Prefettura - Ufficio Territoriale del Governo di Enna

OBBLIGO FATTURAZIONE ELETTRONICA DAL 6 GIUGNO 2014

Il Decreto Ministeriale n. 55 del 3 aprile 2013, entrato in vigore il 6 giugno 2013, ha fissato la decorrenza degli obblighi di utilizzo della fatturazione elettronica nei rapporti economici con la Pubblica Amministrazione ai sensi della Legge 244/2007, art. 1, commi da 209 a 214.
In ottemperanza a tale disposizione, questa Prefettura, a decorrere dal 6 giugno 2014 , non potrà più accettare fatture che non siano trasmesse in forma elettronica secondo il formato di cui all'allegato A "Formato delle fattura elettronica" del citato d.m. n. 55/2013.
Le tradizionali fatture cartacee, emesse prima del 6 giugno 2014 , dovranno pervenire a questa Prefettura entro e non oltre il 6 settembre 2014 , termine oltre il quale non si potrà procedere ad alcun pagamento, nemmeno parziale, sino all'invio in forma elettronica.
Inoltre, ai sensi dell'art. 25 del decreto legge n. 66/2014, convertito, con modificazioni, dalla legge 89/2014, al fine di garantire l'effettiva tracciabilità dei pagamenti da parte delle pubbliche amministrazioni, le fatture elettroniche emesse verso le pubbliche amministrazioni devono riportare:
  • Il codice identificativo di gara (CIG), tranne i casi di esclusione previsti dal comma 2 del citato art. 25;
  • Il codice unico di progetto (CUP), in caso di fatture relative a opere pubbliche, interventi di manutenzione straordinaria, interventi finanziati da contributi comunitari e ove previsto ai sensi dell'articolo 11 della legge 16 gennaio 2003, n. 3.
Pertanto questa Prefettura non potrà ordinare il pagamento delle fatture elettroniche che non riportino i codici CIG e CUP, quest'ultimo ove previsto .
Al fine di consentire la corretta emissione delle fatture elettroniche, si comunica il Codice Univoco corrispondente alla Prefettura di Enna : 86C470
Il Codice Univoco Ufficio è una informazione obbligatoria della fattura elettronica e rappresenta l'identificativo univoco che consente al Sistema di Interscambio (SDI), gestito dall'Agenzia delle Entrate, di recapitare correttamente la fattura elettronica all'Ufficio destinatario.
Si invita a consultare il sito www.fatturapa.gov.it nel quale sono disponibili ulteriori informazioni in merito alle modalità di predisposizione e trasmissione della fattura elettronica.

Data pubblicazione il 09/07/2014
Ultima modifica il 01/02/2019 alle 09:12

 
Torna su