Logo


Prefettura - Ufficio Territoriale del Governo di Gorizia

NOTIZIE

 

 Prossima scadenza del termine previsto per la presentazione delle domande di indennizzo anche per i reati intenzionali violenti commessi dal 30/06/2005 al 23/07/2016

Il prossimo 12 aprile scadrà il termine previsto dall’art. 6 della legge 20 novembre 2017, n. 167, c.d. legge europea 2017, per presentare la domanda di indennizzo, a favore delle vittime di un reato doloso commesso con violenza, anche per i reati commessi dal 30 giugno 2005 al 23 luglio 2016 (in origine non previsti), nelle ipotesi in cui la vittima, o gli aventi causa in caso di omicidio, non abbiano conseguito il risarcimento del danno dell’autore del reato.

Per agevolare le vittime, qualora alla scadenza del termine di 120 giorni non sia ancora disponibile la documentazione richiesta (atti esecutivi, passaggio in giudicato della sentenza), le domande potranno comunque essere presentate nel termine generale di 60 giorni dall’ultimo atto esecutivo o dal passaggio in giudicato della sentenza.

L’indennizzo è elargito per la rifusione delle spese mediche e assistenziali documentate, salvo che per i fatti di violenza sessuale e di omicidio, nei quali casi l’indennizzo è comunque elargito anche in assenza di spese mediche e assistenziali.

Gli importi, fissati dal decreto interministeriale del 31 agosto 2017, pubblicato sulla G.U. 10 ottobre 2017, che ha reso operativa la legge, saranno a breve rideterminati in aumento, grazie alle nuove e maggiori risorse stanziate con la legge europea del 2017 e la legge di bilancio 2018. Tale decreto è inserito anche nel sito www.interno.gov.it . sulla pagine “Commissario per il coordinamento delle iniziative di solidarietà per le vittime dei reati di tipo mafioso e dei reati intenzionali violenti”, in cui sono altresì precisati condizioni e presupposti per accedere al Fondo, nonché le informazioni relative al procedimento.

 

Gorizia, 28 marzo 2018

                                                                                 
Pubblicato il :

 La sicurezza durante la Pasqua

Con un'apposita riunione del C.P.O.S.P., presieduta dal Prefetto di Gorizia dott. Massimo Marchesiello, sono stati messi a punto i diversi aspetti del sistema territoriale a garanzia del tranquillo svolgimento delle festività pasquali. Tradizionalmente questo periodo è caratterizzato da un consistente aumento di presenze, sia nei siti turistici che, in particolare, in occasione delle varie celebrazioni religiose. Per questo è stata predisposta l'intensificazione dei servizi di controllo del territorio, anche attraverso il rafforzamento delle attività di prevenzione e della presenza delle Forze di Polizia nei centri urbani e lungo le principali arterie stradali. Inoltre con il coinvolgimento dei rappresentanti di Autovie Venete, FVG Strade, Anas, Vigili del Fuoco, Protezione Civile, Polizia Stradale e Carabinieri è stata anche monitorata dal Comitato Operativo per la Viabilità la situazione lungo l'autostrada A4, con i possibili disagi causati dalla presenza del cantiere della terza corsia.

Ciò ha permesso di rinnovare il piano di gestione delle criticità, già da tempo operativo, anche in previsione dell'aumento dei flussi di traffico per il ponte del 25 aprile - 1 maggio 2018.

Gorizia, 27 marzo 2018
Pubblicato il :

 Cerimonia di consegna dei diplomi di abilitazione alla funzione di "Ufficiale di Stato Civile"

Oggi, 23 marzo 2018, il Prefetto di Gorizia dr. Massimo Marchesiello ha consegnato i diplomi di abilitazione a coloro che hanno partecipato con profitto allo specifico corso organizzato dalla Prefettura di Gorizia in collaborazione con l'Associazione Nazionale degli Ufficiali di Stato Civile e Anagrafe (A.N.U.S.C.A.) e conclusosi il 21 gennaio 2017.

