Prefettura - Ufficio Territoriale del Governo di Firenze

Comunicati Stampa

 

 UNA MANO CONTRO LE TRUFFE FINANZIARIE

 

Pubblicate sul sito della Prefettura due guide per aiutare le persone a non cadere vittime di frodi.

 

Occhio a non farvi raggirare! Una serie di consigli, sui comportamenti più adeguati da tenere in molte circostanze - agli sportelli automatici, quando si usa la carta di credito, quando si compra su internet o si fanno investimenti - su cosa fare e a chi rivolgersi quando si cade vittima di un imbroglio, è il filo conduttore di due strumenti informativi che sono stati pubblicati oggi sul sito della Prefettura. Rivolti soprattutto alle persone anziane e a coloro che hanno una minor educazione finanziaria, consistono in un agile vademecum con sintetici suggerimenti, indirizzi email, numeri di telefono da contattare per avere chiarimenti o ricevere aiuto e di una corposa guida che spiega quali sono le varie tipologie di truffe finanziarie, dove avvengono e in che modo, chi le compie e cosa fare per difendersi.

Entrambi sono stati messi a punto dalla cabina di regia che opera a Palazzo Medici Riccardi nell'ambito del " comitato di coordinamento per prevenire le truffe finanziarie " che colpiscono in particolare le fasce sociali più deboli, celandosi dietro falsi professionisti, tecnici, rappresentanti di associazioni umanitarie che suonano alla porta e dietro investitori improvvisati e spregiudicati.

Tutto nasce da un protocollo d'intesa tra il Ministero dell'Interno e l'Associazione Bancaria Italiana - ABI, siglato a Roma lo scorso 3 maggio, che ha istituito in ogni prefettura d'Italia queste task force con il compito di raccordare le diverse iniziative, soprattutto quelle di carattere formativo e informativo, che vengono realizzate sul territorio provinciale. Il team fiorentino, che si è costituito il 20 giugno e di cui fanno parte esperti delle forze di polizia e di ABI-Toscana, si è dotato di una cabina di regia che ha l'obiettivo di tradurre in pratica le azioni progettate. Questi due documenti sono il primo step di un percorso per mettere in grado il cittadino, che si trovasse di fronte a potenziali truffatori, di reagire con la dovuta consapevolezza e prontezza.

"E' importante operare anche sul fronte dell'educazione finanziaria - ha dichiarato il prefetto Alessio Giuffrida - per poter limitare la vulnerabilità delle categorie più esposte. A volte bastano semplici accorgimenti per proteggersi da facili inganni. E' sotto gli occhi di tutti quante persone rimangano vittime di frodi odiose che minano la loro salute e la vita delle loro famiglie, spesso con esiti devastanti. Penso che un lavoro di squadra come il nostro possa dare una mano concreta". A confermare la positiva sinergia tra le amministrazioni statali, in particolare le forze di polizia, e i cittadini, c'è anche la recente iniziativa dell'Arma che ha invitato le stazioni carabinieri della provincia  a favorire incontri con la gente per dare consigli e sostegno.

"Sul fronte della prevenzione - ha detto il segretario della commissione regionale ABI Toscana, Giorgio Occhipinti , - molto è stato fatto da istituzioni, forze dell'ordine e banche. Per questo è importante mettere a fattor comune gli strumenti, le esperienze e i progetti messi a punto nei diversi ambiti locali per prevenire le truffe finanziarie, fornendo ai cittadini e alle famiglie di Firenze un vero e proprio strumentario ".

Firenze, 26 ottobre 2016

 

Pubblicato il :

 A.A.A. LA PREFETTURA CERCA IMMOBILE IN AFFITTO

Come sede temporanea di alcuni uffici della Polizia di Stato, attualmente ubicati presso il complesso del Magnifico.

C'è tempo fino al prossimo 24 ottobre per presentare le offerte alla Prefettura che è alla ricerca di un immobile in locazione temporanea come sede di alcuni uffici della Polizia di Stato, attualmente collocati all'interno del complesso immobiliare "Il Magnifico": Si tratta del Commissariato Polizia di Stato Rifredi Peretola, del Reparto Prevenzione Crimine Toscana, dell'Ufficio Prevenzione Generale e Soccorso Pubblico, dell'Unità Operativa Pronto Intervento; dei Tiratori Scelti e Sezione Volanti dell' Ufficio Prevenzione Generale e Soccorso Pubblico.

Per motivi di organizzazione e di economicità, questi uffici dovranno trovare posto in un unico stabile, situato nella parte nord del comune di Firenze o in zone limitrofe, vicino alle principali strade di comunicazione. L'edificio dovrà essere in conformità alle norme in materia di impiantistica, risparmio energetico, utilizzo di fonti rinnovabili, eliminazione delle barriere architettoniche e di sicurezza sui luoghi di lavoro, nonché compatibile con lo strumento urbanistico comunale vigente.

La superficie complessiva dovrà essere di circa 5.700 mq. di cui circa 3.700 mq. da destinare ad uffici, archivi, stanze tecniche e accessori, mentre gli altri 2.000 mq. da riservare a parcheggio e autorimessa per le autovetture di servizio .

