Prefettura - Ufficio Territoriale del Governo di Firenze

Comunicati Stampa

 

 SOCCORSO SANITARIO PER ARTIFICIERI E IN AMBITO AUTOSTRADALE

 

 

Firmati oggi a palazzo Medici Riccardi due protocolli per garantire maggiore assistenza sanitaria agli artificieri impegnati nella bonifica degli ordigni bellici inesplosi e per regolamentare l'afflusso di mezzi e personale di soccorso sulle autostrade.

 

Sono migliaia gli ordigni bellici inesplosi, risalenti alla seconda guerra mondiale, che nel corso degli anni sono stati rinvenuti durante i lavori edili, industriali, infrastrutturali e agricoli. Si va dalle semplici granate a mano alle bombe d'aereo pesanti centinaia di quintali, per rendere inoffensivi le quali è stato necessario l'intervento degli artificieri dell'Esercito Italiano. Solo nel 2017, gli ordigni bonificati nella regione Toscana sono stati 266. Allo scopo di garantire maggiore assistenza sanitaria agli operatori militari, oggi a Palazzo Medici Riccardi è stato sottoscritto un protocollo d'intesa che si applicherà nelle province di Firenze, Pistoia e Prato grazie alla disponibilità dell'Azienda Sanitaria Toscana Centro che garantirà la presenza di un'ambulanza con medico a bordo durante le operazioni di rimozione e brillamento degli ordigni. L'intesa è stato firmata dai prefetti Alessio Giuffrida (Firenze), Angelo Ciuni (Pistoia), Rosalba Scialla (Prato), dal comandante del Reggimento Genio Ferrovieri di Castel Maggiore (Bologna) colonnello Domenico Posa e dal direttore generale Paolo Morello Marchese.

 

Le tre prefetture hanno firmato oggi anche un altro protocollo che riguarda il soccorso sanitario in ambito autostradale (A1 e A11) e sulle strade di grande comunicazione (Palio e Fi-Pi-Li). L'accordo punta a regolamentare l'afflusso dei mezzi di soccorso, coordinando personale e mezzi , in modo da limitare i rischi per gli automobilisti e gli operatori sanitari. Hanno sottoscritto l'intesa il Compartimento di Polizia Stradale per la Toscana, l'Anas, l'Azienda Sanitaria Toscana Centro, la Società Autostrade per l'Italia S.p.A - Direzione IV Tronco Firenze e la Società AVR S.p.A. Global Service.

 

Firenze, 27 marzo 2018

Pubblicato il :

 APPALTI, UN NUOVO STRUMENTO DI LEGALITA' E TRASPARENZA

 

 

Firmato a palazzo Medici Riccardi un accordo tra i dieci prefetti toscani e Confapi e Confimi per rafforzare la partnership pubblico-privato.

 

Prevenire e reprimere i tentativi di infiltrazione della criminalità organizzata nel mondo dell'impresa e del lavoro. A questo mira il protocollo d'intesa firmato oggi a Palazzo Medici Riccardi tra i dieci prefetti toscani e i presidenti regionali della Confederazione italiana della piccola e media industria (Confapi) e della Confederazione dell'industria manifatturiera italiana e dell'impresa privata (Confimi Industria). Obiettivo dell'accordo è quello di potenziare, con l'attivazione di nuove misure di legalità e trasparenza, la partnership pubblico-privato per contrastare la penetrazione criminale nel settore degli appalti per lavori, servizi e forniture, che impedisce anche il rilancio delle attività produttive di piccole, medie e grandi dimensioni.

Questo nuovo strumento, già sperimentato con Confindustria, prevede che le imprese e le industrie del territorio possano aderire volontariamente al protocollo, tramite le rispettive associazioni di categoria, impegnandosi così ad attivare una serie di obblighi. Tra le regole previste: inserire in un'apposita lista da mantenere aggiornata i propri fornitori in base alle soglie di valore dei contratti; introdurre nei contratti, stipulati con i propri fornitori e partner commerciali, clausole risolutive nel caso sopravvenga una comunicazione antimafia negativa da parte della prefettura; denunciare tempestivamente all'autorità giudiziaria e alla prefettura, o alla stazione appaltante nel caso di gare pubbliche, eventuali richieste illecite di denaro o di altre utilità, offerte di protezione o estorsione che possano avvenire nel corso dell'esecuzione dei lavori.

Le prefetture, oltre al rilascio della certificazione antimafia, si impegnano a monitorare l'applicazione del protocollo, mentre Confapi e Confimi sensibilizzeranno i propri associati ad aderire a questa innovativa forma di cooperazione pubblico-privato, che si inserisce in un analogo accordo-quadro nazionale sottoscritto tra il ministero dell'Interno e le due Confederazioni.

