Prefettura - Ufficio Territoriale del Governo di Firenze

Comunicati Stampa

 

 ORDINANZA DEL MINISTRO DELLA SALUTE DEL 16 AGOSTO 2020 - INTENSIFICAZIONE DEI CONTROLLI PER L'ATTUAZIONE DELLE NUOVE MISURE ANTI-COVID

Si è riunito, in data odierna, in Prefettura, il Comitato Provinciale dell'Ordine e la Sicurezza Pubblica, alla presenza dei rappresentanti provinciali delle Forze dell'Ordine e del Comune di Firenze, per valutare congiuntamente le iniziative da attuare nel territorio per applicare le nuove disposizioni adottate per il contenimento del virus COVID-19 con l'ordinanza del Ministro della Salute dello scorso 16 agosto, avente efficacia da oggi e fino al prossimo 7 settembre.

 In tale sede, è stata disposta l'intensificazione, a decorrere dalla data odierna, dei controlli in forma dinamica delle Forze dell'Ordine e della Polizia Municipale per garantire il rispetto delle misure dirette a prevenire la diffusione del virus ed in particolare dell'obbligo, introdotto dalla suddetta ordinanza, di usare protezioni delle vie respiratorie anche all'aperto, dalle ore 18,00 alle ore 6,00, negli spazi aperti al pubblico nonché nelle aree pubbliche le cui caratteristiche rendano più agevole il formarsi di assembramenti anche di natura spontanea e/o occasionale .

 Il Comitato ha deliberato di porre la massima attenzione nelle suddette zone cittadine, in cui vengano eventualmente riscontrate violazioni alle disposizioni vigenti, riservandosi di riunirsi di nuovo all'esito dei controlli effettuati, per riesaminare la situazione e valutare l'opportunità di adottare ulteriori iniziative.

 E' stata sollecitata l'attenzione riguardo alle predette disposizioni anche a tutti i Comuni dell'Area Metropolitana di Firenze.

 L'ordinanza ministeriale dispone, altresì, la sospensione delle attività di ballo, all'aperto ed al chiuso, che abbiano luogo in discoteche od in locali assimilati, fino al 7 settembre.

           

 

Firenze, 17 agosto 2020

Pubblicato il
:

 RITROVATO MORTO NELLE PRIME ORE DI STAMANI L'ANZIANO SCOMPARSO ALVARO ANDREUCCI

 

A seguito delle intense operazioni di ricerca coordinate dalla Prefettura di Firenze, alle ore 2,00 della giornata odierna, in un pozzetto di scolo delle acque piovane sulla sede ferroviaria, a circa 1300 metri dalla stazione di Rovezzano, è stato trovato senza vita il corpo del Sig. Andreucci Alvaro, di 83 anni, scomparso dal 31 luglio scorso.

 

Firenze, 13 Agosto 2020

Pubblicato il
:

 ATTIVATO IL TAVOLO TECNICO IN PREFETTURA PER LE RICERCHE DELL'ANZIANO SCOMPARSO ALVARO ANDREUCCI

Continuano intensamente, coordinate dalla Prefettura di Firenze, le ricerche del sig. Andreucci Alvaro, di 83 anni, residente a Firenze, zona Rovezzano, scomparso dallo scorso 31 luglio senza lasciare traccia.

Ieri si è tenuto anche un Tavolo Tecnico con la partecipazione di tutti gli attori istituzionali coinvolti nelle ricerche e di rappresentanti dell'Associazione Penelope Scomparsi Toscana, per esperire ogni possibile tentativo di ritrovare l'anziano.

Chi avesse notizie è pregato di contattare immediatamente le Forze di Polizia, in particolare il centralino dei Carabinieri (112) o la Prefettura di Firenze (055-27831), poiché qualsiasi informazione potrebbe essere utile.


Pubblicato il
:

 Avvisi pubblici esplorativi per partecipare alle procedure per affidamento del servizio di accoglienza richiedenti protezione internazionale

A vvisi pubblici esplorativi per partecipare alle procedure per l'affidamento del servizio di accoglienza in favore di stranieri richiedenti protezione internazionale e gestione dei servizi connessi presso strutture ubicate nel territorio della Città Metropolitana di Firenze.

 

La Prefettura di Firenze ha pubblicato oggi sul proprio sito web - alla sezione amministrazione trasparente- bandi di gara e contratti - n. tre avvisi pubblici, volti al reperimento di adesioni da parte degli operatori economici per la partecipazione alle procedure negoziate, ex art 63 comma 2 lett. a del D. Lgs 50/2016, per l'affidamento del servizio di accoglienza in favore di cittadini stranieri richiedenti protezione internazionale e gestione dei servizi connessi presso strutture ubicate nel territorio della Città Metropolitana di Firenze.

Il nuovo schema di capitolato individua prestazioni e basi d'asta diverse a seconda della dimensione e della tipologia delle strutture destinate all'ospitalità, che vengono distinte in tre gruppi:

  • Centri costituiti da singole unità abitative con capacità ricettiva fino ad un massimo di 50 posti complessivi;
  • Centri collettivi con capienza fino a 50 posti;
  • Centri collettivi con capienza compresa tra 51 e 300 posti.
  • Il fabbisogno complessivo è di 1400 posti.
I testi degli avvisi ed i relativi allegati sono disponibili al link:


Le manifestazioni d'interesse dovranno pervenire entro e non oltre le ore 14.00 del giorno 20 settembre 2020.

 

Firenze, 13 agosto 2020
Pubblicato il
:

 IL PREFETTO DI FIRENZE INCONTRA IL NUOVO CONSOLE GENERALE U.S.A. A FIRENZE

Il Prefetto Laura Lega ha incontrato oggi in Prefettura il nuovo Console Generale degli Stati Uniti d'America a Firenze, sig.ra Ragini Gupta.

Nel corso del cordiale colloquio, sono stati richiamati gli antichi vincoli di amicizia e di consolidata collaborazione tra gli Stati Uniti d'America e l'Italia ed in particolare la città di Firenze e sono stati affrontati alcuni temi di attualità e d'interesse per il territorio, prospettando possibili future iniziative congiunte.

 

Firenze, 10 agosto 2020

Pubblicato il 10/08/2020
Ultima modifica il 11/08/2020 alle 09:09:01

 MONITORAGGIO DELLA SITUAZIONE ECONOMICA E SOCIALE E DELL'ACCESSO AL CREDITO IN AMBITO REGIONALE5

Continua il monitoraggio della situazione economica e sociale in ambito regionale attivato dalla Prefettura di Firenze con il Protocollo stipulato lo scorso 8 maggio.

I dati forniti da Banca d'Italia al 3 agosto scorso sono i seguenti:

  Dati forniti da Banca d'Italia al 3 agosto 2020  

* dalla data di entrata in vigore del D.L. (17.3.2020) al 4.8.2020

Fondamentale in questa fase è mantenere la ripresa economica, garantendo l'accesso al credito da parte delle imprese.

Non va, infatti, sottovalutato che il momento di fragilità delle aziende, determinato dalla mancanza di liquidità, favorisce il rischio di infiltrazioni criminali e di ricorso a forme illegali di credito, come l'usura.

Ciò deve spingere ad accelerare la capacità di risposta complessiva del sistema per assicurare un rapido accesso al credito legale e, parallelamente, l'intercettazione di quegli indicatori spia di operazioni sospette per evitare un uso distorto dei finanziamenti.

 

Firenze, 7 luglio 2020
Pubblicato il
:

 
Torna su