Logo


Prefettura - Ufficio Territoriale del Governo di Ferrara

NOTIZIE

 

 Maggiore sicurezza sui mezzi pubblici a Ferrara: firmato protocollo d'intesa tra Prefettura, Comune, TPER s.p.a. e AMI

Questa mattina, nell'ambito del Comitato Provinciale per l'Ordine e la Sicurezza Pubblica, il Prefetto di Ferrara, dott. Michele Campanaro, il Sindaco del Comune di Ferrara, avv. Tiziano Tagliani, la Presidente di TPER S.p.A., dr.ssa Giuseppina Gualtieri e l'Amministratore Unico di AMI Ferrara, dr. Giuseppe Ruzziconi, hanno sottoscritto il "Protocollo d'intesa in materia di sicurezza del personale in servizio e degli utenti dei mezzi di trasporto pubblico",della durata di 36 mesi e rinnovabile alla scadenza.
Presenti anche l'Assessore alla Mobilità e alla Sicurezza Urbana del Comune di Ferrara, dr. Aldo Modonesi, il Questore, dr. Giancarlo Pallini, il Comandante provinciale dei Carabinieri, col. Andrea Desideri e il Comandante provinciale interinale della Guardia di Finanza, col. Antonino Magro.
L'approfondimento della problematica, su cui il Ministero dell'Interno aveva richiamato l'attenzione dei Prefetti della Repubblica nei mesi scorsi, era stata oggetto di apposite riunioni di Comitato Provinciale per l'Ordine e la Sicurezza Pubblica, nel cui contesto è emerso che, pur non assumendo connotazioni di rilevanza critica, i fenomeni di degrado e violenza verificatisi in provincia a bordo dei mezzi pubblici, sono sintomatici di una tematica emergente, che evidenzia l'esigenza in chiave preventiva di iniziative coordinate per la sicurezza del trasporto pubblico, mirate ad aumentare la percezione della sicurezza per chi usa i mezzi pubblici e per gli stessi operatori.
"In un'ottica strategica di implementazione dell'utilizzo dei mezzi pubblici - ha sottolineato il Rappresentante del Governo - per ottimizzare e snellire i flussi di traffico e migliorare la qualità stessa della vita, è importante la salvaguardia della sicurezza dei viaggiatori e del personale di servizio, anche rispetto a fenomeni di vandalismo e malcostume".
Col Protocollo sottoscritto questa mattina, TPER si impegna a dotare gli autobus di prossima immatricolazione - una prima installazione sperimentale avverrà su 50 mezzi in servizio sul territorio urbano sulle linee a maggior criticità, con una spesa prevista di € 150.000,00 - della componentistica (cablaggi, predisposizioni) idonea all'installazione di sistemi di videosorveglianza, nonché ad inserire nei piani di investimento la fornitura della componentistica di bordo per dotare di videosorveglianza una parte significativa della flotta, ammontante a 200 mezzi.
In quanto soggetto gestore del bacino della provincia di Ferrara, insieme con l'Agenzia per la Mobilità, TPER si impegna inoltre a valutare l' affiancamento a bordo dei controllori per la verifica dei titoli di viaggio con personale di security appositamente formato, secondo la vigente normativa che prevede e regolamenta l'affidamento a guardie giurate dipendenti di servizi di sicurezza sussidiaria, per il cui espletamento non è richiesto l'esercizio di pubbliche potestà o l'impiego di appartenenti alle forze di polizia, nell'ambito dei servizi di trasporto pubblico. Gli stessi Enti programmeranno anche periodici incontri negli istituti scolastici al fine di promuovere un confronto sul corretto uso del trasporto pubblico, il cui buon andamento dipende anche dalla capacità di collaborazione tra personale addetto e fruitori del servizio; un modo per incrementare la conoscenza dell'importanza del trasporto pubblico e la sua complessità organizzativa, ma anche per far comprendere le grandi opportunità che una mobilità collettiva efficiente può offrire, per il valore sociale che rappresenta, allo sviluppo del territorio.
In Prefettura è costituito un Tavolo Tecnico con il compito di individuare le linee urbane ed extraurbane di trasporto pubblico a maggior criticità, definire puntualmente le fasce orarie a maggior rischio e determinare i criteri per lo svolgimento, da parte delle Forze di Polizia e della Polizia Municipale, di periodici servizi straordinari di controllo.
Anche le eventuali criticità che emergessero dallo svolgimento delle attività degli operatori della sosta saranno sottoposte a specifico ed approfondito esame da parte del Tavolo Tecnico, che si riunirà a cadenza trimestrale per la verifica dell'avanzamento del programma e dei risultati conseguiti e per la programmazione degli ulteriori interventi.
 

