Prefettura - Ufficio Territoriale del Governo di Firenze

Comunicati Stampa

 

 AL VIA IL PIANO PER UN NATALE SICURO

 

Più controlli in centro e nelle periferie. Giuffrida: "Non sussistono al momento allarmi specifici da impedire di vivere questi giorni con serenità " . Nardella: "La collaborazione tra Comune, Prefettura e forze dell'ordine continua ad essere forte e massima per garantire la sicurezza dei cittadini e dei turisti".

 

Rafforzata la vigilanza agli obiettivi sensibili e nelle aree di maggior afflusso di persone. E' quanto ha deciso il comitato provinciale per l'ordine e la sicurezza pubblica convocato stamani a Palazzo Medici Riccardi dal prefetto Alessio Giuffrida per esaminare lo stato della sicurezza fiorentina, anche in relazione alla circolare che il Viminale ha inviato ieri ai prefetti. Il tavolo, a cui hanno partecipato il sindaco Dario Nardella e i vertici provinciali delle forze dell'ordine, ha effettuato un'accurata valutazione della situazione, dalla quale è emerso un livello di sorveglianza già elevato che è stato ulteriormente irrobustito sugli obiettivi istituzionali, religiosi e consolari. Particolare attenzione sarà dedicata anche ai luoghi di maggior aggregazione dei cittadini, come mercati e centri commerciali, e dove si svolgono le manifestazioni pubbliche legate alle festività natalizie. Alla luce di quanto accaduto a Berlino, un'attenzione sarà dedicata ai mezzi pesanti in circolazione nelle zone cittadine. Inoltre sarà richiamata l'attenzione di Quadrifoglio e Ataf, i cui automezzi possono circolare all'interno del centro storico, perché garantiscano un raccordo costante con i propri autisti.

" Abbiamo adottato queste misure - ha spiegato il prefetto Giuffrida - in un'ottica di prevenzione per consentire alla città di trascorrere le Feste con tranquillità. Non sussistono al momento allarmi specifici da impedire di vivere questi giorni con serenità ".

" La collaborazione tra Comune, Prefettura e forze dell'ordine continua ad essere forte e massima per garantire la sicurezza dei cittadini e dei turisti - ha detto il sindaco Nardella -, soprattutto in questo periodo delle festività natalizie. Le misure adottate stamani vanno nella direzione di assicurare a tutti di godersi con tranquillità la città e le sue piazze ricche di iniziative ".

 

Firenze, 21 dicembre 2016

Pubblicato il :

 SCIOPERO POLIZIA MUNICIPALE, PREFETTO RINVIA AD ALTRA DATA

 

Differimento a tutela della salvaguardia della salute pubblica.

Differito ad altra data lo sciopero della polizia municipale fiorentina, indetto dalla R.S.U. del Comune di Firenze per sabato 17 dicembre. Lo ha disposto stamani il prefetto Alessio Giuffrida perché l'attività della polizia municipale risulta essenziale per garantire il rispetto dell'ordinanza di limitazione del traffico, che il sindaco di Firenze ha adottato oggi contro l'inquinamento atmosferico e per l'abbattimento delle polveri sottili, sulla base di quanto comunicato da ARPAT circa l'attuale criticità della qualità dell'aria. La necessità di adottare il provvedimento di differimento da parte del prefetto nasce dal fatto che " sussiste - come si legge nel provvedimento stesso - il fondato pericolo che l'azione di protesta procuri un pregiudizio grave e concreto all'adeguata tutela del diritto della persona alla salute, costituzionalmente garantito ".

E' stato ritenuto, inoltre, che il rinvio " non determini alcun sensibile pregiudizio al diritto di sciopero e di iniziativa sindacale dei lavoratori interessati, in quanto è possibile procedere a una nuova proclamazione di sciopero per una giornata diversa, per la quale non sussistano rischi analoghi a quelli evidenziati ".

Prima di giungere all'adozione dell'ordinanza, è stata tentata questa mattina a Palazzo Medici Riccardi una conciliazione tra le parti, che ha avuto esito negativo perché la R.S.U. del Comune di Firenze ha ritenuto di non presentarsi.

Firenze, 16 dicembre 2016
Pubblicato il :

 CERIMONIA OMRI IN PREFETTURA

Consegnate le onorificenze di ufficiale e cavaliere. Giuffrida: "Un riconoscimento che nasce da un profondo sentimento di gratitudine".

Sono state 13 le onorificenze dell'Ordine al Merito della Repubblica Italiana - OMRI consegnate oggi nel corso di una cerimonia che si è svolta a Palazzo Medici Riccardi. Sono stati premiati dirigenti pubblici, imprenditori, medici, militari, vigili del fuoco. Un mondo variegato di persone a cui il Capo dello Stato ha conferito l'elevato riconoscimento per essersi distinte con impegno e qualità professionali nel proprio ambito lavorativo o per aver operato con particolari fini sociali e umanitari.

