Logo


Prefettura - Ufficio Territoriale del Governo di Ferrara

Comunicati stampa

 

 Il Prefetto Campanaro in visita all'Ufficio Circondariale Marittimo di Porto Garibaldi

Il Prefetto di Ferrara, dr. Michele Campanaro, nell'ambito del programma di visite istituzionali alle articolazioni della pubblica amministrazione sul territorio, ha fatto visita stamane all'Ufficio Circondariale Marittimo di Porto Garibaldi.

A fare gli onori di casa erano presenti il Direttore Marittimo dell'Emilia-Romagna, il C.V. (CP) Pietro Ruberto e il Comandante del predetto Ufficio Circondariale, il T.V. (CP) Francesco Luciani

Nel corso della visita il Prefetto ha rivolto parole di apprezzamento per l'attività svolta quotidianamente dal personale della locale Guardia Costiera cui compete il controllo dell'attività marittima lungo i trenta chilometri del litorale di Comacchio, dalle foci del Po al confine ravennate, dove peraltro opera una delle più importanti marinerie del nord Italia. " Fondamentali - ha ricordato il Prefetto - sono in particolare la salvaguardia della vita umana in mare, la sicurezza della navigazione e del trasporto marittimo, oltreché la tutela dell'ambiente marino, dei suoi ecosistemi e l'attività di vigilanza dell'intera filiera della pesca marittima, dalla tutela delle risorse a quella del consumatore finale ".

Il Prefetto si è successivamente imbarcato sulla motovedetta CP 274 della Guardia Costiera - che, tra qualche giorno, partirà alla volta di Lampedusa, impegnata nell'ambito delle operazioni di pattugliamento sul canale di Sicilia - per navigare lungo un tratto dei Lidi Comacchiesi Nord fino alla Sacca di Goro, nei pressi del ramo più a sud del delta del Po, dove ha potuto visitare la più importante filiera europea della coltivazione e commercio di mitili. Attività, questa, resa possibile dalla presenza di condizioni ambientali ideali, dove acqua marina e acqua dolce si incontrano in un delicato ecosistema unico nel suo genere.

 

Ferrara, 24 maggio 2018

                                                                                               L'addetto stampa
 
Pubblicato il :

 Il Prefetto Michele Campanaro incontra la SPAL

Il Prefetto di Ferrara, dr. Michele Campanaro, ha incontrato stamane a Palazzo Giulio d'Este dirigenti, tecnici, giocatori e staff della società SPAL 2013 ai quali ha rivolto parole di apprezzamento per i valori sportivi dimostrati nel corso del campionato di calcio di serie A appena concluso.

Nel corso dell'incontro, il Prefetto ha sottolineato " il grande valore dell'obiettivo appena raggiunto dalla società biancazzurra, che assicura a tutta la città di Ferrara un'altra stagione sportiva ai vertici dello sport nazionale ", evidenziando in particolare " la forza e la coesione di un gruppo che ha dimostrato di saper competere nella massima realtà professionistica del calcio italiano" .

Il Prefetto ha, infine, rivolto parole di apprezzamento al Questore, al Comandante Provinciale dei Carabinieri, al Comandante Provinciale della Guardia di Finanza e al Direttore della Casa Circondariale di Ferrara, presenti nella circostanza, per l'impegno profuso dalle Forze dell'Ordine e dalla Polizia Locale durante l'intera stagione calcistica, assicurando che le partite interne della Spal si svolgessero in condizioni di piena sicurezza.

 

Ferrara, 23 maggio 2018

                                                                                                                       L'addetto stampa

 


 


 

 

 

 

Pubblicato il :

 L'analisi dell'attività di contrasto ai fenomeni di criminalità diffusa e di degrado urbano nella città di Ferrara sul tavolo del Comitato Provinciale per l'Ordine e la Sicurezza Pubblica.

L'analisi dell'attività di contrasto ai fenomeni di criminalità diffusa e di degrado urbano nella città di Ferrara sono stati al centro della riunione del Comitato Provinciale per l'Ordine e la Sicurezza Pubblica, tenutasi quest'oggi in Prefettura.

