Logo


Prefettura - Ufficio Territoriale del Governo di Cagliari

NOTIZIE

 

 COMUNICATO STAMPA DEL 23 FEBBARIO 2017 - Visita in Prefettura a Cagliari dell'Ambasciatore d'Israele in Italia Sig. Ofer Sachs

            Questa mattina il Prefetto di Cagliari dott.ssa Giuliana Perrotta ha ricevuto in visita di cortesia il nuovo Ambasciatore dello Stato di Israele in Italia, Sig. Ofer Sachs, accompagnato dal Ministro Consigliere per gli Affari Pubblici, Sig. Rafael Erdreich.

            L'Ambasciatore, per la prima volta in visita ufficiale nell'Isola, nel salutare il Prefetto ha sottolineato come sia rimasto favorevolmente colpito nel constatare, in Italia, la forte presenza di donne in ruoli importanti e di rilievo, fino a poco tempo fa prettamente maschili.

            Il Rappresentante Diplomatico si è soffermato sui significativi e importanti rapporti di amicizia e cooperazione che, da sempre, intercorrono tra Israele e l'Italia, ed in particolare sulla necessità di intensificare i rapporti commerciali con la Sardegna, anche attraverso un progetto già in fase di attuazione, che vede attualmente coinvolto l'Ateneo cagliaritano e una Società israeliana, e in virtù del quale, nel settore delle telecomunicazioni, sono stati assunti numerosi qualificati giovani e che, nell'immediato futuro, prevede ulteriori assunzioni.

            Durante l'incontro sono state valutale nuove iniziative da mettere in campo nei prossimi mesi, per favorire ulteriori momenti di confronto e condivisione tra i due Paesi.

           L'Ambasciatore ha, altresì, fatto cenno alle problematiche connesse al fenomeno dei flussi migratori e alle criticità internazionali legate al fondamentalismo islamico.

          Il Prefetto di Cagliari, nell'illustrare la situazione relativa all'accoglienza dei migranti nell'Isola ha evidenziato l'impegno di tutte le Istituzioni su tali problematiche.

           Il cordiale incontro si è concluso con la piena disponibilità da parte del Prefetto e dell'Ambasciatore a collaborare per rafforzare ulteriormente i sentimenti di amicizia tra i due Paesi e supportare i processi di collaborazione nel settore commerciale e turistico.                                     

 

                                                                          L'ADDETTO STAMPA

 

 



Pubblicato il :

 COMUNICATO STAMPA 21 FEBBRAIO 2017

Domani 22 febbraio 2017 il Prefetto Giuliana Perrotta ha convocato in Prefettura, Piazza Palazzo, alle ore 10.30 , la Conferenza Regionale delle Autorità di Pubblica Sicurezza.

Accanto ai Prefetti e ai Questori della Regione nonché ai vertici provinciali e regionali dell'Arma dei Carabinieri e della Guardia di Finanza, parteciperanno all'incontro il Presidente della Regione e l'Assessore Regionale degli Enti Locali, il Sindaco della Città Metropolitana, i Sindaci dei comuni capoluogo, il Provveditore Regionale dell'Amministrazione Penitenziaria, il Procuratore Generale presso la Corte d'Appello di Cagliari, il Procuratore della Repubblica presso il Tribunale di Cagliari e il Presidente dell'Anci Sardegna.

All'inizio della Conferenza sarà sottoscritto dai Prefetti dell'Isola nonché dal Presidente della Regione Sardegna e dal Presidente dell'ANCI - Sardegna un Atto Aggiuntivo , dedicato ai sistemi tecnologici di video sorveglianza , del Protocollo per la promozione e la diffusione della cultura della legalità siglato il 4 marzo 2015 presso questa Prefettura alla presenza del Sig. Ministro dell'Interno.

           

           

 

                                                                                            L'ADDETTO STAMPA

Pubblicato il :

 COMUNICATO STAMPA DEL 10 FEBBRAIO 2017 - Giorno del Ricordo ... Cerimonia commemorativa in Prefettura ... 10 febbraio 2017 ore 10.00

        Con una breve ma toccante cerimonia, organizzata dalla Prefettura, è stata ricordata, nella Sala del Consiglio del Palazzo Vice Regio, la tragedia di tutte le vittime delle foibe e dell'esodo istriano-dalmata nel secondo dopoguerra.

