Prefettura - Ufficio Territoriale del Governo di Firenze

Comunicati Stampa

 

 GIORNO DELLA MEMORIA, CERIMONIA DI CONSEGNA MEDAGLIE AGLI EX INTERNATI





Una cerimonia organizzata dalla Prefettura nel Memoriale di Santa Croce. Consegnate 28 medaglie d’onore. La testimonianza di uno studente che è stato due volte ad Auschwitz con il Treno della Memoria. Varratta: “La memoria è impegno quotidiano da parte di tutti e a tutti i livelli”.

 

Una cerimonia tradizionale, eppur diversa, quella che si è svolta oggi per onorare i deportati della provincia di Firenze nei campi nazisti durante l’ultimo conflitto mondiale. I prestigiosi riconoscimenti del Presidente della Repubblica -  quest’anno sono ventotto le medaglie d’onore assegnate agli ex reduci – sono state consegnate in una cornice inconsueta: il solenne Memoriale di Santa Croce, da poco restaurato, dove è in corso la mostra “1938-1945. La persecuzione degli ebrei in Italia. Documenti per una storia”, organizzata dal Ministero dell’Interno e dalla Prefettura proprio per commemorare la ricorrenza odierna. Ma altre novità hanno caratterizzato la cerimonia: la lettura della poesia di Trilussa “Ninna nanna de la guerra” e la testimonianza dello studente Andrea Cappelli. Passato e presente che si coniugano insieme nel Giorno della Memoria per offrire un momento diverso di riflessione “su una delle pagine più buie che abbiamo vissuto in Europa”, ha detto il prefetto Luigi Varratta nell’aprire la manifestazione. “La sofferenza della deportazione di tanti italiani nei lager tedeschi – ha poi proseguito rivolgendosi agli insigniti  - non è stata vana perché da essa è nato il nostro Paese libero e democratico“. “Vorrei che queste cerimonie non rimanessero eventi fini a se stessi e perché ciò non accada è necessario un impegno costante, giornaliero, di tutti e a tutti i livelli a mantenere alta la guardia, a non sottovalutare i pericolosi focolai che si vedono oggi nel mondo. La memoria è impegno – ha proseguito Varratta - che dobbiamo coltivare prima noi stessi per poi saperlo trasmettere ai nostri figli perché possano sviluppare gli anticorpi per combattere qualsiasi forma di discriminazione,  intolleranza e odio razziale.”

Subito dopo il prefetto, è intervenuto Andrea Cappelli che ha portato la sua giovane testimonianza. Lo studente, che ora frequenta il secondo anno di Economia all’Università Sant’Anna di Pisa, da liceale è stato due volte ad Auschwitz con il Treno della Memoria, nel 2011 e 2013, come presidente del Parlamento regionale degli studenti. Ha visitato anche il lager di Dachau, meta di una gita scolastica con i compagni del liceo Antonio da Sangallo di Chianciano Terme, dove risiede. Al termine di quei viaggi Cappelli ha sentito il dovere di trasmettere tutto quello che aveva visto. Così ha visitato decine di scuole, dalle medie alle università, ha partecipato a convegni e dibattiti, ha elaborato progetti insieme alle amministrazioni comunali. “I mostri del mondo si alimentano con l’inazione – ha detto lo studente – Non sono le sconfitte a ingrandirli, ma le rinunce” che in questo caso sono quelle “di chi non riesce a competere contro la forza mediatica di concetti xenofobi e razzisti”. “Arrendersi davanti alla demagogia, all’intolleranza, agli stereotipi – ha rimarcato - spiana la strada dell’odio. Il nostro compito è essere portatori di memoria attiva”.

