Logo


Prefettura - Ufficio Territoriale del Governo di Campobasso

NOTIZIE

 

 Lettera di ringraziamento del Signor Prefetto di Campobasso

 
Intestazione: Il Prefetto di Campobasso
 
 
 

 

Campobasso, 11 giugno 2018 

 

Desidero far pervenire il mio più sentito ringraziamento e vivo apprezzamento a Tutti Coloro che si sono prodigati, con encomiabile abnegazione ed elevata professionalità, per consentire il sereno e ordinato svolgimento delle celebrazioni del "Corpus Domini".  

Un sincero plauso e un grazie di cuore esprimo alle Forze dell'Ordine che, come di consueto, hanno garantito presìdi e servizi ottimali a tutela della sicurezza delle persone, alla Regione Molise che ha fornito il suo prezioso e qualificato supporto, al Comune di Campobasso che ha curato, con equilibrio e puntualità, gli aspetti connessi alla "safety", al Corpo dei Vigili del Fuoco che ha assicurato un contributo determinante per la tutela dell'incolumità dei cittadini, all'Asrem e al Presidio del "118" che hanno posto a disposizione mezzi e personale per fronteggiare ogni emergenza sanitaria, ai Volontari che hanno prestato la loro opera con generosità e assoluta disponibilità.  

Anche quest'anno devo ringraziare calorosamente i Cittadini per aver saputo interpretare, nel modo migliore, con elevato senso civico e nel rispetto del lavoro svolto dalle Istituzioni, le esigenze connesse alla predisposizione di un modello organizzativo che deve contemperare le garanzie di "safety" e "security" con la libera partecipazione alle iniziative in programma.  

Grazie alla proficua sinergia e cooperazione fra le Amministrazioni coinvolte e al responsabile contributo della Popolazione è stato infatti possibile raggiungere risultati altamente positivi, senza alcuna criticità e nella piena osservanza delle direttive ministeriali che disciplinano l'organizzazione di eventi con notevole affluenza di pubblico.  

Il felice esito della tradizionale manifestazione dimostra come i diversi interessi in gioco possano trovare il giusto equilibrio attraverso un impegno collettivo volto a realizzare il primario obiettivo del bene comune.  

       Cordialmente.
 
Maria Guia Federico
 
Pubblicato il 11/06/2018
Ultima modifica il 11/06/2018 alle 14:18:56

 2 giugno 2018 - Festa Nazionale della Repubblica. -

  Intestazione Prefettura di Campobasso
 
Oggi, 2 giugno 2018, è stata celebrata, in questo capoluogo, la Festa Nazionale della Repubblica.
 
 
Sacrario del Castello Monforte - Onore ai Caduti di guerra Alle ore 8.30, al Sacrario del Castello Monforte, il Prefetto di Campobasso Maria Guia Federico ha deposto una corona di alloro per commemorare i Caduti di guerra.
 
Successivamente, in Piazza Gabriele Pepe ha avuto luogo la cerimonia solenne alla presenza delle Autorità Religiose, Civili e Militari, dei Rappresentanti delle associazioni combattentistiche e d'arma con Medaglieri e Labari, dei Gonfaloni della Regione Molise, del Comune e della Provincia di Campobasso, con ampia e sentita partecipazione della cittadinanza.
 
Dopo gli onori al Prefetto e l'alzabandiera, è stato letto dalla dott.ssa Bandiera umana formata dai Vigili del Fuoco Federico il messaggio del Presidente della Repubblica ai Prefetti, e dal Comandante Militare Esercito Molise quello alle Forze Armate.
 
Di seguito al saluto alle autorità, Personale del Comando Provinciale dei Vigili del Fuoco ha composto la figura del nostro Tricolore, issandosi sulle scale di soccorso, mentre il coro dell'Istituto comprensivo "Leopoldo Montini" di Campobasso, diretto ed accompagnato dai docenti di musica della Scuola, ha intonato l'inno nazionale, simbolo della nostra identità nazionale.

Successivamente, presso questo Palazzo del Governo, il Prefetto di Campobasso ha consegnato le seguenti distinzioni onorifiche concesse dal Presidente della Repubblica a cittadini della provincia:

due "Medaglie d'Onore" alla memoria , " riconosciute a titolo di risarcimento, soprattutto morale, per il sacrificio dei cittadini deportati ed internati nei lager nazisti nell'ultimo conflitto mondiale. destinati al lavoro coatto per l'economia di guerra, ai quali, se militari, è stato negato, dall'allora governo nazista, lo status di prigionieri di guerra, secondo la Convenzione di Ginevra "

cinque Onorificenze dell'Ordine "Al Merito della Repubblica" , destinate a " ricompensare benemerenze acquisite verso la Nazione nel campo delle lettere, delle arti, della economia e nel disimpegno di pubbliche cariche e di attività svolte a fini sociali, filantropici ed umanitari, nonché per lunghi e segnalati servizi nelle carriere civili e militari ".

In ALLEGATO i nominativi degli insigniti.

 
Campobasso, 2 giugno 2018

Il Responsabile dei rapporti con gli Organi di Informazione
 
   
Pubblicato il 02/06/2018
Ultima modifica il 02/06/2018 alle 13:16:37

 
Torna su