Logo


Prefettura - Ufficio Territoriale del Governo di Gorizia

NOTIZIE

 

 Giornata della Memoria del 27 gennaio 2015

Martedì 27 gennaio 2014 ricorre il 'Giorno della Memoria', per celebrare il ricordo dello sterminio e delle persecuzioni subite dal popolo ebraico e dai deportati militari e politici italiani nei campi nazisti.

L’appuntamento commemorativo - istituito con la Legge n. 211 del 20 luglio 2000 – prevede anche nella Provincia di Gorizia numerose iniziative di approfondimento e di studio, finalizzate soprattutto a sensibilizzare le coscienze delle giovani generazioni sugli orrori delle persecuzioni razziali e politiche poste in essere dal Nazismo.

Le celebrazioni di Martedì 27 gennaio prenderanno l’avvio alle ore 09.30 , con  la deposizione della corona d’alloro a cura del Sindaco di Gorizia On. Dott. Ettore Romoli unitamente all’Associazione Amici di Israele di Gorizia, presso il Monumento ai Deportati in Germania in Piazzale Martiri della Libertà d’Italia di Gorizia (stazione ferroviaria) alla presenza del Prefetto e delle massime Autorità istituzionali, civili, religiose e militari.

Successivamente, con inizio alle ore 10.00 , presso l’Aula Magna dell’Istituto Statale d’Istruzione superiore “Galilei-Fermi-Pacassi” di Gorizia in via Puccini n. 22, nell’ambito dell’annuale evento-convegno “Incontro con la Scuola - Per non dimenticare”, il concittadino Comm. Franco Stacul riceverà la medaglia d'onore, conferita con decreto del Signor Presidente della Repubblica, in memoria dello zio Eligio GALLAS, Carabiniere internato nel lager nazista di Zoschen (Germania).

Fra i momenti più importanti, il progetto nazionale organizzato dall’Ecad – Ebraismo culture arti drammatiche - di Roma con il patrocinio di Mibact e Ucei-Unione comunità italiane ebraiche: ' La Shoah nell'arte ' con una conversazione in Sinagoga alle ore 18:00, sulla produzione pittorica dell’artista Zoran Music, deportato a Dachau nel 1944. Nel 1997 donò due delle sue tele al Comune di Gorizia per lasciare un segno di quei giorni terribili da lui vissuti.

Molti gli appuntamenti organizzati con incontri con le giovani generazioni, mostre e deposizioni di corone in tutto l’isontino per l’importante giornata commemorativa.

A chiusura degli  eventi, anche la Comunità slovena di Gorizia dedica una serata speciale per affermare il ruolo della ricerca storica, con interventi di storici ricercatori e docenti universitari, con proiezioni a ricordo delle vittime dei campi di concentramento fascisti in cui furono internati interi villaggi sloveni e croati e dove morirono di fame e di stenti a migliaia. 

L’ADDETTO STAMPA
Il Capo di Gabinetto
(Dott. Giusepe Donadio)

Palazzo del Governo, 26 gennaio 2015

Pubblicato il :

 
Torna su