Privati e imprese interessati a dare in locazione un immobile con queste caratteristiche potranno inviare la propria offerta alla Prefettura di Firenze - Ufficio Accasermamento - Via Giacomini n. 8 - entro e non oltre le ore 12.00 del 24 ottobre 2016 , corredata di planimetrie quotate e firmate e proposta di canone da sottoporre a parere di congruità dell'Agenzia del Demanio.

Maggiori chiarimenti possono essere richiesti direttamente alla Questura tel. 055 49771 oppure al Servizio Tecnico Logistico e Patrimoniale della Polizia di Stato "Toscana - Umbria - Marche" tel. 055 2031305/2031306.

Firenze, 13 ottobre 2016

 

Pubblicato il :

 RITORNA 'SCUOLA SICURA INSIEME"

Presentati oggi in Prefettura i nuovi programmi educativi di "Scuola Sicura Insieme" per l'anno scolastico 2016/2017. Offerte mirate per alunni grandi e piccoli.

 

Sono 35 i progetti didattici proposti quest'anno da "Scuola Sicura Insieme" l'iniziativa, coordinata dalla Prefettura, che ha l'obiettivo di diffondere la cultura della legalità e della sicurezza tra i giovani. Programmi che spaziano dalla prevenzione contro alcol e droghe alla sicurezza in classe, a casa, in strada, nei luoghi di divertimento e di lavoro, dal bullismo alla violenza di genere fino ai pericoli che si possono annidare in internet.

La presentazione è avvenuta oggi a palazzo Medici Riccardi nel corso di un workshop operativo che ha permesso ai rappresentanti di circa quaranta istituti della provincia di Firenze di scegliere le offerte formative ritenute più idonee alle esigenze dei loro alunni. Si è voluto adottare questa formula di incontro per dare modo ai dirigenti scolastici di avere un contatto diretto con chi ha elaborato i progetti così da concordare tempi e modalità di realizzazione per l'inserimento nei POF - i Piani per l'Offerta Formativa dell'anno scolastico appena iniziato.

I programmi, messi a punto da diciotto enti delle venti istituzioni che compongono il comitato provinciale "Scuola Sicura Insieme", sono rivolti alle scuole di ogni ordine e grado della provincia di Firenze, pubbliche e paritarie, e sono tarati in modo da adattarsi agli alunni in base alla loro età e al loro livello evolutivo. Uno dei principali argomenti che compongono l'offerta formativa è la sicurezza stradale che tocca da vicino sia i bambini che i ragazzi. Le iniziative "Apri gli occhi: se bevi non guidare" e "Guida la tua vita" sono destinati agli studenti delle medie e delle superiori e mirano a far conoscere i rischi che si corrono sotto l'effetto di alcol e stupefacenti. Sono invece pensati per i più piccoli i progetti come " La valigia delle regole" per imparare presto le prime norme stradali, e " Vigili per un giorno " in cui gli alunni di quinta elementare, dopo aver imparato le nozioni di base, si trasformano in controllori del traffico. Anche il mondo di internet ha un ruolo da protagonista: " Teenagers 2.0: una generazione online tra tweet e poke ", " #Loving#Sexting#Stalking-violenza di genere " e "Pari siamo. Siamo pari" propongono l'uso corretto dei social network, delle chat e dei giochi online e affrontano problemi come il cyberbullismo. Ci sono poi i progetti della Direzione Territoriale del Lavoro, dell'I.N.P.S., dell'I.N.A.I.L. e dell'Azienda USL Toscana che puntano ad accendere l'attenzione dei giovani sulla sicurezza nel mondo del lavoro e sull'importanza della prevenzione per evitare rischi generali e specifici.

In questi anni di attività "Scuola Sicura Insieme" ha coinvolto, grazie anche all'ausilio dell'Ufficio Scolastico di Firenze, 65 istituti scolastici dei 111 presenti in provincia. Le scuole hanno dimostrato di apprezzare le iniziative messe in campo e hanno spesso richiesto incontri aggiuntivi per dare ai ragazzi la possibilità di confrontarsi ulteriormente sulle tematiche che li coinvolgono così da vicino. Nella scorsa edizione 2015/2016 sono pervenute oltre 300 adesioni ai progetti presentati.

Fanno parte del comitato provinciale "Scuola Sicura Insieme", insieme alla Prefettura che lo coordina, Questura, Carabinieri, Guardia di Finanza, Corpo Forestale dello Stato, Vigili del Fuoco, la Rete di scuole e di agenzie per la sicurezza della Provincia di Firenze, i Comuni di Firenze, Calenzano, Sesto Fiorentino (con le rispettive Polizie Municipali), Unione Montana dei Comuni del Mugello, A.S.L. 10 e 11, 118, Direzione Territoriale del Lavoro, I.N.P.S., I.N.A.I.L., CONI comitato regionale e ACI.

Il materiale presentato oggi (enti promotori, descrizione dei progetti, scuole destinatarie, slide) è consultabile sul sito della Prefettura all'indirizzo:


Firenze, 11 ottobre 2016
Pubblicato il :

 
Torna su