Prefettura - Ufficio Territoriale del Governo di Firenze

Comunicati Stampa

 

 GIORNO DELLA MEMORIA, MEDAGLIE AGLI EX INTERNATI NEI LAGER NAZISTI

 

Sono 23 quest’anno i riconoscimenti assegnati agli ex internati della provincia di Firenze. Varratta: consapevolezza di quello che è stato, impegno che non accada più e attenzione alta contro discriminazione e intolleranza.
 

Si è svolta in Prefettura, nella ricorrenza del “Giorno della Memoria”, la cerimonia di consegna delle 23 medaglie d’onore del Presidente della Repubblica ai deportati della provincia di Firenze nei campi nazisti durante l’ultimo conflitto mondiale.

Il riconoscimento è stato ricevuto personalmente da tre ex internati: Giuseppe Galeotti (dal 1° settembre 1943 a Muhlberg e a Torgau in Germania); Dante Raspanti (dal 29 maggio 1944 al 21 aprile 1945 a Mauthausen in Austria e a Spandau in Germania); Furio Simoncioni (dall’8 giugno 1944 al 1° maggio 1945 a Mauthausen). Le altre medaglie, alla memoria, sono state ritirate dai familiari di Zelindo Bali, Giuseppe Bagnoli, Nello Brogini, Duilio Cioni, Vasco Emilio Cinotti, Bruno Coronelli, Mario Fabrizi, Galliano Fiorini, Silvano Gasparri, Tommaso Gasparri, Augusto Mercatali, Saffo Morelli, Renato Mori, Giuseppe Nencioni, Luigi Pasco, Renato Sani, Bruno Silei, Antonio Scolari, Otello Tatini e Loris Valori.

A conferire le decorazioni il prefetto Luigi Varratta insieme ai sindaci dei comuni di provenienza degli insigniti (Firenze, Bagno a Ripoli, Barberino di Mugello, Certaldo, Firenzuola, Figline-Incisa Valdarno, Empoli, Marradi, Montelupo Fiorentino, Sesto Fiorentino).

“Registro con soddisfazione il moltiplicarsi di eventi celebrativi nel Giorno della Memoria – ha detto il prefetto Luigi Varratta aprendo la cerimonia - . Un segnale positivo di una consapevolezza che va tramandata alle generazioni più giovani perché si impegnino a far sì che non accadano più eventi così tragici, ma anche episodi di discriminazione e intolleranza, come il gesto inqualificabile nei confronti della comunità ebraica accaduto due giorni fa a Roma. Occorre tenere alto il livello dell’attenzione anche verso le posizioni negazioniste dello sterminio, che si vanno sempre più ampliando soprattutto attraverso internet”. “Il miglior antidoto a questo – ha proseguito Varratta rivolgendosi agli insigni in sala - siete voi, con le vostre testimonianze, e la conoscenza diretta dei lager da parte dei ragazzi delle scuole”. “A voi va la mia profonda gratitudine perché avete spalancato la strada della libertà e della democrazia. Avete contribuito a creare la Costituzione italiana, bella perché è nata dalla sofferenza. Una Carta - ha concluso il prefetto - ricca di sentimenti, spinta da soffi di riscatto e di speranza in un cammino nuovo del nostro Paese, fatto di libertà, democrazia, giustizia, pace uguaglianza e solidarietà. Un pacchetto di valori che nessuna ragione al mondo può mettere in discussione”.

 

Alla cerimonia hanno portato il saluto delle istituzioni la vice presidente della Regione Stella Targetti, il vice presidente del Consiglio regionale Giuliano Fedeli, l’assessore provinciale Giovanni Di Fede e l’assessore comunale Cristina Giachi. In sala erano presenti le autorità civili e militari e i rappresentanti fiorentini delle associazioni nazionali degli ex internati e combattenti, partigiani e delle famiglie dei caduti e dei dispersi in guerra.

Firenze, 27 gennaio 2014

 
Pubblicato il :

 PROTEZIONE CIVILE: UNA SALA OPERATIVA INTEGRATA TRA PREFETTURA E PROVINCIA

 

Nasce una comune cabina di regia per coordinare gli interventi, non solo le emergenze ma anche i grandi eventi. Si ottimizzeranno risorse e costi. Più informazione con Facebook e Twitter.
 

