Logo


Prefettura - Ufficio Territoriale del Governo di Gorizia

NOTIZIE

 

 Relazione sui dati emergenti dalla rilevazione statistica sull'acquisto della cittadinanza italiana per residenza o matrimonio - anno 2017

L'Ufficio cittadinanza della Prefettura - U.T.G di Gorizia nell'anno 2017 ha ricevuto 381 domande di concessione della cittadinanza italiana, ai sensi della Legge 91 del 1992, presentate on line sul sito del Ministero dell'Interno.

Ai sensi dell'art. 9 della predetta legge sono stati avviati 294 procedimenti di concessione della cittadinanza italiana per residenza sul territorio Nazionale, dei quali 64 relativi a cittadini del Bangladesh, 46 relativi a cittadini della Bosnia ed Erzegovina, 33 relativi a cittadini della Repubblica del Kosovo, 23 relativi a cittadini della Repubblica di Albania, 22 della Repubblica di Macedonia, 16 della Romania, 15 del Regno del Marocco, 14 della Repubblica di Serbia, 12 della Repubblica di Croazia.

Ai sensi dell'art. 5 della legge 91/1992 sono stati avviati 87 procedimenti di concessione della cittadinanza italiana per matrimonio con cittadino italiano, dei quali 19 relativi a cittadini del Bangladesh.,12 della Bosnia ed Erzegovina, 8 dell'Albania.

Nell'anno 2017 sono stati consegnati 205 decreti di concessione della cittadinanza italiana, dei quali 145 relativi a istanze presentate ai sensi dell'art.9 firmati dal Presidente della Repubblica e precisamente 28 di cittadini del Bangladesh, 23 della Bosnia ed Erzegovina, 13 del Kosovo e 11 della Romania; 60 sono stati i decreti firmati dal Prefetto di Gorizia, delegato dal Ministero dell'Interno, ai sensi dell'art. 5, dei quali 9 relativi a cittadini del Kossovo, 9 cittadini del Regno del Marocco, 8 dell'Albania.

Gorizia, 31 gennaio 2018

Pubblicato il :

 Gorizia, 27 gennaio 2018-Celebrazione del Giorno della Memoria

Il Prefetto di Gorizia Dott. Massimo Marchesiello ha partecipato la mattina del 27 gennaio 2018, alle ore 09.30, alla deposizione delle corone commemorative del "Giorno della Memoria" alla presenza delle massime Autorità istituzionali, civili, religiose e militari, svoltasi presso il Monumento titolato ai Deportati in Germania in Piazzale Martiri della Libertà d'Italia di Gorizia (stazione ferroviaria).
Successivamente, nel gremitissimo Teatro cittadino "Giuseppe Verdi", il Prefetto è intervenuto all'annuale evento-convegno, aperto a tutta la cittadinanza, dal titolo "Incontro con la Scuola per non dimenticare", co-organizzato da questa Prefettura con il Comune, Uilscuola insieme con l'Istituto Nazionale per la Ricerca Accademica Sociale ed Educativa (I.R.A.S.E) e dall'Associazione Amici di Israele, nel corso del quale è stato affrontato anche il tema degli effetti delle leggi razziali: "Ricordando il passato si può difendere il futuro", tenuto conto degli ottant'anni decorsi dalla loro promulgazione e del 70° anniversario dell'entrata in vigore della nostra Costituzione Repubblicana.
Gli Istituti scolastici che avevano partecipato al Concorso MIUR "I giovani ricordano la Shoah", hanno rappresentato in modo originale e convincente la loro attività di ricerca e di approfondimento anche attraverso momenti di racconto teatrale e musicale. In particolare, il Gruppo teatrale, composto da alunni di diversi indirizzi e sezioni dell'Istituto Statale di Istruzione Secondaria Superiore "Gabriele D'Annunzio-Max Fabiani" hanno messo in scena la rappresentazione teatrale "Il giardino delle memorie" con la presentazione di un video.
Lo spettacolo drammaturgico, allestito dal gruppo teatrale coordinato dalla prof.ssa Appugliese, è stato reso possibile anche grazie alla ricerca, alla raccolta e all'analisi delle fonti sulla Comunità ebraica di Gorizia, condotte dagli allievi delle classi 3A-3B del Liceo Artistico e 2A-2B del Liceo Linguistico guidati dalle prof.sse Elena Iess, Dionella Preo e Tiziana Lavoriero. Inoltre, il progetto si è avvalso della collaborazione del prof. Ivan Crico per la grafica, del prof. Roberto Marchetto per gli elementi di scena e della prof.ssa Antonella Pizzolongo per l'adattamento dei costumi.
La classe VA Biologico Ambientale ha curato il reportage foto e video coordinati dalla prof.ssa Claudia Capovilla, i tecnici sig.ra Daniela Marega e Ivano Spessot.
Il video, dal titolo "Un legame più resistente del ferro", è stato realizzato dagli studenti della classe 4B del Liceo Linguistico con la supervisione della prof.ssa Bressan Marina.
Nel Teatro dell'Istituto D'Annunzio-Fabiani gli studenti vivono un'esperienza unica perché in essa si intrecciano diversi elementi: la messa in scena rappresentata è stata frutto della collaborazione tra l'insegnante Michela Appugliese e l'operatrice teatrale Elena Husu, mentre la realizzazione delle scene e dei costumi è nata dalla collaborazione dei Laboratori Artistici dell'Istituto stesso.
L'attività teatrale promossa dal MIUR alle scuole sottolinea l'importanza di quest'arte in quanto esperienza totale, occasione di crescita da offrire agli studenti. "Fare teatro a scuola porta a conoscersi e a relazionarsi con gli altri, nonché ad acquisire autentici strumenti di comunicazione e permette di vivere appieno un'esperienza di vita: anche in questo modo si diventa cittadini".
Nella nuova normativa scolastica il teatro è molto presente come possibilità di fare didattica con un linguaggio trasversale. Nella pratica mancano fondi alle scuole destinati al fare teatro e una proposta sul territorio di operatori per il teatro della scuola. Un'opportunità potrebbe essere attualmente anche l'Alternanza Scuola/Lavoro che permette, soprattutto al Liceo Artistico che lavora sulla comunicazione del linguaggio visivo, di realizzare convenzioni anche con operatori e compagnie che offrono energie e risorse da impiegare per il teatro.
In un clima di sentita partecipazione e commozione il Prefetto Dott. Massimo Marchesiello, con un intervento estremamente apprezzato e significativo, ha invitato i giovani presenti a riflettere sul senso dell'importante celebrazione, seguendo un sottile filo conduttore di meditazione sul significato del "Tempo" necessario a coltivare la "Memoria" degli accadimenti storici.
Il Prefetto, infine, ha consegnato quattro medaglie d'onore, conferite dal Signor Presidente della Repubblica, ai congiunti di insigniti residenti nella provincia di Gorizia.                                   
 
