Prefettura - Ufficio Territoriale del Governo di Genova

Comunicati Stampa

 

 Tentativo preventivo di conciliazione a seguito della proclamazione dello sciopero del personale della Direzione Polizia Municipale di Genova indetto per il 22 dicembre prossimo

Si informa che nella giornata odierna è stato esperito presso questa Sede il tentativo preventivo di conciliazione ai sensi dell'art. 8 della legge 146/1990 a seguito della proclamazione dello sciopero del personale della Direzione Polizia Municipale di Genova indetto dal OICCAP per il 22 dicembre prossimo.


Alla riunione, presieduta dal Prefetto Fiamma Spena, hanno preso parte l'Assessore  al Personale, Arianna Viscogliosi, l'Assessore alla Polizia Municipale, Stefano Garassino, il Direttore Generale del Comune di Genova, Antonino Minicuci, il Comandante della Polizia Locale, Gianluca Giurato, e i rappresentanti dell'organizzazione sindacale.


Il Prefetto, tenuto conto che l'astensione collettiva interessa una giornata a ridosso delle festività natalizie, con un prevedibile incremento della circolazione di veicoli, caratterizzata tra l'altro dallo svolgersi nel territorio comunale di manifestazioni di particolare rilievo - quali l'incontro di calcio Genoa-Atalanta presso lo stadio L. Ferraris e la tradizionale cerimonia del Confuego, con relativo corteo - ha invitato formalmente la parte sindacale a desistere da comportamenti che possano determinare situazioni di pregiudizio ai diritti della persona costituzionalmente tutelati. Ciò anche in considerazione della necessità di non arrecare ulteriori disagi alla città, la cui vi abilità risulta già gravemente compromessa a seguito del crollo del Ponte Morandi.


In esito all 'incontro, non essendo stato possibile pervenire ad un'intesa tra le parti sulle questioni poste ad oggetto della vertenza, il Prefetto ha adottato un'ordinanza, ai sensi dell'art. 8 della legge 146/1990, con la quale è stato disposto il differimento ad altra data dello sciopero, atteso che l'astensione indetta potrebbe avere ripercussioni sui servizi di ordine e sicurezza pubblica, in ordine agli aspetti viabilistici a tutela della regolarità dello svolgimento degli eventi programmati per la giornata del 22 dicembre.


Genova, 19 dicembre 2018

Pubblicato il 19/12/2018
Ultima modifica il 20/12/2018 alle 07:57:21

 ESERCITAZIONE IN PREFETTURA. VERIFICATO IL PIANO DI EMERGENZA ESTERNO DEL DEPOSITO ENI PORTO DI PONTE PALEOCAPA

 
Si è tenuta nella giornata di oggi un'esercitazione congiunta tra Prefettura di Genova, Comando Provinciale dei Vigili del Fuoco, Servizio Emergenza 118 e Eni, che ha verificato le procedure di emergenza previste dal Piano di Emergenza Esterna dello stabilimento dell'Eni di Ponte Paleocapa.

L'esercitazione, svolta ai sensi del Decreto legislativo 105/2015 secondo cui i Piani di Emergenza Esterna delle industrie a rischio devono essere oggetto di sperimentazioni ed esercitazioni con cadenza almeno triennale, è stata svolta "per posti di comando", ossia limitatamente alla verifica della immediatezza e dell'efficacia delle comunicazioni tra le varie componenti della Protezione Civile e ha simulato un sversamento di petrolio con principio di incendio.

L'esercitazione prevedeva in particolare la simulazione dell'attivazione dei mezzi antiincendio dei Vigili del Fuoco, dei mezzi antinquinamento della Capitaneria di Porto e delle strutture del 118 e della immediata convocazione del Centro di coordinamento Soccorsi presso la Prefettura.

L'esercitazione si è conclusa positivamente verso le ore, 12,00, con la verifica della pronta risposta di tutti gli enti ed uffici coinvolti e ha permesso di individuare ulteriori miglioramenti nelle procedure di comunicazione

Pubblicato il :

 'Uniamo le Forze contro le Truffe", la campagna di informazione promossa dalla Prefettura di Genova, dalla Polizia di Stato, dall'Arma dei Carabinieri e dalla Guardia di Finanza

La campagna giunge ad un'altra importante tappa.



" Suo figlio ha avuto un incidente, porti denaro e oro ".

Contattano al telefono anziani spacciandosi per appartenenti alle Forze dell'Ordine, avvocati, o assicuratori riferendosi ad un incidente stradale che riguarda il figlio o un congiunto e chiedono denaro o gioielli per evitare che il parente incorra in gravi sanzioni. La vittima, così disorientata, viene attirata in un "incontro trappola" volto alla consegna di denaro o preziosi ai malintenzionati.

Con questo copione, nell'ultimo mese, ignoti truffatori hanno tentato ripetutamente, per circa 20 volte, la messa in scena di questo tipo di truffa ai danni degli anziani, ma quasi sempre la vittima, insospettitasi, non è caduta nel tranello.

 

L'alto numero di tentativi di truffa andati a vuoto, a fronte di una considerevole diminuzione delle truffe consumate nella provincia di Genova, testimonia l'efficacia della Campagna "Uniamo le Forze contro le Truffe" promossa dalla Prefettura di Genova, dalla Polizia di Stato, dall'Arma dei Carabinieri e dalla Guardia di Finanza, con l'adesione della Regione Liguria, della Città Metropolitana, del Comune di Genova, della Camera di Commercio, dell'Arcidiocesi di Genova, di CGIL, CISL, UIL, di Confartigianato, dell'A.B.I. e della grande distribuzione commerciale.

