Prefettura - Ufficio Territoriale del Governo di Como

NOTIZIE

 

 Formazione in videoconferenza con il Ministero dell'interno per l'utilizzo del portale digitale ministeriale SANA (Sistema Informativo Sanzionatorio Amministrativo)

 
Formazione "SANA"

La dematerializzazione dei procedimenti sanzionatori per il miglioramento dei servizi al cittadino

Nella giornata di ieri si è concluso presso la Prefettura il primo ciclo di formazione in videoconferenza con il Ministero dell'interno per l'utilizzo del portale digitale ministeriale SANA (Sistema Informativo Sanzionatorio Amministrativo), sistema documentale e procedimentale dedicato alla gestione dei verbali di accertamento di violazione e delle conseguenti sanzioni, delle norme del Codice della strada.

            Al progetto di formazione hanno partecipato, oltre al personale della Prefettura, vari operatori delle Forze dell'Ordine (Polizia di Stato, Carabinieri, Guardia di Finanza) e delle Polizie Locali dei maggiori Comuni della Provincia, che per lo scambio di informazioni sulle multe elevate e sui relativi ricorsi amministrativi dialogheranno con la Prefettura, attraverso un fascicolo elettronico unitario accessibile tramite il portale SANA.

Il Prefetto Andrea Polichetti, ringraziando le Forze dell'Ordine e le Polizie Locali intervenute, ha evidenziato, nel corso della giornata conclusiva della formazione, che l'utilizzazione del portale SANA - la cui piattaforma sarà operativa a livello provinciale entro la fine del corrente anno - rappresenta un'importante semplificazione nel rapporto con il cittadino utente: l'interconnessione telematica, infatti, oltre a potenziare la trasparenza del procedimento di applicazione della sanzione, renderà disponibili all'utente, in modalità digitale, le notizie sul procedimento cui è interessato, anche per l'accesso agli atti e la presentazione di istanze e memorie relative al procedimento in trattazione.

Como, 9 luglio 2021

L'ADDETTO STAMPA

Venturo
Pubblicato il 09/07/2021
Ultima modifica il 09/07/2021 alle 14:49:43

 Presidio acquatico gestito dal locale Comando Provinciale dei Vigili del Fuoco.

 
 
È stata confermata anche per il corrente anno l'importante iniziativa realizzata nel corso delle ultime stagioni estive, volta ad intensificare la sicurezza balneare dei fruitori delle acque del lago di Como, mediante l'istituzione di un presidio acquatico gestito dal locale Comando Provinciale dei Vigili del Fuoco .

Il Prefetto Andrea Polichetti, in rappresentanza del Ministero dell'Interno - Dipartimento dei Vigili del Fuoco, del Soccorso pubblico e della Difesa Civile, ha infatti sottoscritto oggi, insieme al Comandante Provinciale dei Vigili del Fuoco ing. Marcella Battaglia e al Presidente dell'Autorità di Bacino del Lario e del Laghi Minori di Menaggio Luigi Lusardi, un'apposita convenzione - valida, per l'intero periodo estivo - che intende salvaguardare la possibilità di effettuare interventi di salvamento lungo il litorale libero, con le consuete ed elevate caratteristiche di professionalità da parte del personale del Vigili del Fuoco.

In concreto, il servizio si propone di integrare il salvamento di persone e natanti nell'ambito del progetto " Lario Sicuro ", predisposto annualmente dall'Autorità di Bacino con le principali organizzazioni di volontariato ed altri enti, negli arenili non assentiti in concessione e nelle acque libere ricadenti nella giurisdizione dei Comuni aderenti all'ente.

In detto contesto, il Comando Provinciale dei Vigili del Fuoco assicurerà il servizio di salvamento lungo i tratti di litorale destinati alla libera fruizione, con proprio personale (n. 2 operatori in possesso delle necessarie abilitazioni), a bordo di una moto d'acqua con annessa barella rigida, per 9 ore giornaliere circa, dalle ore 10.00 alle 19.00, nei seguenti giorni: 9, 12, 16, 19, 23, 26 e 30 luglio e 2, 6, 9, 13, 16, 20, 23, 27 e 30 agosto .

" Il nuovo servizio - ha dichiarato il Prefetto Polichetti - mira a rafforzare le iniziative volte alla salvaguardia della vita umana nelle acque del lago di Como. Occorre, però, in ogni caso, che prevalga il giusto senso di responsabilità da parte dei frequentatori del lago, sia nella navigazione che nella balneazione, avendo cura di mantenere sempre una condotta prudente e accorta, rispettosa delle regole stabilite dalle autorità ".

 Como, 5 luglio 2021

L'ADDETTO STAMPA

(Venturo)
Pubblicato il 06/07/2021
Ultima modifica il 06/07/2021 alle 09:03:58

 
Torna su