Prefettura - Ufficio Territoriale del Governo di Crotone

NOTIZIE

 

 PROTOCOLLO PER LA SALUTE E SICUREZZA NEI LUOGHI DI LAVORO

Nella mattinata di ieri 17 aprile u.s. è stato sottoscritto presso questa Prefettura, dai Sindaci della provincia che vi hanno aderito, il protocollo riguardante la salute e la sicurezza nei luoghi di lavoro.

Le questioni legate ai temi della salute e della sicurezza dei lavoratori assumono grande rilevanza nel territorio di questa provincia, che nel corso dello scorso anno ha registrato molteplici infortuni sul lavoro, di cui 8 con esito mortale.

Peraltro il tema dei "nuovi rischi" risulta particolarmente incisivo in province, come quella crotonese, che si trovano ad affrontare importanti lavori di bonifica nelle ex aree industriali.

Per tali ragioni, nell'ambito della conferenza provinciale permanente sono state ritenute prioritarie le iniziative volte ad assicurare una maggiore prevenzione dei rischi attraverso strumenti più ampi rispetto a quelli tradizionali.

In tale direzione è stata condivisa la necessità di attivare forme di coordinamento tra organismi pubblici di controllo e quelli paritetici di prevenzione, di rafforzare l'azione di formazione/informazione soprattutto nelle piccole e medie imprese, ritenute più a rischio per la loro struttura organizzativa di ridotte dimensioni, e di delineare strategie mirate per settori produttivi più critici, dell'edilizia e dell'agricoltura.

Con la sottoscrizione del Protocollo gli Enti locali si impegnano a favorire la "tracciabilità" delle attività lavorative, al fine di consentire un'efficace azione di prevenzione mediante un sistema congiunto di monitoraggio e controllo. L'obiettivo ulteriore è quello di sensibilizzare anche i committenti privati sulle questioni in argomento, onde incrementare le tutele dei lavoratori non solo nei rapporti in cui è causa una pubblica amministrazione, ma anche in quelli strettamente privatistici.

Il Protocollo è inoltre finalizzato alla costituzione di un Osservatorio permanente sulla salute e sicurezza nei luoghi di lavoro, articolato in due Sezioni. La prima Sezione si occuperà del miglioramento dei sistemi di prevenzione, con il compito di effettuare un costante monitoraggio sul fenomeno degli infortuni sui luoghi di lavoro, mediante l'analisi dei dati in possesso di enti di vigilanza, organi ispettivi e organizzazioni sindacali e datoriali. La seconda Sezione avrà il compito di favorire l'attività di formazione ed informazione sulla questione riguardante la salute e la sicurezza sui luoghi di lavoro.

Al fine della costituzione del succitato Osservatorio permanente, saranno convocati, per la sottoscrizione del Protocollo, gli organi tecnici preposti alla salvaguardia della salute e sicurezza nei luoghi di lavoro (I.N.P.S., I.N.A.I.L., Ispettorato del Lavoro, ASP, Vigili del Fuoco.), oltre alle associazioni datoriali e alle Organizzazioni sindacali più rappresentative.

 

Crotone, 18 aprile 2019

 

L'addetto stampa

Il Capo di Gabinetto

Pubblicato il :

 17/04/2019- Convocazione dei candidati che hanno presentato domanda per il colloquio di selezione relativo al progetto di Servizio Civile

 
Pubblicato il 17/04/2019
Ultima modifica il 18/04/2019 alle 10:45:09

 AVVISO ESPLORATIVO FORNITURA PASTI IN FAVORE DEGLI OSPITI DEL CARA DI ISOLA DI CAPO RIZZUTO - PERIODO 1° MAGGIO 2019 - 30 GIUGNO 2019

La Prefettura-U.T.G. di Crotone, con sede in via G. Palatucci 11, C.F. 91011070793, P.E.C.  protocollo.prefkr(at)pec.interno.it  deve affidare il servizio di fornitura pasti presso il CARA di Isola di Capo Rizzuto  per il tempo strettamente necessario alla definizione del contenzioso insorto sull'aggiudicazione della gara europea già espletata, mediante procedura negoziata ai sensi dell'art. 36 del decreto legislativo n. 50 del 18/4/2016, in combinato disposto con l'art. 35, comma 1, lett. d) del medesimo decreto.

