Prefettura - Ufficio Territoriale del Governo di Genova

Comunicati Stampa

 

 Piano di emergenza dell'impianto a rischio di incidente rilevante IPLOM di Busalla ... consultazione della popolazione

IPLOM consultazione popolare 16-06-2017


Si è conclusa nella serata di ieri, presso la Biblioteca comunale, a Busalla, l'assemblea pubblica organizzata dalla Prefettura e dal Comune di Busalla, con la partecipazione del Comune di Ronco Scrivia, sul piano di emergenza esterna dell'impianto a rischio di incidente rilevante IPLOM.

Alla riunione, oltre al Prefetto di Genova, Fiamma Spena, hanno partecipato il Sindaco di Busalla ed il Sindaco di Ronco Scrivia. Erano, inoltre, presenti in sala i rappresentanti della Regione Liguria, delle Forze dell'Ordine, dei Vigili del Fuoco, dell'ARPAL, dell'A.S.L. 3, del Servizio Emergenza Sanitaria, della Confindustria e di RFI.

L'iniziativa ha preso avvio dalle disposizioni contenute nel decreto legislativo 105/2015, che disciplina la gestione delle industrie a rischio di incidente rilevante e stabilisce la preventiva consultazione della popolazione prima dell'approvazione dei piani di emergenza esterna a cura del Prefetto d'intesa con la Regione e gli enti locali interessati.

Nei mesi scorsi si sono svolte le consultazioni relative ai piani di emergenza esterna di sette impianti industriali presenti sul territorio del comune di Genova.

L'assemblea tenutasi ieri rappresenta un'ulteriore tappa del ciclo di consultazioni che interesserà progressivamente tutti i 14 impianti presenti nell'area metropolitana genovese.

Dopo una breve introduzione del Prefetto e del Sindaco di Busalla, i componenti del tavolo tecnico costituito in Prefettura per l'elaborazione dei piani di emergenza esterna hanno illustrato le caratteristiche dello stabilimento IPLOM, raffineria che si sviluppa su più fabbricati in prossimità del centro abitato, interessando un'area estesa lungo il corso del torrente Scrivia per un chilometro e mezzo circa.

Sono state, quindi, illustrate le fasi della pianificazione di emergenza esterna ed approfonditi aspetti di particolare interesse per la popolazione, quali gli scenari di rischio, le modalità di allertamento e le misure di autoprotezione da adottare nel caso di incidente rilevante.

A conclusione della parte espositiva, sono intervenuti vari cittadini ed esponenti di associazioni locali, che hanno posto numerosi quesiti e formulato richieste di chiarimento sui temi trattati.

Nel corso del dibattito non sono mancate osservazioni critiche. Il confronto tra le istituzioni e la cittadinanza, in ogni caso, è stato positivo. La popolazione infatti, particolarmente attenta al delicato tema del rischio industriale, ha manifestato il proprio coinvolgimento e partecipato in maniera propositiva, fornendo numerosi spunti di riflessione utili ad integrare e migliorare la pianificazione di emergenza esterna relativa allo stabilimento IPLOM.

 

Genova, 16 giugno 2017

 




 
Pubblicato il 16/06/2017 ultima modifica il 16/06/2017 alle 13:28:00

 Piano di emergenza esterna dello stabilimento a rischio di incidente rilevante IPLOM Busalla. Consultazione della popolazione

 
Prosegue il ciclo di incontri che questa Prefettura sta svolgendo sul territorio per informare le popolazioni interessate sulle attività in corso in relazione ai piani di emergenza esterna delle industrie a rischio di incidente rilevante presenti nell ' area metropolitana genovese.

Giovedì 15 giugno, alle ore 17.30, presso la Biblioteca comunale in via Chiappa 15, a Busalla, si terrà un'assemblea pubblica durante la quale la cittadinanza verrà consultata sul piano di emergenza esterna dello stabilimento IPLOM .

Nel corso dell'incontro è prevista una presentazione di carattere tecnico a cura dei componenti del tavolo che sta lavorando all'elaborazione dei piani di emergenza esterna.

A conclusione della parte espositiva, i presenti potranno intervenire sulle tematiche oggetto della consultazione e partecipare così attivamente al processo di pianificazione.

Genova, 14 giugno 2017
Pubblicato il :

 Riunione del Comitato Provinciale per l'Ordine e la Sicurezza Pubblica

 
Nella mattinata odierna, si è svolta presso la Prefettura una riunione del Comitato Provinciale per l'Ordine e la Sicurezza Pubblica, presieduta dal Prefetto Fiamma Spena, alla quale hanno partecipato il Questore, il Comandante Provinciale dei Carabinieri, il Comandante del Nucleo della Polizia Tributaria della Guardia di Finanza di Genova, il Comandante Provinciale dei Vigili del Fuoco, i rappresentanti della Capitaneria di Porto, della Polizia Ferroviaria, della Polizia di Frontiera e Stradale, del Servizio di Emergenza Sanitaria Liguria 118, nonché l'Assessore alla Legalità e Diritti del Comune di Genova.

