Prefettura - Ufficio Territoriale del Governo di Genova

Comunicati Stampa

 

 INCONTRO IN PREFETTURA PER LA VERTENZA OCCUPAZIONALE DI PIAGGIO AEROSPACE.

 
Nel pomeriggio di ieri, presso la sede della Prefettura di Genova, su richiesta delle organizzazioni sindacali FIOM CGIL, FIM CISL e UILM, si è tenuto un incontro relativo alla vertenza concernente la società Piaggio Aerospace, presieduto dalla scrivente ed al quale hanno preso parte anche il Presidente della Regione Liguria, Giovanni Toti, il Sindaco di Genova, Marco Bucci, il Prefetto di Savona, Antonio Cananà, l'Assessore allo Sviluppo e promozione economica della città, Giancarlo Vinacci, nonché il Presidente della Provincia di Savona ed i Sindaci dei comuni di Albenga, Finale Ligure e Villanova d'Albenga.
 Le organizzazioni sindacali hanno evidenziato che le maestranze della Piaggio Aerospace, a fronte della grave crisi aziendale - sfociata successivamente nella procedura di amministrazione straordinaria con la nomina di un commissario governativo - hanno a più riprese messo in atto iniziative di protesta e scioperi allo scopo di evidenziare le problematiche aziendali che rischiavano di compromettere la continuità dell'attività produttiva, con evidenti negative ripercussioni sul mantenimento dell'occupazione per i circa 1200 dipendenti, distribuiti tra il sito produttivo di Genova e quello di Villanova d'Albenga.
 
La nomina del Commissario straordinario da parte del Ministero dello Sviluppo Economico, il 3 dicembre dello scorso anno, e l'avvio dell'analisi per la predisposizione di un piano industriale finalizzato al risanamento del bilancio e all'individuazione di nuove strategie aziendali, unitamente all'impegno espresso dal Governo di finanziare l'acquisto di velivoli prodotti da Piaggio Aerospace, avevano gettato le basi per consentire la continuità produttiva ed il superamento, almeno nel medio periodo, della crisi occupazionale.
 
Nei giorni scorsi, le incertezze sulla commessa relativa alla costruzione del drone P1HH, hanno riacceso le preoccupazioni dei dipendenti di Piaggio circa il mantenimento del posto di lavoro, inducendo i sindacati di categoria a richiedere un incontro urgente.
 
Nel corso della riunione i rappresentanti sindacali, nel rinnovare i timori per il futuro produttivo dell'azienda e per la salvaguardia dei livelli occupazionali, e nel sottolineare l'esigenza di ottenere elementi di chiarezza sulla situazione, hanno chiesto un incontro con gli organi centrali da tenersi a breve presso la Presidenza del Consiglio dei Ministri, atteso il diretto coinvolgimento di più Dicasteri.
 
 I rappresentanti della Regione Liguria e degli Enti locali, nel rimarcare la rilevanza della Piaggio Aerospace per il Paese e per lo sviluppo industriale del territorio ligure, hanno ampiamente condiviso le istanze formulate dalle organizzazioni sindacali ed hanno elaborato congiuntamente una dichiarazione con la quale viene auspicata l'individuazione di strategie industriali che possano garantire nel medio-lungo periodo l'effettivo rilancio dell'azienda.
 
Pubblicato il :

 
Torna su