Gorizia, 27 gennaio 2018
 
 
 
 
Pubblicato il :

 Riunione del Tavolo Provinciale dell'Accoglienza dei Richiedenti Asilo

Si è tenuta ieri presso questa Prefettura una riunione del Tavolo Provinciale dell’Accoglienza dei Richiedenti Asilo, nel corso della quale sono state, tra l’altro, evidenziate situazioni di buone prassi instaurate soprattutto dagli Enti affidatari dell’accoglienza dei richiedenti la protezione internazionale.

Nel corso dell’incontro, il Prefetto ha invitato i gestori ad individuare le attività che favoriscono l’inclusione, prima fra tutte l’apprendimento della lingua italiana, ma anche l’orientamento sociale e amministrativo, la conoscenza del territorio, l’adesione ai valori ed alle regole di convivenza, aspetti su cui la Prefettura esercita una attenta vigilanza.

Altro argomento trattato è stato quello dello svolgimento di attività di volontariato di utilità sociale e di avvio di eventuali nuovi specifici progetti a vantaggio della collettività.

Complessivamente si è confermata la volontà di continuare a rendere costanti e strutturate le relazioni tra Prefettura, Enti locali e Gestori rispetto a questi temi, allo scopo di condividere le iniziative, analizzare le problematiche, programmare progettualità, proiettando l’attività di accoglienza in una rafforzata dimensione di rete che, superando la fase dell’emergenza, si indirizzi verso la migliore inclusione sociale dei profughi.

 

Gorizia, 25 gennaio 2018

Pubblicato il :

 Cerimonia di intitolazione della Casa Circondariale di Gorizia

In data odierna, organizzato dal Provveditore Regionale per il Triveneto del Dipartimento dell’Amministrazione Penitenziaria del Ministero della Giustizia, il Prefetto di Gorizia , Dott. Massimo Marchesiello parteciperà, alla presenza del Sottosegretario alla Giustizia Ferri, del Capo Dipartimento dell’Amministrazione Penitenziaria, del Provveditore Regionale per il Triveneto e del Direttore della Casa Circondariale di Gorizia, alla cerimonia di intitolazione della Casa Circondariale di Gorizia alla memoria del Brigadiere degli Agenti di Custodia Angiolo BIGAZZI, vittima dei tragici avvenimenti che ebbero luogo sul territorio di Trieste il 24 maggio 1945.

