Prefettura - Ufficio Territoriale del Governo di Fermo

Emergenze Protezione Civile

Il Prefetto concorre, insieme alle diverse componenti del Servizio nazionale di protezione civile e in raccordo con il Dipartimento della Protezione Civile della Presidenza del Consiglio dei Ministri, ad assicurare la tutela della integrità della vita, dei beni, degli insediamenti e dell'ambiente dai danni o dal pericolo di danni derivanti da calamità naturali o antropiche.
Al verificarsi di un evento, rientrante nelle tipologie previste dalle lett. b) e c) dell'art. 2 legge 225/1992 e s.m.i., assume la direzione unitaria dei servizi di emergenza a livello provinciale coordinandosi con il Presidente della Regione, oltre che raccordando le proprie iniziative con gli interventi dei Sindaci dei comuni interessati, ai sensi dell'art. 14 legge 225/1992 come modificato dalla Legge 100/2012.
Il Prefetto, ai fini della gestione dell'emergenza, si avvale del Centro Coordinamento Soccorsi (C.C.S.) quale organo deputato ai soccorsi di cui fanno parte tutti i soggetti istituzionale ed enti pubblici e privati, statali e locali, interessati per i rispettivi ambiti di competenza.
In relazione agli sviluppi emergenziali ed alle dinamiche sul territorio, il Prefetto può anche attivare uno o più " Centri operativi misti" (COM) , di natura intercomunale
 
Nella Provincia di Fermo, come in tutta la Regione Marche è presente la Sala Operativa Integrata (S.O.I.), presso la quale può essere convocato il C.C.S. ed in cui siedono, pertanto, funzionari della Prefettura, Regione, Provincia, nonchè rappresentanti dei Vigili del Fuoco, delle Forze dell'Ordine e del Volontariato.

Secondo il principio della leale collaborazione e considerato che gli interventi di protezione civile richiedono l'apporto di diverse componenti, di livello statale, regionale, provinciale, comunale ed anche dei privati, il Prefetto svolge un fondamentale " ruolo di cerniera ", con funzioni di impulso e di garanzia della presenza dello Stato sul territorio.
La Prefettura U.T.G. esercita anche funzioni in materia di difesa civile . Quest'ultima è parte integrante della difesa nazionale e consiste nell'insieme delle attività svolte dalle Istituzioni, al fine di salvaguardare la sicurezza dello Stato e l'incolumità dei cittadini, di tutelare i beni e assicurare le capacità di sopravvivenza economica, produttiva e logistica della Nazione, in occasione di una grave crisi interna o internazionale, anche causata da attacchi terroristici.
Il Prefetto svolge anche un'altra importante funzione in materia di coordinamento soccorso pubblico e tutela della pubblica incolumità: il disinnesco degli ordigni bellici rinvenuti sul territorio provinciale. In tale ambito, vi è il concorso tecnico-operativo degli artificieri dell'Esercito.
La Prefettura assicura inoltre il trasporto aereo sanitario urgente degli ammalati in imminente pericolo di vita o del trasporto di organi ai fini del trapianto, nonché le staffette con la Polizia Stradale relativamente al trasporto su strada.
Il Prefetto, infine, predispone i piani di emergenza esterna per le industrie a rischio di incidente rilevante e quelli per la messa in sicurezza di siti nucleari.
 
 

Data pubblicazione il 26/09/2006
Ultima modifica il 11/04/2019 alle 13:02

 
Torna su