Prefettura - Ufficio Territoriale del Governo di Bologna

NOTIZIE

 

 ESTRAZIONE REVISORI DEI CONTI DEGLI ENTI LOCALI

Si comunica che giovedì 4 dicembre  p.v. alle ore 9.15 presso questa Prefettura - Ufficio Territoriale del Governo, si provvederà all'estrazione a sorte per la conseguente nomina dell’organo di revisione economico-finanziario monocratico dei Comuni di:

·        CAMUGNANO
·        CASALFIUMANESE
·        CASTEL D’AIANO
·        FONTANELICE
·        GRANAROLO DELL’EMILIA
·        LIZZANO IN BELVEDERE.
 
Pubblicato il :

 RINNOVATO IL PROTOCOLLO D'INTESA PER LA RIDUZIONE DEL DISAGIO ABITATIVO

E’ stato rinnovato questa mattina, per un ulteriore biennio, il Protocollo di intesa recante interventi per la riduzione del disagio abitativo, promosso dalla Prefettura, e sottoscritto con Tribunale di Bologna, Provincia di Bologna, Nuovo Circondario Imolese, Comune di Bologna ed altri Comuni ad alta tensione abitativa della provincia, ANCI Emilia-Romagna, Ordine degli Avvocati di Bologna, Sindacati CGIL, CISL e UIL, Associazioni rappresentative dei proprietari ed inquilini, Fondazione Cassa di Risparmio in Bologna, Fondazione del Monte di Bologna e Ravenna, Fondazione Cassa di Risparmio di Imola, UniCredit e Cassa di Risparmio in Bologna.

L’accordo,  grazie alla confermata disponibilità manifestata dai soggetti aderenti al Protocollo sottoscritto il 13 luglio 2011,  successivamente modificato e prorogato, assume così carattere ordinario e continuativo nel tempo  nel solco delle misure già contenute nelle precedenti intese. Il documento prevede, nell’ambito delle procedure di convalida del provvedimento di rilascio forzato dell’immobile per morosità, una serie di azioni che mirano a facilitare il raggiungimento di soluzioni concordate tra inquilino e proprietario, con la finalità di salvaguardare, ove possibile, il mantenimento dell’alloggio da parte dell’inquilino, assicurando al proprietario il recupero parziale (nella misura del 90%) del credito relativo alla morosità. Si tratta di contributi pubblici a fondo perduto che possono arrivare fino a 8.000 euro per ogni singolo provvedimento di sfratto nei Comuni ad alta tensione abitativa (3.000 euro per gli altri Comuni).

Destinatari degli interventi sono quegli inquilini che, anche a causa degli effetti della crisi economica, si trovino in una delle situazioni di sopravvenuta impossibilità a provvedere al pagamento del canone di locazione a causa della perdita o consistente riduzione della capacità reddituale del nucleo familiare, in presenza di una delle situazioni previste dall’art. 2 del Decreto del Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti del 14 maggio 2014, che definisce le condizioni di morosità incolpevole.

I 12 Comuni ad alta tensione abitativa della provincia, sottoscrittori della intesa in argomento, gestiranno, al fine di fronteggiare le situazioni di maggior disagio abitativo, i contributi di cui al Fondo statale per la morosità incolpevole, ripartiti dalla Regione Emilia-Romagna con delibera n. 1279 del luglio 2014 per un ammontare complessivo di 1.421.638,10 euro, attenendosi, in particolare, alle disposizioni del d.m. dello scorso maggio, che a tali Comuni riserva propri strumenti di intervento.
   
I Comuni non ad alta tensione abitativa potranno continuare a beneficiare del Fondo di Salvaguardia costituito dalle risorse già erogate dalla Regione Emilia-Romagna sulla base del previgente Protocollo, gestito dalla Provincia ovvero dalla Città Metropolitana quando essa subentrerà a titolo universale al predetto Ente, e destinato all’erogazione di contributi a fondo perduto in favore degli inquilini residenti negli stessi Comuni, in possesso dei requisiti indicati dal Protocollo.
 
Anche sulla base dell’accordo sottoscritto stamane l’inquilino, per il pagamento della restante percentuale di morosità non coperta dal contributo a fondo perduto, potrà continuare a rivolgersi agli Istituti bancari aderenti, UniCredit e Cassa di Risparmio in Bologna, chiedendo l’apertura di una linea di credito che copra fino ad un massimo del 50% della somma residua, credito che sarà garantito dal Fondo di garanzia messo a disposizione dalle Fondazioni bancarie aderenti.

