Prefettura - Ufficio Territoriale del Governo di Crotone

NOTIZIE

 

 Avviso pubblico gara europea a procedura aperta per la fornitura di beni e servizi relativi al funzionamento del Centro di Accoglienza per Richiedenti Asilo CARA- Regional Hub di Crotone

Si rende noto che al seguente link  è stato pubblicato l'avviso: 'Seconda Seduta pubblica di Gara' per la gara europea a procedura aperta per la fornitura di beni e servizi relativi al funzionamento del Centro di Accoglienza per Richiedenti Asilo CARA - Regional Hub  di Crotone, disposta con decreto a contrarre prot. 18730 del 12 ottobre 2017.
Pubblicato il :

 Iniziative occupazioni arbitrarie immobili

Nella mattinata odierna, conformemente a quanto avvenuto in altre province della Regione e su impulso del Procuratore della Repubblica di Crotone, si è tenuto un incontro finalizzato alla ricerca, anche in questa provincia, di uno strumento di garanzia alla corretta utilizzazione del patrimonio abitativo pubblico e per la tutela del principio di legittima aspettativa di fruizione da parte degli aventi diritto. Alla presenza dei Sindaci e Commissari straordinari di Crotone, Isola Capo Rizzuto, Casabona, Petilia Policastro e Strongoli e con l'intervento del Dirigente generale dell'Aterp si è discusso delle forme di collaborazione interistituzionali possibili ed idonee ad integrare le competenze dei diversi livelli, in una determinata azione di contrasto al fenomeno delle occupazioni abusive negli insediamenti di edilizia residenziale pubblica ma che sia all'interno di un'azione di rilancio delle politiche attive per la casa.

Le modalità pratiche dell'azione pubblica troveranno sintesi in un'intesa di prossima sottoscrizione, ove la casa è posta a riferimento di un percorso d'integrazione e crescita di fasce deboli della popolazione all'interno di un sistema di welfare moderno in grado di corrispondere alle mutate esigenze della domanda alloggiativa, avuto particolare riguardo ai contesti urbani esposti a fenomeni di marginalizzazione e degrado.

Si è in tal modo distinto un doveroso momento dell'intervento coattivo, preceduto tuttavia da una permanente azione di prevenzione e dal monitoraggio del patrimonio immobiliare, funzionale pure al controllo del territorio e tesa ad interrompere circuiti malavitosi e di microcriminalità, posto che tale fenomeno rischia, tra l'altro, di vanificare le attività locali di riqualificazione dei quartieri con compromissione di risorse finanziarie.

 

Crotone, 18 giugno 2018
Pubblicato il :

 Patti per la sicurezza urbana

Nella giornata odierna presso la Prefettura di Crotone sono stati sottoscritti i "Patti per la sicurezza urbana" tra il Prefetto Cosima Di Stani ed i Sindaci e Commissari straordinari presso i Comuni di Cirò Marina, Cirò, Isola Capo Rizzuto, Rocca di Neto, Scandale, Mesoraca e Crucoli.

I patti odierni seguono quello sottoscritto con il Sindaco del capoluogo lo scorso 30 aprile.

Recependo prescrizioni legislative e ministeriali, nella finalità di uniformare il modello operativo nella provincia per adeguarne l'efficacia di prevenzione e contrasto, si muovono lungo le due principali direttici della lotta ai fenomeni di criminalità predatoria e della riqualificazione dei territori. Quest'ultima intesa come l'insieme delle politiche attive per una migliore vivibilità degli spazi pubblici e per un generale innalzamento della qualità della vita.

A tal fine, nel quadro dei principi di leale collaborazione tra Stato ed Autonomie locali e richiamato comunque il ruolo di centralità del Comitato provinciale per l'ordine e la sicurezza pubblica, i patti consolidano ulteriormente sul territorio, costituendone riferimento unitario nella provincia, il modello di sicurezza integrato tra Forze di Polizia e le Polizie municipali che risponda, nell'ottica di razionalizzare le risorse umane disponibili, alle aspettative di sicurezza dei cittadini. Sotto il profilo dell'operatività i patti individuano topograficamente le aree ove concentrare le attività.

Si tratta di quelle ove è registrata un'incidenza di forme di degrado urbano o attraversate da fenomeni di illegalità, come quelli relativi all'abusivismo commerciale, alle occupazioni abusive nonché quelle su cui si rende necessario incrementare gli standard di sorveglianza poiché ad elevato afflusso di visitatori, in ragione del pregio storico-architettonico o turistico.

