Prefettura - Ufficio Territoriale del Governo di Genova

Comunicati Stampa

 

 Notizie aggiornate sulla presenza migranti

Nella giornata del 17 corrente, sono arrivati, come da comunicazione del Ministero dell’Interno, 50 migranti nella regione Liguria, provenienti da Pozzallo (Ragusa), così ripartiti:

 22 a Genova
13 a Savona; 
  8 a La Spezia
  7 a Imperia.

Si informa che relativamente ai migranti destinati a questo capoluogo gli stessi sono stati accolti per il fotosegnalamento e lo screening sanitario presso il Padiglione S della Fiera di Genova.

Pubblicato il :

 Riunione dei centri operativi misti (C.O.M.) di Campomorone, Busalla, Lavagna e Sestri Levante

Proseguono gli incontri promossi dalla Prefettura di Genova presso i dieci Centri Operativi Misti (C.O.M.) dell’area metropolitana genovese, allo scopo di effettuare una riflessione congiunta sulle disposizioni contenute nella direttiva recentemente emanata dal Dipartimento Nazionale della Protezione Civile in materia di organizzazione dei centri operativi di coordinamento dei soccorsi - tra cui, appunto, si annoverano, a livello sovracomunale, i C.O.M. .

Il 6 agosto scorso il Prefetto di Genova, Fiamma Spena, ha riunito i C.O.M. di Campo Ligure e di Arenzano. Nella mattinata di ieri si è recata nei C.O.M. di Campomorone e Busalla, mentre oggi ha presieduto le riunioni svoltesi presso i C.O.M. di Lavagna e Sestri Levante. 

Nel corso delle varie sedute sono stati approfonditi gli aspetti applicativi delle prescrizioni normative dettate dalla suddetta direttiva, in particolare i criteri ed i parametri tecnici cui deve rispondere l’edificio sede del C.O.M., anche in relazione alle infrastrutture di rilevanza strategica presenti sul territorio (es. autostrada, ferrovia ecc.). Particolare attenzione è stata data, inoltre, ai criteri di individuazione delle aree di emergenza, deputate sia alla riunione della popolazione da soccorrere, sia all’ammassamento di mezzi di soccorso. 

Sono state successivamente esaminate le modalità operative adottate dai C.O.M. durante gli eventi alluvionali del 2014, allo scopo di rilevare eventuali criticità funzionali e per migliorare, per il futuro, la capacità di risposta degli stessi centri operativi rispetto alle esigenze connesse all’emergenza.

Agli incontri hanno partecipato, oltre ai Sindaci dei Comuni capofila e degli altri Comuni interessati, anche le Forze dell’Ordine, i Vigili del Fuoco, i rappresentanti della Regione Liguria e della Città Metropolitana, le Polizie Locali, il Servizio Emergenza 118 ed i rappresentanti delle associazioni di volontariato. 

Il Prefetto ha sottolineato il valore della collaborazione tra gli enti, sostenendo che l’esercizio delle funzioni di protezione civile deve necessariamente tradursi in una costante sinergia tra i soggetti competenti in materia, per garantire un bene di indiscussa rilevanza, quale è l’incolumità pubblica. E’ stata rilevata, altresì, la necessità di avviare specifiche iniziative per diffondere la cultura della protezione civile a tutti i livelli istituzionali e a tutte le fasce di popolazione, nell’ottica di elevare gli standard della prevenzione dei rischi legati agli eventi calamitosi.

Pubblicato il :

 Rilascio delle strutture attualmente occupate nel quartiere fieristico per le attività correlate all’accoglienza dei migranti

La Prefettura, in adesione agli impegni assunti con il Comune di Genova e con  la SPIM S.p.A. afferenti lo svolgimento del prossimo Salone Nautico, provvederà al rilascio delle strutture attualmente occupate nel quartiere fieristico per le attività correlate all’accoglienza dei migranti assegnati a questa provincia.

A seguito delle indagini svolte di concerto con l'Amministrazione Comunale, è stata individuata come soluzione temporanea  la palazzina di via Brigate Partigiane 19, che il Comune affiderà per tali funzioni alla Prefettura. La struttura attualmente non è utilizzata in quanto oggetto di un piano di complessiva riqualificazione che entrerà nella fase operativa non prima di un anno.

Pubblicato il :

 Notizie aggiornate sulla presenza migranti

Nella giornata di ieri 9 agosto sono arrivati, come da comunicazione del Ministero dell’Interno, 50 migranti nella regione Liguria provenienti da Reggio Calabria, così ripartiti:

25 a Genova,
15  a Savona,
10 a La Spezia.

Si informa che relativamente ai migranti destinati a questo capoluogo gli stessi sono stati accolti per il fotosegnalamento e lo screening sanitario presso il Padiglione S della Fiera di Genova. Successivamente, nove donne sono state collocate presso una struttura convenzionata.

Pubblicato il :

 Riunione dei Centri Operativi Intercomunali (COM) di Arenzano e Campo Ligure

Il 6 agosto, alle 9.00, il Prefetto di Genova, Fiamma Spena, ha presieduto la riunione del Centro Operativo Intercomunale (C.O.M.) di Campo Ligure, per una riflessione congiunta con i Sindaci dell’Unione dei Comuni Valli Stura, Orba e Leira sulle disposizioni contenute in una direttiva recentemente emanata dal Dipartimento Nazionale della Protezione Civile in materia di organizzazione dei centri operativi di coordinamento dei soccorsi - tra cui, appunto, si annoverano, a livello sovracomunale, i C.O.M. - nella prospettiva di migliorare la gestione delle situazioni di emergenza connesse ad eventi calamitosi. Nel corso della seduta sono stati approfonditi gli aspetti applicativi delle prescrizioni dettate dalla direttiva, in particolare i criteri ed i parametri tecnici cui deve rispondere l’edificio sede del C.O.M., anche in relazione alle infrastrutture di rilevanza strategica presenti sul territorio (es. autostrada, ferrovia ecc.). Particolare attenzione è stata data, inoltre, ai criteri di individuazione delle aree di emergenza, deputate sia alla riunione della popolazione da soccorrere, sia all’ammassamento di mezzi di soccorso.

Analoga riunione si è tenuta, a fine mattinata, presso il C.O.M. di Arenzano, ove sono state toccate le stesse tematiche.

Agli incontri hanno partecipato, oltre ai Sindaci dei Comuni interessati, anche le Forze dell’Ordine, i rappresentanti della Regione Liguria e della Città Metropolitana, i Vigili del Fuoco, il Servizio Emergenza 118 ed i rappresentanti delle associazioni di volontariato. Il Prefetto ha sottolineato il valore della collaborazione tra gli enti, sostenendo che l’esercizio delle funzioni di protezione civile deve necessariamente tradursi in una costante sinergia tra i soggetti competenti in materia, per garantire un bene di indiscussa rilevanza, quale è l’incolumità pubblica.

Nelle prossime settimane, proseguirà l’iniziativa. Sono stati, infatti, programmati ulteriori incontri nelle restanti sedi C.O.M. dell’area metropolitana genovese.

Pubblicato il :

 
Torna su