Prefettura - Ufficio Territoriale del Governo di Bologna

NOTIZIE

 

 Celebrato in Prefettura il 150° anniversario dell'istituzione della Corte dei conti

La Prefettura di Bologna ha ospitato, questa mattina, nel Salone della Guardia di Palazzo Caprara, la cerimonia per la celebrazione del 150° anniversario dell’istituzione della Corte dei conti, cui hanno partecipato lemassime autorità istituzionali e politiche locali.

I lavori del convegno, presieduti dal Procuratore Generale della Corte dei conti Salvatore Nottola, sono iniziati con i saluti del prefetto Angelo Tranfaglia, del Vicepresidente della Regione Emilia-Romagna Simonetta Saliera,del Presidente della Sezione Regionale di Controllo della Corte dei Conti per l’Emilia Romagna Mario Donno, e del Segretario Generale dell’Associazione Nazionale Magistrati della Corte dei conti Cons. Maria Teresa Polito.

Dopo un excursus storico delle funzioni della Corte, tracciato dal Procuratore Generale Nottola, sono seguite le approfondite relazioni dei professori Giovanni Pitruzzella, Ordinario di diritto costituzionale nell’Università di Palermo, Giuseppe Farneti, Ordinario di economia aziendale nell’università di Bologna e Paolo Maddalena, giudice emerito della Corte costituzionale, che hanno toccato tutti i profili strategici del ruolo e delle funzioni della Corte dei conti.

 

“Nel rinnovato assetto costituzionale, che sancisce la pari dignità degli enti territoriali, e nel contesto attuale di una sempre più stretta interazione tra finanza comunitaria e finanza nazionale, che richiede l’azione coordinata dei diversi livelli di governo - ha sottolineato, in particolare, il Prefetto Tranfaglia nel suo intervento - si conferma fondamentale la funzione di garanzia, propria della Corte dei conti, degli equilibri economico-finanziari dell’intero settore pubblico e, più in generale, del corretto uso delle risorse pubbliche”.

 
Pubblicato il 15/11/2012 ultima modifica il 15/11/2012 alle 15:21:38

 Conferimento delle Onorificenze dell'Ordine al Merito della Repubblica Italiana

Il Prefetto Angelo Tranfaglia ha consegnato questa mattina, 7 novembre 2012, i diplomi di conferimento delle Onorificenze dell'Ordine al Merito della Repubblica Italiana a 89 insigniti della provincia di Bologna, nel corso di una cerimonia tenuta a Palazzo Caprara, ed alla quale hanno partecipato i rappresentanti delle Istituzioni locali, oltre ai Sindaci dei comuni di residenza degli insigniti.
.
Nel consegnare agli insigniti i titoli onorifici , prestigiosi riconoscimenti conferiti dal Presidente della Repubblica a coloro che si sono distinti "nel campo delle lettere, delle arti, della economia e nel disimpegno di pubbliche cariche e di attività svolte a fini sociali, filantropici ed umanitari, nonché per lunghi e segnalati servizi nelle carriere civili e militari", il Prefetto ne ha lodato l’impegno costante e la dedizione al lavoro, che rappresentano il lascito più duraturo e importante al patrimonio comune del Paese, ed alle giovani generazioni in particolare.
 
Quest’anno hanno ricevuto il diploma 72 Cavalieri, 8 Ufficiali e 8 Commendatori e 1 Grand’Ufficiale, di cui si allega il relativo elenco.
 
Nel corso della mattinata è stata consegnata, inoltre, la medaglia d’argento al merito civile, riconoscimento onorifico conferito dal Presidente della Repubblica, alla memoria del cittadino imolese Niso Gessi, deceduto il 18 agosto 1946 a Casalfiumanese, quando, dopo essere intervenuto in soccorso di un cacciatore gravemente ferito a causa dello scoppio di una mina antiuomo, rimase lui stesso vittima dell’esplosione di un altro ordigno.
.
Pubblicato il 07/11/2012 ultima modifica il 07/11/2012 alle 14:23:59

 Celebrata a Bologna la festa dell'Unità nazionale delle Forze armate

Si è tenuta questa mattina in Piazza Maggiore a Bologna la cerimonia ufficiale di celebrazione dell'Unità nazionale e delle Forze Armate, nell'anniversario della Vittoria nella prima guerra mondiale.

La commemorazione, organizzata dalla Prefettura di Bologna in collaborazione con il Comando Militare Emilia Romagna e il Comune di Bologna, si è aperta con lo schieramento del reggimento di formazione interforze, composto da plotoni dell’Esercito, della Polizia di Stato, dell’Arma dei Carabinieri, della Guardia di Finanza, della Polizia Penitenziaria e del Corpo Militare della Croce Rossa Italiana.


E’ seguito l’intervento del Comandante Militare Esercito Emilia Romagna, Gen. Antonio De Vita, e il discorso celebrativo del Prefetto di Bologna Angelo Tranfaglia.

Presente alla cerimonia la Banda Musicale dell'Esercito Italiano, che ha eseguito l’Inno Nazionale e marce militari.

Dopo essersi soffermato sui compiti di straordinaria delicatezza, cui hanno sempre adempiuto con impegno, dedizione e professionalità le nostre Forze Armate, sia sul piano interno a presidio delle istituzioni repubblicane, per esigenze di sicurezza e prevenzione della criminalità come di protezione civile, sia, ormai da decenni, anche sul piano internazionale, nelle missioni internazionali di mantenimento della pace, il Prefetto Tranfaglia, nel corso del suo intervento, ha rivolto un pensiero particolare a tutti i militari caduti e feriti nelle operazioni, ed un saluto del tutto speciale, unito all’augurio per l’importante sfida, non priva di rischi, che li attende, ai contingenti del 121° Reggimento Artiglieria Controaerei “Ravenna” e della Brigata Aeromobile “Friuli” in partenza in questi giorni verso il Kosovo e il Libano.
.
Pubblicato il 04/11/2012 ultima modifica il 05/11/2012 alle 08:26:28

 
Torna su