Prefettura - Ufficio Territoriale del Governo di Firenze

Comunicati Stampa

 

 INIZIATIVE PER LA CELEBRAZIONE DELL'ANNO DANTESCO

Firmato stamani in Prefettura l'accordo di collaborazione per la realizzazione della mostra "Dante - Il Poeta eterno"

 

Il Prefetto Laura Lega, il Dirigente della Direzione Cultura e Sport del Comune di Firenze Luana Nencioni, il Presidente dell'Opera di Santa Croce Irene Sanesi e il Presidente della "Felice Limosani S.r.l." Felice Limosani si sono riuniti quest'oggi, in videoconferenza, per sottoscrivere digitalmente l'accordo di collaborazione per la realizzazione del progetto " Dante - Il Poeta Eterno ".

 

L'artista Felice Limosani ha concepito la mostra, che sarà aperta al pubblico dal 14 settembre 2021 al 10 gennaio 2022, per la celebrazione del 700esimo anniversario della morte di Dante Alighieri. Le numerose iniziative culturali si svolgeranno all'interno dei locali del complesso monumentale dell'Opera di Santa Croce, in parte di proprietà del Fondo Edifici di Culto (FEC), ente dotato di personalità giuridica legalmente rappresentato dal Ministro dell'Interno.

 

Con la firma di questo accordo il Prefetto, delegato dallo stesso FEC, metterà a disposizione dell'artista, a titolo gratuito, i locali del complesso costituiti dal Chiostro, dalla Cappella Pazzi, dalla Cripta e del Cenacolo.

 

Le parti si sono altresì impegnate ad organizzare una serie di incontri rivolti alla figura dantesca, da svolgersi all'interno del Cenacolo di Santa Croce nell'arco di sei giornate da individuare nel periodo compreso tra il 13 settembre 2021 e il 15 dicembre 2021.

 

È stato infine costituito un comitato tecnico-scientifico, composto dai rappresentanti degli enti sottoscrittori e della Comunità dei Frati Minori Conventuali di Santa Croce, allo scopo di garantire la massima collaborazione nella predisposizione della mostra e delle ulteriori attività programmate.

 

Il venturo anno dantesco rappresenta una preziosa occasione per la rinascita di Firenze, particolarmente colpita dalla attuale crisi sanitaria, e questo progetto si pone l'obiettivo di rinnovare la capacità attrattiva della città per il turismo culturale, oltre a quello simbolico di pacificare la figura del Poeta con la sua patria.

 

"L'accordo quest'oggi sottoscritto" , ha detto il Prefetto Lega, " evidenzia che la leale collaborazione inter-istituzionale e gli strumenti consensuali di partenariato pubblico-privato costituiscono mezzi sempre più importanti per la diffusione e per la condivisione della conoscenza e della cultura".

 

Firenze, 20 ottobre 2020

Pubblicato il
:

 NUOVE MISURE DI CONTRASTO ALLA DIFFUSIONE DEL CORONA-VIRUS: VERTICE IN PREFETTURA

Si è riunito oggi in Prefettura il Comitato Metropolitano. Definite le modalità operative con cui gestire le situazioni di assembramento nell'area fiorentina alla luce delle nuove disposizioni governative.

Quest'oggi si è riunito il Comitato metropolitano, co-presieduto dal Prefetto di Firenze Laura Lega e dal Sindaco della Città Metropolitana Dario Nardella. Hanno partecipato, in videoconferenza, i Sindaci dell'area metropolitana, il Questore Filippo Santarelli, il Comandante Provinciale dell'Arma dei Carabinieri Antonio Petti, il Comandante Provinciale della Guardia di Finanza Fabrizio Nieddu, il Comandante Provinciale dei Vigili del Fuoco Gennaro Tornatore e il Direttore Generale dell'A.S.L. Toscana Centro Paolo Morello Marchese.