L'operatività del dispositivo, nella formula coordinata descritta, troverà supporto nel potenziamento del sistema di videosorveglianza lungo gli snodi strategici e che orienterà il monitoraggio nella fase di prevenzione, sostenendo gli approfondimenti investigativi, in quella di contrasto.

 

Crotone, 14 giugno 2018

Pubblicato il :

 Fondo Edifici di Culto destinazione 5 per mille IRPEF

A partire dallo scorso 1° maggio, il Ministero dei Beni e delle Attività Culturali e del Turismo ha inserito il Fondo Edifici di Culto (F.E.C.) fra i soggetti ammessi al beneficio del 5 per mille dell'IRPEF .

Il Fondo annovera nel suo patrimonio oltre 800 edifici sacri, tra cui la Basilica di Santa Croce e S. Maria Novella a Firenze, la Basilica dei Santi Giovanni e Paolo al Celio a Roma, la Chiesa di S. Chiara con annesso Monastero e S. Gregorio Armeno a Napoli, la Chiesa della Martorana a Palermo, importanti aree museali, un'area naturale incontaminata come la Foresta di Tarvisio e un fondo libraio antico con oltre 400 volumi.

Negli ultimi anni son stati finanziati importanti interventi di manutenzione e restauro.

Da oggi, grazie alla possibilità di donare a favore del FEC il 5 per mille IRPEF , ogni cittadino potrà, contribuire a tutelare il patrimonio affidato alla cura del FEC, a protezione della nostra storia e cultura.

La destinazione del 5 per mille in favore del FEC potrà essere effettuata mediante compilazione dell'apposito riquadro della dichiarazione dei redditi denominato "SCELTA PER LA DESTINAZIONE DEL 5 PER MILLE IRPEF" firmando il riquadro relativo al FINANZIAMENTO DELLE ATTIVITA' DI TUTELA, PROMOZIONE E VALORIZZAZIONE DEI BENI CULTURALI E PAESAGGISTICI (soggetti di cui all'articolo 2, comma 2, del D.P.C.M. 28 luglio 2016) e apponendo il codice fiscale 97051910582.

Pubblicato il :

 Esito sorteggio collegio revisori dei conti Provincia di Crotone

Si rende noto che in data 13 giugno 2018, ai sensi del d.m. n. 23 del 15 febbraio 2012 del Ministero dell'Interno, alla presenza del rappresentante dell'ente locale si è proceduto all'estrazione, tramite sistema informatico, dei componenti dell'Organo di Revisione Economico-Finanziario della Provincia di Crotone.
Si allega il verbale della seduta pubblica con l'esito del sorteggio 

Pubblicato il 14/06/2018
Ultima modifica il 14/06/2018 alle 10:56:08

 Allegato "convocazione seduta pubblica"

Si rende noto che al seguente link è stato pubblicato l'allegato "convocazione seduta pubblica" relativo al seguente bando: Affidamento di servizio di formazione e affiancamento del personale della Prefettura U.T.G. di Crotone per lo svolgimento dei compiti di supporto tecnico e informativo ai Comuni nella predisposizione, revisione e monitoraggio dei piani anticorruzione - CIG 73715435B8 - CUP: F74B170000100006.
Pubblicato il :

 NOMINA REVISORE DEI CONTI PROVINCIA DI CROTONE

Si rende noto che, ai sensi del d.m. 15 febbraio 2012, n.23, giorno 13 Giugno alle ore 10:30, si terrà le seduta pubblica per l'estrazione a sorte, tramite procedura informatica,  dell'organo di revisione della Provincia di Crotone.
Pubblicato il :

 Osservatorio sicurezza stradale ... piattaforma 'CRISC"

Nell'ambito della metodologia di lavoro definita in sede di osservatorio per la sicurezza stradale, nella giornata odierna si è tenuta presso la Prefettura di Crotone, alla presenza dei rappresentanti delle polizie municipali della provincia, la sessione formativa concernente le funzionalità della piattaforma per la rilevazione degli incidenti stradali con e senza lesioni e per l'utilizzo del software messo a disposizione dal Centro Regionale degli Incidenti Stradali della Calabria (CRISC). Il sistema, attraverso il rilascio di credenziali, consente a tutte le Polizie Locali e ai servizi di polizia stradale di uniformare le procedure di rilevamento del sinistro in uno all'informatizzazione dei flussi comunicativi prevedendo, a regime, la condivisione di informazioni aggiuntive. In particolare gli organi accertatori come i soggetti pubblici coinvolti negli eventuali procedimenti sanzionatori disporranno, oltre che di un quadro sempre aggiornato sull'incidentalità con dati geo-riferiti in tempo reale, di elementi ulteriori quali quelli relativi alle condizioni dell'assetto stradale interessato dal sinistro, agli attuali volumi di traffico e ai lavori pubblici eventualmente in corso.