Si è passati poi alla consegna delle medaglie d’onore; due sono state ritirate personalmente dagli ex deportati Donatello Artenzioli e Renzo Montini, mentre le altre ventisei, alla memoria, sono state assegnate ai familiari di Luciano Acidini, Alberto Agresti, Elio Bartolozzi, Giorgio Biagiotti, Max Boris, Agostino Catti, Alfredo Cioni, Siro Cocchi, Giuseppe Collini, Armando Donatini, Nunzio Donatini, Mario Fani, Benito Giuntini, Guido Lucchesi, Giuseppe Marinari, Giorgio Mengoni, Giuseppe Morozzi, Mario Piccioli, Amedeo Pierantoni, Candido Radicchi, Aldo Rovai, Carlo Rosati, Sergio Rusich, Remo Scalini, Vincenzo Scarpa e Angiolo Terinazzi.

A conferire le decorazioni il prefetto Luigi Varratta insieme ai sindaci dei comuni di provenienza degli insigniti (Firenze, Barberino di Mugello, Capraia e Limite, Certaldo, Empoli, Firenzuola, Marradi, Palazzuolo sul Senio, Pelago, Pontassieve, Scandicci, Sesto Fiorentino e Vaglia). Per Firenze era presente l’assessore Elisabetta Meucci.

Nel corso della cerimonia, è stata letta la poesia “Ninna nanna de la guerra”, un canto dalla connotazione pacifista scritto da Trilussa nel 1914, che ha avuto una grande risonanza negli anni della prima guerra mondiale.

Firenze, 27 gennaio 2015

 

Pubblicato il :

 VEICOLI SEQUESTRATI, DUE MESI DI TEMPO PER RIPRENDERLI


Dopo saranno ceduti alle depositerie che li hanno in custodia. I proprietari hanno tempo fino al 24 marzo per recuperarli pagando le spese di custodia. Sul sito della Prefettura l’elenco dei mezzi conservati  nelle depositerie della provincia.


Sono 72 i veicoli che ancora si trovano custoditi nelle depositerie autorizzate della provincia e che saranno tutti alienati se i loro proprietari non li ritirano entro il prossimo 24 marzo, pagando le spese di custodia. Si tratta di mezzi (per la maggior parte autovetture e ciclomotori) sottoposti a sanzioni (fermo, sequestro o rimozione) disposte dalla polizia provinciale o dalle polizie municipali. L’elenco è consultabile sul sito della Prefettura www.prefettura.it/firenze. La pubblicazione sulla pagina web ha valore di notifica a tutti gli effetti nei confronti dei proprietari. Scaduti i previsti sessanta giorni, quindi dopo il 24 marzo, la Prefettura procederà alla cessione dei mezzi alle depositerie che li hanno in custodia.

Tutto ciò è previsto dalla Legge di Stabilità 2014 allo scopo di far risparmiare ai Comuni le spese per la giacenza dei mezzi sottoposti a sequestro per infrazioni al codice della strada.

 

Firenze, 26 gennaio 2015

Pubblicato il :

 VERTICE ITALO-TEDESCO, PREFETTO RINGRAZIA FORZE DELL'ORDINE E CITTA'

 
 
Il prefetto si è complimentato con le forze dell’ordine per l’ottimo lavoro svolto.

Grande soddisfazione è stata espressa dal Prefetto Luigi Varratta, a conclusione del vertice bilaterale tra il Presidente del Consiglio Matteo Renzi e la Cancelliera tedesca Angela Merkel, per l’ottimo lavoro svolto dalle forze dell’ordine nelle fasi preparatorie e nel corso dell’evento. “Un grazie molto sentito – ha detto stamani Varratta -  al questore Raffaele Micillo, al comandante provinciale dell’Arma Marco Lorenzoni e al comandante provinciale della Guardia di Finanza Leandro Cuzzocrea per come sono stati gestiti ordine e sicurezza pubblica”. “Voglio dire grazie – ha aggiunto - anche al comandante della polizia municipale  Marco Andrea Seniga per l’impegno profuso, in grande sinergia con le forze dell’ordine.”

“Non è mancata in queste intense giornate – ha sottolineato il prefetto - la vicinanza del Capo della Polizia Alessandro Pansa, col quale sono sempre stato in stretto contatto”.