Nell'occasione il Prefetto ha avuto modo di incontrare i componenti del Comitato Provinciale di Gorizia dell' A.N.U.S.C.A., complimentandosi con l'associazione per la proficua attività svolta, indirizzata soprattutto al continuo aggiornamento professionale degli Ufficiali di Stato Civile la cui funzione riveste un grandissimo rilievo nell'organizzazione dei Comuni, in quanto gli anzidetti funzionari producono atti che costituiscono e attestano i diritti soggettivi fondamentali delle persone: si pensi all'acquisto, al mutamento e alla perdita degli status, alla residenza, alla gestione dei dati personali e identificativi, ma anche più recentemente alla regolamentazione degli accordi di separazione e divorzio fra coniugi, nonché alle convivenze di fatto e alle unioni civili. 

Gorizia, 23 marzo 2018      
 
Pubblicato il :

 Comitato Provinciale per l'Ordine e la Sicurezza Pubblica sulla situazione nel monfalconese

Si è tenuta nel pomeriggio di oggi presso la sede del Comune di Monfalcone una riunione del Comitato Provinciale per l'Ordine e la Sicurezza Pubblica, presieduta dal Prefetto e alla presenza del Sindaco del citato Comune, del Questore e dei Comandanti Provinciali dell'Arma dei Carabinieri e della Guardia di Finanza, al fine di affrontare gli argomenti più significativi concernenti la situazione dell'ordine e la sicurezza pubblica nel comprensorio monfalconese.

Nel corso della riunione sono stati attentamente esaminati vari aspetti rilevanti per la realtà monfalconese quali il fenomeno dei furti in abitazione, la vigilanza notturna operata nel territorio da guardie particolari giurate, il contrasto allo spaccio di sostanze stupefacenti, l'aggiornamento e il rafforzamento dei sistemi di video-sorveglianza nonchè il sovraffollamento negli appartamenti di immigrati regolari impiegati nello stabilimento Fincantieri.

In un clima di ampia collaborazione, sono state decise congiuntamente le strategie operative volte ad assicurare il coordinamento e l'interscambio informativo tra i diversi soggetti istituzionali al fine di garantire i massimi livelli di sicurezza nell'intera area .

In particolare, sul fenomeno del sovraffollamento degli appartamenti si è disposto un incremento dei controlli coordinati tra Polizia Locale e Guardia di Finanza mentre per contrastare maggiormente i furti in abitazione è stato deciso un incremento della già attiva vigilanza attraverso il potenziamento dei sistemi di video-sorveglianza e del presidio del territorio da parte delle forze di polizia territoriali.

 

Gorizia, 20 marzo 2018

  Il Prefetto Marchesiello e gli altri partecipanti al Comitato OSP
Pubblicato il :

 17 marzo "Giornata dell'Unità nazionale, della Costituzione, dell'Inno e della Bandiera"

Sabato 17 marzo 2018 si celebra la “Giornata dell’Unità nazionale, della Costituzione, dell’Inno e della bandiera” istituita come festività civile il 23 novembre 2012 con la legge n. 222, con l’obiettivo di ricordare e promuovere i valori di cittadinanza, fondamento di una positiva convivenza civile, nonchè di riaffermare e di consolidare l’identità nazionale attraverso il ricordo e la memoria civica sulle vicende che hanno condotto all’Unità nazionale, alla scelta dell’Inno di Mameli e della bandiera nazionale e all’approvazione della Costituzione, anche alla luce della storia europea.

Per l’importante ricorrenza il Prefetto Dott. Massimo Marchesiello ha promosso la cerimonia dell’Alzabandiera, con Picchetto d’Onore e Fanfara a cura del Comando Brigata di Cavalleria “Pozzuolo del Friuli”, che si terrà a Gorizia in Piazza della Vittoria, Sabato 17 marzo 2018 alle ore 10.00 alla presenza delle massime Autorità civili e militari e delle Associazioni Combattentistiche e d' Arma.