 

Gorizia, 24 gennaio 2018
Pubblicato il :

 Pomeriggio di studio a Gradisca d'Isonzo sul sistema elettorale per le elezioni politiche

Nel pomeriggio di oggi 24 gennaio 2018 si terrà presso il Comune di Gradisca d’Isonzo, organizzato dall’A.N.U.S.C.A.-Associazione Nazionale Ufficiali di Stato Civile e d'Anagrafe, presso il Comune di Gradisca d’Isonzo, un intervento formativo per l’aggiornamento e la riqualificazione professionale di Amministratori ed Operatori dei Servizi Demografici che riguarderà un tema di grande attualità quale il sistema elettorale per le elezioni politiche e gli adempimenti preparatori, ai sensi della recente approvazione della legge elettorale 3/11/2017, n. 165 e del Decreto legislativo 12/12/2017, n. 189 sulla determinazione dei Collegi elettorali uninominali e plurinominali.

Nell’ambito dei rapporti già da tempo consolidati tra Prefettura e A.N.U.S.C.A., interverrà il Vice Prefetto Vicario Dott. Antonino Gulletta che porterà il saluto del Prefetto, Dott. Massimo Marchesiello,  ai partecipanti assieme al Sindaco di Gradisca d’Isonzo e ai Presidenti Nazionale e Provinciale dell’A.N.U.S.C.A..

 Gorizia, 24 gennaio 2018
Pubblicato il :

 Corso di artigianato - lavorazione della ceramica per migranti

Cinque richiedenti asilo, ospitati presso il centro C.A.R.A. di Gradisca d'Isonzo, hanno partecipato insieme ad altrettanti ragazzi italiani ad un corso di artigianato, indirizzato alla lavorazione della ceramica.

Il percorso formativo, organizzato dallo IAL FVG e dal Comune di San Pier d'Isonzo, si è concluso con la messa in mostra delle loro creazioni artistiche che sono state esposte proprio a San Pier d'Isonzo, nella cui scuola comunale di ceramica hanno avuto luogo le lezioni pratiche.

Il modello realizzato appare costituire un significativo esempio di come possano essere realizzate esperienze sociali che favoriscono anche l'inserimento lavorativo dei migranti.

Gorizia, 22 gennaio 2018

 

Pubblicato il :

 Tavolo tecnico di concertazione su crisi Eaton di Monfalcone

In data odierna, presieduto dal Prefetto di Gorizia, si è svolto un tavolo tecnico di concertazione al fine di esaminare la grave situazione verificatasi a seguito della annunciata chiusura, da parte dei vertici della società., dello stabilimento EATON s.r.l di Monfalcone, specializzato nella produzione di valvole per autovetture e della conseguente messa in mobilità dei 157 lavoratori ivi impiegati.

All'incontro hanno partecipato i rappresentanti della Direzione Lavoro della Regione F.V.G., il Sindaco di Monfalcone, il Questore di Gorizia, i rappresentanti della Confindustria F.V.G., il Vice Presidente della Camera di Commercio, Industria e Artigianato della Venezia Giulia e i Segretari provinciali e regionali della CGIL, CISL e UIL nonché i delegati delle R.S.U. dell'azienda..      

Nel corso dell'incontro sono state manifestate da tutti i partecipanti le più forti preoccupazioni per le pesanti conseguenze negative che la prospettata chiusura del citato stabilimento produrrebbero sull'intera economia del comprensorio monfalconese, con forti ricadute sui livelli occupazionali di un territorio già provato da una difficile congiuntura economica.

Si è convenuto, pertanto, all'unanimità la necessità di mantenere l'attività produttiva dello stabilimento di Monfalcone e di presentare, alla riunione che si terrà presso il Ministero dello Sviluppo Economico il prossimo 25 gennaio, un progetto unitario di soluzione della crisi condiviso da tutti i soggetti partecipanti. 

Gorizia, 22 gennaio 2018

Pubblicato il :

 Gorizia, celebrazione del "Giorno della Memoria" 27 gennaio 2018

Anche quest’anno la Città di Gorizia si appresta a celebrare l’importante “ Giorno della memoria” , istituito con la Legge n. 211 del 20 luglio 2000 e che prevede numerose iniziative di approfondimento e di studio, finalizzate soprattutto a sensibilizzare le coscienze delle giovani generazioni sugli orrori delle persecuzioni razziali e politiche poste in essere dal Nazismo.

