Logo


Prefettura - Ufficio Territoriale del Governo di Como

NOTIZIE

 

 Comunicato Stampa - Caserma del Distaccamento dei Vigili del Fuoco di Cantù

Nella mattinata odierna, presieduta dal Prefetto, Bruno Corda si è svolta, una riunione per un esame congiunto della situazione relativa alla Caserma del Distaccamento dei Vigili del Fuoco di Cantù. All'incontro hanno partecipato il Sindaco di Cantù, Claudio Bizzozero, unitamente all'Assessore ai Lavori Pubblici, Paolo Di Febo, all'ing. Mario Iorio, Dirigente dell'Area tecnica lavori pubblici ed all'arch. Giuseppe Ruffo, Dirigente Area Servizi al Territorio, nonché rappresentanti del Comando Provinciale dei Vigili del Fuoco di Como e la sig.ra Giuseppina Giudici, proprietaria dell'immobile di via Bolzano n. 4, attuale sede del citato Distaccamento dei Vigili del Fuoco.
 
Al termine di una articolata disamina dell'argomento è stata condivisa l'attuazione di un percorso volto all'acquisizione da parte del comune di Cantù dell'immobile di che trattasi mediante la permuta con un immobile di proprietà comunale.

Qualora le suddette trattative dovessero arrivare ad una positiva conclusione la sig.ra Giuseppina Giudici, nelle more del perfezionamento dell'iter intrapreso con l'Amministrazione Comunale di Cantù, ha preso l'impegno di astenersi dal promuovere l'avvio della procedura esecutiva per il rilascio dell'immobile.
 
L'Amministrazione Comunale subentrerebbe nella proprietà dell'immobile di via Bolzano n. 4 e nei rapporti contrattuali intercorrenti con il Ministero dell'Interno, mantenendo immutata la destinazione dell'immobile a sede de Distaccamento dei Vigili del Fuoco di Cantù.
Pubblicato il
:

 Tavolo tecnico la viabilità locale a seguito dell'apertura della tratta A-BO da Cassano Magnago a Lomazzo della Pedemontana Lombarda

                                                                     COMUNICATO STAMPA

Convocato e presieduto in data odierna dal Prefetto di Como, Bruno Corda, si è riunito in Prefettura un tavolo tecnico avente ad oggetto l'esame congiunto delle risultanze dei monitoraggi sui volumi del traffico lungo la viabilità locale a seguito dell'apertura della tratta A-BO da Cassano Magnago a Lomazzo dell'Autostrada Pedemontana Lombarda avvenuta in data 26 gennaio 2015. Alla riunione sono intervenuti i Sindaci dei Comuni di Bregnano, Cermenate, Lomazzo e Rovellasca, il Comandante della locale Sezione Polizia Stradale, i tecnici del Settore Viabilità della Provincia di Como, un rappresentante dell'Assessorato alle Infrastrutture e Mobilità della Regione Lombardia, il Presidente di Autostrada Pedemontana Lombarda, e i responsabili di C.A.L. e Nuova Briantea.

Nell'occasione, i rappresentanti dell'Amministrazione Provinciale di Como hanno comunicato le risultanze dei rilevamenti operati lungo la S.P. 32 "Di Novedrate", disposti dal Prefetto in occasione di analoga riunione tenutasi in data 22 gennaio scorso. Dall'analisi effettuata, è emerso un fisiologico aumento dei volumi di traffico e dell'incidentalità stradale, tale però da non suscitare particolari preoccupazioni sul piano della sicurezza stradale. Il Presidente della società Autostrada Pedemontana Lombarda ha confermato la disponibilità a contribuire al miglioramento delle condizioni di sicurezza stradale della viabilità locale in seguito all'entrata in servizio dell'autostrada, attraverso la realizzazione di una rotatoria tra lo svincolo autostradale di Lomazzo Sud ed il centro abitato del Comune di Lomazzo; ha altresì assicurato, nella stessa ottica, che la società continuerà ad espletare puntualmente il servizio di pulizia stradale e che provvedere a risolvere situazioni di ammaloramento del manto stradale -riconducibili alle attività di cantiere svolte -, che, in prospettiva, potrebbero comportare 1 "inagibilità della strada provinciale. In relazione alla situazione di disagio lamentata dagli abitanti dei comuni interessati dall'incremento del transito dei mezzi pesanti, in particolare nelle ore notturne, il rappresentante della Nuova Briantea ha comunicato che, a seguito dell'avanzamento dei lavori, è stato ridotto di circa il 20% il traffico dei mezzi d'opera utilizzati nelle aree di cantiere e che vi sarà un'ulteriore riduzione di circa il 50% nel mese di maggio. La Provincia di Como, in qualità di ente proprietario della S.P. 32, continuerà sistematicamente a monitorare i volumi di traffico lungo l'arteria interessata, dando tempestiva comunicazione in caso di rilevata particolare criticità. I Sindaci che hanno partecipato alla riunione, nel rappresentare l'apprezzamento per quanto emerso e per gli impegni assunti, hanno raccomandato massimo impegno da parte della società Autostrada Pedemontana Lombarda e dell'Amministrazione Provinciale di Como nell'ottica di sempre migliori condizioni di sicurezza sulla medesima arteria stradale.

Palazzo del Governo, 3 marzo 2015.

                                                                       L'ADDETTO STAMPA
                                                                 IL VICEPREFETTO AGGIUNTO
                                                                  Dott. Domenico RONCAGLI
Pubblicato il 04/03/2015
Ultima modifica il 04/03/2015 alle 09:06:18

 
Torna su