 

Definita una strategia condivisa che, nel quadro della positiva sinergia istituzionale in atto sul territorio, agevoli l'adozione delle misure efficaci a contrastare l'incremento dei contagi, anche alla luce delle nuove disposizioni introdotte dal D.P.C.M. del 18 ottobre.

 

È stata concordata la costituzione di un tavolo di coordinamento composto da Prefettura, Città Metropolitana, Forze di Polizia e A.S.L. per garantire un permanente monitoraggio della situazione sanitaria di ogni territorio.

 

L'Azienda Sanitaria si è impegnata a fornire ai Sindaci informazioni puntuali sul trend di crescita dei contagi nell'area fiorentina, garantendo una puntuale zonizzazione dei dati che possa agevolare l'adozione dei più adeguati e proporzionati provvedimenti di contrasto.

 

I Sindaci, anche sulla base dei dati epidemiologici, porteranno le loro richieste in sede di Comitato Provinciale per l'Ordine e la Sicurezza Pubblica, indicando le aree cittadine maggiormente a rischio di assembramento; l'organo collegiale provvederà a esaminare tempestivamente le proposte, così da modulare la capacità di risposta in relazione ai bisogni della specifica realtà e alle risorse effettivamente disponibili.

 

Firenze, 20 ottobre 2020

Pubblicato il
:

 GARE PER L'ACCOGLIENZA DEI RICHIEDENTI PROTEZIONE INTERNAZIONALE: SCADENZA VICINA

Scade il 20 ottobre il termine per presentare le adesioni. Gare indette per un potenziale fabbisogno complessivo di 1400 posti.

 

La Prefettura segnala che il prossimo 20 ottobre scade il termine per partecipare alle gare indette per individuare gli operatori a cui affidare i servizi di prima accoglienza e assistenza dei cittadini richiedenti protezione internazionale nel territorio della Città Metropolitana di Firenze.

Gli avvisi pubblici hanno ad oggetto un potenziale fabbisogno complessivo di 1400 posti, ripartito tra tre differenti tipologie di strutture (500 in strutture individuali fino a 50 posti, 500 in strutture collettive fino a 50 posti e 400 in strutture collettive fino a 99 posti).

Il periodo di affidamento è di 12 mesi dalla stipula dell'accordo quadro, con eventuale rinnovo per ulteriori 12 mesi, e il criterio di aggiudicazione è quello dell'offerta economicamente più vantaggiosa.

Le offerte dovranno pervenire entro e non oltre le ore 14:00 del 20 ottobre .

I testi dei bandi e relativi allegati sono pubblicati sul sito web della Prefettura: www.prefettura.it/firenze .

 

Firenze, 15 ottobre 2020

Pubblicato il
:

 LOTTA CONTRO LE INFILTRAZIONI DELLA CRIMINALITA' ORGANIZZATA NEGLI APPALTI

 
Firmati stamani, in Prefettura, due protocolli che mirano a contrastare le infiltrazioni negli appalti pubblici.

 

 

 

Il Prefetto Laura Lega ha firmato, stamani, a Palazzo Medici Riccardi, con il Rettore dell'Università di Firenze, Luigi Dei e il Direttore delle Gallerie degli Uffizi, Eike Schmidt, alla presenza del Questore Filippo Santarelli, del Comandante Provinciale dei Carabinieri Antonio Petti e del Comandante Provinciale della Guardia di Finanza Fabrizio Nieddu, due protocolli di legalità al fine di prevenire i tentativi di infiltrazione della criminalità organizzata ed i fenomeni corruttivi nell'affidamento dei rispettivi appalti.

 

Con la firma dei due protocolli, aventi validità triennale, è implementato in funzione antimafia il livello del sistema dei controlli per rendere più incisive le verifiche e rafforzare i presidi a tutela della trasparenza, garantendo, nel contempo, una rapida e corretta esecuzione e gestione degli appalti.

 

Le intese consentiranno il potenziamento delle attività di prevenzione e contrasto delle interferenze illecite a scopo anticorruttivo ed antimafia, nonché delle misure poste in essere contro i tentativi di condizionamento criminale nei cantieri.