Il Prefetto di Crotone, Cosima Di Stani nel ringraziare gli intervenuti, ha espresso compiacimento per il consolidamento di una prassi operativa finalizzata ad elevare i livelli di sicurezza attraverso l'accesso ad un patrimonio informativo in costante aggiornamento secondo le potenzialità delle nuove tecnologie e a beneficio anche dei soggetti proprietari e gestori delle strade e che possa supportare, in tal modo, le stesse politiche d'investimento sulla viabilità.

 

 

Crotone, 08 giugno 2018

Pubblicato il :

 Esito sorteggio revisore dei conti del Comune di Pallagorio

Si rende noto che in data 6 giugno 2018, ai sensi del d.m. n. 23 del 15 febbraio 2012 del Ministero dell'Interno, alla presenza del rappresentante dell'ente locale si è proceduto all'estrazione, tramite sistema informatico, del  nominativo del componente dell'Organo di Revisione Economico-Finanziario del Comune di Pallagorio.

Si allega il verbale della seduta pubblica con l'esito del sorteggio 

 
Pubblicato il 08/06/2018
Ultima modifica il 08/06/2018 alle 13:35:18

 STAGIONE ESTIVA 2018. ATTIVITÀ PER LA PREVENZIONE E LA LOTTA ATTIVA AGLI INCENDI BOSCHIVI NEL TERRITORIO PROVINCIALE DI CROTONE.

Si è tenuta nel pomeriggio di ieri presso la Prefettura di Crotone una riunione, presieduta dal Prefetto Cosima Di Stani, nell'ambito delle attività di prevenzione e contrasto agli incendi boschivi dell'imminente stagione estiva, alla quale hanno preso parte il Dirigente Regionale dell'U.O.A. "Politiche della Montagna, Foreste e Forestazione", i rappresentanti di Azienda "Calabria Verde", Ente Parco Nazionale della Sila, Provincia di Crotone, Forze di Polizia, Vigili del Fuoco, Capitaneria di Porto, Anas, R.F.I., Consorzio di Bonifica "Ionio Crotonese", nonché i Sindaci e Responsabili degli Uffici Tecnici dei Comuni della provincia.

Nel corso dell'incontro, il Prefetto ha ribadito la necessità di azioni sinergiche e coordinate, tra tutte le componenti del sistema a vario titolo interessati, a tutela della pubblica incolumità e a garanzia dell'ordine e della sicurezza pubblica, tenuto conto che la scorsa stagione estiva è stata caratterizzata, anche in questo territorio provinciale, dall'acuirsi del fenomeno in questione che ha interessato oltre a vaste aree boschive, anche centri abitati ed infrastrutture.

Si è altresì attirata la particolare attenzione dei Sindaci, tra l'altro, per l'adozione delle ordinanze finalizzate a garantire la pulizia della vegetazione incolta di aree prossime a zone antropizzate; dovrà inoltre essere svolta attenta vigilanza sulla loro ottemperanza, nonchè sulla necessità di garantire il costante aggiornamento del catasto dei terreni percorsi da incendi.

Nella disamina generale, il Dirigente Regionale dell'U.O.A. "Politiche della Montagna, Foreste e Forestazione" ha illustrato il Piano Regionale Antincendio Boschivo approvato con D.G.R. n.171 del 09.05.2018, strumento fondamentale per la salvaguardia del patrimonio forestale regionale contro gli incendi boschivi.

A breve, ci sarà la stipula della convenzione delle attività di prevenzione e contrasto degli incendi boschivi tra Regione Calabria e i Vigili del Fuoco.

Da parte delle Forze di Polizia, infine, sarà dato incisivo impulso ai dispositivi di controllo del territorio, attraverso azioni di contrasto e di repressione dei fenomeni di innesco di incendi.