Il Prefetto ha auspicato che il rinnovo dell’accordo per gli anni 2015 e 2016, insieme all’applicazione della disposizione dell’art. 6 del d.m. citato, sulle valutazioni funzionali all’adozione delle misure di graduazione programmata dell’intervento della forza pubblica nell’esecuzione dei provvedimenti di sfratto, possa contribuire ad allentare la situazione di tensione derivante dal disagio abitativo nella provincia.

 
Pubblicato il 28/11/2014 ultima modifica il 26/05/2015 alle 10:19:09

 Firmato un protocollo di intesa in materia di sicurezza e video allarme per le farmacie

Il Prefetto di Bologna, Ennio Mario Sodano, il presidente di Federfarma Bologna, Massimiliano Fracassi e il Dr. Gian Matteo Paulin Segretario della suddetta Associazione, hanno sottoscritto stamane un protocollo d’intesa in materia di sicurezza e video allarme antirapina rivolto alla tutela delle farmacie operanti nell’ambito della provincia.

L’accordo sottoscritto quest’oggi recepisce  in ambito locale i contenuti del Protocollo d’Intesa nazionale già siglato dal Ministero dell’Interno e la Federfarma – Federazione nazionale unitaria dei titolari di farmacia italiani.

L’accordo in sede locale ha lo scopo di definire i criteri attuativi e tecnico-organizzativi del servizio. In particolare Federfarma Bologna avrà il compito di informare i propri associati dei servizi offerti con l’attuazione del progetto nonché delle modalità di fruizione. La Prefettura curerà gli aspetti di informazione e raccordo con le Forze di Polizia presso cui saranno installati gli impianti occorrenti per la messa in pratica del progetto. E’ prevista anche un’attività congiunta di monitoraggio del sistema al fine di apportare tutte le migliorie che dovessero rendersi necessarie con la progressiva attuazione del protocollo.

 
Pubblicato il 20/11/2014 ultima modifica il 26/05/2015 alle 10:21:30

 VISITA DEL PREFETTO NEI COMUNI DI CASTIGLIONE DEI PEPOLI, CAMUGNANO E CASTEL DI CASIO

Nell’ambito delle visite ufficiali, che sta conducendo presso tutti i Comuni della provincia, oggi il Prefetto Ennio Mario Sodano si è recato nei Comuni di Castiglione dei Pepoli, Camugnano e Castel di Casio.

Il Prefetto è stato accolto dai Sindaci dei tre Comuni, Maurizio Fabbri, Alfredo Del Moro e Mauro Brunetti,  e nell’occasione gli sono stati presentati consiglieri comunali e responsabili dei locali Comandi dei Carabinieri.

Le visite, finalizzate alla conoscenza delle Istituzioni locali, del territorio e delle sue specificità, sono state l’occasione per prendere diretti contatti con gli Amministratori Comunali e sviluppare i rapporti di collaborazione già esistenti.

 

Pubblicato il :

 avviso

DAL 1 DICEMBRE 2014 LE DOMANDE PER LA CONCESSIONE DELLA CITTADINANZA ITALIANA DOVRANNO ESSERE PRESENTATE O PER POSTA, TRAMITE RACC. A.R., O TRAMITE I PATRONATI.

Si raccomanda di indicare nell'istanza sia i recapiti telefonici che gli indirizzi di posta elettronica

Si ribadisce che per le informazioni sullo stato della pratica è possibile collegarsi con il sito WWW.INTERNO.IT "come fare per"indicando il proprio codice ministeriale (K10 o K10/C).

Pubblicato il :

 Progetto “Abbandono scolastico e bullismo" - nuovo sito web

Dal 18 ottobre 2014 sono consultabili sul  nuovo sito internet http://discobull.dlci.interno.it , tutte le attività del progetto “Abbandono scolastico e bullismo: quali rischi tra i giovani?”, promosso dal Ministero dell’Interno-Dipartimento per le Libertà Civili e l’Immigrazione, finanziato con il Fondo europeo di sviluppo regionale nell’ambito del Programma operativo nazionale  ‘Sicurezza per lo Sviluppo’, e  che si è concluso il 31 marzo 2014.

