Logo


Prefettura - Ufficio Territoriale del Governo di Cuneo

NOTIZIE

 

 Action day contro i furti di metallo: le Forze di Polizia e le Istituzioni europee unite per contrastare i furti di rame.

Il 30 maggio scorso, in sinergia con molte nazioni europee, si è svolta un'operazione di polizia congiunta contro il fenomeno dei furti di metallo, in particolare del rame. Si tratta di una massiva azione operativa che si pone in linea con le conclusioni maturate nel "Workshop internazionale sul fenomeno dei furti di metallo/rame" , tenutosi a Roma, presso la Direzione Centrale della Polizia Criminale.

Dai risultati complessivi conseguiti a livello europeo, emerge che sono state controllate 54.846 persone, 42.237 veicoli, 7.986 gestori ambientali, 589 aree di confine, 2.572 altri hot spots (tra cui porti e siti di trasporto su rotaia, siti di infrastrutture elettriche e di telecomunicazione nelle numerose aree doganali).

L'attività ha permesso di trarre in arresto, 117 persone e altre 1.331 sono state denunciate in stato di libertà; sono stati, altresì, scoperti 1.659 reati e contestate 2.763 violazioni amministrative.Sono stati sequestrati 357.874 kg. di metalli dal controvalore totale stimato di € 889.674 circa (di cui 92.982 kg. di rame, per un valore stimato di circa €.539.299), 983 pannelli solari e 140 veicoli.

Per maggiori approfondimenti sul fenomeno dei furti di rame in Italia e sull'attività dell'Osservatorio nazionale Furti di Rame, istituito presso il Dipartimento della Pubblica Sicurezza, si rinvia al seguente link:


Pubblicato il :

 5 PER MILLE IRPEF - FONDO EDIFICI DI CULTO.

Il FEC nella provincia di Cuneo - istituito dalla legge 20 maggio 1985, n. 222 - ha come finalità la conservazione, il restauro e la tutela del proprio patrimonio, costituito principalmente da edifici di culto di grandissimo pregio storico, artistico, religioso e culturale, e dalle opere d'arte ivi custodite.

Appartengono, come è noto, al patrimonio del FEC oltre 820 edifici sacri e fra questi se ne citano alcuni, universalmente conosciuti per l'alto rilievo storico-artistico: S. Chiara con annesso Monastero, S. Domenico Maggiore e S. Gregorio Armeno a Napoli, la Basilica di Santa Croce, S. Maria Novella a Firenze; S. Maria in Aracoeli, S. Maria del Popolo, S. Maria della Vittoria, S. Ignazio, S. Maria Sopra Minerva, la Basilica dei Ss. Giovanni e Paolo al Celio a Roma; la Chiesa del Gesù-Casa Professa e S. Maria dell'Ammiraglio o della Martorana a Palermo; S. Domenico, S. Maria dei Servi e la Chiesa del Corpus Domini a Bologna.

Michelangelo, Guido Reni, Paolo Veneziano, Caravaggio, Gian Lorenzo Bernini, Domenico Antonio Vaccaro, Cavalier d'Arpino, Tiziano sono alcuni degli   autori più illustri e   rappresentativi dei più grandi capolavori della storia dell'arte internazionale, le cui opere sono conservate nelle chiese del Fondo Edifici di Culto.

Insieme alle chiese, il Fondo annovera nel suo patrimonio importanti aree museali, un'area naturale incontaminata come la Foresta di Tarvisio e un fondo librario antico con oltre 400 volumi.

Negli ultimi 5 anni sono stati finanziati interventi di manutenzione e restauro per oltre 30 milioni di euro. Ciò grazie ai proventi derivanti dalla gestione del patrimonio fruttifero e con il contributo annuale dello Stato attualmente pari ad € 1.679.723,00 annui.

Lo scorso 1° maggio, il Ministero dei Beni e delle Attività Culturali e del Turismo ha inserito il Fondo Edifici di Culto (F.E.C.) fra i soggetti ammessi al beneficio del 5 per mille dell'IRPEF destinato, a scelta del contribuente, al finanziamento delle attività di tutela, promozione e valorizzazione dei beni culturali ed ambientali.

Grazie alla possibilità di donare a favore del FEC il 5 per mille IRPEF, potranno essere implementate ulteriori attività di restauro: ogni cittadino potrà, quindi, attraverso la sua scelta contribuire a tutelare il patrimonio affidato alla cura del FEC, a protezione della nostra storia e cultura.

La destinazione del 5 per mille in favore del FEC può essere effettuata mediante compilazione dell'apposito riquadro della dichiarazione dei redditi denominato "SCELTA PER LA DESTINAZIONE DEL 5 PER MILLE IRPEF" firmando il riquadro relativo al "FINANZIAMENTO DELLE ATTIVITÀ' DI TUTELA, PROMOZIONE E VALORIZZAZIONE DEI BENI CULTURALI E PAESAGGISTICI (SOGGETTI DI CUI ALL'ARTICOLO 2, COMMA 2, DEL D.P.C.M. 28 LUGLIO 2016) e apponendo il codice fiscale 97051910582.

Pubblicato il :

 Costruzione del nuovo tunnel del Tenda -

Incontro in Prefettura con ANAS.

Lunedì 4 giugno si è tenuto un incontro con ANAS, convocato su richiesta dei Parlamentari Cuneesi, alla presenza del Prefetto Giovanni Russo, al quale hanno partecipato, oltre ai Senatori e Deputati della provincia, alcuni Consiglieri Regionali e Sindaci e i rappresentanti Sindacali locali.

I tecnici ANAS hanno riferito in merito allo stato dei lavori per la costruzione del nuovo tunnel del Tenda, nonché ai tempi previsti di realizzazione delle opere, anche in relazione alle vicende legate alla rescissione del contratto con l'impresa appaltatrice.

Durante l'incontro è stata rappresentata anche la situazione dei lavoratori in forza al cantiere, che ANAS si è impegnata a rappresentare alla Ditta che subentrerà nell'appalto.

E' stata inoltre affrontata la questione della tangenziale di Fossano, in merito alla quale ANAS ha fornito i dati tecnici e l'esito delle valutazioni in corso, illustrando le diverse ipotesi di soluzione in esame.

Pubblicato il :

 Festa della Repubblica -

Celebrazioni del 2 giugno.

               Sabato 2 giugno, nella ricorrenza del 72° Anniversario della Fondazione della Repubblica, si è tenuta una solenne cerimonia pubblica presso Piazza della Costituzione di questo Capoluogo, alla presenza del Prefetto Giovanni Russo, del Sindaco di Cuneo Federico Borgna, dei Parlamentari Cuneesi e delle Autorità Civili e Militari, con l'effettuazione dell'alzabandiera, l'intervento di un picchetto armato del II° Reggimento Alpini di Cuneo e di una rappresentanza interforze dei Corpi Armati e di Soccorso Pubblico nonché della Banda Musicale Duccio Galimberti "Città di Cuneo".

               E' seguita presso la Sala S. Giovanni la consegna dei diplomi dell'Ordine al "Merito della Repubblica Italiana" conferiti dal Capo dello Stato a cittadini di questa provincia nonché dell'onorificenza di "Vittima del Terrorismo" conferita dal Presidente della Repubblica ad un militare di questa provincia colpito nel corso di un evento terroristico all'estero e della medaglia d'onore, alla memoria, a un ex deportato nei campi di sterminio.

Pubblicato il :

 
Torna su