Prefettura - Ufficio Territoriale del Governo di Firenze

Porto di pistola per difesa personale

Dirigente Dell'Area:Dott.ssa Franca ROSA
Email Dirigente Dell'Area: franca.rosa(at)interno.it

Porto d'armi

Dato il permanere dell’emergenza epidemiologica da covid19 gli uffici dell’Area I bis ricevono il pubblico esclusivamente su appuntamento da richiedere inviando un messaggio di posta elettronica all’indirizzo sicurezzabis.pref_firenze@interno.it
.
Nel messaggio dovranno essere indicati il nominativo del richiedente e la motivazione della richiesta dell’appuntamento
.
Sarà cura dell’ufficio comunicare agli interessati il giorno e l’ora dell’appuntamento
.
Responsabile del procedimento: Dott.ssa Franca Rosa
Addetto: Sig.ra Giovanna Straullu
Ricevimento: Per appuntamento
Ubicazione dell'Ufficio: Via Antonio Giacomini 8 - IV piano stanza 66
Email dell'ufficio:
Telefono:
 
Il Prefetto ha facoltà di concedere, in caso di dimostrato bisogno , la licenza e il libretto di porto di pistola per difesa personale.
 
PORTO DI PISTOLA PER DIFESA PERSONALE: RILASCIO


Chi può fare la richiesta
 
Il richiedente deve dimostrare che esiste concretamente l'effettiva necessità di circolare armato per fini di difesa personale.
 
Al fine di evitare il rilascio della licenza di porto di pistola a persone pericolose, gli artt. 11 e 43 del Testo Unico delle Leggi di Pubblica Sicurezza (Regio Decreto 18.6.1931 n.773) prescrivono le condizioni in presenza delle quali l'autorizzazione deve o può essere negata.
 
La licenza deve essere rinnovata ogni anno, il libretto personale   deve essere rinnovato ogni 5 anni.


Cosa fare
 
La domanda, unitamente alla documentazione necessaria a dimostrare il possesso da parte del richiedente dei requisiti personali, nonché l'adempimento delle altre condizioni prescritte dalla legge, deve essere presentata o inviata, preferibilmente per il tramite del Commissariato di P.S. o del Comando Stazione Carabinieri del luogo di residenza, alla Prefettura.


Documentazione richiesta
 
  1. domanda in bollo da € 16,00 contenente le motivazioni a sostegno della necessità di andare armato;
           (vedi il modello)
  2. documentazione per dimostrare l'effettivo bisogno di portare l'arma corta per difesa personale (ad esempio: dichiarazione dei redditi Modello 730 o Unico, licenza del Questore per il commercio o la lavorazione di oggetti preziosi, libretto di lavoro per coloro che svolgono l'attività di portavalori ecc);

    In caso di parere favorevole al rilascio della licenza , il richiedente  dovrà produrre la seguente documentazione aggiuntiva:

  3. copia del foglio di congedo illimitato  rilasciato dall'Autorità Militare attestante il servizio militare svolto ovvero, se il servizio militare non è stato svolto per aver esercitato il diritto all'obiezione di coscienza (art.15 Legge 8 luglio 1998 n. 230), presa d'atto della dichiarazione di rinuncia allo status di obiettore di coscienza da parte lell'Ufficio Nazionale per il servizio civile (Legge 2 agosto 2007 n.130);
  4. certificato medico di idoneità psico-fisica al porto d'arma per difesa personale, in bollo, rilasciato dalla A.S.L. o da altro medico competente;
  5. certificato di abilitazione al maneggio dell'arma corta, in data recente e in bollo, da richiedere presso una sezione del Tiro a Segno Nazionale; 
  6. due fotografie identiche,  formato tessera su sfondo bianco, di cui una autenticata (l'autentica può essere fatta presso il Comune o presso l'Ufficio al quale l'interessato consegna la documentazione, ai sensi dell'art. 34 del D.P.R. 28 dicembre 2000 n. 445 esibendo un documento di riconoscimento valido) ;
  7. una marca da bollo da € 16,00 da applicare sulla licenza;
  8. versamento di € 1,27 sul c.c.p. 5512 intestato alla Tesoreria Provinciale dello Stato Sez. di Firenze, avendo cura di scrivere nella causale di versamento " costo libretto per porto di pistola per difesa personale_ Prefettura-U.T.G. di Firenze";
  9. versamento di € 115 sul c.c.p. 8003 Agenzia delle Entrate - Tasse e Concessioni Governative -  avendo cura di scrivere nella causale di versamento " rilascio licenza porto di pistola per difesa personale Prefettura -U.T.G. di Firenze"
Se il richiedente appartiene ad una delle categorie di persone per le quali è prevista l' esenzione ( D.M.24.03.1994, n. 371) il versamento di cui al punto 10) non dovrà essere fatto.
Se il richiedente è un Ufficiale in servizio attivo permanente delle Forze Armate dello Stato, in sostituzione della documentazione di cui al punto 3) dovrà essere prodotta la seguente documentazione:
 