Su questi temi il Prefetto, dr. Michele Campanaro, affiancato dai vertici provinciali delle Forze dell'Ordine e dal Comandante del 121° Reggimento Artiglieria Contraerei "Ravenna" di stanza a Bologna, ha incontrato il Sindaco di Ferrara, avv. Tiziano Tagliani, accompagnato dall'Assessore alla Sicurezza, dr. Aldo Modonesi e dal Comandante della Polizia Municipale, dr.ssa Laura Trentini

In apertura di riunione, sono stati illustrati i dati statistici sull'indice di delittuosità nel capoluogo che, alla fine del primo trimestre dell'anno in corso, ha registrato una flessione sensibile (-4,58%) rispetto allo stesso periodo dello scorso anno.

Flessione frutto anche della forte intensificazione dell'attività di vigilanza e controllo del territorio che, in aggiunta alle aliquote militari distaccate sul capoluogo nell'ambito dell'Operazione "Strade Sicure", si è avvalsa, dall'inizio dell'anno, dell'assegnazione straordinaria di unità di rinforzo, provenienti dai Reparti di prevenzione crimine della Polizia di Stato, dalle Compagnie di intervento operativo dell'Arma dei Carabinieri e dai Baschi verdi della Guardia di Finanza.

Al contempo, il Prefetto Campanaro ha rimarcato l'importanza centrale e strategica delle sinergie con la Città di Ferrara sul versante della tutela del bene sicurezza, nella consapevolezza che le criticità rinvenibili nel tessuto dei centri urbani sono il risultato di una serie di concause e che la risposta ai fenomeni che incidono negativamente sulla sicurezza urbana non può essere affidata agli interventi di un singolo interlocutore, ma richiede stabili sinergie e forme di collaborazione.

" La sicurezza urbana - ha sottolineato, in particolare, il Prefetto - è un bene pubblico da perseguire in ambito locale, in aggiunta a quelli ordinari, attraverso strumenti diversificati: dalla riqualificazione delle aree più degradate, all'eliminazione dei fattori di marginalità ed esclusione sociale, al rispetto della legalità e della convivenza civile, strumenti tutti che devono integrarsi efficacemente con l'attività di contrasto delle Forze di polizia ".

In quest'ottica, il Rappresentante del Governo ed il Sindaco di Ferrara hanno, quindi, sottoscritto a chiusura di Comitato il "Patto per l'attuazione della sicurezza urbana" che prevende una strategica integrazione del sistema di videosorveglianza sul territorio del capoluogo.

" L'accordo di oggi - ha osservato il Prefetto - segue di pochi giorni quelli analoghi sottoscritti con i Sindaci di Comacchio e di Cento, a testimonianza della grande attenzione degli Amministratori Locali verso i temi della sicurezza urbana, rappresentando questo strumento pattizio una importante modalità di rafforzamento delle sinergie tra Stato ed Enti Locali, per dare alle Comunità locali risposte rapide e efficaci".

 

Ferrara, 21 maggio 2018

                                                                                                L'addetto stampa

 

Pubblicato il :

 Il Prefetto Michele Campanaro incontra l'Ambasciatore del Regno di Norvegia in Italia, Margit F. Tveiten

Questa mattina il Prefetto di Ferrara, dr. Michele Campanaro, ha ricevuto l'Ambasciatore di Norvegia in Italia, Margit F. Tveiten, accompagnato dal Console onorario, dr. Gianni Baravelli.

All'incontro erano presenti il Sindaco di Ferrara, Avv. Tiziano Tagliani, il Questore di Ferrara, dr. Giancarlo Pallini, il Comandante Provinciale dei Carabinieri, col. Andrea Desideri, il vice Comandante Provinciale della Guardia di Finanza, col. Antonino Magro ed il Presidente dell'Ente Palio di Ferrara, avv. Stefano Di Brindisi.

Nel corso del cordiale colloquio, sono stati esaminati gli aspetti di preminente interesse che legano i due Paesi in sede locale, approfondendo le tematiche di maggiore rilievo e sottolineando i positivi rapporti e la consolidata amicizia che uniscono Italia e Norvegia. " I due popoli - hanno ricordato il Prefetto Campanaro e l'Ambasciatore Tveiten - sono uniti da legami politici, culturali ed economici di lunga data, tant'è che Ferrara, all'interno del Polo chimico, ospita la realtà imprenditoriale a capitale norvegese tra le più importanti in Italia, Yara s.p.a., il principale produttore di fertilizzanti azotati e complessi e leader di mercato nei prodotti chimici azotati e per applicazioni industriali ed ambientali".

