Prefettura - Ufficio Territoriale del Governo di Firenze

Comunicati Stampa

 

 COMUNICATO STAMPA CONGIUNTO - SALA OPERATIVA INTEGRATA DI PROTEZIONE CIVILE: FIRMATO STAMANI IN PREFETTURA IL RINNOVO DEL PROTOCOLLO

È stato rinnovato oggi in Prefettura il protocollo d'intesa per l'utilizzo congiunto della Sala Operativa Integrata di Protezione civile, tra la Prefettura e la Città Metropolitana di Firenze, allo scopo di ottimizzare la pianificazione e il coordinamento operativo nella gestione delle emergenze.

L'accordo, sottoscritto dal Prefetto Valerio Valenti e dal Sindaco Metropolitano Dario Nardella, presenti il Consigliere Metropolitano delegato alla Protezione civile Massimo Fratini, il Questore Maurizio Auriemma, il Comandante Provinciale dei Carabinieri Antonio Petti, il colonnello Dario Sopranzetti per il Comando Provinciale della Guardia di Finanza, il Comandante Provinciale dei Vigili del Fuoco Gennaro Tornatore, ha recepito le più recenti innovazioni legislative che hanno interessato la materia della Protezione civile, dall'emanazione del codice della Protezione civile del 2018 alla legge regionale toscana n. 45 del 25 giugno 2020, che ha regolamentato il sistema regionale di Protezione civile.

Il rinnovo dell'intesa, stipulata nel 2014, è frutto della lunga, proficua e leale collaborazione che in questi anni ha visto cooperare tutte le componenti della protezione civile, statale, territoriale, locale e volontaria del territorio metropolitano, nella Struttura Operativa Integrata della Città Metropolitana che si trova in via dell'Olmatello, dotata di mezzi e strumentazioni d'avanguardia per gestire le crisi e le emergenze di protezione civile.

L' accordo porterà a breve a poter fruire di Elivideo , un sistema di trasmissione in tempo reale alla Sala Operativa delle immagini videoriprese dagli elicotteri della Polizia di Stato, quale utile strumento di supporto decisionale in caso di eventi calamitosi.

" Un'ulteriore conferma" , ha detto il Prefetto Valerio Valenti, "dell'importanza del gioco di squadra tra le istituzioni: la collaborazione rafforza le possibilità di fornire risposte immediate ed efficaci agli eventi di protezione civile, per garantire ogni possibile tutela dell'incolumità delle persone e della sicurezza dell'ambiente. Il rinnovo che oggi abbiamo sottoscritto dimostra che il percorso finora seguito ha dato buoni frutti".

" La collaborazione che abbiamo sviluppato in questi anni, tra Metrocittà e Prefettura, nella Protezione civile", ha dichiarato Dario Nardella, Sindaco della Città Metropolitana di Firenze, " ha fatto consolidare un modello che consente di essere pronti davanti alle emergenze che, purtroppo, non sono mancate. Ma è nell'ordinarietà quotidiana che abbiamo sperimentato e portato avanti una squadra pronta, capace di mettersi a servizio delle comunità e degli altri centri di protezione civile, non di rado con attività di coordinamento offerte in un clima di grande condivisione. Siamo al lavoro, anche grazie a questa intesa, per il nuovo piano di protezione civile nel territorio metropolitano fiorentino".

 

 

Firenze, 19 gennaio 2022

Pubblicato il
:

 RIUNITO IL TAVOLO PROVINCIALE DI COORDINAMENTO SCUOLA-TRASPORTI A SEGUITO DELLA RIAPERTURA DELLE SCUOLE DOPO LA PAUSA NATALIZIA

Riunito il Tavolo provinciale di Coordinamento Scuola - Trasporti a seguito della riapertura delle scuole dopo la pausa natalizia. Approvato l'aggiornamento del Piano Operativo Prefettizio per il raccordo del sistema scuola - trasporti.

Massimo impegno ed intenso lavoro di tutti gli attori istituzionali e dei gestori del Trasporto Pubblico Locale per garantire i servizi alla riapertura delle scuole in presenza, dopo la pausa natalizia, nonostante le negative ricadute derivanti dall'insorgere del nuovo picco pandemico.

Con tale intento, allo scopo di monitorare attentamente la situazione ed affrontare congiuntamente le criticità, si è riunito oggi il tavolo di lavoro presieduto dal Prefetto di Firenze, Valerio Valenti, e composto da rappresentanti della Regione Toscana, della Città Metropolitana di Firenze, dell'Ufficio scolastico regionale, della Motorizzazione civile, nonché di Trenitalia e RFI Regionale e dell'azienda Autolinee Toscane S.p.A., quali gestori del trasporto pubblico locale, rispettivamente su ferro e su gomma.

Dal monitoraggio congiunto effettuato a pochi giorni dalla ripresa delle attività scolastiche in presenza, è emerso che, nonostante le difficoltà dovute alla quarantena del personale dipendente delle aziende di trasporto, il sistema di coordinamento scuola-trasporti non ha finora subito gravi criticità.

In particolare, per quanto concerne il trasporto su gomma, Autolinee Toscane, che già dallo scorso 10 gennaio ha iniziato un'attività quotidiana di rimodulazione dei servizi tale da garantire tutte le corse scolastiche per quanto riguarda il servizio urbano e da limitare al massimo la riduzione di quello extraurbano, fornendone massima informazione, ha reso noto che, nonostante le difficoltà derivanti dalle assenze di autisti, i disservizi sono più contenuti di quanto sarebbe stato ipotizzabile nell'attuale difficile contesto.