Il primo appuntamento verrà celebrato domani, Martedì 23 gennaio 2018, alle ore 10.00 , alla presenza del Prefetto Massimo Marchesiello , presso Villa Elda in Largo Culiat n. 11, con la posa della “Stolpersteine” ovvero la targa commemorativa “Pietra d’Inciampo” ad opera dell’artista Gunter Demnig in ricordo di Elda Michelstaedter Morpurgo, sorella del filosofo Carlo, componente della comunità ebraica di Gorizia che lì abitava, prima di essere arrestata dai nazisti e deportata assieme alla madre nel lager di Ravensbruck.

Seguirà nella stessa data (23 gennaio 2018) alle ore 12.00 , il posizionamento di una “Stolpersteine” anche a Doberdò del Lago (GO) dedicato al partigiano deceduto a Dachau, Andrej Frandolič.

Giovedì 25 gennaio 2018, alle ore 17.30 , nuovo appuntamento presso la Sinagoga di Gorizia in via Graziadio Isaia Ascoli n. 19 dal titolo “I giovani ricordano la Shoà”, concerto con la Scuola secondaria di primo grado “V. Locchi” di Gorizia.

Venerdì 26 gennaio 2018, alle ore 18.00 , presso la Sala Dora Bassi di Gorizia, via G. Garibaldi 7, verrà presentato il volume di Alessandra Scaramuzza “Tu che m’hai preso il cuor”, sottotitolo “Auschwitz non era il paese del sorriso” dedicato a Friedrich Löhner, in arte “Beda”,ebreo proveniente da una famiglia alto-borghese boema che morì ad Auschwitz, dopo avere amato in modo totale la sua gente, la musica e le vacanze estive a Grado (GO).

Il clou delle celebrazioni del “Giorno della Memoria” di Sabato 27 gennaio 2018 verrà avviato con inizio alle ore 09.30 , con la deposizione della corona a cura del Sindaco di Gorizia Comm. Dott. Rodolfo Ziberna unitamente all’Associazione Amici di Israele di Gorizia, presso il Monumento ai Deportati in Germania in Piazzale Martiri della Libertà d’Italia di Gorizia (stazione ferroviaria), alla presenza del Prefetto e delle massime Autorità istituzionali, civili, religiose e militari.

Nella Sala “Dora Bassi” di Gorizia in via G. Garibaldi 7, nell’orario 09.00-10.00 circa, l’Associazione Amici di Israele ha organizzato l’incontro tra le Scuole secondarie di primo Grado “Vittorio Locchi” di Gorizia e “U. Foscolo” di Ostra Vetere (AN) in cui verranno scambiate le esperienze avute dagli studenti nell’affrontare il tema dell’Olocausto in occasione del Concorso nazionale indetto dal MIUR “I giovani ricordano la Shoà”. Verranno proiettati i lavori finali “In nome della legge” sulle leggi fasciste antiebraiche del 1938, con particolare riguardo alle conseguenze sugli studenti ebrei di Gorizia, della scuola “Locchi” e il video “La memoria ritrovata” della scuola “Foscolo” sulla figura di Gaddo Morpurgo, ebreo goriziano fuggito dalla Città natale di Gorizia a causa delle persecuzioni razziali, arrestato a Urbino e fucilato nel campo di aviazione di Forlì nel settembre del 1944.

Successivamente le classi si sposteranno al Teatro Giuseppe Verdi in via G.Garibaldi 2/A dove, con inizio alle ore 10.15 circa si terrà l’annuale evento-convegno “Incontro con la Scuola per non dimenticare”, nel corso del quale verrà affrontato anche il tema degli effetti delle leggi razziali: “Ricordando il passato si può difendere in futuro”, tenuto conto degli ottant’anni decorsi dalla loro promulgazione e del 70° anniversario dell’entrata in vigore della nostra Costituzione Repubblicana.

Nell’ambito dell’incontro aperto a tutta la cittadinanza , il Prefetto Massimo Marchesiello , consegnerà quattro medaglie d'onore, conferite dal Signor Presidente della Repubblica, ai seguenti congiunti di insigniti residenti a Gorizia:

  • 1) Fabio Glavich Rosman , residente a Romans d’Isonzo (GO), in memoria del nonno Delfi Deiuri , internato civile nel campo di concentramento di Dachau (Germania).
  • 2) ra Ernestina Passaro , residente a Monfalcone (GO), in memoria del padre Pasquale Passaro internato militare nel campo di concentramento di Dachau (Germania).
  • 3) Sig . Onorino Ulian , residente a Ronchi dei Legionari (GO), in memoria del genitore Mario Ulian internato civile a Dachau (Germania).
  • 4) Onorino Ulian , residente a Ronchi dei Legionari (GO) in memoria del genitore Giuseppina Tonini , internata civile a Dachau (Germania).
 
