Logo


Prefettura - Ufficio Territoriale del Governo di Catania

Comunicati Stampa

 

 PROTOCOLLO D'INTESA TRA PREFETTURA DI CATANIA

    Nel pomeriggio odierno, 24 maggio 2018, il Prefetto Silvana Riccio e il Contrammiraglio Gaetano Martinez hanno sottoscritto presso la Prefettura di Catania un protocollo d'intesa per l'utilizzo di locali della Direzione Marittima della Sicilia Orientale quali sede di Sala Operativa provinciale alternativa di protezione civile per le riunioni del Centro di Coordinamento Soccorsi (CCS).

    Il presente protocollo nasce dalla necessità di garantire la continuità delle attività al verificarsi di particolari situazioni che impediscono l'utilizzo dei locali presso la sede prefettizia, non idonei in base alla normativa antisismica.

    Alla sottoscrizione hanno assistito il Questore Alberto Francini, il Comandante Provinciale dei Carabinieri Colonnello Raffaele Covetti, il Comandante Provinciale della Guardia di Finanza Generale Antonio Nicola Quintavalle Cecere, l'Ing. Stefano Rizzo del Comando Provinciale dei Vigili del Fuoco, il Direttore SUES 118 di Catania, Dott.ssa Isabella Bartoli, e il Dirigente del Servizio Regionale di Protezione Civile della Provincia di Catania, Ing. Giovanni Spampinato.

    Prima della firma da parte dei sottoscrittori, il Prefetto di Catania ha ringraziato i presenti, sottolineando l'importanza del protocollo in questione, attese le rilevanti finalità dell'iniziativa, che è volta ad implementare la capacità di risposta delle componenti operative del sistema provinciale di protezione civile in caso di eventi di particolare rilievo e gravità.




Pubblicato il :

 OGGI A CATANIA IL PRIMO INTERVENTO CON PROCEDURA DI ALTO BIOCONTENIMENTO

     E' stata attivata stamani la prima procedura di trasporto in alto biocontenimento coordinata dalla Prefettura di Catania, con la collaborazione dalla Direzione Regionale USMAF SASN e della direzione per la Sicurezza Sanitaria Regionale.

     Il paziente, trasportato a bordo di un mezzo della Croce Rossa Italiana, e protetto da sistemi di alto biocontenimento per evitare il contagio, è stato trasferito a Roma a bordo di un aeromobile dell'Aeronautica Militare e successivamente ricoverato all'Ospedale Spallanzani, .

     Le operazioni, hanno coinvolto anche l'Aeronautica Militare , la Direzione aeroportuale Enac, SAC, la Polizia di frontiera, i Vigili del Fuoco e la Croce Rossa Italiana.

 

Pubblicato il :

 ELEZIONI 10 GIUGNO 2018

Nel pomeriggio ieri si è tenuta presso il salone di rappresentanza di questa Prefettura, una riunione dedicata all'esame delle disposizioni in materia di propaganda elettorale, alla quale hanno partecipato i rappresentanti delle Forze di Polizia, delle Polizie locali dei Comuni interessati alla tornata di consultazioni amministrative che si terrà il prossimo 10 giugno, nonché i Rappresentanti dei partiti e movimenti politici.

Nella circostanza sono state approfondite le tematiche di principale interesse per gli operatori e sono stati chiariti i profili di maggiore complessità della materia che assume carattere di elevato tecnicismo. 

Al termine dei lavori è stato redatto un verbale, sottoscritto dai presenti, che può essere consultato sul sito istituzionale di questa Prefettura, www.prefettura.it/catania

Pubblicato il :

 ALLA PREFETTURA DI CATANIA RESTITUTITI ALLA COLLETTIVITA' CIRCA 169 IMMOBILI CONFISCATI

    Nella giornata odierna si è tenuta presso il Palazzo del Governo di Catania una conferenza di servizi interprovinciale in forma simultanea indetta dall'Agenzia Nazionale per l'amministrazione e la destinazione dei beni sequestrati e confiscati alla criminalità organizzata finalizzata all'acquisizione delle manifestazioni di interesse dei beni immobili confiscati in via definitiva sul territorio delle provincie della Sicilia orientale.

    All'incontro, erano presenti il Direttore dell'ANBSC Prefetto Ennio Mario Sodano, il Prefetto di Catania Silvana Riccio, di Messina Maria Carmela Librizzi, di Siracusa Giuseppe Castaldo di Ragusa Filippina Cocuzza ed il Viceprefetto Vicario di Enna Michela La Iacona, il Procuratore Distrettuale della Repubblica di Catania Carmelo Zuccaro, il Presidente della Sezione Misure di Prevenzione del Tribunale di Catania Nunzio Trovato, il Rappresentante dell'Agenzia del Demanio, della Regione Siciliana ed i Sindaci dei Comuni interessati.

    La presenza dei vertici della magistratura (Procuratore Distrettuale della Repubblica e Presidente della Sezione Misure di Prevenzione del Tribunale) ha ribadito lo stretto rapporto di collaborazione tra magistratura, prefettura e governi locali per la migliore utilizzazione dei beni sottratti alla criminalità organizzata. Prassi peraltro ampiamente praticata nei territori interessati.

