Prefettura - Ufficio Territoriale del Governo di Catanzaro

NOTIZIE

 

 AVVISO - NOMINA REVISORI DEI CONTI ENTI LOCALI -

Si rende noto che in data 28 aprile 2014, alla presenza del rappresentante designato dall’ Ente Locale interessato, si è svolto   presso questa Prefettura il sorteggio telematico relativo alla nomina dell’Organo di Revisione economico-finanziaria dell’Ente di seguito indicato:
-           COMUNE DI   SORBO SAN BASILE (CZ).
Pubblicato il 29/04/2014 ultima modifica il 26/06/2014 alle 09:16:23

 AVVISO - NOMINA REVISORI DEI CONTI ENTI LOCALI -

 
Si rende noto che, ai sensi del d.m. 15 febbraio 2012, n.23 questa Prefettura ha stabilito per il 28 aprile 2014 la seduta pubblica per l’estrazione a sorte, con procedura informatica, dell’organo di revisione del Comune sotto indicato:
  -        Comune di   SORBO SAN BASILE (CZ)     ORE 12.00   -
Pubblicato il :

 IL DIRITTO DELL’EMERGENZA AL CENTRO DI UNA GIORNATA DI STUDIO A CATANZARO Presente all’iniziativa il Sottosegretario all’Interno, On.le Dott. Gianpiero Bocci

Lo scorso 04 aprile, a Catanzaro, si è affrontato il delicato e quantomai attuale tema de “ Il diritto dell’emergenza tra crisi ambientale e protezione civile ”.
L’iniziativa formativa, promossa dal Prefetto di Catanzaro Raffaele Cannizzaro, è stata rivolta a quanti ricoprono un ruolo primario nel fronteggiare eventi calamitosi.
Dopo i saluti del Prefetto, il quale ha introdotto i temi della giornata di studio, la relazione è stata affidata all’Avv. Stefano Sorvino, docente di diritto ambientale presso l’Università degli Studi del Sannio e Commissario Straordinario dell’Autorità di Bacino Regionale Campania Sud ed Interregionale per il Bacino idrografico del fiume Sele.
Il professor Sorvino ha magistralmente illustrato ad una attenta platea le tappe fondamentali della normativa in materia di protezione civile, la cui genesi è assai risalente, potendosi intravedere una sorta di diritto dell’emergenza già nel diritto romano quando il senato, in situazioni di speciale necessità, votava la sospensione di tutte le leggi ( senatus consultum ultimum ).
Entrando nel vivo dell’argomento, il professore ha, poi, svolto una puntuale analisi del potere di ordinanza, evidenziandone luci ed ombre e ponendo l’accento, in special modo, sulla possibilità che il diritto emergenziale possa derogare alla normativa di origine comunitaria, oggi sempre più vincolante per il nostro ordinamento. Ampio spazio è stato, inoltre, riservato ad una accurata riflessione circa la portata dell’art. 5 della legge n. 225/1992, norma che rappresenta il cuore giuridico del sistema di protezione civile. L’Avv. Sorvino ha, in proposito, evidenziato con grande perizia e acutezza come la sfera di operatività di tale legislazione speciale si sia sempre più dilatata finendo per essere utilizzata anche per fronteggiare non già eventi calamitosi e catastrofici, bensì diffuse e gravi emergenze ambientali legate allo smaltimento dei rifiuti, alle bonifiche dei siti inquinati o al dissesto idrogeologico.
I lavori sono stati conclusi dal Sottosegretario all’Interno, On.le Dott. Gianpiero Bocci il quale ha posto l’accento sulla necessità che si proceda ad un cambiamento di rotta nella gestione delle emergenze poiché la Protezione civile, che interviene in situazioni dolorose che toccano la vita di famiglie, persone ed imprese, non può essere esempio di cattiva gestione di risorse. L’On. Bocci ha dato atto che nel sistema di protezione civile sono stati compiuti importantissimi passi in avanti e che le modifiche normative degli untimi tre anni e mezzo si muovono nella giusta direzione in quanto vanno ad incidere sui tre punti caratterizzanti l’emergenza: definizione, tempo e controllo. Con riferimento al primo dei tre punti il Sottosegretario, infatti, ha affermato che non può ricomprendersi nel concetto di “emergenza” la realizzazione di grandi opere piuttosto che l’organizzazione dei grandi eventi, in quanto tali avvenimenti sono voluti e programmati. Il tempo è stato definito quale variabile fondamentali perché si possa parlare di straordinarietà dell’intervento poiché un intervento che duri più di tre mesi è solo la prova che la protezione civile e le amministrazioni locali non funzionano come dovrebbero. Ultimo dei tre punti cardine del sistema, ma non certo per importanza, è il controllo delle spese “straordinarie” da parte del Ministero dell’Economia e delle Finanze e della Corte dei conti.
Soffermandosi, poi, sulle proposte di riforma avanzate dal Governo, ed in particolare su quella di revisione del Titolo V della Costituzione, il Sottosegretario Bocci ha posto l’accento sulla necessità di costruire un nuovo modello di articolazione dello Stato sul territorio che, però, abbia una direzione unitaria rinvenibile, immancabilmente, nella figura del Prefetto il cui ruolo rimane “ indiscutibile e decisivo per la qualità delle risposte dello Stato all’emergenza ”.
A chiusura della giornata formativa il Prefetto Cannizzaro, nel ringraziare quanti hanno preso parte all’evento, ha manifestato vivo compiacimento per l’elevatissimo livello con cui le tematiche dell’emergenza sono state affrontate dagli illustri relatori.
 
 
 
 
 
  
 
 
Pubblicato il :

 ELEZIONI EUROPEE

"Decreto del Presidente della Repubblica 17 marzo 2014" Indizione dei comizi elettorali per l'elezione dei membri del Parlamento Europeo spettanti all'Italia.
Pubblicato il 02/04/2014 ultima modifica il 02/04/2014 alle 09:02:46

 
Torna su