Logo


Prefettura - Ufficio Territoriale del Governo di Catania

Comunicati Stampa

 

 ATTIVITÀ DI PREVENZIONE PER UN CAPODANNO 'SICURO".

Il Prefetto Claudio Sammartino ha presieduto presso il Palazzo del Governo una riunione del Comitato Provinciale per l'Ordine e la Sicurezza Pubblica con la partecipazione dei responsabili delle Forze di polizia, del Comando provinciale dei Vigili del Fuoco, dell'Azienda Sanitaria Provinciale, del SUES-118, e rappresentanti del Comune di Catania e del volontariato.

            L'incontro ha avuto l'obiettivo di definire i dispositivi di security, nonché quelli di safety, in un'ottica di ottimizzazione dell'efficacia del generale dispositivo di sicurezza, in occasione delle manifestazioni musicali programmate nella piazza Duomo dall'Amministrazione comunale di Catania per i giorni 30 e 31 dicembre e che prevedono un significativo afflusso di partecipanti.

             Sono state definite, secondo le direttive ministeriali in materia, le misure a salvaguardia dell'incolumità e della sicurezza dei partecipanti e sono stati previsti ulteriori dispositivi volti a implementare l'incolumità delle persone, ad innalzare il livello di sicurezza generale e a pianificare i servizi a tutela dell'ordine e della sicurezza pubblica.

             Fra le altre misure sono stati previsti, in particolare, la attivazione di un doppio filtraggio all'ingresso dei partecipanti alle manifestazioni, la presenza di un congruo numero di steward, la previsione di ulteriori vie di esodo e l'incremento del numero dei presidi di emergenza sanitaria.

            Particolare rilievo è stato dato anche all'aspetto collaborativo dei cittadini i quali dovranno essere invitati a rispettare le indicazioni e le raccomandazioni degli addetti alla sicurezza.

            Il Prefetto, inoltre, nell'ambito di una complessiva strategia volta a rendere "più sicure" le prossime festività di fine anno, ha diramato apposita raccomandazione ai Sindaci della provincia, perché, a loro volta, si facciano anch'essi promotori di messaggi di cautela sull'utilizzo dei prodotti pirotecnici da parte dei cittadini.

            Infatti, in considerazione del fatto che con l'approssimarsi delle festività si intensifica l'accensione dei fuochi pirotecnici e che le evidenze statistiche rilevano come ogni anno si verificano un gran numero di incidenti derivanti da un uso improprio dei prodotti, è stata richiamata la particolare attenzione dei Sindaci affinché svolgano a livello locale, attraverso i più efficaci strumenti di comunicazione, ogni utile opera di sensibilizzazione nei confronti della cittadinanza per un "uso consapevole" degli articoli pirotecnici.

            In particolare, vengono invitati i cittadini a non utilizzare o limitare al massimo l'utilizzo dei "botti" privilegiando l'impiego di prodotti meno invasivi e pericolosi quali quelli che valorizzano i giochi di luce e che producono effetti scenici gradevoli e meno dirompenti, ad evitare di utilizzare i "botti" nei luoghi di aggregazione o comunque in tutti quelli affollati, nelle aree a rischio propagazione di incendi, nei pressi di ospedali, scuole, luoghi di culto o comunque nelle vicinanze di monumenti o edifici a valenza storica, archeologica, architettonica o naturalistica, ed a garantire la massima attenzione in presenza di bambini o di altri soggetti deboli che dovranno essere tenuti a debita distanza da chi fa uso dei fuochi ed in condizioni di sicurezza.  
Pubblicato il 29/12/2018
Ultima modifica il 23/01/2019 alle 10:22:19

 CONSEGNA DIPLOMI DELLE DISTINZIONI ONORIFICHE

     Oggi 20 dicembre il Prefetto di Catania ha consegnato presso il Palazzo del Governo, nell'ambito di una sobria cerimonia i diplomi delle distinzioni onorifiche dell'Ordine al merito della Repubblica Italiana concessi con decreto del Presidente della Repubblica del 2 giugno 2018.

     Alla cerimonia hanno partecipato le massime autorità, civili, militari e religiose della provincia nonchè i "ragazzi sindaci" degli Istituti scolastici secondari di primo grado di Catania e della provincia. E' intervenuto l'Arcivescovo di Catania, il quale ha rivolto anch'egli un messaggio augurale.

