Logo


Prefettura - Ufficio Territoriale del Governo di Gorizia

Comunicati Stampa

 

 "SCUOLE SICURE" PREVENZIONE E CONTRASTO DELLO SPACCIO DI SOSTANZE STUPEFACENTI NEI PRESSI DI ISTITUTI SCOLASTICI

Prendendo spunto da specifiche direttive impartite dal Ministro dell'Interno e dal Capo della Polizia, si è tenuta in mattinata presso la Prefettura di Gorizia una riunione del Comitato Provinciale per l'Ordine e la Sicurezza Pubblica al fine di conferire ulteriore impulso all'azione di prevenzione e di contrasto al fenomeno dello spaccio di sostanze stupefacenti nei pressi degli istituti scolastici della provincia.

All'incontro, presieduto dal Prefetto, hanno partecipato, oltre che i vertici delle Forze di Polizia, il Sindaco di Gradisca d'Isonzo e i rappresentanti dei Comuni di Gorizia, Monfalcone, e Staranzano.

Preso atto da una analisi della situazione rappresentata dalle Forze dell'ordine che la situazione in questa provincia risulta abbastanza tranquillizzante, si è comunque deciso di incrementare i controlli e la vigilanza da parte delle Forze di Polizia, da attuare in modo coordinato con il personale delle Polizie Locali dei Comuni interessati, nei pressi degli istituti scolastici, al fine di contrastare il rischio di infiltrazione o la presenza di spacciatori.

A tal riguardo, il Prefetto ha sollecitato i Comuni, nell'ipotesi che non si sia ancora provveduto in merito, ad approvare regolamenti comunali che consentano di intervenire con misure coercitive, quali il D.A.SPO. urbano, nei confronti di soggetti ritenuti "pericolosi" e che stazionano abitualmente all'esterno di plessi scolastici.

Nel corso dell'incontro, si è altresì trattato l'argomento del fenomeno del bullismo che, come risaputo, coinvolge gli scolari delle scuole di ogni ordine e grado. Anche per questo fenomeno, nonostante la situazione attuale non si presenti allarmante in questo territorio, il Prefetto ha preannunciato prossime iniziative di prevenzione rivolte ai ragazzi, da intraprendere di concerto con i Comuni e i dirigenti scolastici, analogamente a come si è recentemente proceduto per progetti concernenti l'educazione stradale.

Gorizia, 31 agosto 2018
 
 
 
Pubblicato il :

 
Torna su