Commissariato del Governo per la provincia di Bolzano

NOTIZIE

 

 ANNA LISA MONGIORGI NUOVO COMANDANTE DELLA POLIZIA STRADALE IN VISITA DI PRESENTAZIONE

Il Commissario del Governo per la provincia di Bolzano, Prefetto Vito Cusumano, ha ricevuto stamane,  in visita di presentazione, la nuova Comandante della Sezione della Polizia Stradale di Bolzano, primo Dirigente Anna Lisa Mongiorgi.
Si tratta della prima volta, per una donna, al Comando della locale Sezione della Polstrada di Bolzano.

La dott.ssa Mongiorgi subentra al primo dirigente dott. Giancarlo Conte, che proprio oggi  ha assunto l'incarico di Vice Questore Vicario a Pordenone. Quest'oggi era accompagnata dal dirigente del compartimento della Polizia Stradale del Trentino Alto Adige e di Belluno, dottor Costantino Capuano.
Il Comandante Mongiorgi, prima di giungere a Bolzano, ha svolto le medesime funzioni a Udine, Forlì e Modena. Originaria di Maddaloni, in provincia di Caserta, è entrata nel corpo della Polizia di Stato nel 1990.
 
Nel corso del cordiale incontro si è parlato di sicurezza stradale, della situazione del traffico   sul territorio provinciale e delle misure adottate  per affrontare i momenti di maggiore criticità.
Al termine,  il Prefetto Cusumano ha formulato alla dott.ssa Mongiorgi i migliori auguri di buon lavoro nella nuova  sede bolzanina.
 
Pubblicato il :

 SVOLGIMENTO DI ATTIVITA' DI VOLONTARIATO DA PARTE DEI RICHIEDENTI ASILO IN ALTA VAL D'ISARCO E VAL D'ISARCO

Il Commissario del Governo di Bolzano, Prefetto Vito Cusumano, ha sottoscritto stamane, unitamente all'Assessore provinciale alle Politiche Sociali, ai Presidenti delle Comunità Comprensoriali "Alta Valle Isarco" e "Valle Isarco", nonché ai rappresentanti delle associazioni "Volontarius", "Caritas Diocesana", "Croce Rossa Italiana" e "Spes", i protocolli di intesa attraverso i quali i richiedenti asilo accolti in quei territori - che nei CAS statali ne ospitano complessivamente 146 - potranno essere avviati allo svolgimento di attività di volontariato e di pubblica utilità, a diretto vantaggio della cittadinanza che li ospita.

Con le odierne intese, prosegue quindi l'impegno del Commissariato del Governo per favorire ulteriormente lo sviluppo di mirati progetti di inserimento socio-economico dei cittadini stranieri richiedenti asilo, attraverso accordi che consentano alle Comunità comprensoriali di avviare i migranti a forme di volontariato in favore della comunità locale o comunque di utilità sociale.

I richiedenti asilo potranno così fattivamente proseguire nel percorso di progressiva integrazione nel tessuto sociale e produttivo altoatesino, acquisendo al contempo quell'esperienza e quelle conoscenze utili in un'ottica di eventuale successivo svolgimento - nel rigoroso rispetto dei parametri di legge - di attività lavorative retribuite.


 
Pubblicato il :

 
Torna su