     La cerimonia ha avuto inizio con l'esecuzione dell'Inno Nazionale da parte del coro interscolastico composto da studenti delle scuole Parini, Pizzigoni-Carducci, Calvino di Catania, Pluchinotta e Santa Maria della Mercede di Sant'Agata Li Battiati.

     Di seguito il Prefetto ha rivolto un indirizzo di saluto agli intervenuti sottolineando che "il Palazzo del Governo deve diventare sempre più la casa dei catanesi in particolar modo in questi momenti così difficili per il futuro di questa società."

     "Soprattutto in questi momenti così critici" ha continuato il Prefetto e "allo stesso tempo cosi decisivi per il futuro di Catania ed anche della sua provincia il nostro posto è la trincea , una trincea di servizio, senza tregua, quella che ci attende nei prossimi mesi e che è richiesta dai catanesi che chiedono anche di non essere lasciati soli e di essere aiutati a costruire un futuro più sicuro e sereno.

     Inoltre ha evidenziato l' importanza della presenza dei ragazzi che sono testimoni dell'impegno delle Istituzioni a favore dei quali "le Istituzioni devono contribuire a costruire una società che prevenga e rifiuti illegalità, corruzione e inquinamento mafioso; gli stessi giovani devono avere sempre presente che una funzione pubblica rappresentativa costituisce una importante attività di servizio ai cittadini." alla luce di quanto è significativamente indicato dall'articolo 98 della Costituzione, Nel rivolgere gli auguri agli intervenuti, il Prefetto ha ancora una volta evidenziato la necessità che tutte le Istituzioni statali e territoriali, svolgano un'azione improntata alla massima cooperazione e leale collaborazione come recita la Carta Costituzionale. E infatti il Prefetto ha sottolineato che "Catania e i catanesi in questi momenti hanno ancor più bisogno che le Istituzioni lavorino insieme per loro e il loro futuro perché la cooperazione per il bene comune è un grande fattore moltiplicatore di effetti positivi".

     Anche la rappresentante dei ragazzi sindaci ha voluto salutare e porgere i propri auguri ai presenti e rivolgere in particolare al Prefetto un augurio per il ruolo che ricopre nella provincia.

 
Il Prefetto Sammartino
 
La Consegna delle onorificenze
 
Il saluto dei ragazzi sindaci
 

                                                                                  
Pubblicato il 20/12/2018
Ultima modifica il 21/12/2018 alle 13:05:45

 CONSEGNA DIPLOMI DELLE DISTINZIONI ONORIFICHE DELL'ORDINE AL MERITO DELLA REPUBBLICA ITALIANA

     Il Prefetto Claudio Sammartino domani alle ore 9:30, presso il Palazzo Governo, consegnerà i diplomi delle distinzioni onorofiche dell'Ordine al Merito della Repubblica Italiana concesse con decreto dal Presidente della Repubblica di seguito elencante:

  •  Cavaliere di Gran Croce Vito Branca, Avvocato Professore;
  • Cavaliere Paolo Bella, Architetto presso l'Ufficio Tecnico dell'Istituto Bancario Credito Siciliano;
  • Cavaliere Nicolò Moschitta, Maresciallo aiutante dell'Arma dei Carabinieri, in quiescenza;
  • Cavaliere Pietro Luciano Sciolto, Luogotenente dell'Arma dei Carabinieri;
  • Cavaliere Giuseppe Strano, Maresciallo della Guardia di Finanza;
  • Cavaliere Salvatore Turrisi, presidente e amministratore delegato della società SIELTE;
  • Cavaliere Gaetano Buffo, l'Ispettore Superiore della Polizia di Stato;
  • Cavaliere Giovanni Iodice, Capitano di  Vascello della Marina Militare;
  • Cavaliere Raimondo Milia, Luogotenente C.S. dell'Arma dei Carabinieri;
  • Cavaliere Salvatore Scavuzzo, Luogotenente dell'Aeronautica;
  • Cavaliere Gaetano Spezzi, Luogotenente C.S. dell'Arma dei Carabinieri.
Pubblicato il 19/12/2018
Ultima modifica il 21/12/2018 alle 12:14:13

