Logo


Prefettura - Ufficio Territoriale del Governo di Fermo

Comunicati Stampa

 

 Fermo: Festa della Polizia di Stato. Saluto del Prefetto Maria Luisa D'Alessandro.

Sono particolarmente onorata in questa giornata di Festa per la Polizia di Stato di accogliere insieme al Questore di Ascoli Piceno e Fermo, Dottor Luigi De Angelis, tutti Voi, carissime Autorità religiose, civili e militari della provincia di Fermo.

Ringrazio l’Arcivescovo Metropolita, Mons. Rocco Pennacchio.

Saluto il Prefetto di Ascoli Piceno, Rita Stentella.

Ringrazio i Sindaci di questo territorio provinciale che ci onorano con la loro presenza.

Ringrazio il Presidente della Provincia di Fermo.

Ringrazio i rappresentanti della Regione Marche;

i rappresentanti di Camera di Commercio, Associazioni di categoria, Organizzazioni sindacali.

Saluto il Direttore dell’Asur Area Vasta 4.

Saluto il Presidente e il Direttore del Conservatorio di Stato di Fermo “Pergolesi”.

Ringrazio il Presidente della Fondazione e della Cassa di Risparmio di Fermo.

Saluto con particolare affetto la famiglia Ripani e la famiglia Perozzi per le loro gravi perdite subite a causa del dovere.

Un cordiale saluto agli Operatori dell’Informazione qui presenti.

Ringrazio tutte le Forze di Polizia, i Vigili del Fuoco e la Capitaneria di Porto presenti, in un momento altamente simbolico per questo territorio, momento in cui la costante presenza della Polizia di Stato si rende ancora più visibile in questo nuovo, magnifico edificio, che ha ospitato sin dalle origini e per anni in maniera egregia proprio gli orfani di quei caduti della Polizia di Stato a cui oggi abbiamo reso gli onori più alti. 

Un momento corale di unione di intenti e di sentimenti profondi, un comune sentire di principi da salvaguardare: democrazia, libertà, sicurezza e solidarietà.

Da declinare sempre insieme, ricordando oggi tutti noi il loro motto “Esserci sempre”, perché solo insieme si possono tutelare le fondamenta della civiltà di un popolo e formare una comunità sociale in cui l’uomo, sia come singolo sia nelle formazioni sociali ove si svolge la sua personalità - come recita la nostra Costituzione - viene posto al centro dei ragionamenti e delle decisioni da assumere.

Per queste ragioni di fondo, abbiamo ritenuto che la Festa della Polizia dovesse divenire patrimonio comune di un territorio provinciale che si confronta con

complesse sfide: Sicurezza e Soccorso Pubblico, Immigrazione e Politiche dell’accoglienza, Coesione sociale e Cittadinanza attiva, Lavoro e Aggiornamento professionale, Istruzione e Formazione.

La presenza, oggi, di numerosi Sindaci, in rappresentanza delle rispettive comunità locali, e di tutte le altre Istituzioni presenti nella provincia, insieme ad autorevoli esponenti della società civile, testimonia che questi principi sono ben radicati in questo territorio, che vuole guardare avanti con rinnovato spirito di servizio senza fermare il cammino intrapreso.

Cammino che parte ormai da lontano, quando con la Legge n. 147 dell’11 giugno 2004 è stata istituita la Provincia di Fermo, divenuta operativa con le consultazioni elettorali del 6 e 7 giugno 2009.

Un processo lungo, ma inarrestabile, che vede ora, nel 2018, l’avvicinarsi prossimo dell’istituzione della Questura di Fermo e la sua presenza nel Capoluogo di Provincia.

Colgo oggi l’occasione di ringraziare il Questore delle province di Ascoli Piceno e Fermo, Dottor Luigi De Angelis, per l’encomiabile lavoro finora svolto nell’ambito di due territori, relazionandosi con assidua costanza con due Prefetti e due realtà istituzionali, ormai formalmente e sostanzialmente autonome in tutti i settori e le attività della vita quotidiana.

Gli auguri per l’istituenda Questura saranno fatti a tempo debito alla persona che avrà l’onore e l’onere di ricoprire l’incarico di primo Questore di Fermo, ma, intanto, con molto piacere rivolgo le mie congratulazioni al Dott. Luciano Soricelli, promosso Dirigente Superiore: a Lei vanno gli auguri di buon lavoro di tutte le Istituzioni della provincia di Fermo e certamente anche di tutta la sua comunità. A tutto il personale della Polizia di Stato in servizio a Fermo, nonché alle vostre famiglie che tanti sacrifici fanno ogni giorno accanto a voi per svolgere al meglio un compito così prezioso, formulo i più sentiti, cari auguri per la vostra Festa, certa che momenti come questi possano contribuire a renderlo meno duro e più sentito dalla gente e tra la gente.

Il prossimo arrivo di un’aliquota ulteriore, se pur minima, di personale della Polizia di Stato, deve essere considerato la prima irrigazione di un terreno fertile e ormai maturo dove sta per essere piantata una Quercia che nasce: la Questura di Fermo. Sarà compito di tutti noi, Prefetto, Questore, Amministratori locali e società civile - ciascuno nell’ambito delle proprie potestà e capacità - farla crescere, vegliare su di essa e porre in essere quelle azioni e quelle sinergie che renderanno possibile una valorizzazione sempre maggiore di questo territorio nel suo complesso.

Buona Festa della Polizia!







 
Pubblicato il 11/04/2018
Ultima modifica il 11/04/2018 alle 11:34:08

 
Torna su