Logo


Prefettura - Ufficio Territoriale del Governo di Forlì-Cesena

Comunicati Stampa

 

 Comitato di Coordinamento per la prevenzione delle truffe in particolare di natura finanziaria

Si è tenuta oggi presso la Prefettura di Forlì-Cesena la seconda riunione del nuovo Comitato di Coordinamento costituito lo scorso 31 maggio dai rappresentanti di Prefettura, banche e Forze dell'ordine, secondo quanto previsto dal protocollo nazionale sottoscritto da Abi e Ministero dell'Interno. L'obiettivo condiviso è prevenire il fenomeno delle truffe nella provincia, in particolare quelle di natura finanziaria ai danni degli anziani e di quanti sul territorio hanno una scarsa educazione finanziaria.

Come previsto dal protocollo nazionale, su indicazione del Prefetto Fulvio Rocco de Marinis - che ha ritenuto utile coinvolgere fin da subito anche esponenti del mondo della scuola e delle associazioni dei consumatori - a questo secondo incontro hanno preso parte anche un dirigente dell'ufficio scolastico di Forlì-Cesena e i rappresentanti di Adusbef e Codacons. I lavori si sono svolti all'insegna del dialogo e della collaborazione, confermando il clima di disponibilità e l'impegno a lavorare insieme che hanno caratterizzato anche la prima riunione del Comitato. Sul tavolo, un pacchetto di iniziative ed eventi di formazione e informazione da realizzare nei prossimi mesi sul territorio di Forlì-Cesena per fornire, con un linguaggio semplice e diretto, rivolto soprattutto alle fasce di popolazione più esposte al rischio di truffa - come gli anziani e quanti hanno una scarsa educazione finanziaria - una serie di consigli pratici e di buone prassi per rafforzare la sicurezza riducendo i fattori di vulnerabilità e i comportamenti economicamente rischiosi.

"Sul fronte della prevenzione - ha detto il Segretario della Commissione Regionale Abi Emilia Romagna, Mario Bernardi - molto è stato fatto da Istituzioni, banche e Forze dell'ordine. Per questo è importante mettere a fattor comune gli strumenti, le esperienze e i progetti messi a punto nei diversi ambiti locali per prevenire le truffe finanziarie, fornendo ai cittadini e alle famiglie di Forlì-Cesena un vero e proprio strumentario con tutti i numeri utili, le precauzioni, i suggerimenti e i piccoli accorgimenti da adottare nelle diverse circostanze"

 

Forlì, 6 luglio 2016

 

 
Pubblicato il :

 
Torna su