 COMITATO PROVINCIALE PER L'ORDINE E LA SICUREZZA PUBBLICA PER LE SITUAZIONI DI ILLEGALITÀ CHE INTERESSANO IL TERRITORIO CALATINO

      Convocata dal Prefetto Claudio Sammartino, si è svolta presso il Palazzo del Governo, una riunione del Comitato Provinciale per l'Ordine e la Sicurezza Pubblica per una disamina approfondita della complessiva condizione di sicurezza e delle situazioni di illegalità che interessano il territorio calatino, anche alla luce delle valutazioni del Presidente della Regione e dei Sindaci di quelle zone, soprattutto in relazione alle azioni delittuose che vengono poste in essere in danno delle coltivazioni agrumicole con il furto del frutto pendente

     Alla riunione hanno partecipato: l'Assessore regionale dell'agricoltura, dello sviluppo rurale e della pesca mediterranea, i Sindaci di Grammichele, Militello in Val di Catania, Mineo, Raddusa, Palagonia, Scordia, il Questore, il Comandante provinciale della Guardia di Finanza, il Comandante provinciale dei Carabinieri, nonché il Comandante provinciale del Corpo Forestale e il Comandante della Polizia provinciale.

     All'incontro hanno partecipato anche i Rappresentati provinciali delle Organizzazioni di categoria dei coltivatori e produttori.

     Dopo gli interventi dei Sindaci e dei Rappresentanti di categoria che si sono fatti portavoce delle esigenze e delle preoccupazioni dei produttori di agrumi e di altre specialità e anche della popolazione di quei territori, l'incontro ha avuto il suo culmine nella pianificazione strategica sia sul fronte dell'intensificazione, modularità e mobilità dei controlli sul territorio, sia, a valle, sulle iniziative di verifica della filiera di vendita del prodotto illecitamente asportato.

     Per quanto riguarda la prima linea di intervento, il Prefetto ha rimarcato la necessità di una integrazione del controllo e della vigilanza del territorio praticata dalle Forze dell'Ordine dello Stato con risorse umane e strumentali del Corpo forestale e della Polizia provinciale.

     In tal senso il territorio del Calatino verrà suddiviso in quadranti e settori per agevolare la massima intensificazione del controllo delle zone interessate e ciò in sede di tavolo tecnico che si svolgerà entro la settimana in Questura con la partecipazione anche dei Comandanti delle Polizie municipali dei Comuni interessati.

    In tal senso i Sindaci, si sono impegnati a sollecitare la collaborazione della cittadinanza nella tempestiva segnalazione di attività sospette e nella denuncia di illeciti.

    Il Prefetto ha sottolineato che la sicurezza è un patrimonio dei cittadini a cui ciascuno può fornire il suo contributo.

    Lo stesso Prefetto ha poi evidenziato la collaborazione fra Stato, Regioni , Enti Locali e Organizzazioni di categoria anche su questo versante della tutela delle attività produttive e della sicurezza sul territorio.

    La seconda linea di intervento riguarda i controlli che verranno intensificati dalla Guardia di Finanza cui collaboreranno le Polizie Municipali in relazione alla filiera di distribuzione e vendita dei prodotti anche in zone non limitrofe al Calatino.

Pubblicato il :

 COMITATO PROVINCIALE PER L'ORDINE E LA SICUREZZA PUBBLICA

     Il Prefetto Claudio Sammartino, in occasione delle imminenti festività di Natale e dell'anno nuovo, ha presieduto presso il Palazzo del Governo una riunione Tecnica di Coordinamento. e una riunione del Comitato Provinciale per l'Ordine e la Sicurezza Pubblica con la partecipazione del Sindaco della Città metropolitana, del Questore, del Comandante provinciale della Guardia di Finanza, del Comandante provinciale dei Carabinieri, del Comandante del 5° Reggimento Fanteria Aosta, del Dirigente del Compartimento e della Sezione della Polizia Stradale, del Dirigente dell'Ufficio di Frontiera marittima e aerea, del Comandante della Capitaneria di Porto, del Comandante Provinciale dei Vigili del Fuoco e del Direttore generale dell'Azienda Sanitaria Provinciale.

    L'incontro ha avuto l'obiettivo di programmare l'intensificazione dei servizi di ordine e sicurezza pubblica a salvaguardia dei cittadini in occasione delle festività natalizie e di fine anno anche con riferimento al rafforzamento delle misure antiterrorismo.