Prefettura e Provincia rafforzano la risposta della protezione civile alle emergenze del territorio provinciale. Un protocollo d’intesa, firmato oggi a palazzo Medici Riccardi tra il prefetto Luigi Varratta e il presidente Andrea Barducci, istituisce un centro operativo integrato per coordinare i soccorsi e lo scambio di informazioni tra tutte le strutture che intervengono in caso di calamità (forze dell’ordine, polizia locale, vigili del fuoco, 118, protezione civile, volontariato). L’obiettivo è quello di ottimizzare le risorse disponibili, evitare di sovrapporre le azioni e garantire interventi sempre più efficaci. La novità significativa dell’accordo sta proprio nell’integrazione: saranno unite le linee di comando e tutte le procedure di protezione civile che finora sono state gestite autonomamente, seppur in collaborazione, tra le due istituzioni. “ Da qui terremo d’occhio meglio il territorio – ha spiegato il prefetto Varratta – con un lavoro di squadra che abbiamo testato in occasione dei Mondiali di Ciclismo dello scorso settembre. In quell’occasione abbiamo messo su una cabina di regia congiunta che ha lavorato molto bene”.

Un apposito tavolo tecnico, che il protocollo prevede di costituire a breve, individuerà quali saranno le funzioni che Prefettura e Provincia attiveranno insieme a seconda delle diverse situazioni, come emergenza neve, rischio idrogeologico, sismico e industriale, sminamento di ordigni bellici, ricerca di persone scomparse, blocchi stradali e ferroviari. Non solo criticità, comunque, ma anche gestione dei grandi eventi che interessano il territorio. La centrale integrata (attiva H24) avrà sede presso la sala operativa provinciale di via dell’Olmatello 25, è già dotata di apparecchiature tecnologicamente avanzate, alle quali si aggiungeranno ora le nuove connessione audio e video con la Prefettura (sia via Giacomini che via Cavour), in modo che tutte le sedi sia collegate in tempo reale. E’ stato potenziato anche il ripetitore di Monte Morello, che trasmette il segnale radio e wireless tra Prefettura e Provincia così da assicurare la connessione tra le due istituzioni in caso di assenza di linea elettrica o telefonica. Sarà migliorata anche la comunicazione a cittadini e media: Facebook e Twitter, già in uso alla sala operativa provinciale, faranno parte di un’unica piattaforma informativa condivisa tra le due amministrazioni.

Purtroppo negli ultimi anni il nostro territorio ha dovuto fare i conti con eventi naturali che lo hanno messo a dura prova ha dichiarato il presidente Barducci - e il protocollo siglato oggi parte dalla presa d’atto di nuove necessità sul piano degli interventi necessari a contrastarli. La sala operativa integrata avrà importanti funzioni di supporto nei confronti della Prefettura e della Provincia, per quanto riguarda le specifiche attività di gestione delle emergenze che sono di diretta competenza delle due amministrazioni. E sono già definite le linee di intesa che permetteranno di organizzare da subito le attività del centro di coordinamento dei soccorsi per eventuali situazioni emergenziali che si dovessero verificare sul territorio provinciale”.

 
Firenze, 23 gennaio 2014
Pubblicato il :

 PROROGATO LO STOP A SFRATTI CON FORZA PUBBLICA

 
Sospesi gli sfratti da oggi al 10 febbraio.
Il prefetto Luigi Varratta ha firmato stamani il provvedimento che dispone la sospensione dell’uso della forza pubblica per l’esecuzione degli sfratti da oggi al 10 febbraio. Dal 9 dicembre scorso era già in corso una moratoria (fino al 7 gennaio), disposta dal prefetto per la necessità di destinare completamente le forze di polizia al controllo del territorio durante le feste natalizie. Il decreto di oggi è motivato dall’esigenza di dare alla commissione LODE, che riprende a riunirsi in settimana, la possibilità di graduare gli sfratti e il passaggio da casa a casa secondo i criteri stabiliti dalla legge regionale sull’emergenza abitativa.
Firenze, 13 gennaio 2014
Pubblicato il :

 
Torna su