Il criterio di aggiudicazione della gara è individuato nel criterio maggior ribasso del Codice degli Appalti.

La durata del contratto è fissata in n. 2 mesi (maggio 2019 -giugno 2019), ferma restando la possibilità per la stazione appaltante di risolvere anticipatamente il vincolo contrattuale in caso di definizione del contenzioso sopra menzionato, prima di tale termine;

L'importo a base d'asta è fissato in € 149.523,20 , così determinato:

€ 6,40*61*383   dove

n. 383 - numero ospiti giornaliero previsto (presenze effettive dell'11 aprile 2019);
61 giorni;

€ 6,40 prezzo a base d'asta

 che gli oneri da rischi interferenziali possono essere quantificati in € 300,00 ;

Si applicano al presente affidamento le SPECIFICHE TECNICHE per il lotto n. 2 della procedura aperta per la gestione dei servizi di accoglienza nel CARA indetta con determina del 20 ottobre 2017, nonché le parti del relativo capitolato di gara relativi alla fornitura pasti " Allegati 2 e 3" ;

Il calcolo del corrispettivo dovuto sarà effettuato sulla base del numero dei pasti effettivamente forniti, accertati con le modalità concordate con la Prefettura. L'aggiudicatario è tenuto a trasmettere, al termine del bimestre, il rendiconto dei pasti ordinati e consegnati, nonché copia conforme all'originale del Documento di Trasporto (DDT).

I soggetti interessati sono invitati a presentare la propria manifestazione di interesse, utilizzando il modello "Allegato 1", compilato in ogni sua parte, firmato e corredato dal   documento di riconoscimento del legale rappresentante o procuratore speciale (in tal caso deve essere allegata la relativa procura), che dovrà pervenire,  esclusivamente tramite P.E.C  , al seguente indirizzo:  protocollo.prefkr(at)pec.interno.it entro il termine perentorio delle ore 9:00 del giorno 19 APRILE p.v.  Il messaggio di posta elettronica certificata dovrà riportare il seguente oggetto : "AVVISO ESPLORATIVO FORNITURA PASTI CARA CROTONE BIMESTRE MAGGIO-GIUGNO 2019".  Non si terrà conto e, dunque, saranno automaticamente escluse, eventuali manifestazioni di interesse pervenute con modalità diversa dalla pec.

 f.to Cataldi
Pubblicato il 12/04/2019
Ultima modifica il 12/04/2019 alle 11:43:13

 Progetti di bonifica

Nella mattinata di ieri 9 aprile 2019 si è riunita presso questa Prefettura la Commissione Tecnica istituita ai sensi dell'articolo 126 bis D. Lgs. 230/1995 per discutere dello stato di avanzamento dei Documenti di Valutazione di Radioprotezione (DVR) relativi a tre dei progetti di bonifica nel territorio di questa Provincia.

Nel corso della riunione, presieduta dal Prefetto, è stato approfondito il DVR dell'Arenile antistante la discarica ex Fosfotec "Farina-Trappeto", il cui progetto di bonifica è gestito da Syndial, quello dell'area archeologica nel comune di Crotone, il cui progetto di bonifica è gestito dall'amministrazione locale, e, infine, quello del Castello Carlo V, il cui progetto di bonifica è gestito dal Segretariato Regionale MIBAC.

Con riferimento al primo DVR i componenti della Commissione Tecnica hanno condiviso la revisione del DVR da parte di Syndial, ritenendo di poter formulare il prescritto parere al Ministero dell'Ambiente e della tutela del territorio e del mare con le prescrizioni emerse ad esito del confronto.

Non altrettanto si è potuto disporre relativamente al progetto dell'area archeologica nel comune Capoluogo, il cui DVR, nonostante una recente revisione, presenta ancora dei notevoli profili di criticità. Per l'adozione del suddetto Documento di Valutazione di Radioprotezione sarà, pertanto, necessaria una caratterizzazione del sito secondo criteri scientificamente condivisi, onde poter acquisire maggiori elementi in ordine alla presenza di materiale con una concentrazione soprasoglia di sostanze pericolose. Solo all'esito di questa ulteriore revisione del DVR sarà possibile formulare il parere per il Ministero dell'Ambiente e della tutela del territorio e del mare.

