni e celebrazioni, di cui si allega il relativo programma.
 
 
Pubblicato il 01/06/2018
Ultima modifica il 01/06/2018 alle 13:48:19

 
Torna su