Ferrara, 26 settembre 2018
 
                                                                                               L'addetto stampa
 
 

 


 
Pubblicato il 26/09/2018
Ultima modifica il 28/09/2018 alle 12:31:44

 Tavolo tecnico in Prefettura per un punto di situazione sulla viabilità A.N.A.S. in provincia di Ferrara.

Presieduta dal Prefetto Michele Campanaro, si è tenuta stamane a Palazzo Giulio d'Este la riunione del Tavolo Tecnico per verificare lo stato di avanzamento dei lavori messi in cantiere da A.N.A.S. sul Raccordo Autostradale RA8 Ferrara - Porto Garibaldi, a seguito del cedimento della pavimentazione stradale verificatosi nello scorso mese di luglio, in piena stagione estiva.

All'incontro erano presenti, il Coordinatore Territoriale ANAS per le regioni del Nord-Est, Claudio De Lorenzo, il Capo Compartimento A.N.A.S. dell'Emilia Romagna, Mario Liberatore, il Vice Presidente della Provincia e Sindaco di Ostellato Andrea Marchi, il Sindaco di Voghiera Sabina Mucchi, il Vice Sindaco di Comacchio Denis Fantinuoli, oltre ai vertici provinciali delle Forze dell'Ordine e della Polizia Stradale.

Nel corso della riunione, il Coordinatore Territoriale A.N.A.S. per le regioni del Nord-Est ed il Capo Compartimento A.N.A.S. dell'Emilia Romagna hanno illustrato nel dettaglio la road map per il completamento, entro la fine del 2018, dei lavori di ripavimentazione della strategica arteria "Superstrada Ferrara - Porto Garibaldi", finanziati sul Contratto di Programma 2017, per un importo complessivo di circa 6 milioni di euro. Al risanamento del manto stradale seguiranno, dalla primavera del 2019, gli interventi di riqualificazione delle barriere di sicurezza.

Inoltre, nella circostanza, i dirigenti A.N.A.S. hanno fatto un punto di situazione complessivo sui più importanti interventi di messa in sicurezza delle strade di competenza, già avviati o in fase progettuale: tra questi stati, i lavori di pavimentazione sulla S.S. 309 "Romea" e sulla S.S. 16 "Adriatica", secondo una scala di priorità sviluppata sulla base dei volumi di traffico che insistono sui singoli tratti stradali.

Circa lo stato dei ponti e viadotti in provincia, i dirigenti A.N.A.S. hanno assicurato che, allo stato, sulla base delle ispezioni periodiche, non si presentano particolari condizioni di criticità, tali da giustificarne la chiusura al traffico.

" Il focus odierno - ha sottolineato il Prefetto a chiusura dei lavori - costituisce l'occasione per acquisire aggiornate informazioni dall'Ente gestore sulle criticità delle principali arterie stradali di questa provincia, incrociandole in particolare con quanto emerge dal complesso quadro degli interventi delle Forze dell'Ordine e delle Polizie Locali, così da ricavare spunti di valutazione utili sul piano della prevenzione dell'incidentalità stradale" .

I presenti hanno aggiornato il Tavolo Tecnico a metà dicembre, per un consuntivo sullo stato della situazione e per l'ulteriore programmazione del 2019.

 

Ferrara, 18 settembre 2018

                                                                                                      L'addetto stampa
 
 
Pubblicato il :

 
Torna su