    È stato, in proposito, approntato un articolato piano che prevede un innalzamento dei consueti servizi di vigilanza, controllo e prevenzione al fine di evitare che la maggiore circolazione di persone e l'incremento del flusso turistico dato dall'approssimarsi delle festività natalizie, connotate da cerimonie e da attività di forte richiamo, possa costituire occasione per la consumazione di reati o altre illegalità.

    Nel corso dell'incontro, per rendere ancora più efficace l'azione delle Forze di Polizia, sono state individuate le priorità di azione ed intervento alle quali ispirare le attività di controllo del territorio, i servizi anticrimine ed i dispositivi di vigilanza e prevenzione.

    E' stato quindi deciso che verrà rivolta massina attenzione agli obiettivi più sensibili quali i luoghi di culto, i luoghi di attrazione e di maggiore interesse turistico, i monumenti ed i musei, i mercatini di Natale, le piazze interessate da un notevole afflusso di persone, i centri commerciali e gli outlet , i locali di ritrovo e di intrattenimento, gli scali aeroportuali e ferroviari.

    Particolare attenzione sarà rivolta ai luoghi di aggregazione e di incontro anche con riguardo ai festeggiamenti per l'anno nuovo.

    Il Sindaco ha preannunciato due concerti per il 30 e 31 dicembre in piazza Duomo eventi per i quali sarà predisposta, secondo le note Direttive per i "grandi eventi", la massima salvaguardia della sicurezza e della incolumità pubblica.

    Mirata vigilanza sarà effettuata soprattutto da parte della Polizia Stradale nei percorsi di accesso e deflusso del capoluogo e nelle località etnee e di montagna.

    Ulteriori rafforzamenti nell'aeroporto di Catania in cui si continua a registrare aumenti negli arrivi soprattutto durante le festività.
Pubblicato il 18/12/2018
Ultima modifica il 18/12/2018 alle 20:03:29

 CORSO DI ABILITAZIONE PER UFFICIALI DI STATO CIVILE

     Il Prefetto di Catania inaugurerà domani, 18 Dicembre 2018, presso la ex caserma Malerba, sede della Direzione dei Sistemi Informatici del Comune di Catania, il Corso di abilitazione per Ufficiali di stato civile con anzianità superiore ai cinque anni, organizzato in collaborazione con l'A.N.U.S.C.A. (Associazione Nazionale Ufficiali Stato Civile Anagrafe).
 
      L'iniziativa formativa, destinata a funzionari in servizio presso Comuni delle province di Catania, Ragusa e Siracusa, è articolata in una serie di seminari che proseguiranno, con cadenza settimanale, durante il prossimo mese di gennaio, curati da esperti in materie di interesse professionale, tra cui il nuovo ordinamento dello stato civile; gli strumenti di innovazione tecnologica nel settore dei servizi demografici; il diritto di famiglia e la normativa in materia di cittadinanza.
 
     I trentaquattro partecipanti, selezionati da un'apposita Commissione costituita presso la Prefettura, dovranno sostenere, al termine delle attività, un esame conclusivo sulle materie oggetto di approfondimento.

 
Pubblicato il :

 INCONTRO CON I RAGAZZI SINDACI E LE DELEGAZIONI DEI CONSIGLI COMUNALI DEI RAGAZZI

    Il Prefetto Claudio Sammartino ha ricevuto nel salone di rappresentanza del Palazzo del Governo oltre 150 studenti degli Istituti scolastici secondari di primo grado di Catania e della provincia, i ragazzi sindaci e le delegazioni dei Consigli Comunali dei Ragazzi accompagnati dai dirigenti scolastici, insegnanti, genitori e dal Professor Adernò, coordinatore dell'iniziativa.

    In tal modo si è inteso rinnovare la tradizione di addobbare l'albero di Natale della sala di rappresentanza del Palazzo con decori e lavori realizzati dagli alunni.

    Sono intervenuti gli Istituti scolastici: Parini, San Giovanni Bosco, Brancati, Vespucci, Maria Ausiliatrice di Catania; III Circolo di Paternò; Pluchinotta e Istituto "S.M. Mercede" di Sant'Agata li Battiati; Martoglio e Circolo didattico di Belpasso nonchè quelle di Motta Sant'Anastasia, Tremestieri, Nicolosi, San Pietro Clarenza e Camporotondo Etneo.