      In occasione del GIORNO DEL RICORDO, istituito con la L.n. 92/2004 si è voluto rendere non solo un doveroso omaggio alle vittime ed un riconoscimento ai superstiti, di cui è presente a Cagliari una nutrita rappresentanza , ma anche contribuire a far conoscere e diffondere la memoria di quei tragici eventi tra i giovani, anche loro presenti numerosi alla cerimonia.

      Nel corso dell'incontro sono intervenuti:

  • l'assessore alla Cultura del Comune di Cagliari, Paolo Frau, che ha ricordato l'importanza della memoria per evitare il ripetersi di episodi di persecuzione o di razzismo che possono manifestarsi in tanti modi nella società contemporanea;
  • il prof Gianluca Borzoni, dell'Università di Cagliari che ha introdotto storicamente la tragedia delle Foibe , che è stato definito dal Presidente Emerito Napolitano " una barbarie basata sul disegno annessionistico slavo che assunse i sinistri connotati della pulizia etnica ";
  • Il presidente dell'associazione Nazionale Venezia Giulia e Dalmazia, prof Enrico Ruffi che ha ricordato la sofferenza di tanti italiani costretti ad abbandonare tutto per salvarsi.
      Vi è stata infine la commovente testimonianza di un esule istriano, Giuliano Lodes, che ha raccontato la vicenda personale della sua famiglia, scappata, abbandonando tutto, da quella che consideravano la propria patria, che è riusciti a rifarsi una nuova vita proprio a Cagliari, grazie alla ospitalità e al senso di accoglienza del popolo sardo.

      Il momento culminante della cerimonia è stato il ritiro da parte della nipote, avv Roberta Melas , di una medaglia commemorativa e del diploma concessi dal Presidente della Repubblica al sig Ignazio Melosu , nato a Laconi ( NU ) Agente di Pubblica Sicurezza in servizio presso la Questura di Fiume, che fu arrestato dai partigiani titini nel maggio 1945 ,e fucilato il 16 giugno 1945.

      Il senso di queste iniziative, ha concluso la Prefetta di Cagliari, Giuliana Perrotta, sta non solo nell'alimentare il flusso dei ricordi, ma nell'affermare il rifiuto di qualsiasi forma di razzismo e di violenza etnica o religiosa, nel rafforzare i valori che sono alla base della Costituzione, e nel diffondere, soprattutto nelle giovani generazioni, la cultura della nonviolenza, della tolleranza e della pace.  

 

                                                                                            L'ADDETTO STAMPA

 

 


Pubblicato il :

 NOTIZIA STAMPA DELL' 8 FEBBRAIO 2017

      Giovedì 9 febbraio p.v., alle ore 10.30, presso la Sala Convegni della Fondazione di Sardegna in Via Savn Salvatore da Horta 2, alla presenza del Prefetto di Cagliari e dei Sindaci della Provincia del Sud Sardegna, si terrà il secondo degli incontri programmati organizzato da questa Prefettura per illustrare il Piano Anci - Ministero dell'Interno sull'accoglienza diffusa dei migranti in ambito provinciale.

 

I rappresentanti degli organi di informazione sono invitati a partecipare all'apertura dei lavori.

 

                                                                                             L'ADDETTO STAMPA

Pubblicato il :

 NOTIZIA STAMPA DELL' 8 FEBBRAIO 2017 - Giorno del Ricordo ... Cerimonia commemorativa in Prefettura ... 10 febbraio 2017 ore 10.00

 

               Il 10 febbraio ricorre il Giorno del Ricordo , istituito con la Legge n. 92/2004 per non dimenticare le vittime delle foibe, l'esodo giuliano-dalmata e le vicende del confine orientale.

