Prefettura - Ufficio Territoriale del Governo di Firenze

Comunicati Stampa

 

 MEDAGLIE D'ONORE AGLI EX DEPORTATI

 

Consegnate oggi in Prefettura le decorazioni del Presidente della Repubblica alla memoria di nove ex internati nei campi di prigionia nazisti. Giuffrida: "Non è mai troppo tardi per ricordare le loro storie che dobbiamo insegnare ai nostri ragazzi" .

 

Nella ricorrenza del "Giorno della Memoria" che si celebra il 27 gennaio, oggi in Prefettura sono state consegnate le medaglie d'onore che il Presidente della Repubblica conferisce ai cittadini italiani, militari e civili, internati nei campi nazisti e destinati al lavoro coatto per l'economia di guerra durante il secondo conflitto mondiale.

Quest'anno il riconoscimento è stato assegnato alla memoria di Danilo Giudici (deportato in Germania dall'8/9/1943 al 13/9/1945), Gastone Salvadori (internato a Sandbostel dall'8/9/1943 al 1/5/1945) Dorino Monciatti (internato nel lager di Dortmund dal 27/9/1943 all'8/9/1945), Ermenegildo Polverini (deportato a Dusseldorf dall'7/9/1943 al 1/5/1945) Antonio Cavallo (deportato a Wolsfberg dal 7/10/1943 al 1/8/1945), Ermanno Falciani (internato nel lager di Wietzendorf dal 1/7/1944 al 1/9/1945), Giulio Prunai (richiuso nel campo di Deblin dal 9/9/1943 al 1/3/1944) e a Dario e Dino Renzi che al campo di prigionia non giunsero mai. I due fratelli Renzi, nativi di Reggello, furono fatti prigionieri l'8 settembre 1943 e rimasero dispersi, insieme ad altri 4200 militari, nel naufragio del piroscafo Oria che li stava portando in Germania.

 

Le nove decorazioni, ritirate dai parenti degli ex deportati, sono state conferite dal prefetto Alessio Giuffrida e dai rappresentanti dei comuni di residenza dei familiari (per Firenze l'assessora Alessia Bettini, per Pontassieve la sindaca Monica Marini, per Campi Bisenzio la vice sindaca Monica Roso e per Montelupo Fiorentino l'assessore Simone Londi).

 

"Questa medaglia rappresenta il sacrificio di tanti nostri connazionali che hanno fatto scelte precise di libertà e di opposizione a regimi antidemocratici", ha sottolineato il prefetto Giuffrida nel suo intervento di saluto. " Ciascuno di noi deve tantissimo ai signori che oggi onoriamo. E' passato tanto tempo da allora, ma non è mai troppo tardi per ricordare le loro storie che dobbiamo insegnare ai nostri ragazzi. In questo modo difendiamo le generazioni più giovani dalle insidie che potrebbero ancora svilupparsi ".

 

Firenze, 26 gennaio 2018

Pubblicato il :

 RAPINE A FIRENZE, PLAUSO DEL PREFETTO AI CARABINIERI

 

Giuffrida si è complimentato con i Carabinieri per la rapidità di intervento. 

"Un risultato notevole", ha dichiarato il prefetto Alessio Giuffrida commentando l'arresto degli autori delle rapine ai danni di nove persone, due delle quali sono rimaste ferite, avvenute stanotte in centro a Firenze, "frutto del tenace controllo del territorio che le nostre forze dell'ordine conducono senza sosta". "L'azione tempestiva del nucleo radiomobile dei Carabinieri è un'ulteriore risposta alle esigenze di sicurezza più volte manifestata dai fiorentini". Giuffrida si è quindi complimentato con il comandante provinciale dell'Arma, Giuseppe De Liso, per la prontezza e rapidità di intervento dimostrate anche in questa occasione.

 

Firenze, 24 gennaio 2018

Pubblicato il :

 A1 VARIANTE DI VALICO, GALLERIA DI BASE, ESECITAZIONE DI PROTEZIONE CIVILE

 

 

Esercitazione "Newton" per testare i sistemi di emergenza in caso di incidente in galleria.

Nella notte tra il 18 e il 19 gennaio, all'interno della galleria di Base, sulla careggiata in direzione sud della Variante di Valico dell'Autostrada A1, si terrà l'esercitazione "Newton" per collaudare il sistema di gestione dell'emergenza alle gallerie. In particolare verranno testati la rapidità di comunicazione, la gestione dei soccorsi, le tempistiche di intervento e il coordinamento interforze .

Alle operazioni, che si svolgeranno con il coordinamento delle Prefetture di Firenze e di Bologna, prenderanno parte Autostrade per l'Italia-Direzione IV Tronco, Polizia Stradale, Vigili del Fuoco, Soccorso Sanitario 118, Protezione Civile e volontari della Cri.

Firenze, 17 gennaio 2018

 
Pubblicato il :

 RIUNITO IL COMITATO METROPOLITANO

Per la seconda volta a Palazzo Medici Riccardi si riunisce il Comitato Metropolitano, copresieduto da Giuffrida e Nardella. All'ordine del giorno: la situazione dell'Osmannoro e delle zone limitrofe.

 
Il fenomeno dello sversamento illecito di rifiuti tessili e la sicurezza nei luoghi di lavoro sono i temi sui quali si è incentrata l'attenzione del Comitato Metropolitano riunito oggi a Palazzo Medici Riccardi per fare il punto sulla legalità e sul degrado all'Osmannoro e nelle zone limitrofe. E' la seconda volta (la prima è stata il 13 ottobre scorso) che si riunisce questo organismo istituito dal cosiddetto decreto Minniti per la tutela delle grandi aree urbane, come sede di valutazione e confronto sulle principali tematiche. All'incontro di oggi, copresieduto dal prefetto Alessio Giuffrida e dal sindaco metropolitano Dario Nardella, hanno partecipato i vertici provinciali delle forze di polizia, il sindaco di Sesto Fiorentino Lorenzo Falchi e la console generale aggiunta della Repubblica Popolare Cinese Zhou Hai Yanla. Presenti anche rappresentanti del comune di Campi Bisenzio (l'assessore Luigi Ricci) e di Calenzano (la comandante della polizia municipale Maria Pia Pelagatti).
In tema di sicurezza, i comuni intervenuti hanno confermato di aver avviato il potenziamento dei rispettivi sistemi di videosorveglianza e di illuminazione stradale, che rappresentano un valido ausilio nel controllo del territorio. Per quanto riguarda l'abbandono illecito di rifiuti tessili e pellami, è stata registrata una lieve flessione del fenomeno rispetto ai mesi scorsi, grazie all'incremento dei controlli e all'incrocio dei dati, anche se la problematica persiste. Sul punto ampia disponibilità a collaborare è stata offerta dalla console cinese che prossimamente incontrerà le associazioni dei suoi connazionali per sensibilizzarle sul rispetto della normativa in materia. Anche la sicurezza dei luoghi di lavoro, in particolare dei capannoni industriali, e la necessità di avvalersi di manodopera regolare saranno argomenti che verranno affrontati dalla console in quella occasione.

Firenze, 10 gennaio 2018

 

Pubblicato il :

 
Torna su