Logo


Prefettura - Ufficio Territoriale del Governo di Cuneo

NOTIZIE

 

 Legge 167/2017, c.d. legge europea 2017 - Scadenza termini presentazione domanda di indennizzo.

Il prossimo 12 aprile scadrÓ il termine previsto dall'art. 6 della legge 20 novembre 2017, n. 167, c.d. legge europea 2017,per presentare la domanda di indennizzo, a favore delle vittime di un reato doloso commesso con violenza, anche per i reati commessi dal 30 giugno 2005 al 23 luglio 2016 (in origine non previsti), nelle ipotesi in cui la vittima, o gli aventi causa in caso di omicidio, non abbiano conseguito il risarcimento del danno dall'autore del reato.

Per agevolare le vittime, qualora alla scadenza del termine di 120 giorni non sia ancora disponibile la documentazione richiesta (atti esecutivi, passaggio in giudicato della sentenza), le domande potranno comunque essere presentate nel termine generale di 60 giorni dall'ultimo atto esecutivo o dal passaggio in giudicato della sentenza.

L'indennizzo Ŕ elargito per la rifusione delle spese mediche e assistenziali documentate, salvo che per i fatti di violenza sessuale e di omicidio, nei quali casi l'indennizzo Ŕ comunque elargito anche in assenza di spese mediche e assistenziali.

Gli importi, fissati dal decreto interministeriale del 31 agosto 2017, pubblicato sulla G.U. 10 ottobre 2017, che ha reso operativa la legge, saranno a breve rideterminati in aumento, grazie alle nuove e maggiori risorse stanziate con la legge europea del 2017 e la legge di bilancio 2018. Tale decreto Ŕ inserito anche nel sito www.interno.gov.it sulla pagina "Commissario per il coordinamento delle iniziative di solidarietÓ per le vittime dei reati di tipo mafioso e dei reati internazionali violenti", in cui sono altresý precisati condizioni e presupposti per accedere al Fondo, nonchÚ le informazioni relative al procedimento.

Cuneo, 30 marzo 2018
                                                                  L'ADDETTO STAMPA
                                                                         (Masoero)

 

                                                                                             

 
Pubblicato il :

 Progetto pilota "Cantiere/Scuola" - Roccaforte Mondový

Nella mattinata del 23 marzo u.s. Ŕ stato presentato a Roccaforte Mondový - in localitÓ Lurisia Terme il Progetto pilota "CANTIERE/SCUOLA" avviato nella frazione Lurisia, di ristrutturazione dell'edificio delle ex-scuole elementari a cura di alcuni richiedenti asilo accolti presso l'ex Hotel "Everest", gestito dalla Cooperativa Sociale "Isola di Ariel".

L'iniziativa Ŕ nata dall'esigenza di consentire una maggiore integrazione dei richiedenti asilo con il territorio, insegnare loro un mestiere e restituire alla comunitÓ di Lurisia Terme, che ha accolto i migranti, un prezioso contributo alla ristrutturazione di un edificio e rendere concreto il loro impegno per la comunitÓ.

Il progetto patrocinato dalla Prefettura e dal Comune di Roccaforte Mondový , ha trovato la collaborazione della Fondazione Cassa di Risparmio di Cuneo, della Scuola Edile di Cuneo, di Acque e Terme di Lurisia, della cooperativa "L'Isola di Ariel" (che si occupa della gestione dei migranti), dell'Unione Montana MondolŔ (che include i comuni di Roccaforte Mondový, Villanova Mondový, Pianfei, Frabosa Soprana e Sottana), delle parrocchie presenti sul territorio comunale di Roccaforte Mondový, del CSSM e dell'associazione "Volontari per un mondo migliore".

I richiedenti asilo hanno frequentato un corso di 16 ore obbligatorio per legge sottoponendosi ad un controllo medico per verificare la loro idoneitÓ allo svolgimento della mansione.

I ragazzi hanno preso parte ad un percorso formativo suddiviso in due parti: la prima, di 280 ore di teoria, la seconda, di 220 ore, molto pi¨ pratica e comprensiva anche di due moduli sulla predisposizione di tracce per gli impianti, resa possibile dal cantiere di Lurisia, che, in virt¨ delle sue caratteristiche, ha dato modo ai docenti di insegnare una professione.

I primi interventi di ristrutturazione sono cominciati a fine 2016, anche e soprattutto in virt¨ dell'esigenza di individuare una sede esterna all'ex albergo presso cui frequentare le lezioni di italiano di base: Ŕ stato cosý avviato il progetto pilota che al primo piano sta permettendo di recuperare due aule didattiche con adeguati servizi igienici (questi ultimi in fase di realizzazione) e, del piano terreno, di allestire il "Museo dell'acqua e della pietra", elementi cardine all'interno della storia di Lurisia.

Al termine dell'incontro, al quale ha presenziato anche il Prefetto Giovanni Russo, sono stati consegnati gli attestati-ricordo a tutti i richiedenti asilo.
Lurisia Terme 1   Lurisia Terme 2
Pubblicato il :

 Revisori dei Conti - risultati sorteggio del 21.3.2018

apri
Pubblicato il 22/03/2018
Ultima modifica il 22/03/2018 alle 12:12:05

 
Torna su