Pubblicato il :

 NOMINA REVISORE DEI CONTI COMUNE DI PALLAGORIO

Si rende noto che, ai sensi del d.m. 15 febbraio 2012, n.23,  giorno 06 giugno alle ore 11:00, si terrà le seduta pubblica per l'estrazione a sorte, tramite procedura informatica,  dell'organo di revisione del Comune di Pallagorio
Pubblicato il :

 Intesa di legalità area di bonifica S.I.N

Nella giornata odierna, presieduto dal Prefetto di Crotone Cosima Di Stani si è tenuto un incontro in Prefettura al quale hanno preso parte, oltre che l'Assessore regionale all'ambiente, Dott.ssa Rizzo, il Presidente di Syndial (Eni) avv. La Rocca, il Presidente di Unindustria Calabria Natale Mazzuca, i Presidenti delle associazioni datoriali, Confindustria Crotone, Confapi Crotone ed Ance nonchè i Segretari confederali provinciali di CGIL, CISL, UIL.

In applicazione dell'intesa di legalità recentemente sottoscritta, l'obiettivo è la messa a punto di un percorso tendente alla valorizzazione e massimizzazione degli interventi delle imprese locali alle attività di bonifica dell' ex area industriale. Un'occasione che ha permesso di avviare un proficuo confronto finalizzato all'individuazione di un metodo per accompagnare la crescita delle imprese calabresi, con particolare attenzione ai progetti di bonifica in corso di approvazione. In particolare, Syndial ed Unindustria Calabria si impegnano a programmare, a partire da luglio, delle specifiche sessioni, mettendo a disposizione i locali di Confindustria Crotone, per illustrare alle imprese le modalità di partecipazione alle gare ai fini di un'utile valutazione di quelle che si accreditano per la "qualifica Eni", quale condizione  di immissione nel circuito dei lavori. Fermo restando la verifica del possesso dei necessari requisiti, le aziende di interesse potranno intraprendere un percorso strutturato affinché anche le imprese di medie e piccole dimensioni possano qualificarsi, secondo specifiche modalità che saranno individuate nel pieno rispetto delle normative e procedure vigenti, con garanzia altresì di precisi standard in materia di sicurezza sui cantieri e cautele infortunistiche. Nella circostanza Unindustria Calabria e Syndial hanno auspicato che il metodo proposto possa trasformarsi in una concreta best pratice per lo sviluppo della rete imprenditoriale del territorio e costituire al contempo una prospettiva di crescita, favorendo una dimensione imprenditoriale competitiva e con la partecipazione attiva delle locali maestranze.

La stessa Syndial ha, altresì, assicurato massima attenzione anche agli aspetti di sicurezza delle maestranze nei luoghi in cui si svolgono le attività di bonifica ed in tale direzione si è impegnata a sovraintendere alla formazione dei lavoratori nonché a sostenere ogni iniziativa necessaria ad innalzare le soglie di sicurezza, anche con la sottoscrizione di un apposito protocollo.

Nel contempo il Presidente di Syndial ha evidenziato l'intendimento della società di coinvolgere direttamente i lavoratori del territorio crotonese nelle attività di bonifica.

A conclusone dell'incontro tutte le parti presenti hanno espresso viva soddisfazione per il percorso intrapreso

 

Crotone, 01 giugno 2018
 
 
Pubblicato il :

 NOMINA COMMISSARIO STRAORDINARIO IMPRESA DESTINATARIA INTERDITTIVA

Nella giornata odierna il prefetto di Crotone, Cosima Di Stani, ha con proprio decreto, nominato il commissario straordinario con i poteri e le funzioni degli organi di Amministrazione dell'impresa "Mister Dog s.r.l.", destinataria, nello scorso mese di aprile, di informazione antimafia di tipo interdittivo.

La nomina consegue, avuto riguardo al quadro normativo di riferimento in materia di prevenzione della corruzione e monitoraggio e sostegno alle imprese, allorché le aziende colpite da provvedimento interdittivo abbiano in corso un contratto per lavori, prestazione di servizi o forniture, stipulato con soggetto pubblico e sussista l'urgente necessità di assicurare il completamento del contratto ovvero la sua prosecuzione. Ciò al fine di garantire la continuità di funzioni e servizi indifferibili.

 

Crotone, 01 giugno 2018

Pubblicato il :

 
Torna su