    È stata inoltre evidenziata l'importanza del percorso dei beni immobili che con il processo di confisca alla mafia fuoriescono dal circuito dell'illegalità per essere immessi in quello della legalità a disposizione della collettività.

    Sono state poi illustrate le recenti modifiche apportate al Codice antimafia che hanno, tra l'altro, attribuito alle Prefetture un ruolo sempre più strategico nell'attività di prevenzione e contrasto alla mafia, prevedendo un ampliamento delle competenze degli appositi nuclei di supporto ai comuni e un ruolo più incisivo nelle attività di collaborazione con l'Agenzia Nazionale per i beni sequestrati e confiscati.

    In sede di conferenza sono state raccolte le determinazioni assunte dalle amministrazioni comunali, della Regione Siciliana e dall'Agenzia del Demanio su 169 beni immobili distribuiti sul territorio della Sicilia orientale per adibirli a finalità sociali e/o istituzionali.

    Questa riunione segue il precedente incontro tenutosi ad ottobre presso la Prefettura di Catania in cui sono stati assegnati n. 329 beni immobili confiscati.




Conferenza di servizi beni confiscati
Pubblicato il :

 CONFERENZA PROVINCIALE SULLA VIOLENZA

     In data odierna si è svolta presso la Prefettura di Catania la Conferenza Permanente dedicata ad un approfondimento delle varie manifestazioni di violenza e all'individuazione di idonee e sinergiche strategie di prevenzione e contrasto.

    Alla conferenza, presieduta dal Prefetto Dr.ssa Silvana Riccio, hanno preso parte i rappresentanti degli Uffici giudiziari, degli Uffici periferici dello Stato e degli Enti Locali, unitamente a quelli delle Associazioni di volontariato e delle Organizzazioni sindacali locali.  

     Il Prefetto, in apertura dei lavori, ha evidenziato che le manifestazioni di violenza sono, purtroppo in costante aumento e che coinvolgono in particolare soggetti vulnerabili come donne, anziani, persone con disabilità, minori. La violenza viene esercitata nell'ambito di relazioni intime, negli istituti di istruzione e negli ambienti di lavoro, anche ai danni di operatori della sicurezza, della sanità e del sociale - dove peraltro a causa delle forme subdole nelle quali si consuma non emerge facilmente pur creando le stesse conseguenze di stress psico - fisico di tutte le forme di violenza - ai danni del patrimonio artistico e culturale.

      Il Prefetto ha precisato che l'odierna Conferenza Permanente non si prefigge lo scopo di attuare una metodologia di analisi e studio del fenomeno della violenza nelle sue molteplici manifestazioni, ma di realizzare un approccio operativo e sinergico tra tutte le componenti territoriali coinvolte, per la costituzione di un sistema di reti locali che consentano di realizzare la massima condivisione delle attività e delle iniziative poste in essere per assicurare una idonea opera di prevenzione e contrasto del fenomeno in parola e di diffusione di valori ispirati alla cultura del rispetto degli altri, nonchè a garantire il massimo sostegno e supporto alle vittime di violenza.

     A conclusione della seduta è stato convenuto di procedere ad organizzare i lavori successivi convocando gli interessati per ambiti territoriali di appartenenza e con riferimento specifico a tre settori fondamentali : la violenza sulle donne, sui minori e le forme di violenza sul lavoro.

     Tutti i partecipanti hanno condiviso ed assicurato la loro collaborazione
 
Pubblicato il :

 SOSPENSIONE ORGANI ELETTIVI COMUNE TRECASTAGNI

 

 

       Il Prefetto di Catania con proprio provvedimento ha sospeso gli organi elettivi del Comune di Trecastagni in seguito alla decisione presa nell'odierno Consiglio dei Ministri che ha deliberato, su proposta del Ministro dell'interno Marco Minniti, a norma dell'articolo 143 del Testo unico delle leggi sull'ordinamento degli enti locali (T.U.E.L.), lo scioglimento del Consiglio Comunale di Trecastagni (CT), in ragione delle riscontrate ingerenze da parte della criminalità organizzata.

Pubblicato il :

 DECRETO LEGGE 20 FEBBRAIO 2017, N.14 RECANTE 'DISPOSIZIONI URGENTI IN MATERIA DI SICUREZZA DELLE CITTÀ", PATTI PER L'ATTUAZIONE DELLE SICUREZZA URBANA E INSTALLAZIONE DI SISTEMI DI VIDEOSORVEGLIANZA

    Nella mattinata odierna si è tenuta presso questa prefettura una riunione alla quale hanno preso parte i rappresentanti dei comuni della provincia. Nel corso dei lavori , sono stati esaminati ed approfonditi, con il contributo del direttore della zona telecomunicazioni "sicilia orientale" della Polizia di Stato, gli aspetti di carattere tecnico-progettuale inerenti le procedure di finanziamento da attivare da parte degli enti locali per la realizzazione di impianti di videosorveglianza in base alle previsioni contenute nel decreto del Ministro dell'Interno, di concerto con il Ministro dell'Economia e delle Finanze, del 31 gennaio 2018.

Pubblicato il :

 
Torna su