 

In particolare, i protocolli abbassano, tra l'altro, la soglia comunitaria di applicazione dei controlli per opere e lavori pubblici da circa 5,5 a 3 milioni di euro; prevedono l'inserimento nei contratti di appalto di specifiche clausole volte a prevenire interferenze illecite sia a scopo corruttivo che a scopo antimafia; dispongono misure di prevenzione contro i tentativi di condizionamento criminale dei cantieri prevedendo per ciascun appalto la nomina di un "referente di cantiere", con il compito di redigere e tenere costantemente aggiornato un "rapporto di cantiere"; configurano l'inserimento nei contratti di ulteriori clausole per tracciare le forniture, nonché per mettere a disposizione molteplici dati relativi alla forza lavoro impiegata; sanciscono sanzioni per l'inosservanza da parte dell'appaltatore degli obblighi statuiti, determinate e applicate dai soggetti appaltanti.

 

Presso la Prefettura verranno istituite apposite "Cabine di Regia", cui parteciperanno gli enti sottoscrittori ed eventualmente altri attori istituzionali, allo scopo di monitorare periodicamente l'attuazione dei protocolli e valutare, ai fini predetti, eventuali specifiche problematiche di rilievo.

 

"E' di assoluta importanza , ha sottolineato il Prefetto, che, soprattutto in questa particolare contingenza storica, sia mantenuta alta l'attenzione verso i rischi di infiltrazione della criminalità in tutte le attività economiche, per intercettare preventivamente ogni possibile illegalità ".

 

 

Firenze, 13 ottobre 2020
Pubblicato il 13/10/2020
Ultima modifica il 13/10/2020 alle 13:50:46

 FIRMA IN PREFETTURA DI DUE PROTOCOLLI DI LEGALITA'

Martedì 13 ottobre 2020, ore 12.00 - in Prefettura, Palazzo Medici Riccardi, secondo piano, via Cavour 1, Firenze

Martedì 13 ottobre 2020, alle ore 12.00, saranno sottoscritti a Palazzo Medici Riccardi due protocolli di legalità per la prevenzione dei tentativi di infiltrazione mafiosa e dei fenomeni corruttivi nell'ambito degli appalti.

I protocolli d'intesa riguardano gli appalti affidati dall'Università degli Studi di Firenze e dalle Gallerie degli Uffizi e saranno sottoscritti dal Prefetto di Firenze Laura Lega e, rispettivamente, dal Rettore dell'Università di Firenze Luigi Dei e dal Direttore delle Gallerie degli Uffizi Eike Schmidt.

Entrambi i Protocolli prevedono ulteriori misure intese a rendere più stringenti le verifiche antimafia, a rafforzare i presidi a tutela della trasparenza in funzione anticorruzione e antimafia e a garantire una rapida e corretta esecuzione e gestione degli appalti. 

 

L'INCONTRO E' APERTO ALLA STAMPA

 

Firenze, 9 ottobre 2020
Pubblicato il
:

 SALVATAGGIO SUL PONTE SANTA TRINITA ... IL PREFETTO INCONTRA I CARABINIERI

 
Il Prefetto di Firenze Laura Lega ha ricevuto a Palazzo Medici Riccardi i due Carabinieri della Stazione Uffizi che il 6 ottobre scorso hanno salvato una ragazza che stava per gettarsi in Arno dal ponte Santa Trinita.

L'Appuntato Antonio Lopomo e il Carabiniere Luigi Cassarà, accompagnati dal Comandante Provinciale dell'Arma Antonio Petti, hanno ricevuto il plauso del Prefetto per il delicato intervento compiuto.

I due militari, che stavano svolgendo servizi di controllo del territorio, sono prontamente intervenuti perché si sono accorti della presenza di una ragazza, in stato di agitazione, sul rostro del ponte. Senza alcun indugio, l'Appuntato Lopomo è saltato dal parapetto sul rostro e ha afferrato la ragazza ormai in bilico verso il vuoto. Con l'aiuto del collega Cassarà è riuscito a tranquillizzarla e a convincerla a risalire sul ponte, per poi affidarla alle cure mediche. 