I diplomi sono state assegnati dal prefetto Alessio Giuffrida e dai sindaci o amministratori dei comuni di residenza degli insigniti (Firenze, Bagno a Ripoli, Borgo San Lorenzo, Lastra a Signa, Sesto Fiorentino).

Prima della premiazione il prefetto ha preso la parola per indirizzare un saluto agli insigniti. " Le vostre attitudini umane e capacità professionali vi rendono esempi per tutti, in particolare per i più giovani. La vostra attività - ha sottolineato Giuffrida - testimonia spirito di servizio, senso di responsabilità, altruismo e solidarietà. Doti che non sono mai scontate, ma sono frutto di vicende personali da guardare con ammirazione e rispetto. Per questo sono lieto e orgoglioso di incontrare tante eccellenze del territorio fiorentino e di consegnare loro - ha concluso - il riconoscimento che nasce da un profondo sentimento di gratitudine per ciò che avete fatto e continuate a fare".

La serata è stata allietata dall'Orchestra da Camera Fiorentina, diretta dal maestro Giuseppe Lanzetta, che ha suonato, oltre l'Inno di Mameli, musiche di Mozart, Ciaikovskij, Strauss e Morricone.

Elenco dei 13 insigniti OMRI (Onorificenza dell'Ordine al Merito della Repubblica Italiana):

Cavalieri :, Alberto Boanini, Saverio Borgioli, Barbara Capotorto, Paolo Carraresi, Claudio Fusi, Nicola Gallo, Marco Milani, Ilarione Orvieto, Gianni Taccetti, Michele Vernieri

Ufficiali: Giampiero Alessandro, Alberto Appicciafuoco, Anna Maria Santoro

 

Firenze, 16 dicembre 2016

Pubblicato il :

 'ADOTTA BORGO", AL VIA UN PROGETTO DI INSERIMENTO PER MIGRANTI

 

 

Per impiegare gli ospiti dei centri di accoglienza in attività di decoro urbano del comune di Borgo San Lorenzo.

 

Cura del verde, manutenzione di strade e marciapiedi, raccolta dei rifiuti. Sono le attività di decoro urbano nelle quali saranno impiegati i migranti ospiti delle strutture di accoglienza del comune di Borgo San Lorenzo. Si tratta di progetti programmati dal comune mugellano per favorire l'integrazione dei migranti nella comunità, consentendo loro di svolgere piccole opere di pubblica utilità e migliorare la conoscenza del territorio che li accoglie. Il via è stato dato oggi con la firma di un accordo di collaborazione, denominato "Adotta Borgo", sottoscritto a Palazzo Medici Riccardi tra il prefetto Alessio Giuffrida, il sindaco Paolo Omoboni e i rappresentanti dei soggetti che gestiscono i centri di accoglienza straordinaria: Associazione Insieme, Associazione Progetto Accoglienza Vicchio, Cooperativa Cenacolo e Cooperativa Albatros.

Il Comune di Borgo si avvarrà delle associazioni firmatarie e della rete del volontariato, per la realizzazione del progetto e per individuare, tra gli ospiti delle strutture, coloro che vorranno parteciparvi, esclusivamente su base volontaria. Le prestazioni saranno rese a titolo gratuito, senza alcun compenso retributivo, mentre la copertura assicurativa sarà a carico dei soggetti gestori. L'accordo prevede un periodo di prova di sei mesi, durante i quali gli operai del cantiere comunale accompagneranno i migranti nel corso delle attività.

" Due sono gli a spetti significativi di questo accordo - ha detto il prefetto Giuffrida -  da un lato il coinvolgimento del mondo del volontariato, che potrà fare da collante fra le varie iniziative messe in campo sul territorio, e dall'altro l'opportunità che viene offerta ai migranti di sentirsi impegnati in qualcosa di utile e di valido, allontanando così situazioni di esclusione".

" Un passo importante non solo per creare una rete di integrazione ma anche un segnale concreto per migliorare il senso di appartenenza alla comunità borghigiana - ha sottolineato il sindaco Omoboni - partendo dalla cura dei luoghi pubblici, che vedrà insieme i ragazzi ospiti dei centri di accoglienza, insieme alle associazioni del territorio, ad iniziare dal neonato comitato Angeli del Bello di Borgo San Lorenzo. Un ringraziamento alla Prefettura, la cui firma sul protocollo è un atto molto rilevante, alle associazioni che gestiscono i centri di accoglienza e agli Assessori Bonanni e Pieri che hanno seguito il progetto e lo seguiranno nei prossimi mesi ".

Firenze, 6 dicembre 2016

 
Pubblicato il :

 
Torna su