  • certificato del Comandante del Corpo o del capo dell'Ufficio in cui presta servizio il richiedente, attestante che lo stesso è in servizio attivo permanente ed è esposto ad un grave ed attuale rischio a causa di particolari incarichi effettuati
        
 
Riferimenti normativi:
 
  • R.D. 18.06.1931, n. 773 art. 11, 42, 43
  • R.D. 06.05.1940, n. 635 art. 61
  • D.M.24.03.1994, n. 371
  • Legge 8 luglio 1998 n.230 art. 15
  • Legge 2 agosto 2007 n. 130
 
LICENZA PORTO DI PISTOLA PER DIFESA PERSONALE: RINNOVO
 
Chi può fare la richiesta
 
Il titolare della licenza di porto di pistola per difesa personale deve rinnovare annualmente la licenza di porto d'armi.
 
Il libretto personale deve essere rinnovato ogni 5 anni.


Cosa fare
 
La domanda , unitamente alla documentazione richiesta, deve essere presentata o inviata, preferibilmente per il tramite del Commissariato di P.S. o del Comando Stazione Carabinieri del luogo di residenza, alla Prefettura  90 giorni prima della scadenza dalla licenza di cui si è titolari.

Documentazione richiesta
 
  1. domanda in bollo da € 16,00 contenente le motivazioni a sostegno della necessità di andare armato;
             (vedi il modello)
  2. documentazione per dimostrare il persistere della necessità di portare l'arma corta per difesa personale (ad esempio:dichiarazione dei redditi Modello 730 o Unico, licenza del Questore per il commercio o la lavorazione di oggetti preziosi, libretto di lavoro per coloro che svolgono l'attività di portavalori ecc);
  3. certificato medico di idoneità psico-fisica al porto d'arma per difesa personale, in bollo, rilasciato dalla A.S.L. o da altro medico competente;
  4. copia del tagliando della  licenza e del libretto personale di riconoscimento  (se i titoli sono scaduti allegare l'originale) ;
  5. versamento di € 115 sul c.c.p. 8003 Agenzia delle Entrate - Tasse e Concessioni Governative - avendo cura di scrivere nella causale di versamento " rilascio licenza porto di pistola per difesa personale Prefettura-U.T.G. di Firenze"  ;
  6. una marca da bollo da € 16,00 da applicare sulla licenza rinnovata .

Se il richiedente appartiene ad una delle categorie di persone per le quali è prevista l' esenzione ( D.M.24.03.1994, n. 371) il versamento di cui al punto 6) non dovrà essere fatto.
Se il richiedente è un Ufficiale in servizio attivo permanente delle Forze Armate dello Stato in sostituzione della documentazione di cui al punto 3) dovrà essere prodotta la seguente documentazione :
  • certificato del Comandante del Corpo o del capo dell'Ufficio in cui presta servizio il richiedente, attestante che lo stesso è in servizio attivo permanente ed è esposto ad un grave ed attuale rischio a causa di particolari incarichi effettuati
 
In caso di  rinnovo del libretto personale dovrà essere prodotta la seguente documentazione aggiuntiva:
 
  1. domanda in bollo da € 16,00
  2.  versamento di € 1,27 sul c.c.p. 5512 Intestato alla Tesoreria Provinciale dello Stato - capo IX, capitolo 3484, avendo cura di scrivere nella causale di versamento " rinnovo libretto per porto di pistola per difesa personale Prefettura-U.T.G. di Firenze"
  3. due fotografie identiche , formato tessera con sfondo bianco, di cui una autenticata (l'autentica può essere fatta presso il Comune o presso l'Ufficio al quale l'interessato consegna la documentazione, ai sensi dell'art. 34 del D.P.R. 28 dicembre 2000 n. 445, esibendo un documento di riconoscimento valido) ;
  4. originale del libretto personale, se scaduto, oppure fotocopia dello stesso, se in scadenza
 
Riferimenti normativi:
 
  • R.D. 18.06.1931, n. 773 art. 11, 42, 43;
  • R.D. 06.05.1940, n. 635 art. 61 e ss
  • D.M.24.03.1994, n. 371
  • Legge 8 luglio 1998 n.230 art. 15
  • Legge 2 agosto 2007 n. 130

Data pubblicazione il 26/09/2006
Ultima modifica il 25/06/2020 alle 12:15

 
Torna su