            Come ogni anno, il Governo, attraverso il Ministero dell'Interno invita i Prefetti a organizzare, sostenere e coordinare, d'intesa con tutte le istituzioni presenti in sede provinciale, cerimonie, incontri e momenti comuni di narrazione dei fatti e di riflessione al fine di conservare, soprattutto presso le giovani generazioni, la memoria di un periodo così drammatico per l'umanità.

            Come è noto, il Comitato di Valorizzazione della Cultura Nazionale, costituito dal Prefetto di Cagliari al fine di promuovere attività di carattere istituzionale e culturale, tendenti a consolidare ed accrescere lo spirito di appartenenza comune all'Italia e all'Europa, preso atto delle varie manifestazioni presenti in provincia promosse da parte di varie Istituzioni, ha organizzato una cerimonia unitaria per commemorare il Giorno del Ricordo.

            A tal fine, presso questa Prefettura, nella Sala Consiliare del Palazzo Regio, venerdì 10 febbraio p.v., alle ore 10.00, si svolgerà una cerimonia cui prenderanno parte rappresentanti delle istituzioni e della scuola.

            Nell'occasione verrà anche consegnata una medaglia commemorativa alla nipote del Sig. Melosu Ignazio, Agente di Polizia in servizio presso la Questura di Fiume, che fu arrestato nel maggio 1945 da partigiani slavi, condannato a morte e fucilato il 16 giugno 1945 nel campo di Grobnico.

               

 

I rappresentanti degli organi di informazione sono invitati a partecipare.

 

                                                                                            L'ADDETTO STAMPA

Pubblicato il :

 COMUNICATO STAMPA DEL 6 febbraio 2017

       Con riferimento alla nota odierna trasmessa da codesto Sindacato Autonomo di Polizia, indubbiamente la gestione di un fenomeno migratorio delle proporzioni di quello che ha interessato il nostro Paese ha determinato, anche in questo territorio, una serie di problematiche, tra cui quelle che interessano il comparto sicurezza che è impegnato in prima linea.

 

      Giova ricordare che, fermo restando quanto già espresso dal Signor Questore, in pari data, all'ANSA, in questo anno, le attività svolte dalla Prefettura con riferimento alle tematiche citate nella suddetta nota, sono state oggetto di diffusione attraverso i vari canali informativi. Ad ogni modo si ribadisce che:

  • - per quanto riguarda la gestione dei migranti che sbarcano direttamente sulle nostre coste è stato rifunzionalizzata una zona del Compendio di Monastir, oggetto, come noto, di un attentato incendiario nell'Ottobre scorso (che, oltre a comportare un ulteriore esborso di denaro pubblico, ha notevolmente rallentato i lavori) che è in fase di completamento con la predisposizione , sulla base delle indicazioni della Questura, di idonee aree per il foto-segnalamento.
     Nelle more, comunque, è utilizzabile una struttura ad Assemini.

 

  • - per gli arrivi in porto dei migranti nell'ambito del piano di distribuzione nazionale, il progetto, richiesto dalla Regione Sardegna e finanziato con fondi del Ministero dell'Interno, afferisce l'acquisto di strutture mobili da posizionare in un'area individuata dalla Capitaneria di Porto. Ad oggi si è ancora in attesa della presentazione da parte della Regione del citato progetto per procedere all'adozione degli atti propedeutici all'acquisto.
 

     Per quanto riguarda le altre questioni sollevate nella citata nota:

  • - la carenza di personale del Commissariato di Carbonia;
  • - la situazione dei lavori della Caserma di Via Venturi (attività seguita direttamente dal Provveditorato alle Opere Pubbliche);
  • - l'organizzazione dei servizi in materia di immigrazione clandestina e la successiva attività di identificazione;
esse afferiscono a materie che esulano dalla competenza del Prefetto, trovando nel Questore il naturale interlocutore.

     Si ribadisce, comunque, la disponibilità ad un confronto produttivo nelle sedi e con tutti gli interlocutori istituzionali.

     Tanto si riscontra con riferimento alle questioni segnalate nella nota, sottacendo le innumerevoli attività svolte in questo anno dalla Prefettura nell'ambito delle competenze di coordinamento alla stessa attribuite.

                                                                           L'ADDETTO STAMPA

Pubblicato il :

 
Torna su