Un pensiero grato infine anche ai fiorentini. “Un’attività di squadra – ha concluso Varratta  –  che ha contribuito alla riuscita del vertice, dove tutti hanno fatto la loro parte, anche la città. Grazie Firenze!”.

 
Firenze, 24 gennaio 2015

Pubblicato il :

 NUOVO DECRETO FLUSSI, ECCO LE QUOTE PER FIRENZE

Fissata la ripartizione di lavoratori stranieri non comunitari che potranno lavorare in provincia di Firenze in base al nuovo decreto flussi. Le procedure per inviare le domande sono ancora aperte sul sito del Ministero dell’Interno.

 

Sono in tutto 241 le quote di stranieri non comunitari assegnate alla provincia di Firenze per motivi di lavoro subordinato non stagionale e di lavoro autonomo. Lo prevede la ripartizione effettuata dalla Direzione Territoriale del Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali dopo l’avvio delle procedure del Decreto Flussi 2014 che regola l’ingresso in Italia dei lavoratori extra UE per l’anno in corso. Il provvedimento fissa complessivamente in 17.850 gli accessi programmati nel nostro Paese, comprese le conversioni di altre autorizzazioni di soggiorno. Per Firenze si parla di 30 quote da lavoro stagionale, 202 da studio , studio, tirocinio e formazione professionale, 9 da soggiorni CE di lungo periodo.

Per inviare la domanda basta collegarsi al portale del Ministero dell’Interno all’indirizzo https://nullaostalavoro.dlci.interno.it/Ministero/index2.jsp, dove è possibile trovare i moduli da compilare e inviare direttamente online. Le procedure infatti sono tutte telematiche come nelle precedenti edizioni. Questa volta il click-day è stato il 30 dicembre e c’è tempo fino ad agosto 2015, ma è presumibile che i posti disponibili vengano esauriti prima del termine.

 

Firenze, 19 gennaio 2015

Pubblicato il :

 CIRCOLAZIONE MEZZI PESANTI, PRONTO IL NUOVO CALENDARIO

Novità 2015: anticipata alle ore 22 la fine del divieto di circolazione in tutte le domeniche di giugno, luglio, agosto e settembre.


E’ stato pubblicato sul sito della Prefettura il decreto del prefetto che vieta la circolazione dei tir in provincia di Firenze, fuori dai centri abitati, nei giorni festivi, prefestivi e nei periodi di grande esodo per l’anno 2015. Il provvedimento, che interessa i veicoli con massa complessiva superiore alle 7,5 tonnellate, è consultabile all’indirizzo www.prefettura.it/firenze nella sezione “decreti”.

Importante novità rispetto all’anno scorso: in tutte le domeniche di giugno, luglio, agosto e settembre la circolazione dei mezzi potrà riprendere alle ore 22 (anziché 23).  Inoltre, a titolo sperimentale, quest’anno sono esclusi dal divieto i veicoli carichi impiegati in trasporti combinati strada-rotaia o strada-mare, purché muniti della documentazione che attesti la destinazione o la provenienza del carico, nonché del biglietto (o della sua prenotazione) di treno o nave. La parte del tragitto iniziale o finale, che viene effettuata su strada, non deve però superare i 150 Km in linea d’aria dal porto o dalla stazione ferroviaria di imbarco o di sbarco.

Firenze, 15 gennaio 2015

Pubblicato il :

 PREFETTO RINVIA LO SCIOPERO DEI VIGILI URBANI DEL CIRCONDARIO EMPOLESE VALDELSA

Indetto per sabato 17 gennaio, si sarebbe svolto in concomitanza con la partita Empoli-Inter.