 

Dopo aver incontrato gli anziani presso municipi e altri luoghi di aggregazione, ed i custodi sociali, fornendo utili consigli di autoprotezione, Uniamo le Forze contro le Truffe intende mantenere alta l'attenzione, soprattutto in vista del Natale ove maggiori possono essere le occasioni di contatto con i malintenzionati, e prosegue con spazi dedicati alla truffe più frequentemente messe in atto in questo periodo.

 

Nelle giornate del 17 e del 18 dicembre 2018 la Polizia di Stato insieme all'Arma dei Carabinieri, alla Guardia di Finanza ed all'ABI Liguria, grazie alla collaborazione della COOP e dell'ARCI, saranno presenti, secondo l'allegato calendario, presso la sala punto di incontro del supermercato COOP Valbisagno e presso la Palazzina Guglielmetti dell'ARCI per fornire consigli pratici per prevenire i raggiri ai danni degli anziani.

 

Nell'ambito della manifestazione verrà distribuito l'unito volantino contenente consigli anti truffa e chiarimenti utili.

La campagna ha già visto svolgersi tre cicli di incontri nei nove Municipi della città, in molti comuni dell'area metropolitana, nelle parrocchie, presso i Centri Anziani di AUSER, presso i supermercati COOP.

Incontri che hanno richiamato grande interesse da parte del pubblico e che hanno permesso di far registrare una importante flessione di tali tipologie di reati (tra il 2016, anno di avvio della Campagna ed il 2017 si è registrata una flessione di circa il 35% delle truffe ai danni di persone anziane, flessione che si conferma anche per l'anno 2018 - Dati SDI), grazie agli utili consigli degli esperti delle Forze di Polizia e che saranno replicati ed estesi ad altre realtà.

Nel segno di una campagna corale, in programma, a breve, incontri in collaborazione con la Banca d'Italia, tra le Forze di Polizia, gli operatori bancari e postali, per arginare, in collaborazione, l'"odioso" fenomeno della truffa consumata in banca e consentire una pronta opera di repressione nei confronti dei malviventi.

Questa iniziativa potenzia sempre più la rete capillare di prossimità e protezione dell'anziano contro l'isolamento che è nata in questa provincia per difenderli dai truffatori porta a porta.

In programma, inoltre:

  • Video clip di formazione per operatori bancari;
  • Diffusione di consigli attraverso confezioni di prodotti di largo consumo;
  • Pannelli "anti truffa" sui bus di AMT;
  • Spot da mandare in onda presso le locali emittenti televisive. 
 
INCONTRI
 
Luogo Incontro
Date
Palazzina Guglielmetti ARCI,

Via Tortona, n. 1D
17 dicembre, ore 16,30

 

Intervento a cura della Polizia di Stato, dell'Arma dei Carabinieri, della Guardia di Finanza e dell' ABI, con il coordinamento della Prefettura di Genova e con la collaborazione del Municipio IV Media Valbisagno.

 
Sala Punto di incontro

COOP Valbisagno,

Lungo Bisagno Dalmazia, n. 75

 
18 dicembre ore 17,00

 

Intervento a cura della Polizia di Stato, dell'Arma dei Carabinieri, della Guardia di Finanza e dell' ABI, con il coordinamento della Prefettura di Genova

 
Pubblicato il 14/12/2018
Ultima modifica il 17/12/2018 alle 08:59:39

 APPROVATO IN PREFETTURA L'AGGIORNAMENTO DEL 'PIANO NEVE" PER LA CIRCOLAZIONE AUTOSTRADALE IN CONSEGUENZA DEL CROLLO DEL VIADOTTO MORANDI

 
 

Si è tenuta oggi in Prefettura la riunione del Comitato Operativo per la Viabilità della provincia di Genova convocata dal Prefetto Spena per aggiornare, a seguito della persistente interruzione della A10 causata dal crollo del viadotto "Morandi", il "Piano neve", ossia la pianificazione delle procedure da adottare in caso di nevicate tali da compromettere la circolazione sulle autostrade del nodo genovese.

Il crollo del viadotto ha, infatti, causato l'inutilizzabilità anche di vari percorsi alternativi da utilizzare in caso di blocco della circolazione e ha reso, quindi, necessaria la modifica delle procedure finora seguite.

Nel corso dell'incontro, al quale hanno partecipato i rappresentanti della Regione, della Città Metropolitana, del Comune di Genova, delle Forze di Polizia, dei Vigili del Fuoco, della Capitaneria di Porto, dell'Autorità di Sistema Portuale, dell'Anas e delle Società Autostradali, è stato discusso ed approvato l'aggiornamento del Piano, aggiornamento elaborato dalla Polizia Stradale di Genova che ha individuato, unitamente alle Polizie Stradali delle altre province e Regioni ed in intesa con i corrispondenti Comandi francesi, nuovi itinerari alternativi in caso di blocco della A7 o dell'A26, o di entrambe.

Inoltre, in collaborazione con il Comune di Genova e con l'Autorità di Sistema Portuale, sono state individuate nuove aree di sosta dove "stoccare" fino a 270 mezzi pesanti complessivi nell'ambito portuale in caso di blocco o limitazioni della circolazione.

Si precisa che la nuova pianificazione, immediatamente operativa, sarà visionabile sul sito di questa Prefettura.

Pubblicato il :

 
Torna su