Infine, il protocollo prevede che presso la Prefettura di Firenze venga costituita la "Commissione per la legalità regionale", composta da rappresentanti delle parti firmatarie dell'accordo, con funzioni di coordinamento e impulso nei confronti delle imprese.

Con l'occasione odierna, i prefetti toscani hanno firmato anche l'estensione a tutto il territorio regionale del protocollo sulla ricerca e sul soccorso delle persone affette da patologie neurodegenerative, che era stato siglato il 2 febbraio scorso tra il prefetto di Firenze Alessio Giuffrida, la Regione Toscana, l'Associazione Italiana Malattia di Alzheimer-AIMA e l'Associazione Penelope.

Firenze, 27 marzo 2018

 

 

Pubblicato il :

 EMERGENZA NEVE, REVOCATO LO STOP DEI MEZZI PESANTI

 

 

I mezzi pesanti possono tornare a circolare su tutte le strade della provincia di Firenze. Lo ha disposto il prefetto.

 

Il prefetto Alessio Giuffrida ha revocato il blocco alla circolazione dei mezzi con massa superiore alle 7,5 tonnellate, disposto il 28 febbraio, "in quanto allo stato - si legge nel suo provvedimento - non si registrano particolari criticità per la circolazione stradale in questo territorio provinciale". Pertanto i veicoli pesanti possono tornare a viaggiare su tutta la rete viaria della provincia di Firenze.

 

Firenze, 2 marzo 2018

 

Pubblicato il :

 ELEZIONI 4 MARZO, AL VOTO INFORMATI

Sul sito della Prefettura notizie e dati. Anche il video ufficiale che spiega come si vota.

Sono oltre 740 mila gli elettori della provincia di Firenze che potranno recarsi alle urne domenica 4 marzo dalle 7 alle 23. In dettaglio, gli elettori per la Camera (diritto di voto dai 18 anni compiuti entro domenica) sono 746.762 (354.637 maschi e 392.125 femmine), mentre per il Senato (diritto di voto dai 25 anni) sono 695.064 (327.986 maschi e 367.078 femmine). Le sezioni in totale sono 959. Firenze, da sola, conta 271.446 elettori (125.491 maschi e 145.955 femmine) per la Camera e 253.922 (116.564 uomini e 137.358 donne) per il Senato.

La scheda è rosa per la Camera, gialla per il Senato. Novità di quest'anno : su ogni scheda è apposto un tagliando rimovibile antifrode, con un codice progressivo alfanumerico che viene annotato al momento dell'identificazione dell'elettore.

Sul sito della Prefettura www.prefettura.it/firenze , sezione Elezioni, si possono trovare molte informazioni utili, prendere visione dei manifesti elettorali e guardare il Tutorial Ufficiale Elezioni 2018, il video che spiega come si vota.

Da domenica mattina sarà presente anche la voce "Affluenza e risultati" che rimanda a " Eligendo " il portale del ministero dell'Interno dove sono raccolte notizie di ogni tipo e dal quale è possibile accedere all'Archivio storico delle elezioni che mette a disposizione una banca dati interrogabile on line. Sono presenti nell'Archivio i risultati di tutte le consultazioni politiche, amministrative e referendarie, partendo dagli aggregati complessivi fino al dettaglio dei singoli comuni e, per l'estero, dei singoli consolati.

Raccomandazione importante : ricordarsi di andare al seggio muniti di tessera elettorale e di un documento di identità valido.

Firenze, 1° marzo 2018

 

Pubblicato il :

 EMERGENZA NEVE, REVOCATO LO STOP DEI MEZZI PESANTI SULL'A1 IN DIREZIONE SUD

 

 

I mezzi pesanti possono transitare solo sull'A1 in direzione sud. Permane il divieto su tutte le altre strade extraurbane della provincia di Firenze. Possibilità di deroghe locali in base al miglioramento delle condizioni meteo.

 

E' stato revocato stasera dal prefetto Alessio Giuffrida il blocco alla circolazione dei mezzi pesanti, disposto ieri in considerazione delle abbondanti nevicate anticipate dai bollettini meteorologici, limitatamente all'Autostrada A1 in direzione sud. Permane il divieto di circolazione ai mezzi con massa superiore alle 7,5 tonnellate su tutte le strade extraurbane della provincia di Firenze, fino a cessate esigenze.

Al contempo in ambito autostradale viene consentito alla polizia stradale e all'ASPI- Autostrade per l'Italia "di derogare temporaneamente - come si legge nel provvedimento del prefetto - al suddetto divieto, qualora circostanze contingenti legate al miglioramento delle condizioni meteo climatiche o specifici interventi di regolazione del traffico lo rendano necessario o possibile".

 

Firenze, 1° marzo 2018

 

Pubblicato il :

 
Torna su