Nel corso dell'incontro sono state esaminate le direttive diramate dal Capo della Polizia concernenti i nuovi aspetti di safety e security nell'ambito della gestione delle manifestazioni pubbliche.

E' stata in particolare evidenziata la necessità che l'organizzazione di eventi e manifestazioni di qualsiasi tipologia e connotazione, soprattutto qualora gli stessi richiamino un rilevante afflusso di persone, debba essere programmata e realizzata con il prioritario obiettivo di garantire il massimo livello di sicurezza possibile per chi partecipa, per chi assiste e per chi è coinvolto a qualsiasi titolo nell'area interessata all'evento.

Pertanto, in occasione di eventi/manifestazioni programmati, il sistema organizzativo da porre in atto, in un quadro di sinergica collaborazione tra Prefettura, Forze dell'Ordine e Comuni, prevede la scrupolosa attuazione delle garanzie di safety , quali i dispositivi e le misure strutturali a salvaguardia dell'incolumità delle persone e di security , ovvero servizi a tutela dell'ordine e della sicurezza pubblica, necessariamente integrate tra di loro.

La direttiva sarà, tra l'altro, partecipata ai Sindaci della provincia, anche nella veste di Autorità locali di pubblica sicurezza, ai fini della compiuta osservanza da parte degli organizzatori degli eventi.

Inoltre, si è ravvisata l'opportunità di costituire in Prefettura un tavolo di approfondimento tematico composto da rappresentanti delle Forze dell'Ordine, dei Vigili del Fuoco e dell'A.S.L. con il compito di pervenire, per quanto possibile, ad una codifica dei livelli di rischio correlati alle varie tipologie di evento, in modo da tipizzare le misure di safety e security più appropriate da adottare di volta in volta al fine di garantire lo svolgimento in sicurezza delle numerose manifestazioni che si svolgono a livello provinciale.

Nei prossimi giorni verrano organizzati anche incontri informativi con le associazioni di categoria interessate, nonché, con i componenti tecnici della Commissione Provinciale di Vigilanza sui locali di pubblico spettacolo per ogni utile approfondimento e contributo sugli aspetti di safety correlati all'attuazione della direttiva.


Genova, 13 giugno 2017

 

Pubblicato il :

 OPERAZIONE "PERIFERIE SICURE"

 
Servizi straordinari di controllo del territorio 
 
Dal 29 maggio al 3 giugno scorsi si è svolta un'iniziativa a carattere interforze, denominata " Operazione Periferie Sicure ", volta a rafforzare l'azione delle Forze di Polizia nel contrasto all'illegalità diffusa, in attuazione alle direttive del Ministro dell'Interno.  
 
Gli interventi, effettuati con l'impiego congiunto di n. 600 unità di personale della Polizia di Stato, dell'Arma dei Carabinieri, della Guardia di Finanza, della Polizia Municipale di Genova e dell'Esercito, sono stati finalizzati a garantire maggiori livelli di sicurezza nelle zone ritenute maggiormente a rischio e a tale scopo, sono stati predisposti mirati servizi di controllo del territorio.
 
L'azione di contrasto, è stata rivolta principalmente allo spaccio di sostanze stupefacenti, con l'impiego congiunto di operatori degli uffici investigativi e di equipaggi preposti all'attività di controllo del territorio, ha consentito di sequestrare un consistente quantitativo di droga:  2.400 gr. di eroina, 238 gr. di cocaina, 768 gr. di hashish e 87 gr. di marijuana. Sono inoltre state arrestate n. 19 persone per detenzione di stupefacenti a fini di spaccio e per la commissione di reati predatori (furti, rapine e altri reati contro la persona)  ed altre n. 60 sono state denunciate in stato di libertà .  Nel corso dei servizi sono state sanzionate amministrativamente n. 10 persone per detenzione di stupefacenti a fini di uso personale e altre n. 4 persone sono state sanzionate per ubriachezza. Durante i controlli sono state, altresì, sequestrate n. 2 armi da fuoco ed n. 1 pistola elettrica taser.
 
La seconda parte della settimana è stata dedicata alle aree interessate dalla "movida", ove sono stati eseguiti controlli da parte di personale specializzato, anche di carattere amministrativo, che hanno coinvolto n. 59 esercizi commerciali (locali di intrattenimento, sale giochi, ecc.).
 
Genova, 6 giugno 2017
 
Pubblicato il :

 
Torna su