    In questo contesto i ragazzi hanno illustrato al Prefetto l'iniziativa di donare ai Comuni il testo della Costituzione in attuazione della XVIII norma transitoria nella quale si legge che il testo della Costituzione è depositato nella sala comunale di ciascun Comune della Repubblica, per rimanervi esposto, affinchè ogni cittadino possa prenderne cognizione .

    Il Prefetto ha manifestato il proprio apprezzamento per la significativa iniziativa sottolineando l'importanza della Carta Costituzionale che deve rappresentare la guida per i cittadini e per le Istituzioni. I pubblici impiegati e chi riveste cariche pubbliche, così come recita l'art. 98 della Costituzione, sono al servizio esclusivo della Nazione.

    Per questo - ha continuato il Rappresentante del Governo rivolgendosi al ragazzi sindaci e ai delegati dei Consigli comunali- svolgere una funzione pubblica rappresentativa costituisce un'importante attività di servizio alle comunità locali e non una carriera.

    All'esito dell'incontro, il Prefetto ha annunciato che volentieri si recherà presso le scuole del Capoluogo e della provincia per esaminare e commentare con i ragazzi la Carta Costituzionale.

Il Prefetto, infine, ha invitato i giovani sindaci a partecipare alla cerimonia di consegna delle onorificenze dell'Ordine al Merito della Repubblica che si terrà presso il Palazzo del Governo il prossimo 20 dicembre.

 




Pubblicato il :

 VISITA DEL CORPO CONSOLARE DELLA SICILIA ORIENTALE

     Il Prefetto di Catania Claudio Sammartino, ha ricevuto in visita, presso il Palazzo del Governo, una delegazione del Corpo Consolare della Sicilia Orientale composta dai Consoli onorari di Belgio, Malta, Senegal, Svizzera, attuale decano, ed Ucraina.

     La visita si è svolta in un clima cordiale durante la quale le Autorità consolari hanno rappresentato al Prefetto la situazione delle rispettive comunità, ringraziandolo per l'opportunità loro riservata e manifestando l'intenzione di confermare la massima collaborazione istituzionale.

     Il Prefetto ha, a sua volta, sottolineato l'importanza e la grande rilevanza del ruolo di raccordo, svolto dai Consoli, tra le comunità rappresentate e il territorio che le ospita.

Pubblicato il 11/12/2018
Ultima modifica il 23/01/2019 alle 10:24:23

 SECONDA OPERAZIONE DI CONTROLLO COORDINATO DEL TERRITORIO

     Nell'ambito della strategia impostata dal Prefetto ed elaborata in sede di Comitato Provinciale per l' Ordine e la Sicurezza Pubblica per incrementare il controllo coordinato del territorio, si è svolta, nella notte scorsa, la seconda operazione di polizia nei quartieri Librino e San Giorgio fortemente interessati da fenomeni di criminalità ed illegalità.
 
     All'operazione, coordinata dal Questore hanno preso parte unità della Polizia di Stato, dei Carabinieri, della Guardia di Finanza con il supporto dei Reparti Speciali e della Polizia Municipale.
 
     L'operazione ha consentito di sottoporre a controllo un importante numero di mezzi e rilevare un numero considerevole di violazioni del codice della strada che hanno determinato l' elevazione dei relativi verbali e l' applicazione anche di diverse sanzioni di carattere accessorio quali sequestri e fermi amministrativi;
 
     Sono stati compiuti, altresì, interventi di verifica e controllo sugli spazi territoriali dei quartieri interessati alla ricerca di sacche di illegalità e con lo scopo prioritario di aumentare la percezione della sicurezza da parte dei cittadini confermando la presenza dello Stato anche nelle zone più periferiche del territorio comunale.
 
     In particolare, con l' ausilio delle unità cinofile della Polizia di Stato, nello svolgimento dell' attività di contrasto alla detenzione e allo spaccio di droga obiettivo prioritario del Governo è stata rinvenuta all' interno di un edificio, precisamente nell' intercapedine di una porta antincendio, una rilevante quantità di sostanze stupefacenti già divisa in dosi pronte per la vendita che è stata sottoposta a sequestro.
Pubblicato il 11/12/2018
Ultima modifica il 11/12/2018 alle 19:44:32

 
Torna su