Prefettura - Ufficio Territoriale del Governo di Bologna

NOTIZIE

 

 Pieno successo e brillanti risultati del Progetto Cannabis della Prefettura di Bologna nel primo anno di attuazione

In occasione di un'odierna riunione con i Ser.T. delle Aziende Unità Sanitarie Locali Città di Bologna e di Imola, la Prefettura ha compiuto un esame congiunto sull'andamento e i risultati conseguiti dopo il primo anno di attuazione del "Progetto Cannabis", rivolto ai giovani consumatori di cannabis.

L'analisi dei dati e l'esperienza di Prefetture e Ser.T.  rivela che la maggior parte delle segnalazioni ai sensi dell'art. 75 D.P.R. n. 309/1990 si riferisce a consumatori di cannabis di età compresa tra i 18 ed i 30 anni, che assumono la sostanza per lo più a fini "ludico/ricreativi", nei contesti del divertimento notturno e del fine settimana o che, comunque,  ne fanno uso/abuso banalizzandone rischi ed effetti correlati sia sul piano della salute sia su quello della legalità e della sicurezza; gli stessi soggetti non si percepiscono come possibili destinatari e sono scarsamente raggiunti da un'azione sinergica volta a stimolare processi di cambiamento e da interventi di prevenzione secondaria, tutela della legalità e della salute, sicurezza del territorio.

Essendo venuta meno con  L. n. 49/2006 la possibilità di sospendere il procedimento amministrativo in funzione dell'avvio di uno dei predetti percorsi, si era registrata   una scarsa partecipazione delle persone segnalate dalla Prefettura agli inviti a colloquio ed una significativa riduzione dell'adesione ai programmi terapeutici o educativi informativi presso i Ser.T.

Attraverso la cooperazione integrata, la Prefettura e le Azienda Unità Sanitaria Locale di Bologna e di Imola hanno rafforzato il sistema N.O.T./Ser.T. con un'azione di  prevenzione secondaria rivolta ai giovani consumatori di cannabis, ispirata al miglioramento delle procedure in termini di ottimizzazione delle risorse, all'omogeneizzazione e efficacia di interventi rispondenti alle caratteristiche dei consumatori di cannabis ed in grado di "intercettarli" efficacemente.

Sulla base dei dati riferiti al primo anno di attuazione del Progetto Cannabis, sulle complessive n. 820 segnalazioni pervenute nel 2015 alla Prefettura per violazione dell'art. 75 D.P.R. 309/1990 n. 228 hanno riguardato consumatori di cannabis di età compresa tra i 18 ed i 30 anni fermati per la prima volta; a beneficio di questi ultimi sono stati mensilmente n. 11 incontri di gruppo con finalità informative ed educative durante i quali sono stati affrontati e discussi gli aspetti medici, psicologici e legali dell' uso di cannabis con modalità che hanno tenuto conto del contesto generale, degli stili di consumo evidenziati sul territorio, dei luoghi di aggregazione dei giovani, della tipologia di problematiche diverse ma, comunque, correlate all'uso di droghe (abuso di alcool e /o psicofarmaci).

I dati emersi nel primo anno (2015) di attivazione del Progetto in possesso di questo Ufficio testimoniano una notevolissima adesione ed un rilevante indice di gradimento dell'iniziativa, grazie alla quale la Prefettura ha trasformato un evento non programmato (segnalazione art. 75 D.P.R. 309/1990) in un'opportunità (un percorso educativo, informativo e di crescita che accompagna il giovane consumatore in una presa di coscienza ed assunzione di responsabilità rispetto al proprio stile di vita), attivato un processo di prevenzione secondaria che facilita il contatto precoce tra soggetti consumatori di cannabinoidi e i servizi territoriali di prevenzione e cura, anticipato i tempi nell'avvio del procedimento amministrativo e ridotto dei tempi di contatto dell'utenza con la Prefettura e i Ser.T..

L'odierna riunione ha, inoltre, costituito occasione, anche in vista di possibili future ulteriori progettualità e strategie condivise, per un esame ed un confronto anche sui dati emersi dai procedimenti curati dal Nucleo Operativo Tossicodipendenze della Prefettura  relativi al consumo di sostanze stupefacenti cosiddette "pesanti" (n. 156 procedimenti di cui n. 5 riguardanti minorenni) ed all'uso di cannabinoidi da parte di soggetti minori di età (n. 65 procedimenti nel 2015), ai quali l'azione sinergica con i Ser.T. perseguita dalla Prefettura ha riservato una particolare e specifica attenzione.
Pubblicato il :

 CHIUSURA AL TRAFFICO DELL' AUTOSTRADA A1 PANORAMICA

Per consentire lo svolgimento della manifestazione denominata  "Un giro in A1 Panoramica", l'A1 Panoramica sarà chiusa al traffico lunedì 16 maggio 2016:

· in direzione BOLOGNA dal bivio A1/Variante a Pian del Voglio alle ore 07.30 alle ore 17.30
· in direzione FIRENZE  da Pian del Voglio al bivio A1/Aglio dalle 08.30 alle ore 14.00

Inoltre, saranno chiuse dalle ore 08.30 alle ore 14.00 la stazione di RONCOBILACCIO in entrata ed in uscita in tutte le direzioni , la stazione di PIAN DEL VOLGIO in entrata in direzione FIRENZE ed in uscita con provenienza FIRENZE  e le Aree di Servizio di RONCOBILACCIO OVEST ed EST.

In alternativa, la stazione consigliata per raggiungere BOLOGNA e FIRENZE è BADIA sull'A1 Variante.

Notizie sempre aggiornate saranno disponibili sui pannelli a messaggio variabile posizionati lungo la viabilità autostradale, il C.C.I.S.S. (numero gratuito 1518, sito web www.cciss.it e mobile.cciss.it, applicazione iCCISSD per Iphone), le trasmissioni ed i notiziari di Onda Verde sulle tre reti radiofoniche RAI.
Pubblicato il :

 VISITA DEL CONSOLE GENERALE DELLA BULGARIA

Il Prefetto di Bologna Ennio Mario Sodano ha ricevuto nel pomeriggio di oggi, 10 maggio 2016, a Palazzo Caprara, in visita di cortesia il Console Generale della Bulgaria a Milano Dott. Rossen Borislavov ROUFEV.

Nel corso del cordiale incontro, il Prefetto ed il Console si sono soffermati in particolare sulla importanza del rafforzamento degli scambi culturali ed economici tra la Bulgaria ed il territorio emiliano romagnolo.
 
.
Pubblicato il :

 
Torna su