Relativamente all'area del Castello Carlo V, infine, è emerso che, nonostante le rilevazioni ARPACAL abbiano accertato la presenza di gas radon a livelli inferiori alle soglie di legge nonché la presenza di tenorm interrato in profondità e già adeguatamente isolato, il sito presenta anche un importante volume di tenorm in superficie che necessita di essere rimosso.

In particolare la caratterizzazione dell'area, condotta dal Segretariato Regionale MIBAC tramite un esperto qualificato, ha consentito di differenziare all'interno del Castello zone in cui la presenza di tenorm in profondità non impatta sui livelli di radioprotezione, come già emerso nel dossier di ARPACAL, da zone in cui sono necessari interventi di rimozione dei metasilicati presenti in superficie per un volume complessivo di circa 200 m 3 di materiale.

Nondimeno, il sig. Prefetto, atteso che il DVR è stato quasi integralmente condiviso da tutti i componenti della Commissione, salvo alcune osservazioni prontamente recepite dal Segretariato Regionale MIBAC, ha espresso parere favorevole con prescrizioni sul progetto, creando le premesse per una riapertura dell'importante sito.

A tal fine il Segretariato Regionale MIBAC si è impegnato a presentare il progetto definitivo della bonifica entro la fine di aprile, allegando, su espressa richiesta del Prefetto, un cronoprogramma per la conclusione dei lavori e la riconsegna del Castello Carlo V alla comunità crotonese.

L'addetto stampa

Il Capo di Gabinetto

Pubblicato il :

 COMPLESSO MONUMENTALE DI 'LE CASTELLA"

Nel pomeriggio odierno si è svolta presso questa Prefettura una riunione, presieduta dal Prefetto, per un aggiornamento sul cronoprogramma, definito nel corso della riunione del 6 febbraio u.s., concernente il complesso monumentale "Le Castella" di Isola di Capo Rizzuto.

Nel corso dell'incontro, che ha registrato la partecipazione dell'assessore regionale alla Cultura, del Dirigente del Segretariato Regionale Mibac, della Direttrice del Polo museale della Calabria, del Comandante della Capitaneria di Porto di Crotone e della commissione straordinaria del comune di Isola di Capo Rizzuto, è stato dato atto della conclusione della prima fase delle attività, conclusasi con la sottoscrizione del verbale di consegna del castello aragonese al Polo museale della Calabria.

Il perfezionamento della consegna è solo l'atto preliminare e prodromico alla riapertura in tempi rapidi del complesso monumentale, previa individuazione di un gestore.

A tal fine è stata prospettata la sottoscrizione di un accordo di valorizzazione tra il Ministero per i Beni e le attività Culturali e il comune di Isola di Capo Rizzuto, che consentirebbe di operare in chiave sinergica per il raggiungimento dell'obiettivo comune.

In questa stessa ottica, l'Assessore regionale alla Cultura ha informato i presenti che è in fase di definizione il riconoscimento di un finanziamento di circa 200.000 € per la valorizzazione della fortezza aragonese di Le Castella

La sottoscrizione del prospettato accordo di valorizzazione aprirebbe, quindi, la strada alla procedura per l'individuazione del gestore del complesso monumentale.

La riunione ha consentito un confronto costruttivo su una bozza di accordo, ad esito del quale è stato delineato il cronoprogramma per le successive attività.

Il Prefetto ha, pertanto, convocato per la giornata del 16 aprile p.v. la riunione per la sottoscrizione dell'accordo di programma, assegnando alle parti, per le attività di rispettiva competenza, il termine di 14 giorni per la definizione del suddetto documento.

Nelle more di tale operazione il Segretariato Regionale Mibac e il Polo museale della Calabria dovranno predisporre il progetto di valorizzazione da inserire nel capitolato del bando di gara.
Pubblicato il :

 
Torna su