Durante l'incontro, il diplomatico norvegese - che parteciperà in serata agli eventi legati al Palio di Ferrara - ha mostrato ampio apprezzamento per il contesto territoriale ferrarese, soffermandosi sui programmi di sviluppo congiunto, nonché di ulteriori sinergie da avviare e consolidare nel mondo dell'economia e della cultura.

 

Ferrara, 19 maggio 2018

                                                                                      L'addetto stampa

 

Pubblicato il :

 Il Prefetto Michele Campanaro visita gli impianti storici del Consorzio di Bonifica 'Pianura di Ferrara"

Una intera giornata, quella di ieri, dedicata dal Prefetto di Ferrara, dr. Michele Campanaro, alla visita in provincia di impianti e strutture del Consorzio di Bonifica "Pianura di Ferrara", accompagnato dal Presidente dell'ente consortile, dr. Franco Dalle Vacche, da Amministratori locali e dai vertici delle Forze dell'Ordine territoriali.

Nel corso della visita - organizzata come "seminario itinerante", che ha toccato gli impianti idrovori di Sant'Antonino, di Baura, di Marozzo e di Codigoro, quest'ultimo immortalato con le sue famose ciminiere nelle tele di De Chirico - sono stati illustrati al Rappresentante del Governo i principali aspetti dell'attività del Consorzio, di rilevanza strategica ai fini della gestione complessiva del territorio.

Il Prefetto ha così avuto modo di conoscere la realtà di uno dei Consorzi di Bonifica più importanti d'Italia, sia per consistenza di contribuenza, che per entità delle opere di bonifica, con una superficie complessiva del comprensorio di 256.733 ha ed una estensione di canali di oltre 4.000 km.

"Il complesso di infrastrutture di bonifica di questo territorio - ha sottolineato il Prefetto - rappresenta uno dei pilastri su cui regge non solo l'intero sistema agricolo provinciale ma, ancor di più, l'intera sicurezza idraulica del territorio, considerata la vulnerabilità di una provincia che, per il 50%, risulta ad una quota idrometrica inferiore a quella del mare".

La provincia di Ferrara vanta un'antica tradizione nelle attività di bonifica, iniziata fin dal dominio degli Estensi e che, a partire dalla metà dell'800, con l'introduzione di macchine a vapore per l'azionamento delle idrovore di sollevamento delle acque, è proseguita con lo sviluppo di tecniche di alto valore ingegneristico unanimemente apprezzate, grazie alle quali è stato possibile realizzare una rete di apparati idraulici oggi all'avanguardia, non solo in Italia.

 

Ferrara, 18 maggio 2018
                                                                                       L'addetto stampa
 
 
 
Pubblicato il :

 Rafforzamento della sicurezza urbana nel Centese. Oggi la firma del Patto tra Prefetto e Sindaco di Cento.

Il Prefetto di Ferrara, dr. Michele Campanaro ed il Sindaco di Cento, dr. Fabrizio Toselli hanno firmato, questa mattina, nella sede della Prefettura, il Patto per l'attuazione della sicurezza urbana, previsto dall'art. 5 del decreto legge 20 febbraio 2017 n. 14 recante "Disposizioni urgenti in materia di sicurezza delle città" (il cd. Decreto Minniti).

Il documento individua quale obiettivo prioritario l'installazione e/o il potenziamento dei sistemi di videosorveglianza comunali nelle aree del territorio comunale maggiormente interessate da situazioni di degrado e di illegalità.

Il Patto stabilisce che i sistemi integrati di videosorveglianza, realizzati nel rispetto delle disposizioni dell'Autorità Garante per il trattamento dei dati personali, siano oggetto di valutazione da parte del Comitato provinciale per l'ordine e la sicurezza pubblica, per le modalità di impiego e ogni aspetto tecnico operativo, in coerenza con le direttive ministeriali emanate dal Ministero dell'Interno.

" L'accordo di oggi - ha osservato il Prefetto - segue di pochi giorni quello analogo sottoscritto con il Sindaco di Comacchio, a testimonianza dell'attenzione delle Amministrazioni comunali del territorio verso i temi della sicurezza urbana, rappresentando questo strumento pattizio una importante modalità di rafforzamento delle sinergie tra Stato ed Enti Locali, per dare alle Comunità locali risposte rapide e efficaci ".

Presso la Prefettura sarà istituita una cabina di regia, composta dai rappresentanti delle Forze di polizia e della Polizia locale, con il compito di monitorare lo stato di attuazione del Patto firmato oggi, in presenza anche del Presidente della Provincia di Ferrara, avv. Tiziano Tagliani e dei vertici provinciali delle Forze dell'Ordine.