Il prefetto Luigi Varratta ha disposto stamani il differimento ad altra data dello sciopero della polizia municipale del Circondario Empolese Valdelsa proclamato per sabato 17 gennaio. Motivo: la concomitanza nella stessa giornata con la partita di calcio Empoli-Inter che si gioca allo stadio Castellani, alla quale è previsto un notevole afflusso di spettatori con rilevanti ripercussioni su viabilità e traffico di tutto il distretto empolese. Prima di giungere all’adozione del suo provvedimento, il prefetto ha invitato i rappresentanti sindacali dei vigili urbani, nel corso di una riunione che si è svolta stamani a palazzo Medici Riccardi, a rinviare spontaneamente lo sciopero. A fronte di un diniego, Varratta è intervenuto con il suo decreto di differimento “a tutela dei diritti costituzionalmente garantiti” alla libertà di circolazione e alla sicurezza. In eventi così importanti, infatti, la polizia municipale cura la viabilità e contribuisce al complessivo sistema di tutela dell’ordine e della sicurezza pubblica. 

Il provvedimento del prefetto è consultabile sul sito della Prefettura www.prefettura.it/firenze

 
Firenze, 14 gennaio 2014

Pubblicato il 14/01/2015
Ultima modifica il 19/01/2015 alle 11:36:48

 I CARABINIERI CERCANO UNA NUOVA CASERMA PER IL REPARTO CINOFILI

 
Un ampio immobile circondato da un vasto terreno che la Prefettura prenderà in affitto. Le offerte possono essere presentate fino al 13 febbraio. 


Serve una nuova sede per il Centro Cinofili dei Carabinieri. E’ infatti scaduto il contratto di affitto della villa a Castello che ospita attualmente questo reparto specializzato dell’Arma e la Prefettura è alla ricerca di un immobile da acquisire in affitto nel comune di Firenze o in zone limitrofe. L’edificio dovrà essere indipendente, vicino alle principali strade di comunicazione, con tutti gli impianti a norma sotto il profilo della sicurezza dei luoghi di lavoro, dell’eliminazione delle barriere architettoniche, di risparmio energetico e utilizzo di fonti rinnovabili. La superficie complessiva richiesta è di circa 7. 000 mq per caserma e canili e di circa 59.000 mq per il terreno da adibire all’addestramento dei cani

Privati e imprese interessati a concedere in locazione un immobile che risponde a queste indicazioni potranno far pervenire la propria offerta, entro e non oltre il 13 febbraio 2015, alla Prefettura di Firenze, Ufficio Accasermamento, via Giacomini 8, corredata di planimetrie quotate e firmate e di una proposta di un canone di affitto da sottoporre all’Agenzia del Demanio per il parere di congruità. 

Ulteriori informazioni possono essere richieste al Comando Legione Carabinieri Toscana oppure direttamente al Centro Cinofili.

Firenze, 12 gennaio 2015

 

Pubblicato il :

 SICUREZZA, ALZATO IL LIVELLO DI ATTENZIONE


Vertice in Prefettura. Rafforzate le misure di sorveglianza agli obiettivi sensibili. Varratta: “Non ci sono elementi tali da giustificare una situazione allarmistica”.

 
Intensificate le misure di protezione già in atto agli obiettivi sensibili . E’ quanto ha stabilito il briefing che si è tenuto stamani in prefettura dopo che il capo della polizia, con una lettera inviata ieri sera, ha raccomandato di innalzare i livelli di sicurezza su tutto il territorio nazionale in relazione agli eventi terroristici accaduti in Francia. “Non ci sono ulteriori elementi tali da giustificare una situazione allarmistica rispetto ai giorni scorsi – ha dichiarato il prefetto Luigi Varratta -  ma ho voluto incontrare i vertici delle forze ordine per fare il punto riguardo ai dispositivi di vigilanza che sono già in corso e che abbiamo rafforzato”. Sarà innalzato dunque il livello di attenzione nei confronti di tutti gli “obiettivi sensibili”, presenti nel territorio fiorentino, che sono già sotto sorveglianza: i luoghi della religiosità cristiana, islamica ed ebraica, le redazioni degli organi di stampa, le sedi diplomatiche. La direttiva del capo della polizia parla anche di scuole e centri culturali ebraici e islamici, ai quali “dedicheremo la massima attenzione – ha detto Varratta - con le risorse che abbiamo attualmente a disposizione”.


Firenze, 11 gennaio 2015

Pubblicato il :

 
Torna su