Logo


Prefettura - Ufficio Territoriale del Governo di Cremona

Ricongiungimento familiare online

Modalità di presentazione:
 
Dal 17 agosto 2017 la procedura di presentazione della domanda di ricongiungimento familiare è diventata interamente digitale. La documentazione che comprova il possesso di un alloggio idoneo e del reddito annuo necessario per poter esercitare il diritto al ricongiungimento familiare va ora allegata alla domanda inviata allo Sportello Unico con modalità informatiche.
 
Detta procedura è raggiungibile all'indirizzo https://nullaostalavoro.dlci.interno.it .
 
Ogni documento allegato alla domanda dovrà avere una dimensione massima di 3MB in uno dei formati ammessi: PDF, JPEG, TIFF. La domanda dovrà contenere un indirizzo di posta elettronica per ricevere eventuali comunicazioni dello Sportello Unico.
 
Per quanto riguarda le istruzioni relative alla compilazione della domanda e l'elenco dei documenti richiesti si rinvia al seguente link:
 
 
Istruttoria
 
La nuova procedura consente allo Sportello Unico per l'Immigrazione di esaminare telematicamente la documentazione inviata e, in caso di esame positivo, di convocare l'interessato presso lo Sportello Unico per la consegna degli originali dei documenti. Qualora i documenti originali corrispondano a quelli inseriti in domanda, lo Sportello Unico provvede al rilascio del nulla osta. All'interessato viene consegnata una comunicazione relativa all'avvenuto rilascio e invio telematico del nulla osta alla competente rappresentanza diplomatica italiana all'estero (Ambasciata o Consolato). Detta comunicazione dovrà essere trasmessa al familiare da ricongiungere per ottenere il visto d'ingresso per l'Italia. Il nulla osta ha una validità di 180 giorni decorrenti dalla data di rilascio e, alla scadenza, non può essere rinnovato.
 
Qualora invece la domanda di ricongiungimento familiare sia incompleta o sia necessario rinviare i documenti inseriti, l'interessato riceve all'indirizzo di posta elettronica indicato in domanda una comunicazione contenente le informazioni integrative richieste. I documenti integrativi richiesti dovranno essere inseriti in domanda con modalità informatiche. Pertanto è necessario che l'interessato conservi con cura le credenziali utilizzate per l'invio della domanda.
 
Nel caso lo Sportello Unico riscontri il mancato possesso dei requisiti di alloggio e di reddito richiesti, la domanda di ricongiungimento familiare verrà respinta.
 
Chi può presentare domanda
 
Possono presentare la domanda di ricongiungimento familiare unicamente i cittadini stranieri in possesso di carta di soggiorno o di un permesso di soggiorno di durata non inferiore a un anno rilasciato per motivi di lavoro subordinato o autonomo (inclusi blue card e permesso di soggiorno per ricerca scientifica), ovvero per asilo, per protezione sussidiaria, per studio, per motivi religiosi o per motivi familiari.
 
Termine di definizione
 
90 giorni decorrenti dalla data di presentazione della domanda, salvo sospensione o interruzione del termine.

Data pubblicazione il 31/10/2017
Ultima modifica il 31/10/2017 alle 12:20

 
Torna su