Prefettura - Ufficio Territoriale del Governo di Bologna

NOTIZIE

 

 CERIMONIA DI CONSEGNA DEI DIPLOMI DELL'ORDINE AL MERITO DELLA REPUBBLICA ITALIANA

Si è tenuta questo pomeriggio presso il Salone della Guardia di Palazzo Caprara, sede della Prefettura, la cerimonia di consegna dei diplomi di conferimento delle Onorificenze dell'Ordine al Merito della Repubblica Italiana a 22 nuovi insigniti della provincia di Bologna.

Le onorificenze al Merito della Repubblica, destinate a coloro che abbiano benemerenze acquisite verso la Nazione nel campo delle lettere, delle arti, della economia e nel disimpegno di pubbliche cariche e di attività svolte a fini sociali, filantropici ed umanitari, nonché per lunghi e segnalati servizi nelle carriere civili e militari, sono conferite dal Presidente della Repubblica su proposta del Presidente del Consiglio dei Ministri.

L'Ordine al Merito della Repubblica è suddiviso nei gradi onorifici di Cavaliere di Gran Croce, Grande Ufficiale, Commendatore, Ufficiale e Cavaliere.

Alla cerimonia, che si è aperta sulle note dell’Inno Nazionale, erano presenti le autorità della provincia tra cui i sindaci dei Comuni di appartenenza degli insigniti.

Bologna, 14 dicembre 2015

 
.
 
Pubblicato il :

 CONVEGNO "LA GUERRA AL CINEMA. IL CINEMA RACCONTA LA GRANDE GUERRA"

Nell'ambito delle iniziative programmate a livello locale per la commemorazione del centenario della Prima guerra mondiale, si è tenuto questa mattina presso la Sala della Guardia di Palazzo Caprara, sede della Prefettura di Bologna, un convegno avente per tema "La guerra al cinema. Il cinema racconta la grande guerra".

Dopo l'intervento introduttivo del Prof. Angelo Varni Presidente dell'Istituto Beni Artistici, Culturali e Naturali della Regione Emilia Romagna, sono seguiti gli interventi del Direttore della Cineteca di Bologna Gian Luca Farinelli, degli storici del cinema Giovanni Lasi e Alessandro Faccioli e, sempre per la Cineteca di Bologna,  di Andrea Meneghelli e Cecilia Cenciarelli.

La prima guerra mondiale per la neonata realtà cinematografica fu, infatti,  occasione capace di dimostrare, tanto, la sua attitudine a documentare le vicende in corso sui diversi fronti, quanto, ad interpretarle attraverso ricostruzioni in grado di coglierne le più diverse implicazioni sociali, politiche e culturali.

Tragico banco di prova, dunque, di un'inedita vocazione a far rivivere su di uno schermo le passioni, le aspirazioni, i drammi, le speranze degli individui e delle comunità umane, segnando una svolta decisiva nella modalità di narrazione della realtà.

Il convegno ha focalizzato l’attenzione proprio su questo momento di avvio e di presa d'atto della novità allora in fase di realizzazione. 

Presenti autorità civili e militari e due numerose classi del Liceo Laura Bassi di Bologna.

.
Pubblicato il :

 
Torna su