Inoltre, circa la verifica dell'obbligo del Green Pass rafforzato, introdotto dal legislatore a decorrere dal 10 gennaio scorso, nonostante l'incremento dei controlli effettuati da Autolinee Toscane alle fermate dei bus e della tramvia di Firenze, il numero dei passeggeri senza i requisiti per salire a bordo risulta nettamente diminuito (ossia pari al 4,8% dei controlli il 10 gennaio, a fronte del 6,9% del sabato precedente, sotto il vigore della normativa previgente).

Per quanto riguarda il trasporto ferroviario, Trenitalia ha dichiarato di avere mantenuto attive le linee negli orari scolastici e dei pendolari, sopperendo alle assenze dei conducenti anche con bus aggiuntivi, per cui la riduzione del servizio si è limitata al 2%.

Nel corso della riunione, è stato approvato l'aggiornamento del documento operativo per il raccordo tra le attività scolastiche ed i servizi di TPL, redatto con l'ausilio della Città Metropolitana di Firenze, prevedendosi, a regime, il potenziamento del servizio extraurbano con l'inserimento di 37 mezzi aggiuntivi, con l'ulteriore incremento della linea 57 per raggiungere la nuova sede del Liceo Agnoletti a Sesto Fiorentino. E' stato altresì riconfermato il potenziamento del servizio urbano come previsto all'inizio dell'anno scolastico 2021-2022 .

La Città Metropolitana di Firenze, infine, ha confermato il progetto "Ti Accompagno", per garantire, con un numero massimo di 25 unità, il controllo alle principale fermate del TPL, al fine di evitare gli assembramenti.

Il tavolo prefettizio continuerà a monitorare l'andamento del sistema scuola-TPL per affrontare le eventuali criticità che dovessero insorgere e risolverle prontamente insieme ai soggetti che ne fanno parte, al fine di limitare i possibili disservizi derivanti dall'andamento dell'emergenza pandemica.

 

 

Firenze, 11 gennaio 2022

Pubblicato il
:

 COMUNICATO STAMPA CONGIUNTO DELLA REGIONE TOSCANA E DELLA PREFETTURA DI FIRENZE

 "Abbiamo chiesto ai gestori di concentrare le corse nei momenti di maggiore necessità, per garantire il servizio a studenti e pendolari e di fornire il massimo dell'informazione circa le corse garantite, le eventuali variazioni o soppressioni, tenendo la situazione sotto costante monitoraggio. Rispetto a questi impegni c'è stata l'adesione convinta da parte di tutti i partecipanti, che ringrazio per il loro lavoro e la loro disponibilità". 
 
E' questa sintesi fatta dall'assessore regionale ai trasporti, Stefano Baccelli, alla riunione della riunione online convocata dalla regione termine per la ripresa nel pieno delle possibili criticità del servizio del trasporto locale, ferroviario e tranviario lezioni scolastiche.
 
Alla riunione hanno partecipato anche l'assessora regionale all'istruzione, Alessandra Nardini, i prefetti oi rappresentanti di tutte le prefetture della Toscana e di tutte le amministrazioni provinciali, con la città metropolitana, e l'Ufficio scolastico regionale, e funzionari regionali ei due gestori, Autolinee Toscane, Trenitalia e LFI.
 
Da parte sua Trenitalia ha evidenziato una situazione critica per il personale in quarantena, a cui stanno però sopperendo con bus sostitutivi tanto da calcolare una riduzione complessiva ed effettiva del servizio di appena il 2%.
 
Diversa la situazione descritta da Autolinee Toscane, che si è detta preoccupata per il crescente numero di in isolamento o quarantena (aumentato, tra i soli autisti, dai 532 del 4 gennaio ai 648 di oggi) che mette in crisi in particolare l'area metropolitana fiorentina. Ha però precisato che sta pensando a un'organizzazione che tenga conto di una ulteriore possibile del personale in servizio. L'obiettivo è infatti quello di salvare l'offerta per studenti e pendolari, di monitorare quotidianamente la situazione riprogrammando il secondo le esigenze ed in ogni caso di servizio comunicare tempestivamente le corse che potranno essere garantite.
 
Autolinee toscane, ai primi segnali importanti di aumento dei contagi, ha detto di aver iniziato l'attività di monitoraggio, rimodulazione e riprogrammazione del servizio, pur con innegabili disagi, e di aver già avviato una campagna di comunicazione per annunciare le modifiche al servizio, che proseguirà nei prossimi giorni.
 
Da parte sua l'assessora regionale Nardini ha ribadito che la Regione è sempre stata convinta della necessità di garantire la didattica in presenza e che anche in questa delicata fase si adopererà perché sia ​​possibile continuare ad assicurarla.
 
"A partire da martedì - ha detto il prefetto di Firenze, Valerio Valenti - il Tavolo provinciale di coordinamento scuola-trasporti sarà convocato per monitorare l'andamento della mobilità degli studenti. Ringrazio l'assessore Baccelli per la riunione di oggi e confido in una puntuale applicazione delle nuove indicazioni disposte dal governo circa i casi in cui sia necessario l'isolamento da quelli in cui è possibile prestare l'attività lavorativa adottando le prescritte cautele".
 
L'assessore Baccelli ha concluso questo primo incontro, che ha giudicato molto utile, sottolineando la costante disponibilità operativa da parte della Regione ad essere di supporto per garantire un servizio Tpl il più possibile efficiente nonostante le oggettive difficoltà dei soggetti gestori.

 Firenze, 7 gennaio 2022
Pubblicato il
:

 
Torna su