Obiettivo del progetto  è stata l'attuazione di azioni di prevenzione e contrasto ai fenomeni della dispersione scolastica e del bullismo, attraverso la creazione di due Centri “di ascolto” e di “recupero scolastico” presso nove Istituti scolastici situati nelle Regioni dell'Obiettivo "Convergenza" (Campania, Calabria, Puglia e Sicilia).

I due Centri hanno comportato la realizzazione di “buone prassi” esportabili anche in altre realtà territoriali, ed hanno rappresentato uno strumento di intervento efficace ed innovativo per contrastare i fenomeni in argomento.

Pubblicato il :

 COMUNE DI MONGHIDORO - ESTRAZIONE A SORTE REVISORE DEI CONTI

Si comunica che venerdì 7 novembre p.v. alle ore 10.00 presso questa Prefettura – Ufficio Territoriale del Governo, si provvederà all'estrazione a sorte per la conseguente nomina dell’organo di revisione economico-finanziario monocratico del Comune di MONGHIDORO
Pubblicato il :

 IL PREFETTO DI BOLOGNA INCONTRA IL GARANTE REGIONALE PER L'INFANZIA E L'ADOLESCENZA

Il  Prefetto di Bologna  Ennio Mario Sodano  ha incontrato questa mattina in Prefettura il dr  Luigi Fadiga, Garante regionale  per l’infanzia  e l’adolescenza,  per fare il punto della situazione dei minori stranieri non accompagnati giunti sul territorio emiliano romagnolo nell'ambito dell’operazione umanitaria  Mare nostrum. Dopo l'incontro il  Garante ha fatto visita al centro Mattei,  hub regionale di prima accoglienza,  dove ha incontrato gli operatori e i  24 minori ospiti della struttura, minori  che nelle prossime settimane verranno trasferiti presso altri centri. Nell'incontro con i ragazzi il Garante, nel dare loro il benvenuto in regione,  ha ribadito il suo impegno per lavorare a tutela dei diritti di tutti i minori stranieri che sono già giunti e che continueranno a giungere in regione.

Pubblicato il :

 Firmato un protocollo di intesa di carattere sperimentale per le esigenze di protezione abitativa

Il Prefetto di Bologna, Ennio Mario Sodano, ha sottoscritto stamane, con il Presidente della Provincia, Beatrice Draghetti,  l’Assessore ai Servizi Sociali del Comune di Bologna Amelia Frascaroli, il Direttore dell'U.O.C. Patrimonio dell’Azienda USL di Bologna Nicola Stigliano in rappresentanza del Direttore Generale, il Presidente di Acer Bologna Claudio Felicani, il Presidente del CdA di Asp Irides Paolo Messina e l’Amministratore Unico di Asp Città di Bologna Gianluca Borghi,  un protocollo d’intesa sperimentale per le esigenze di protezione abitativa - aggravatesi in città nell’ultimo periodo -  attraverso la messa a disposizione del patrimonio pubblico e privato inutilizzato.

Obiettivo del protocollo, cui seguirà un regolamento attuativo,  è infatti quello di dare risposte veloci e temporanee alle situazioni di perdita di alloggio per tutti quei nuclei che incolpevolmente si trovano in situazione di perdita della casa e che non hanno la possibilità di accedere alle azioni messe in campo dalle Amministrazioni territoriali per affrontare preventivamente lo sfratto.

Il protocollo, aperto all’adesione successiva di enti ed organismi interessati e per il quale  hanno già manifestato interesse a sostenerne l’attuazione la Fondazione del Monte di Bologna e Ravenna e il Gruppo assicurativo Unipol, è avviato, in questa prima fase,  con alcuni immobili messi a disposizione dall’Azienda Usl di Bologna, e che saranno assegnati dall’Amministrazione comunale tramite concessione amministrativa.

Ulteriore aspetto del progetto è, infine, la previsione dell’accompagnamento sociale - attraverso i Servizi Sociali o organizzazioni del terzo settore - dei singoli o dei nuclei interessati verso l'autonomia, attraverso un'azione di tutoraggio nella ricerca di lavoro o di nuove sistemazioni.

Pubblicato il 04/11/2014 ultima modifica il 26/05/2015 alle 10:15:54

 
Torna su