Prefettura - Ufficio Territoriale del Governo di Enna

NOTIZIE

 

 Occupazione abusiva degli immobili

Questa mattina, presso il Palazzo del Governo, il Viceprefetto Vicario, Michela La Iacona, ha presieduto il Comitato Provinciale per l'Ordine e la Sicurezza Pubblica, al quale hanno preso parte - unitamente ai vertici dell'Autorità Giudiziaria e delle Forze dell'Ordine - i Sindaci di Enna, Piazza Armerina, Nicosia, Leonforte, Barrafranca, quali rappresentanti dei Comuni di più grandi dimensioni della provincia, ed il direttore dell'Istituto Autonomo Case Popolari.
Nel corso della riunione, è stato approfondito il fenomeno dell'occupazione abusiva degli immobili, argomento al centro della recente direttiva del Ministro dell'Interno che, muovendo dalla Legge 1 dicembre 2018, n. 132, di conversione del Decreto Legge 4 ottobre 2018, n. 113, all'art. 31 ter ha introdotto una rigorosa procedura di esecuzione dei provvedimenti di rilascio degli immobili abusivamente occupati, valorizzando, nel contempo, l'attività finalizzata alla prevenzione di nuove occupazioni, attraverso l'attribuzione al Prefetto del potere di emanare specifiche direttive in materia.
Sul punto, già l'11 gennaio u.s., in sede di Comitato - al fine di effettuare una ricognizione del fenomeno in argomento che spesso è favorito dallo stato di degrado e di totale abbandono di vaste aree, che possono divenire luoghi per la consumazione di crimini di varia natura - è stato richiesto alle citate Amministrazioni comunali di procedere alla individuazione di eventuali situazioni di abbandono di immobili pubblici o privati che possano costituire motivo di preoccupazione, sia sul piano dell'ordine e della sicurezza pubblica che su quello della pubblica e privata incolumità, oltre che delle condizioni igienico-sanitarie delle aree interessate.
Al riguardo, dall'esame dei dati forniti dall'Autorità Giudiziaria e dai Comuni, sebbene sia emerso che il fenomeno non presenti profili allarmanti, è stata richiamata la particolare attenzione degli Amministratori locali affinché, con il fondamentale coinvolgimento delle Polizie Municipali, svolgano una rigorosa attività di controllo delle aree a rischio.
Al contempo, è stato raccomandato di procedere tempestivamente nei confronti dei proprietari di eventuali immobili in stato di abbandono, affinché questi adottino ogni utile iniziativa volta alla messa in sicurezza degli stessi, anche attraverso sistemi di difesa passiva.
Nell'ottica della prevenzione è stata, altresì, disposta una intensificazione delle attività di vigilanza e controllo da parte delle Forze di Polizia affinché, in sinergia con le Polizie locali, possano essere garantiti più elevati livelli di legalità.
Pubblicato il :

 Bando di selezione di 613 volontari per progetti immigrazione Ministero Interno

 
Il Dipartimento della Gioventù e del Servizio Civile Nazionale della Presidenza del Consiglio dei Ministri ha pubblicato il bando straordinario per la selezione di 613 volontari da impiegare in progetti di servizio civile universale nell'ambito delle finalità istituzionali individuate dal Ministero dell'Interno che saranno realizzati presso lo stesso Ministero dell'interno e presso le sedi di 101 Prefetture tra le quali quella di Enna.
In particolare la Prefettura di Enna sarà impegnata nel progetto « Le procedure di r.a.v. e l'accoglienza nei luoghi di sbarco e presso i centri » nell'ambito del quale è previsto l'impiego di due volontari .
Il bando e i relativi allegati per la presentazione delle domande sono pubblicati sul sito Servizio Civile Nazionale e sono consultabili al seguente indirizzo http://www.serviziocivile.gov.it/menusx/bandi/selezione-volontari/2018_bandovolmininterno.aspx nonché all'apposita sezione del sito del Ministero dell'Interno « Servizio civile: è on line il bando per 613 volontari » dove è possibile anche prendere visione dei progetti.
Può essere presentata, avendo cura di allegare tutta la documentazione richiesta in formato PDF (Domanda di ammissione - Dichiarazione dei titoli posseduti - Informativa sulla privacy), una sola domanda da indirizzare al Ministero dell'Interno oppure alla Prefettura sede del progetto che si sceglie facendo riferimento agli indirizzi pubblicati sui rispettivi siti internet.
Per il progetto riguardante la Prefettura di Enna la domanda di partecipazione deve essere presentata:
- tramite P.E.C., da indirizzare al seguente indirizzo protocollo.prefen(at)pec.interno.it specificando nell'oggetto «Servizio Civile Nazionale»;
- con raccomandata A/R da indirizzare a Prefettura di Enna - Piazza Garibaldi n. 1 - 94100 Enna , riportando sul plico la dicitura «Servizio Civile Nazionale»;
- a mano presso l'Ufficio di Gabinetto della Prefettura nei giorni di lunedì, mercoledì e venerdì dalle ore 9 alle ore 13 e nei giorni di martedì e giovedì dalle ore 15 alle ore 17, riportando sul plico la dicitura «Servizio Civile Nazionale».
La data di scadenza è il 30 gennaio 2019 (in caso di consegna a mano entro le ore 13).

Pubblicato il 02/01/2019
Ultima modifica il 05/03/2019 alle 12:40:17

 
Torna su