Prefettura - Ufficio Territoriale del Governo di Brescia

Comunicati Stampa

 

 INIZIATIVE COMMEMORATIVE PER IL CENTENARIO DELLA GRANDE GUERRA 1914-1918

Nell'ambito delle iniziative commemorative, relative al centenario della fine della Grande Guerra,  approvate dal Comitato  di coordinamento presieduto dal Prefetto Vardè,  si segnala che   SABATO  20 OTTOBRE  p.v.  c/o il Salone Vanvitelliano di Palazzo Loggia, alle ore 10.30,  si inaugurerà  la mostra  fotografica "Gli occhi della Grande Guerra" L'esposizione a cura di Stefano Aluisini, Ezio Avaldi e Ruggero Dal Molin e realizzata dall'Unione Nazionale Ufficiali in Congedo (UNUCI) di Brescia ,   sarà aperta al pubblico fino all'8 novembre p.v. secondo gli orari indicati nella locandina ivi allegata.
 
La rassegna fotografica riepiloga i tratti di fondo della Grande Guerra, divisi in varie sezioni tematiche, tramite scatti che privilegiano il volto dei protagonisti di allora.
 
Si tratta di una cinquantina di immagini provenienti da collezioni pubbliche e private nelle quali sono ritratti soldati e infermiere, nei luoghi che li videro protagonisti durante la Guerra. Tutti rappresentano il coraggio, l'orgoglio, la solidarietà, la pietà e la sofferenza. Sono i nostri eroi; coloro che resero l'Italia unita ed indipendente.
 
Durante  l'inaugurazione saranno presenti alcuni rievocatori in uniforme alpina della Grande Guerra.
 
Ciò premesso,  si prega di volerne dare  ampia diffusione.
 
 
 
Brescia, 18 ottobre  2018
 
                                                                      
 
                                                                     Il Capo di Gabinetto
                                                                          F.to BORTONE                                                                
 
Pubblicato il 19/10/2018
Ultima modifica il 19/10/2018 alle 18:18:44

 Progetto di formazione dei Ministri di culto islamico - Avvio degli incontri dal 6 ottobre 2018.

Sabato 6 ottobre p.v. prenderà il via, presso il Centro Culturale Islamico di Brescia, il Progetto di formazione dei Ministri di culto islamico, realizzato da questa Prefettura, in collaborazione con l'Università degli Studi di Brescia.
 
Il progetto in questione fa seguito alla costituzione, nell'ambito del Consiglio Territoriale dell'Immigrazione, del Tavolo Interreligioso per il dialogo con l'Islam,  avente l'obiettivo di stimolare il dialogo interculturale e promuovere un Islam italiano, in modo da favorire l'integrazione delle persone di fede islamica e prevenire forme di radicalizzazione e fanatismo, secondo le indicazioni contenute nel Patto Nazionale con l'Islam, siglato al Viminale nel febbraio dello scorso anno.
 
In detto contesto, le iniziative programmate nell'ambito del Tavolo Interreligioso costituito a livello locale si caratterizzano per una pluralità di obiettivi e riguardano, oltre alla formazione dei Ministri di Culto islamico, la redazione di kit informativi plurilingue sulla cultura e sulla religione islamica e la sensibilizzazione dei giovani rispetto alle problematiche del razzismo e della xenofobia.
 
Per quanto concerne specificamente Progetto di formazione dei Ministri di culto islamico, il Responsabile Scientifico dello stesso è stato individuato nel Prof. Carlo Alberto Romano dell'Università degli Studi di Brescia, il quale ha ideato e messo a punto un percorso formativo articolato in n. 5 incontri, avvalendosi della collaborazione di docenti appartenenti ad entrambe le Università, Statale e Cattolica, come da programma allegato ( all.1 ).
 
Al percorso formativo in argomento prenderanno parte i principali imam (ministri di culto islamico) della provincia di Brescia, sia anziani, che giovani in via di formazione, così come concordato con le associazioni islamiche che compongono il Tavolo Interreligioso.
 
I partecipanti saranno condotti per mano nelle pieghe della Costituzione italiana e dell'organizzazione dello Stato, approfondendo la tematica dei rapporti tra l'Italia e le varie confessioni religiose, della libertà di culto, della normativa statale e regionale in tema di edifici di culto e delle eventuali interferenze tra la religione e l'ordinamento giuridico su temi etici come le pratiche tradizionali, i matrimoni e i funerali.
 
Particolare attenzione sarà altresì riservata al rischio di radicalizzazione, ai fondamentalismi violenti e alle pratiche atte a prevenirli.
 
Il percorso formativo si concluderà il 17 novembre prossimo, con una tavola rotonda che vedrà confrontarsi il Centro culturale islamico, la Diocesi di Brescia e altre realtà locali sugli strumenti interculturali idonei a favorire la gestione dei conflitti. 
 
Brescia, 1 ottobre 2018                                                                                      
                                                         L'Addetto Stampa
                                                             F.to Bortone
Pubblicato il 02/10/2018
Ultima modifica il 05/10/2018 alle 17:06:45

 
Torna su