                                                                    

Palazzo del Governo, 15 marzo 2018

 

Pubblicato il :

 Pomeriggio di studio a Gradisca d'Isonzo sul tema del testamento biologico

Nel pomeriggio di oggi 14 marzo 2018 si è tenuto presso il Comune di Gradisca d'Isonzo, organizzato dall'A.N.U.S.C.A. - Associazione Nazionale Ufficiali di Stato Civile e d'Anagrafe, un intervento formativo per l'aggiornamento e la riqualificazione professionale di Amministratori ed Operatori dei Servizi di Stato Civile, che ha riguardato un tema di grande attualità quale il testamento biologico, la cui disciplina è stata recentemente approvata dalla legge n. 219, del 22.12.2017, pubblicata sulla G.U. del 16.1.2018.
 
Nell'ambito dei rapporti già da tempo consolidati tra Prefettura e A.N.U.S.C.A., il Prefetto di Gorizia, Dott. Massimo Marchesiello,  è intervenuto al corso portando il saluto ai Funzionari di Stato Civile dei Comuni della provincia partecipanti all'importante evento.
 
Gorizia, 14 marzo 2018
 

Pubblicato il :

 Formazione Ufficiali di Anagrafe - Carta d'identità elettronica - Acquisizione della dichiarazione di volontà di donare organi

Il giorno 14 Marzo 2018 è stato organizzato dalla Direzione Centrale Salute, Integrazione Sociosanitaria, Politiche Sociali e Famiglia – Centro regionale trapianti - della Regione Autonoma Friuli Venezia Giulia, in collaborazione con la Prefettura di Gorizia, un incontro formativo certificato con gli Ufficiali di Anagrafe dei Comuni della provincia di Gorizia che sono in procinto di attivare la Carta d’identità elettronica per illustrare gli aspetti procedurali concernenti il ruolo che gli anzidetti Ufficiali sono chiamati a svolgere per l’eventuale acquisizione della dichiarazione di volontà in merito alla donazione di organi.
 
Gorizia, 13 marzo 2018
Pubblicato il :

 Prefettura di Gorizia - Attività di formazione

Ha avuto inizio in data odierna presso questa Prefettura l'attività di formazione per gli operatori della Polizia di Immigrazione e della Polizia di Frontiera sull'accesso alla procedura di asilo, l'identificazione delle vulnerabilità e la "procedura di Dublino" , prevista per i giorni 7 e 8 marzo 2018 e organizzata dall'Agenzia Europea per l'Asilo-European Asylum Support Office (E.A.S.O.) nell'ambito del piano operativo di supporto all'Italia per il 2018, in collaborazione con l'Unità Dublino del Dipartimento per le Libertà Civili e l' Immigrazione, la Polizia Scientifica, il Dipartimento della Pubblica Sicurezza del Ministero dell'Interno e la Prefettura di Gorizia.

Al citato corso partecipa il personale delle Prefetture, Questure e delle Polizie di Frontiera delle province di Gorizia, Pordenone, Trieste e Udine e costituisce, per il valore e per l'alta qualificazione dei relatori, un fondamentale momento di approfondimento, confronto ed uniformità nell'applicazione concreta delle norme in materia di immigrazione e di asilo.

In particolare tale iniziativa formativa assume particolare rilevanza per questo territorio di confine interessato da tempo da notevoli flussi di richiedenti asilo in entrata nel territorio dello Stato, atteso che una puntuale e scrupolosa applicazione delle "procedure di Dublino" costituisce un fondamentale strumento al fine di realizzare una efficiente e ottimale gestione dell'accoglienza.

Gorizia, 7 marzo 2018


Pubblicato il :

 Attività di formazione

Nell’ambito del Piano Operativo EASO di supporto all’Italia per il 2018 è stata organizzata, a Gorizia i giorni 7 e 8 marzo 2018 presso questa Prefettura, dall’Agenzia Europea per l’Asilo-European Asylum Support Office (E.A.S.O.) in collaborazione con l’unità Dublino, la Polizia Scientifica e il Dipartimento di Pubblica Sicurezza del Ministero del'Interno, un’attività di formazione per gli operatori della Polizia di immigrazione e della Polizia di frontiera sull’accesso alla procedura di asilo, l’identificazione delle vulnerabilità e la procedura di Dublino.

Il corso interesserà personale delle Prefetture e Questure delle province di Gorizia, Pordenone, Trieste e Udine.

Gorizia, 6 marzo 2018
Pubblicato il :

 
Torna su