" L'operato dei due Carabinieri, ha detto il Prefetto Lega, costituisce per tutti noi importante esempio di professionalità e dedizione , che testimonia l'impegno dell'Arma dei Carabinieri al servizio e a tutela dei cittadini ". 

 

Firenze, 9 ottobre 2020
Pubblicato il
:

 IL PREFETTO DI FIRENZE INCONTRA IL GARANTE DEI DETENUTI

 
Il Prefetto di Firenze Laura Lega ha ricevuto questa mattina a palazzo Medici Riccardi, sede della Prefettura, il Garante nazionale dei diritti delle persone detenute o private della libertà personale Mauro Palma, accompagnato dai due membri del Collegio, Daniela de Robert ed Emilia Rossi.

Si è trattato di un incontro positivo nel corso del quale si è avuto modo di confrontarsi sulle molteplici tematiche di interesse.

 

Firenze, 8 ottobre 2020
Pubblicato il
:

 IL PREFETTO LEGA IN VISITA AL COMUNE DI BAGNO A RIPOLI

Il Prefetto di Firenze Laura Lega si è recata oggi nel Comune di Bagno a Ripoli, accolta dal Sindaco Francesco Casini, dove ha incontrato una rappresentanza dei vertici dei Comuni della zona.

Erano presenti il Sindaco di Figline e Incisa Valdarno, Giulia Mugnai, accompagnata dall'Assessore Simone Cellai, il Sindaco di Greve in Chianti Paolo Sottani, il Sindaco di Pontassieve Monica Marini e l'Assessore Alessandra Nencioni del Comune di Fiesole.

La visita ha rappresentato l'occasione per un proficuo confronto su numerosi argomenti, con particolare riguardo anche alle tematiche relative alla prevenzione della diffusione del contagio da covid 19, alla crisi economica, alla messa in sicurezza del tessuto produttivo dal rischio di speculazioni selvagge e di infiltrazioni criminali.

 

 

Firenze, 8 ottobre 2020

Pubblicato il
:

 STRATEGIA CONDIVISA PER IL CONTENIMENTO DELLA DIFFUSIONE DEL CONTAGIO DA COVID 19

Oggi in Prefettura si è riunito il Comitato provinciale per l'ordine e la sicurezza pubblica. Definite una serie di misure per garantire il rispetto della normativa anti-contagio nei luoghi di maggior aggregazione della città.

Si è riunito quest'oggi il Comitato provinciale per l'ordine e la sicurezza pubblica presieduto dal prefetto Laura Lega, con la partecipazione del sindaco di Firenze Dario Nardella e degli assessori comunali Federico Gianassi e Andrea Vannucci, del questore Filippo Santarelli, del comandante provinciale dei Carabinieri Antonio Petti, del comandante provinciale della Guardia di Finanza Fabrizio Nieddu, del comandante provinciale dei Vigili del Fuoco Gennaro Tornatore e del comandante della Polizia Municipale di Firenze Giacomo Tinella. 

Definita, d'intesa con il sindaco e le forze di polizia, una strategia condivisa che, nel quadro della positiva sinergia inter-istituzionale in atto sul territorio, ha portato all'individuazione di misure di sicurezza idonee a fronteggiare la diffusione dei contagi da Covid 19.

In attuazione delle linee guida anti-assembramenti già varate in sede di Comitato per l'ordine e la sicurezza pubblica il 17 giugno scorso, alla luce dell'esperienza maturata in questi mesi e in continuità con i contenuti del "Patto per Firenze Sicura", sono state adottate le seguenti misure, già operative dal prossimo fine settimana:

  • contingentamento, nei fine settimana ed in orario serale, delle presenze nelle aree della città di maggior affollamento;
  • monitoraggio e controllo delle medesime aree cittadine al fine di richiamare le persone ivi presenti al rispetto delle disposizioni anti Covid (obbligo di utilizzo delle mascherine e divieto di assembramenti).
Si rafforza il percorso avviato già a giugno per garantire il contenimento del contagio con moduli operativi che vedranno tra l'altro attivate iniziative di partenariato pubblico-privato, con il coinvolgimento anche della Fondazione Cassa di Risparmio di Firenze. 