 

Ferrara, 9 maggio 2018

                                                                                                         L'addetto stampa

 


 
Pubblicato il :

 Maggiore sicurezza sui mezzi del trasporto pubblico per viaggiatori ed operatori in provincia di Ferrara. Vertice stamane in Prefettura.

Individuare un percorso condiviso per giungere all'adozione di azioni concrete per tutelare la sicurezza degli autisti, del personale verificatore dei titoli di viaggio e degli stessi viaggiatori, dopo alcuni episodi di violenza registrati sugli autobus del servizio pubblico in provincia di Ferrara. Questa la valutazione fatta stamane nella riunione del Comitato Provinciale per l'Ordine e la Sicurezza Pubblica, presieduta dal Prefetto dr. Michele Campanaro, con la partecipazione dei vertici provinciali delle Forze dell'Ordine, dell'Assessore alla Sicurezza del Comune di Ferrara, dr. Aldo Modonesi, dei rappresentanti dell'Azienda di trasporti TPER, dell'Agenzia per la mobilità e delle Organizzazioni sindacali dei lavoratori.
Sul tema specifico, i rappresentanti dell'Azienda di trasporti TPER hanno illustrato il pacchetto di interventi, programmati nel triennio 2018-2020, che prevede il potenziamento progressivo delle dotazioni di sicurezza su circa 40 mezzi in servizio sulle linee della provincia di Ferrara, con l'installazione di dispositivi di attivazione di allarme gestiti dall'autista e di sistemi di videosorveglianza di ultima generazione.

" Un fenomeno spesso di semplice malcostume e inciviltà, ma che potrebbe assumere connotazioni più critiche, mettendo a rischio la sicurezza di viaggiatori ed operatori. Motivo che suggerisce l'opportunità - ha sottolineato il Prefetto - di concertare e mettere da subito in campo ogni possibile iniziativa di carattere preventivo, a cominciare dal ricorso a forme di sicurezza sussidiaria, anche con l'impiego di guardie giurate a bordo degli automezzi, in linea con le ultime indicazioni del Ministero dell'Interno" .

In quest'ottica, il Prefetto, con piena condivisione dei presenti, ha disposto, a conclusione della riunione di Comitato, la costituzione di un Tavolo Tecnico incaricato di mettere a punto uno specifico Protocollo d'Intesa con il Comune di Ferrara e con TPER, per rafforzare le misure di prevenzione e contrasto al fenomeno in esame, concentrandole sulle linee di trasporto pubblico urbane ed extraurbane e nelle fasce orarie individuate a più alto rischio.

 

Ferrara, 9 maggio 2018

                                                                                                         L'addetto stampa
 
Pubblicato il :

 Osservatorio provinciale sulla sicurezza e legalità

Comunicato stampa

 

La tutela del lavoratore sul tavolo dell'Osservatorio provinciale sulla sicurezza e legalità riunitosi oggi in Prefettura

 

Il punto della situazione sulle condizioni di sicurezza nei luoghi di lavoro nella provincia di Ferrara, è stato fatto stamane nel corso della riunione dell'Osservatorio provinciale sulla sicurezza e legalità presieduta dal Prefetto, dr. Michele Campanaro.

L'Organismo, di cui fanno parte qualificati rappresentanti degli Enti di vigilanza, delle Organizzazioni datoriali e sindacali e delle Amministrazioni pubbliche provinciali, è luogo di dialogo e confronto, organismo tecnico con compiti di analisi ed approfondimento delle problematiche relative alla sicurezza ed alla legalità del lavoro in provincia, con finalità conoscitive e di prevenzione.

I dati introduttivamente illustrati dal direttore dell'I.N.A.I.L. hanno evidenziato che l'incidenza del fenomeno infortunistico in provincia di Ferrara è ancora rilevante (alla fine del 2017, un incremento provinciale del 2,7% del numero degli incidenti sul lavoro, in controtendenza rispetto alla flessione a livello nazionale).

"A maggior ragione - ha rimarcato il Prefetto - o ccorre profondere ogni sforzo per arrivare alla condivisione di un percorso comune di progressivo, ulteriore innalzamento delle soglie di sicurezza nei luoghi di lavoro".