Gorizia, 22 gennaio 2018

 
Pubblicato il :

 Borse di studio - Ministero dell'Interno

Si comunica che il Ministero dell'Interno ha emanato il bando relativo al concorso per il conferimento di borse di studio riservate ai figli ed orfani di dipendenti e di ex dipendenti dell'Amministrazione Civile dell'Interno, nonché ai dipendenti in servizio, relative alla scuola secondaria di primo e secondo grado per l'anno scolastico 2017/2018.

Le domande dovranno essere presentate al protocollo della Prefettura-Ufficio Territoriale del Governo di Gorizia e compilate sul modello disponibile presso il citato Ufficio, entro il 23 febbraio 2018.

Gorizia, 19 gennaio 2018

Pubblicato il :

 Riunione sulle problematiche legate alla requentazione delle rive dell'Isonzo

Nella giornata di oggi 10 gennaio 2018 si è tenuta nei locali della Prefettura di Gorizia una riunione per il monitoraggio e la valutazione delle problematiche legate alla frequentazione delle rive dell'Isonzo da parte dei richiedenti la protezione internazionale nei territori comunali di Gorizia, Gradisca d'Isonzo e Sagrado.

Alla riunione hanno partecipato, oltre ai Sindaci dei Comuni di Gradisca d’Isonzo e Sagrado, l’Assessore ai Servizi Sociali del Comune di Gorizia, Silvana Romano, l’Assessore della Regione Autonoma Friuli Venezia Giulia Sara Vito, il Comandante provinciale dei Vigili del fuoco e i rappresentanti del Corpo forestale regionale e degli Enti gestori dei centri d’accoglienza per i richiedenti asilo territorialmente coinvolti.

Nel corso dell'incontro è stata assicurata da parte di tutti gli intervenuti, ciascuno per la parte di rispettiva competenza, la massima attenzione sull'esigenza di continuare ad effettuare azioni di vigilanza e controllo mirato alla prevenzione dei pericoli e al rispetto delle norme ambientali da parte dei richiedenti asilo.

In particolare, sono stati sensibilizzati gli Enti gestori dei servizi di accoglienza sull’esigenza di effettuare una costante attività di comunicazione nei riguardi degli ospiti in ordine all’osservanza delle regole di buona convivenza civile e al rispetto dei luoghi di abituale frequentazione.

E’ stata condivisa l’opportunità di intraprendere iniziative dirette a favorire lo smaltimento dei rifiuti presenti sulle rive dell’Isonzo e la distruzione ed abbattimento degli eventuali manufatti presenti in loco.In proposito, l’Assessore regionale Sara Vito ha manifestato l’intenzione di stipulare in tempi brevi un protocollo d’intesa tra la Regione stessa, ISA Ambiente e i Comuni interessati che consentirà di individuare le risorse necessarie al compimento delle suddette attività.

Gorizia, 10 gennaio 2018

 
Pubblicato il :

 Giornata Nazionale della Bandiera

Domenica 7 gennaio 2018, in occasione della "Giornata Nazionale della Bandiera - Anniversario del primo Tricolore", dovranno essere esposte su tutti gli edifici pubblici le bandiere nazionale ed europea, in conformità a quanto disposto dall'Ufficio Cerimoniale di Stato e per le Onorificenze della Presidenza del Consiglio dei Ministri.

Gorizia, 5 gennaio 2018

Pubblicato il :

 DIRITTO DI VOTO PER CORRISPONDENZA

Il Presidente della Repubblica con decreti n. 208 e n. 209 del 28/12/2017, pubblicati in Gazzetta Ufficiale n. 302 del 29/12/2017, ha proceduto allo scioglimento del Senato e della Camera dei Deputati e alla convocazione dei comizi elettorali per il giorno di domenica 4 marzo 2018.

Come noto, gli elettori residenti all'estero hanno il diritto di votare per corrispondenza, fatta salva comunque la facoltà di optare per il voto in Italia, che va esercitata entro il 10° giorno successivo all'indizione delle elezioni, e cioè a decorrere dalla data del 29/12/2017 (data di pubblicazione in Gazzetta Ufficiale del decreto di indizione dei comizi).

Con circolare n. 31/2017 la Direzione dei Servizi Elettorali del Ministero dell'Interno ha diramato il modello di opzione (allegato nel link) che in proposito dovrà essere fatto pervenire entro il termine sopra indicato all'Ufficio Consolare operante nella circoscrizione di residenza.

Gorizia, 3.1.2018

 
Pubblicato il 03/01/2018
Ultima modifica il 04/01/2018 alle 12:16:41

 
Torna su