Le disposizioni saranno attuate a Firenze nei luoghi di maggior affollamento a partire da Santo Spirito e rappresentano un attento bilanciamento tra l'esigenza di rafforzare le misure di sicurezza sanitaria, al fine del contenimento del recente incremento della curva epidemiologica, e quella di garantire la libertà e una vita sociale dei cittadini, con la possibilità di fruizione da parte degli stessi degli spazi pubblici e si inseriscono anche nel quadro delle iniziative di dialogo da tempo avviate con i comitati dei residenti, i rappresentanti dei gestori dei locali e le istituzioni interessate. 

Il contenimento della diffusione del Covid 19 continua a richiedere un notevole impegno operativo, in stretta sinergia con tutti gli attori statali, regionali e locali; in questa direzione la Prefettura, in conformità alla recentissima circolare ministeriale in data 2 ottobre scorso che prevede l'eventuale concorso del contingente dell'Esercito afferente all'operazione "Strade Sicure", ha provveduto a richiedere l'implementazione delle unità militari già assegnate, per imprimere ulteriore efficacia all'attività di controllo sul rispetto delle normative anti-contagio. 

I servizi di controllo delle forze di polizia e delle polizie locali sul rispetto delle misure per il contenimento della diffusione del virus sono costanti e intensi. Nella giornata di ieri 6 ottobre sono state controllate 1117 persone e 208 attività commerciali. 

Rafforzato anche il controllo davanti alle scuole e nei maggiori punti di snodo del trasporto pubblico locale.

Analoga attenzione in tutti gli altri comuni dell'area metropolitana, come richiesto dalla Prefettura con una circolare diramata ai sindaci affinché sia assicurata la massima vigilanza sulle misure anti-covid.

  

Firenze, 7 ottobre 2020

Pubblicato il
:

 NUOVA INTERDITTIVA ANTIMAFIA ADOTTATA DAL PREFETTO LEGA

 
Prosegue l'azione della Prefettura di Firenze di prevenzione antimafia su tutto il territorio metropolitano.

 

Sale a nove il numero complessivo di interdittive antimafia adottate negli ultimi sei mesi dal prefetto di Firenze, che ha firmato un altro provvedimento riguardante una società che opera nel settore agricolo con sede a Barberino Tavarnelle, per la quale sono emerse le "circostanze ostative" (previste dall'articolo 67 del Codice Antimafia, decreto legislativo 159/2011) che impongono al prefetto l'assunzione di questa misura.

L'interdittiva impedisce all'impresa di essere parte contrattuale della Pubblica Amministrazione e la priva della possibilità di ottenere licenze o autorizzazioni di polizia e di commercio.

L'intervento scaturisce dagli approfondimenti condotti dal Gruppo Interforze della Prefettura nell'ambito delle attività industriali, commerciali e agricole presenti sul territorio metropolitano.

Il pericolo di infiltrazioni è infatti grave ed attuale e il provvedimento adottato ieri dal prefetto risponde più che mai all'esigenza di rafforzare la tutela dell'economia legale dagli appetiti criminali in una fase complessa ed emergenziale come quella in corso.

"Un'ulteriore azione - sottolinea il prefetto - che rafforza l'attività messa in campo in chiave anticipatoria per contrastare ogni forma di illegalità a difesa dell'economia sana, in un contesto dove risulta significativo il rischio di infiltrazioni nel tessuto produttivo locale, soprattutto nell'attuale congiuntura".

 

Firenze, 3 ottobre 2020
Pubblicato il
:

 
Torna su