Allo scopo, è stata avviata una ricognizione sullo stato di attuazione degli impegni assunti dalle parti a seguito della sottoscrizione, alla fine del 2017, di un "Avviso Comune". Detto documento rappresenta un momento di significativa coesione e collaborazione tra i soggetti firmatari (dal mondo istituzionale, a quello delle associazioni datoriali e delle organizzazioni sindacali), nell'intento di contribuire a rendere più trasparente il mercato del lavoro, in particolar modo nel settore degli appalti privati e della logistica, implementando misure condivise di prevenzione sui temi del lavoro nero o irregolare e della sicurezza sui luoghi di lavoro.

Sotto questo ultimo aspetto, in particolare, è stata posta in risalto l'attività dell'Osservatorio quale promotore di iniziative congiunte tese a valorizzare la figura del Rappresentante dei Lavoratori per la Sicurezza, promuovendone, con una mirata campagna pubblicitaria, l'elezione da parte dei lavoratori in tutte le aziende e i luoghi di lavoro della provincia.

A conclusione dell'incontro, il Prefetto ha disposto la costituzione di un Tavolo Tecnico , coordinato dal rappresentante dell'Unità Operativa di Prevenzione e Sicurezza negli Ambienti di Lavoro della Azienda USL di Ferrara, che avvierà, entro il mese di maggio, un primo monitoraggio sullo stato di applicazione, nei diversi comparti del mondo economico provinciale, della normativa specialistica di settore in materia di sicurezza sul lavoro.

 

 Ferrara, 4 maggio 2018

 

                                                                                              L'addetto stampa

Riunione dell'Osservatorio

Pubblicato il :

 Patto sicurezza

Comunicato stampa

 

Rafforzamento della sicurezza urbana sui Lidi di Comacchio. Oggi la firma del Patto tra Prefetto e Sindaco di Comacchio.

 

Il Prefetto di Ferrara, dr. Michele Campanaro, e il Sindaco di Comacchio, dr. Marco Fabbri, hanno sottoscritto stamane, nel corso di una riunione del Comitato provinciale per l'ordine e la sicurezza pubblica, il "Patto per l'attuazione della sicurezza urbana", previsto dall'art. 5 del decreto legge 20 febbraio 2017 n. 14 recante "Disposizioni urgenti in materia di sicurezza delle città" (il cd. Decreto Minniti).

 I "Patti per l'attuazione della sicurezza urbana" sono accordi di collaborazione e solidarietà tra Stato ed Enti locali che prevedono un'azione sinergica nella promozione di interventi a tutela dei cittadini e che consentono ai Comuni di utilizzare particolari canali per l'accesso ai fondi pubblici necessari all'acquisto di nuovi sistemi di videosorveglianza.

 

In particolare, lo strumento pattizio - il primo sottoscritto in provincia dopo l'entrata in vigore della norma - consente al Comune di Comacchio di candidarsi all'accesso alle risorse finanziarie - la disponibilità complessiva a livello nazionale è pari a trentasette milioni di euro nel triennio 2017/2019 - ai fini della realizzazione di un sistema di videosorveglianza che l'Amministrazione comunale intende attivare, in stretto raccordo con le Forze dell'Ordine, sui Lidi Comacchiesi, iniziando dal Lido di Volano. L'attuazione del patto sarà monitorata da un'apposita "Cabina di regia" istituita presso la Prefettura.

 

" L'accordo sottoscritto oggi - ha osservato il Prefetto - è un passo importante sul piano delle azioni volte alla prevenzione ed al contrasto dei fenomeni di criminalità diffusa e predatoria e della promozione del rispetto del decoro urbano, in un contesto territoriale che presenta specifiche criticità legate alla presenza di consistenti flussi turistici, soprattutto nel periodo estivo . L'auspicio è che anche gli altri Comuni della provincia possano seguire a breve l'esempio dell'Amministrazione comunale di Comacchio, approfittando di una importante opportunità che rafforza le sinergie tra Stato ed Enti Locali sui temi della sicurezza urbana, quale strada maestra per dare alle Comunità locali risposte concrete ed efficaci".

 

Alla firma del Patto erano presenti, oltre al Sindaco di Comacchio, il vicepresidente della Provincia di Ferrara, dr. Andrea Marchi, ed i vertici provinciali delle Forze dell'Ordine.

 

 

Ferrara, 3 maggio 2018

                                                                                                          L'addetto stampa

  Il Prefetto firma
Pubblicato il :

 
Torna su